Nasce Sud, la televisione con l'accento meridionale

Un canale tv ricco di programmi e news. Obiettivo: tracciare un nuovo sentiero nella conoscenza del Sud, costantemente vittima dell’autocommiserazione e del pregiudizio altrui

È nata Sud. Un canale televisivo interamente dedicato alle news e a programmi di informazione ed approfondimento. Il tutto con un unico obiettivo: tracciare un nuovo sentiero nella conoscenza del SUD, costantemente vittima dell’autocommiserazione e del pregiudizio altrui. Una ulteriore dimostrazione di come si possa far nascere a SUD una nuova realtà, eticamente garantita mafiaNO, puntando soprattutto sulla professionalità e sulla preparazione dei giovani meridionali. Un ricco palinsesto, quasi un mosaico, di cui ogni tessera è rappresentata da un nuovo format: da Spia l’Arte, dieci minuti dedicati al patrimonio artistico e culturale del Sud, a Di erbe e di cristalli, la rubrica di naturopatia. Dai videoclip dei gruppi musicali emergenti e degli artisti affermati, ai cortometraggi della nuova cinematografia. Fino ai documentari dei più noti professionisti del settore. Ogni giorno, a mezzogiorno, appuntamento fisso con la ricetta di cucina di Che Preparo? E poi ancora viaggi tra le città del meridione e altro ancora.

La prima serata è ricca di proposte: SudDonna racconterà l’Universo femminile nelle sue molteplici sfaccettature; Lo Stiletto, arguto programma di approfondimento politico, vedrà ospiti, in studio ed in collegamento, i protagonisti della politica, nazionale e non. Il Rinoceronte affilerà il corno contro i soprusi, a tutela dei diritti del cittadino. Con La Decisione arriveranno i chiarimenti legali su casi segnalati direttamente dai telespettatori. Grandi novità anche nel settore delle news: alla Rassegna stampa mattutina, si sommano due edizioni del Telegiornale SUD NEWS e altrettante di SUD NEWS MONDO, il giornale interamente affidato alla redazione straniera. Ogni giorno, due giornalisti di altri Paesi leggeranno le news nella loro lingua. Un ulteriore passo verso l’integrazione e la comunione delle culture. Insomma, un caleidoscopio di proposte che staccano la nuova televisione dal panorama televisivo interregionale già esistente.

Commenti

plaunad

Lun, 23/06/2014 - 11:22

Complimenti, bell'esempio di razzismo meridionalista. E poi si lamentano pure.... Già sulla RAI c'é un programma pseudo comico tutto dedicato al sud.

biricc

Lun, 23/06/2014 - 11:37

Praticamente un doppione della RAI

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 23/06/2014 - 12:36

Perchè, fino ad adesso la televisione ha parlato esclusivamente in veneto o meneghino e solo del nord. A chi ha avuto la brillante idea, "ma andè a ciapà i ratt tuch".

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Lun, 23/06/2014 - 12:48

Eh sì, mancava proprio un canale che si occupasse del sud e che ci riempisse le orecchie con il bell'accento di quei luoghi, lo si sente così raramente... Chissà che la rai non si ravveda ed aumenti in modo significativo i meridionali che già ha a libro paga, portandoli, che sò, dal 90% attuale ad almeno il ...100%!

Linucs

Lun, 23/06/2014 - 13:20

Quante retorica per dire che, in sintesi, hanno inventato un altro canale di bieca propaganda. E lo accettiamo serenamente con gioia, se rappresenta l'occasione per non avere zulù in televisione per 5 minuti di fila.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 23/06/2014 - 14:49

E quale sarebbe la novità di questo canale? Sembra solo una brutta copia degli altri cento canali. Immagino che, per rappresentare ancora meglio il Sud e la nuova situazione creatasi , con l'invasione di africani, e, come conclude l'articolo, per "Un ulteriore passo verso l’integrazione e la comunione delle culture..." parleranno in arabo. Povera Italia...

Ritratto di Farusman

Farusman

Lun, 23/06/2014 - 14:51

Tenuto conto che romanesco e napoletano sono le lingue ufficiali della Rai (e dell'italia) questo nuovo (?) canale non è altro che RAI 1.

baio57

Lun, 23/06/2014 - 15:32

Dicono che ci sarà un programma sulla falsariga di " Non è mai troppo tardi " presentato dal maestro....Luigipiso .

blues188

Lun, 23/06/2014 - 17:14

Evviva, evvivaaaa!! Finalmente ora potremo sentire parlare partenopeo o romano. Era ora! Finalmente potremo vedere e capire come fare il pane pugliese, fare la pizza verace verace e ridere, ridere tanto coi pochi (ehm) sedicenti comici del Sudde. Finalmente si dà spazio ai poveri derelitti meridionali che non hanno mai voce, poverini!. Vado subito a dire alla mamma di guardare la macchia mediterranea e, se fa la brava, i Sbronzi di Riace!! Evviva!!!!!!

blues188

Lun, 23/06/2014 - 18:12

Avete visto com'è stata scritta la parola sud? Tutta in maiuscolo: SUD!! Forse non si sarebbe letta bene. C'è anche SUD donna. Manca solo SUDTROMBA e siamo a posto

flamex

Lun, 23/06/2014 - 23:41

Siete solamente ODIOSI quando fate questi discorsi!

flamex

Lun, 23/06/2014 - 23:59

Credete di essere spiritosi, invece siete solo ODIOSI, certe cose non le scrivono neanche su "La Padania" !!!