"Vuoi configurare lo smartphone? Paghi". È bufera su Mediaworld

La catena di elettronica propone ai clienti un aiuto a pagamento per configurare smartphone e tablet. E a chi si scandalizza c'è chi risponde che il tempo è denaro

"Hai bisogno di aiuto? Ci pensiamo noi!". È il cartello che da qualche tempo campeggia sul banco telefonia di Mediaworld e che è finito nella bufera da quando Selvaggia Lucarelli l'ha postato su Facebook.

Sotto allo slogan, infatti, appare una lista dei prezzi richiesti per un aiuto da parte dei commessi a configurare smartphone e tablet. Non una vera assistenza in caso di danni all'apparecchio, ma una guida concreta all'uso del dispositivo. Ma che gentili, quelli di Mediaworld. Si va dai 2,99 euro dell'applicazione della pellicola protettiva (ovviamente venduta a parte) sullo schermo ai 19,99 per la configurazione dell'account. E non solo: la prima accensione (quella in cui inserire tutte le informazioni necessarie a configuare il telefono) costa quasi 5 euro, scaricare un'app quasi 4 - che salgono a 9,99 per configurarle -, il trasferimento di file o della rubrica da un telefono all'altro quasi 10 e così via.

Apriti cielo. "Hanno deciso di fare cassa coi vecchietti", denuncia la Lucarelli, "Ora se mia mamma mi chiede di installarle Whatsapp le chiedo 10 euro". Eppure se l'azienda ha scelto questa strategia un motivo ci sarà. Probabilmente troppo spesso i clienti chiedono ai dipendenti un'assistenza tecnica più che dei semplici consigli. E avviare un nuovo telefono - soprattutto se non è il proprio, ma si devono chiedere dati che spesso nemmeno il cliente conosce - comporta diversi minuti. Cosi non mancano i difensori di Mediaworld che ricordano che, nonostante tutto, il tempo è denaro.

Commenti
Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 22/04/2016 - 13:11

Ma è veramente così necessario possedere un tablet o uno smartphone?

windpd

Ven, 22/04/2016 - 14:07

allora tutti dalla lucarelli, cosi vi configura lei il cel gratis!

luciano32

Ven, 22/04/2016 - 14:20

Caro Legio o cara Gemina ci vanno a letto se poi vanno a finire investiti da un auto mentre facebokkano o tuittano a chi daranno la colpa?????

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 22/04/2016 - 14:24

Dov'è il problema? i servizi si pagano!

alnew1

Ven, 22/04/2016 - 14:36

questo è il risultato della proliferazione delle catene commerciali; il cliente va spremuto come un limone; ben tornino i negozi rionali che spiegano e fanno assistenza in modo più umano e professionale basta con l'arroganza commerciale dei tedeschi!

Ritratto di chris7

chris7

Ven, 22/04/2016 - 14:51

@Legio_X_Gemina_...Non faccia il medievalista, senza questi dispositivi non puoi fare molte cose. @luciano32 non ho capito molto bene il suo commento ma posso risponderle alla domanda, la colpa è di quegli imbecilli che li usano in modo stupido. Ma ritengo preoccupante che molti non sappiano configurare il proprio telefono...

AndreFer

Ven, 22/04/2016 - 14:59

Uno schifo davvero ma questi "servizi" possono risultare utili solo ai poveri pensionati dove individui senza scrupoli si approfittano della loro inesperienza nel settore tecnologico. Basta che vi rivolgete ad un figlio o a un nipote e vi offrono gratuitamente tutti questi "servizi" nel listino. Io ho aiutato i miei genitori anziani ad usare il computer e lo smartphone e adesso sono bravissimi.

gneo58

Ven, 22/04/2016 - 15:05

Non mi pronuncio sull'importo delle varie "tariffe" ma in certi posti secondo me e' normale che sia cosi'. Nelle grandissime distribuzioni ci si deve andare sapendo cosa si vuole e piu' o meno sapendo dove mettere le mani sul nuovo acquisto altrimenti andate in un negozio normale che e' meglio, anche per la successiva eventuale assistenza.

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 22/04/2016 - 15:08

Sinceramente non vedo dove stia il problema: vuoi un servizio? lo paghi. Forse il problema è nella lucarelli e di tutti quelli che, non avendo nulla di meglio da fare, le vanno dietro

Roberto47

Ven, 22/04/2016 - 15:10

Se compero un'automobile e non so guidarla, mi deve insegnare - gratis - la FIAT?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 22/04/2016 - 15:14

Ma, veramente qui in Germania io non ho mai pagato niente per configurare il mio Smartphone oppure il Tablet di mia Moglie,Ma forse perche qui la MediaWorld si chiama MediaMarkt ed é di origine Tedesca Ed é per questo che in italia si paga la configurazione?;Ma in Germania questa Ditta é in continua lotta con la catena di SATURN per accapararsi i clienti,Ed é per questo che non chiedono soldi per configurare questi Apparecchi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 22/04/2016 - 15:17

A parte il giudizio sulla "indispensabilità" di questi "aggieggi",il cui uso,il più delle volte,è a diR poco PATOLOGICO-MANIACALE-DROGATO,lontano dalla "vera" necessità,rimane il fatto,che per una concorrenza spietata sui prezzi,chi li vende,non può più permettersi, di offrire "gratis" il servizio "post-vendita",anche perchè non richiesto dagli "smanettatori" di professione(quelli che passano ore al giorno a messaggiare,chattare,etc.etc.,perennemente in "rete","CONNESSI" per tutte le belinate del mondo,"soli","persi",nella RETE"....).

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 22/04/2016 - 15:35

a me è capitato di peggio, per un pc mi hanno fatto pagare oltre la configurazione, il salvataggio,anche i dischetti che ne sono serviti solo uno ma che il commesso me ne ha infilato 5 ad un prezzo molto superiore di quelli che compro io, così mi ritrovo non solo un centinaio di dischetti di marca che ho acquistato in precedenza ma anche questi nuovi che io non me ne faccio più niente. E' una sciocchezza lo so, comunque...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 22/04/2016 - 15:39

se comprate online dalla Mediaworld ma anche da altri, in caso di guasto non lo porti in negozio, ma ti devi arrangiare e quindi spedire il tutto. Al Self Fai da te, ho acquistato un prodotto di elettronica si è guastato dopo 6 mesi, mi hanno detto al negozio che dovevo procedere per la riparazione da me stesso, telefonando alla ditta e spedirlo.

Albius50

Ven, 22/04/2016 - 15:47

Trovo giusto che il servizio si paghi; oggi uno SMARTPHONE è quasi simile a un NOTEBOOK, quindi chi lo usa deve essere in grado di gestirlo, l'alternativa è un semplice cellulare .

alnew1

Ven, 22/04/2016 - 15:52

la proprietà di Mediamarkt e Saturn è la stessa, lotta in famiglia; altra buffonata estetica in Italia Saturn ha dovuto fare dietro front e tornarsene a casa. Meno male che una volta tanto gli italiani non si sono fatti prendere per il naso dai crucchi che pensano che il loro modellino, solo per il fatto che funziona a casa loro, sia esportabile così com'è in tutto il mondo!

linoalo1

Ven, 22/04/2016 - 16:13

Il mercato è libero e loro si vendono come vogliono!!Sta a noi,accettare o meno!!Ormai 'gratis',è una parola da dimenticare,perchè nessuno fa più niente per niente!!!Quindi,o ci arrangiamo da soli con i tanti mezzi che ci sono a disposizione,o paghiamo!!!

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 22/04/2016 - 16:57

Selvaggia Lucarelli rappresenta la classica snob di sinistra. Non capisco perchè un idraulico è autorizzato a chiederti 100 € per un rubinetto, mentre un esperto di informatica non può chiederne 10 per configurarti il telefono. Forse la Lucarelli lavora gratis: se si ce lo faccia sapere.

marygio

Ven, 22/04/2016 - 17:04

libero mercato un k, questi sono delinquenti da strapazzo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 22/04/2016 - 17:06

#do-ut-des. La, garanzia Europea Vale 2 anni in tutta l,Europa che tu compri un apparecchio Online oppure no, É se tu paghi una garanzia garantita dalla ditta che ha costruito l,apparecchio allora questa si prolunga anche fino a 5 anni,É se in un negozio tu hai comprato un prodotto di Elettronica questo deve avere come minimo 2 anni di garanzia per termini di Legge, É se il negozio non vuole rispettare la garanzia allora tu puoi andare dalla polizia é denunciare il negozio perche questo é un imbroglio non tollerabile.É, anche se SATURN é MEDIAMARKT sono della stessa famiglia loro lavorano indipendentemente l,uno dall,altro tanto é vero che io mi sono comprato Online un PC é MONITOR é nella filiale del SATURN qui a Colonia mi Hanno detto che loro con il mercato Online di SATURN-ONLINE non Hanno niente a che vedere; Perche loro fanno le loro vendite indifenrentemente da quelli di SATUN-ONLINE.

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Ven, 22/04/2016 - 20:03

Tutti si fanno pagare per i servizi che prestano. Perché Media World dovrebbe farlo gratuitamente? per altro, io sono andata più volte a MW al banco telefonia e sono sempre stati molto gentili e comprensivi, mi hanno aiutata in ogni occasione e non mi hanno mai fatto pagare niente.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 22/04/2016 - 20:14

Roberto47; no la Fiat non è tenuta ad insegnarle a guidare. Ma è obbligata ad illustrarmi tutti gli aggeggi che ci ha installato e come farli funzionare. Se non vuole darmi spiegazioni si tengano la macchina.

axel rome

Ven, 22/04/2016 - 22:20

Da Media entro solo per guardare poi compro tutto su internet. Ha prezzi improponibili.