Lo zucchero Eridania venduto ai francesi di Cristal Union

Il gruppo industriale cede la quota, ma assicura: "Sarà più forte"

Fu fondato nel 1899 lo zuccherificio genovese Eridania. Un pezzo di territorio da sempre, che da oggi cambia proprietà e batte bandiera francese. I soci del gruppo industriale Maccaferri hanno infatti deciso di cedere la propria quota, che valeva il 51%, e passarla ai francesi di Cristal Union, già al 49% dal 2010.

"Si è trattato di una scelta non facile - si legge in una nota -, ma giustificata dall'evoluzione della normativa UE, con la piena liberalizzazione del mercato dello zucchero, consentirà un'espansione della produzione da parte delle imprese saccarifere operanti nell'Europa continentale, a scapito dei Paesi, quale l'Italia, caratterizzati da condizioni meno competitive".

Entro fine mese l'affare con i francesi sarà concluso. Il gruppo sostiene che, passando ai francesi l'attività, "si rafforzerà la continuità del posizionamento di mercato di Eridania Italia, grazie alla garanzia di approvvigionamento data dall'appartenenza a uno dei primari produttori saccariferi comunitari", in vista "dell'abolizione elle quote di produzione nazionali a partire da ottobre 2017".

Commenti

Aegnor

Ven, 01/07/2016 - 21:00

O meglio "Elle sera plus forte"

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 01/07/2016 - 21:31

Nel passato arrivavano in Italia con i loro eserciti, saccheggiavano uccidevano impuniti. Ora le moderne guerre si fanno con l'economia. Arrivano comprano e gli italiani da perfetti lacchè, servono per quattro lenticchie. Spinti soprattutto da quei quattro schifosi politici pronti a rubare e che non hanno le così dette. Ma siamo recidivi. Dante: Ahi serva Italia, di dolore ostello,nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie, ma bordello! Nulla è cambiato.

blackbird

Ven, 01/07/2016 - 23:35

E pensare che il Gruppo Ferruzzi aveva fatto di Eridania, le aziende eurupee che aveva acquisito, il più grande gruppo saccarifero del continente. Poi errori finanziari e altro, fecero sacrificare Gardini sull'altare dell'inquisizione. Ma è storia italiana ormai passata.

idleproc

Sab, 02/07/2016 - 08:10

Questo dovrebbe far capire che le "scelte" imprenditoriali sono all'interno di un quadro più generale di politica economica e di politica estera che è politica economica. Diventano scelte obbligate. E' impossibile proteggere produzione italiana, qualità, salute dei consumatori quando la scelta di politica economica va in direzione opposta. Uno dei punti chiave ad esempio era la grande distribuzione. Il consumatore può difendersi e difendere gli altri compilando blacklists dei grandi oligopoli globali che hanno comprato i nostri marchi dopo averli messi fuori mercato grazie a governi di traditori e con le politiche dei prezzi classiche di questi monopoli.

Aegnor

Sab, 02/07/2016 - 08:51

Più che altro "E' storia Italiana",comunque,elle sera plus forte.....

blackindustry

Sab, 02/07/2016 - 09:59

Boh, i francesi hanno una crisi interna come la nostra, per certi versi pure peggiore, eppure non fanno altro che acquisire nostre aziende chiave. Loro vanno avanti e noi chiudiamo bottega. Come mai???

Carletti

Sab, 02/07/2016 - 12:00

Uscite dall'Europa al piu presto e vedrete che questo non succedera' piu'.