Nasce Sud, la televisione con l'accento meridionale

Un canale tv ricco di programmi e news. Obiettivo: tracciare un nuovo sentiero nella conoscenza del Sud, costantemente vittima dell’autocommiserazione e del pregiudizio altrui

Nasce Sud, la televisione con l'accento meridionale

È nata Sud. Un canale televisivo interamente dedicato alle news e a programmi di informazione ed approfondimento. Il tutto con un unico obiettivo: tracciare un nuovo sentiero nella conoscenza del SUD, costantemente vittima dell’autocommiserazione e del pregiudizio altrui. Una ulteriore dimostrazione di come si possa far nascere a SUD una nuova realtà, eticamente garantita mafiaNO, puntando soprattutto sulla professionalità e sulla preparazione dei giovani meridionali. Un ricco palinsesto, quasi un mosaico, di cui ogni tessera è rappresentata da un nuovo format: da Spia l’Arte, dieci minuti dedicati al patrimonio artistico e culturale del Sud, a Di erbe e di cristalli, la rubrica di naturopatia. Dai videoclip dei gruppi musicali emergenti e degli artisti affermati, ai cortometraggi della nuova cinematografia. Fino ai documentari dei più noti professionisti del settore. Ogni giorno, a mezzogiorno, appuntamento fisso con la ricetta di cucina di Che Preparo? E poi ancora viaggi tra le città del meridione e altro ancora.

La prima serata è ricca di proposte: SudDonna racconterà l’Universo femminile nelle sue molteplici sfaccettature; Lo Stiletto, arguto programma di approfondimento politico, vedrà ospiti, in studio ed in collegamento, i protagonisti della politica, nazionale e non. Il Rinoceronte affilerà il corno contro i soprusi, a tutela dei diritti del cittadino. Con La Decisione arriveranno i chiarimenti legali su casi segnalati direttamente dai telespettatori. Grandi novità anche nel settore delle news: alla Rassegna stampa mattutina, si sommano due edizioni del Telegiornale SUD NEWS e altrettante di SUD NEWS MONDO, il giornale interamente affidato alla redazione straniera. Ogni giorno, due giornalisti di altri Paesi leggeranno le news nella loro lingua. Un ulteriore passo verso l’integrazione e la comunione delle culture. Insomma, un caleidoscopio di proposte che staccano la nuova televisione dal panorama televisivo interregionale già esistente.

Commenti

Grazie per il tuo commento