De Corato: «L’Irpef? Veltroni la aumenta, qui mai applicata»

«Il sindaco di Roma, Walter Veltroni, ha annunciato assieme all’assessore al Bilancio che la capitale ridurrà l’Ici sulla prima casa, ma aumenterà l’addizionale Irpef dallo 0,2 per cento allo 0,5 per cento. Quindi, quello che fa la differenza a favore dei cittadini milanesi è che al contrario di quelli romani non hanno mai pagato l’addizionale Irpef e non la pagheranno nemmeno nel 2007»: è quanto afferma il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato.
«Infatti - ricorda De Corato - mentre i cittadini della capitale pagano da anni l’addizionale Irpef, i milanesi non l’hanno mai pagata, e i romani se la sono vista aumentata dello 0,3 per cento rispetto a quella dello scorso anno». «Questo, ancora una volta - rileva il vicesindaco -, fa la differenza tra una giunta di centrodestra, in cui la parola d’ordine è ridurre o non applicare tasse inique come l’addizionale Irpef, e quelle di centrosinistra, dove non solo l’addizionale Irpef è sempre stata applicata, ma addirittura per il 2007 viene aumentata». «Spero - conclude - che l’opposizione di centrosinistra in consiglio comunale a Milano mediti attentamente su questi balzelli che Veltroni regala ai suoi concittadini romani, al contrario di quello che farà Letizia Moratti con i suoi concittadini milanesi».
Già nei giorni scorsi il sindaco aveva ricordato che riguardo ai risultati del Tavolo per Milano «ci sono risultati molto concreti. Penso ai finanziamenti per le infrastrutture milanesi e lombarde, elencati nella Finanziaria per la prima volta dopo molti anni. Non applicheremo l’addizionale Irpef - ha precisato ancora - e almeno il 35 per cento delle famiglie milanesi potrà usufruire del taglio dell’Ici».