Dergano, 1200 libri scritti in ideogrammi

Forse non tutti sanno che alla biblioteca comunale Dergano di via Baldinucci 76, alla Bovisa, esiste uno scaffale multietnico, che vanta, tra gli altri, 1.200 volumi scritti in ideogrammi. Si possono trovare testi di politica, attualità, geografica, viaggi, storia di Shangai, e l’opera omnia di due grandi della letteratura del ’900 raccolti in 20 tomi. Una bella risorsa per i 4.605 residenti orientali della zona 8, ma non solo, che devono ringraziare la lungimiranza degli amministratori di Shangai e di Milano che circa 30 anni fa strinsero un gemellaggio tra le due città. In realtà l’accordo tra biblioteche - Sormani e biblioteca centrale di Shangai - risale al 2003 e ha portato a oggi appunto 1.200 volumi. un patrimonio destinato a crescere: ogni anno infatti la Sormani invia alla sua omologa cinese circa 250 libri, ricevendone altrettanti. Con il tempo e il passa parola la voce si è diffusa tanto che adesso frequentano la biblioteca circa 800 adulti e 400 bambini. Ed è merito proprio dei bambini se lo scaffale ha riscosso tanto successo: all’inizio erano in particolare i bambini che andavano in biblioteca. Gli adolescenti cinesi nati in Italia, infatti, parlano cinese solo con i genitori. Per mantenerlo però devono imparare a scriverlo e l’unico modo quindi per tenere a mente gli ideogrammi è leggere. Grazie alla loro assidua frequentazione - testimoniata dalla pagine logore dei libri illustrati - i bimbi sono riusciti a portare i loro genitori, che adesso hanno imparato ad amare la biblioteca e il suo scaffale.