Discovery riparte. E punta (anche) sulle fiction

Oltre a "Bake Off" e ad altri show di culto, arrivano le miniserie: inizia Tim Roth

La forza di essere emergenti è di avere sempre nuovi confini da superare. E così Discovery, che ormai è il terzo editore tv per share, ha confezionato una stagione piena di novità su tutti i dodici canali della piattaforma. E basta seguire l'entusiasmo di Laura Carafoli, che è Svp content & programming del gruppo, per capire che l'xfactor di questo gruppo è trasmettere positività: «Intanto stasera riparte Bake Off con Benedetta Parodi ed eccezionalmente lo trasmettiamo in contemporanea sia su Real Time che si DMax: cominiciamo a ragionare da generalisti convogliando gli ascolti». Ma non è l'unico ragionamento che corre sui binari generalisti. Anche l'ingresso delle fiction nei palinsesti Discovery è senza dubbio uno di questi. A dicembre arriva la fortissima Klondike con Tim Roth calato dentro un cast di cercatori d'oro di fine Ottocento in un contesto selvaggio e ormai dimenticato. Le rive del fiume Yukon. Le donne di frontiera. Persino Jack London. E quando a Carafoli si chiede se, in linea con l'imprinting Discovery, in palinsesto arriveranno solo «fiction meno fiction», lei sorride annuendo. Quindi immagini spettacolari. Copioni credibili. Sarà così anche per Houdini che debutta a gennaio su DMax con Adrien Brody nel ruolo del mago più famoso di tutti i tempi. «Quando l'abbiamo vista non abbiamo potuto dire di no». E comunque, nelle oltre cinquemila ore di prime tv e 400 di produzioni originali, spicca anche l'arrivo più o meno sorprendente di Simonetta Agnello Hornby, scrittrice di successo che aprirà le porte di casa sua in Sicilia per raccontare, tanto che si cucinano e si servono vivande siciliane, le storie della sua vita di italiana naturalizzata britannica, avvocato e giudice e professore a Londra e curiosa osservatrice del mondo. «Sarà un autunno di novità in cucina», annuncia la Carafoli. Oltre ai cibi siciliani e, naturalmente a Bake Off , c'è il debutto di un format originale, I Re della griglia (con Chef Rubio, il sorprendente Paolo Parisi e Cristiano Tomei del ristorante L'Imbuto di Lucca) e una docu che promette di essere piena di colpi di scena: La chef e la Boss , che sono tra l'altro le titolari del ristorante stellato Alice all'interno di Eataly di Milano. In palinsesto mancano i film, come sempre, «e sarà difficile che possano arrivare entro breve», conferma Laura Carafoli. Però ci sono le esclusive di Oggy e i maledetti scarafaggi su K2 e il primo programma prescolare, Doki , che debutta su Frisbee. E poi, mentre continuano a spron battuto anche due dei volti simbolo della piattaforma, ossia Enzo Miccio e Paola Marella, Focus e Giallo registrano picchi di ascolti e conseguenti introiti pubblicitari. Insomma una ventata di energia in un panorama tv spesso troppo autunnale.