Oggi #SiamotuttiSallusti. Difendi la libertà con noi

Difendiamo la libertà, mobilitiamoci sui social network. Vi invitiamo a condividere su Twitter e Facebook l'hashtag #SiamotuttiSallusti e a cambiare la foto profilo

La condanna a 14 mesi di reclusione per diffamazione aggravata ad Alessandro Sallusti mina un principio sacrosanto: quello della libertà di opinione. Un precedente pericoloso, che fa pensare a Paesi come Cina o Yemen. È arrivato il momento di farsi sentire perché venga cambiata una norma antidemocratica che può portare un giornalista in carcere.

Difendiamo la libertà, mobilitiamoci sui social network. Vi invitiamo a condividere su Twitter e Facebook l'hashtag #SiamotuttiSallusti. Qui potrete inoltre scaricare la foto (clicca qui) da mettere come profilo per combattere questa battaglia insieme a noi. Oggi siamo tutti Sallusti.

Commenti

vince50

Mer, 26/09/2012 - 20:59

Difendere la libertà?sarebbe possibile se esistesse,sarebbe come difendere un fantasma.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 26/09/2012 - 21:02

Solidale si ma non mi metto in vetrina .Odio faceboock e affini.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mer, 26/09/2012 - 21:13

confermo la mia piena solidarietà al Direttore Alessandro Sallusti e indignato per l'accaduto convintamente mi vergogno di essere italiano.............Vergogna

46gianni

Mer, 26/09/2012 - 21:14

questa democrazia e' la piu' infame delle dittature RESISTI

killkoms

Mer, 26/09/2012 - 21:17

oggi a lui,e domani?domani potrebbe toccare ad ognuno di noi!

Ritratto di Vincent Vinci

Vincent Vinci

Mer, 26/09/2012 - 21:23

Che vergogna. Ha ragione "vince50":non e' possibile difendere una cosa che non si ha. Onore al Direttore Sallusti .

Ritratto di valerib

valerib

Mer, 26/09/2012 - 21:24

La sentenza della Cassazione, quanto quella della Corte di Appello, nella loro sfrontata insensatezza, danno la misura del senso di onnipotenza di una categoria (quella dei giudici), che da tempo rifiutano ogni possibile (pur legittimo) sindacato esterno sul loro operato. Chi osa contravvenire a questa regola sconta duramente, non solo la spropositata reazione del giudice criticato, ma anche la reazione solidale di tutti i suoi colleghi. Uno dei problemi che apre questa sciagurata decisione, al di là dell'applicazione di una norma contraria ad ogni elementare buon senso, è quello d'impedire in futuro che giudici, possano decidere questioni che riguardino altri giudici, allorché - come nella specie - sia fortemente sospetta una particolare compiacenza della decisione nei confronti del collega coinvolto.

Ritratto di flordluna

flordluna

Mer, 26/09/2012 - 21:26

Io Italiana con la rabbia e l'orgoglio di esserlo...mi vergogno di essere italiana dopo che la cassazione ha confermato per Sallusti, quella che e' una condanna politica.....la liberta' e' morta con questa sentenza....Questa sentenza e' un insulto oltre che un'umiliazione immane per tutti gli italiani onesti.....ed e' la vera sconfitta dell'Italia.............solidarieta' massima al nostro Alessandro Sallusti.....ma non si dimetta.....non deve

NILLA

Mer, 26/09/2012 - 21:33

Ho voluto sempre insegnare alle mie figlie ed ai miei nipoti ad essere orgogliosi di essere italiani - a volte con un po' di fatica. Oggi 26 settembre 2012 mi devo ricredere e vergognarmi. DIRETTORE FORZA! Dimostri cosa vuol dire essere onesti: la gente onesta è con Lei, e Le assicuro che non siamo pochi. Facciamo muro e mandiamo a casa tutta questa "feccia" (non trovo altro nome adatto) e facciamo di tutto per tornare ad essere orgogliosi di essere italiani. Nilla

Emilio Natali

Mer, 26/09/2012 - 21:35

Da oggi non posso che considerare la giustizia italiana come una delle tante caste presenti in Italia... Non siete degni di rappresentarci!!! Al Direttore posso solo dire che ha tutta la mia stima!!!

francocini@hotm...

Mer, 26/09/2012 - 21:39

Siamo tutti con te - Sallusti non mollare - Solidarietà

Bebetta

Mer, 26/09/2012 - 21:45

Non molli Direttore !! Questo povero Paese dovrà pur svegliarsi un giorno o l'altro e di persone come Lei abbiamo un assoluto bisogno ! Tutta la mia solidarietà, la mia stima e un cordiale abbraccio. Forza Direttore !!

Eumele

Mer, 26/09/2012 - 21:46

Personalmete se potessi, farei apparire la scritta VERGOGNA in prima pagina per tutti i 14 mesi della condanna. Questo perchè la nostra classe politica il giorno dopo si è già dimenticata e ricordaglielo giornalmente non farebbe male. Comunque non c'è da stupirsi, abbiamo una classe politica che ci meritiamo, li abbiamo eletti noi tutti questi inetti e di conseguenza abbiamo anche la magistratura che ci meritiamo. Politicizzata, schierata, parziale, che spesso usa due pesi e due misure a seconda del colore politico. Come ci si può stupire che siamo tra gli ultimi in tutti i campi, dalle tasse alla corruzione fino alla mancanza di libertà di pensiero. Povero paese, povera Italia, se la sono mangiata, spolpata, rovinata senza un briciolo di ritegno. Ecco perchè bisognerebbe scrivere VERGOGNA tutti i giorni in prima pagina. Per non dimenticare.

FARMACO

Mer, 26/09/2012 - 21:47

Quando è stato chiesto al Giornale di condividere la battaglia per la RESPONSABILITA' CIVILE DIRETTA DEI MAGISTRATI E PER LA REVISIONE DELLA LEGGE VASSALLI (L.117/88) NON VI E' STATA ALCUNA RISPOSTA. Mi spiace per Sallusti e sono solidale. Ma voglio che provi quello che hanno provato i 200.000 italiani colpiti da errori giudiziari. Per i quali NESSUNO HA MAI SPESO PAROLE DI SOLIDARIETA' O INGAGGIATO BATTAGLE PER PORRE FINE A UNA PROTERVIA ISTITUZIONALE SENZA EGUALI SULLA FACCIA DELLA TERRA.

Francesco Scavolini

Mer, 26/09/2012 - 21:48

Il titolo dell'articolo pubblicato su LIBERO il 18-02-2007,e per il quale Sallusti è stato vergognosamente condannato, è assolutamente rispondente alla verità.Esso, infatti, afferma testualmente:IL GIUDICE ORDINA L'ABORTO.LA LEGGE PIU'FORTE DELLA VITA. In realtà, secondo l'articolo 12 della legge 194/78,il giudice Cocilovo avrebbe potuto negare l'aborto e quindi impedire la soppressione di un essere umano,ma non lo fece e pertanto,realmente egli pronunciò una sentenza di morte. Dr. Francesco Scavolini, cittadino italiano residente a San Paolo del Brasile e collaboratore del quotidiano Folha de S.Paulo.

Matteo Simoni

Mer, 26/09/2012 - 21:51

Vorrei esprimere ad Alessandro Sallusti la mia totale solidarietà, condivido inoltre la volontà di non appellarsi ne al capo dello stato ne ad altre istituzioni. La magistratura, istituzione nella quale ogni cittadino dovrebbe trovare soddisfazione per danni ricevuti da qualsiasi situazione che ne richieda l'intervento, ha mancato clamorosamente nei confronti di ogni cittadino italiano. Strano poi che Sallusti finisca in galera, condannato da un organizzazione che si batte per lo stato di diritto e che per raggiungere la sentenza si sia rifatta ad una legge voluta dal regime fascista. Mi auguro, per Il direttore e per noi tutti che il capo dello stato, che è persona seria e perbene, provveda con un atto di amnistia che consegni nuovamente Sallusti alla libertà e noi tutti ad una serenità che gli ultimi anni della nostra storia è sempre andata scemando.

forbot

Mer, 26/09/2012 - 22:01

E' un grande abuso di potere! Come mai le diffamazioni subite da altri, non sono mai state considerate? Comunque, se c'è da iniziare ora a mettere le cose al giusto posto, bene, io sono con Sallusti.

Ritratto di ladamanera

ladamanera

Mer, 26/09/2012 - 22:06

La condanna al Direttore è un'azione ignominosa. Direttore non ci abbandoni resti al suo posto l'Italia ha bisogno di persone come lei. I magistrati che credendosi dio in terra non vogliono essere giudicati sappiano che ora hanno il disprezzo di tutti gli italiani.

Ritratto di Marving

Marving

Mer, 26/09/2012 - 22:09

Caro Sallusti per 60 anni hanno detto che ci avevano liberato, per 60 ci abbiamo creduto , ma loro continuavano a costruire quella macchina infernale che oggi toglie la libertà a te e le certezze a noi. Mi sento uno sconforto che mi schiaccia, una impotenza che mi soffoca, ho bisogno di aria, aria nuova un futuro nuovo.

Cirilla

Mer, 26/09/2012 - 22:11

La nostra magistratura pratica già la dittatura comunista. Veggognatevi e più di tutti il Re Giorgio.

comoinpoesia

Mer, 26/09/2012 - 22:17

Personalmente, ho raccolto il suggerimento della Federazione nazionale della stampa, listando a lutto la mia pagina Facebook ed i miei blog. Manifestiamo, pacatamente ma fermamente, la nostra contrarietà ad una SENTENZA LIBERTICIDA. .

Ritratto di angela piscitelli

angela piscitelli

Mer, 26/09/2012 - 22:19

Ci hanno tolto tutto: ma non ci toglieranno la parola e la libertà di pensare::è buio in Italia e non solo perchè è sera.stiamo diffondendo la sua dichiarazione su Facebook Direttore:e questa volta-forse è la prima- la gente condivide senza sforzo: perchè la misura è colma e i dittatori sono nudi: ma nudi sono anche coloro che si riempionno la bocca di paroloni e poi non alzano un dito contro l'ingiustizia.Difendendo Lei, difenderemo noi stessi: c'è un' altra Italia: moderata, liberale,che ha il solo difetto di essere troppo paziente:ma la collera dei pazienti puo' essere tremenda: perchè è giusta.

atropo05

Mer, 26/09/2012 - 22:25

Mi riesce difficile credere a questa assurdità, una sentenza indegna dell' Italia e della sua civiltà.

Cirilla

Mer, 26/09/2012 - 22:29

Sallusti non ti dimettere noi lettori non vogliamo dargliela vinta.

Ritratto di maurofe

maurofe

Mer, 26/09/2012 - 22:36

E' una vergogna! I carceri dovrebbero essere pieni di giornalisti schierati con la sinistra dopo tutte le diffamazioni che hanno perpetrato in questi anni ai danni di Berlusconi e a altri esponenti di destra. BUFFONI!!

Ritratto di hugo

hugo

Mer, 26/09/2012 - 22:37

Sallusti dentro, corrotti e ladri fuori con pensione compresa.

Ritratto di limick

limick

Mer, 26/09/2012 - 22:42

Tutto normale, non solo siamo in dittatura, ma in una dittatura di incapaci... mezzi schettini.. mi spiace per Sallusti a cui va tutta la mia solidarieta'.

Vigar

Mer, 26/09/2012 - 22:45

Tutta la mia stima e solidarietà al direttore Sallusti. Cosa dire di più se non esprimere vergogna e tristezza per come è ridotto il nostro Paese, una vera repubblica delle banane. Ciò grazie agli squallidi politici che abbiamo avuto e che abbiamo,ipocriti farisei interessati solo al loro meschino interesse personale. Se ne accorgeranno alle prossime elezioni!

Giovanmario

Mer, 26/09/2012 - 22:48

di questo passo andremo in galera ogni volta che diremo cornuto al cervo

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 26/09/2012 - 22:50

Perchè solo in questo caso e non anche negli altri precedenti come per la Gabanelli?

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 26/09/2012 - 22:56

Non frequento social network, me esprimo la mia totale solidarietá su queste pagine!

scric

Mer, 26/09/2012 - 23:00

salisti e Feltri gli unici con la schiena dritta siamo con Te, in questo paese malato.

Ritratto di hugo

hugo

Mer, 26/09/2012 - 23:02

Chi tocca un magistrato la paga siamo un paese di sudditi irrisi e schiaffeggiati

ilsignorrossi

Mer, 26/09/2012 - 23:03

una cosa vergognosa i magistrati devono ricordarsi che altro non sono che dipendenti statali strapagati

Ritratto di eurolink

eurolink

Mer, 26/09/2012 - 23:03

L'Italia e' un Paese non degno di essere chiamato democratico, civile e liberale, perche' il governo non e' eletto dal popolo, la magistratura penale di fatto governa e si impone sulle piu' elementari liberta' civili e le liberta' individuali sono scomparse da tempo. Napolitano ne e' complice. IO NON MI RICONOSCO CITTADINO di questo STATO. Forza Sallusti, mai solo.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 26/09/2012 - 23:05

La libertà in questo paese è in mano alla magistratura,questo è un becero esempio di dove siamo andati a finire.Occorre un nuovo spirito,pulire la feccia a tutti i livelli e riportare lamagistratura nell'alveo che le compete.Sveglia presidente ron ron,al solo pensiero che brigano per rieleggerla viene la tigna.Coraggio Direttore,siamo con Lei.

piesaggi

Mer, 26/09/2012 - 23:08

Forse la gente comune NON se ne rende conto , ma il potere ASSOLUTO è ormai in mano ai Magistrati . Contro di loro NON si può fare nulla ormai ..... NON sono come dicono molti "una casta" , ma sono il POTERE ASSOLUTO ! Oltre ai molteplici fatti vergognosi (ed uno di questi è quello che rigurda Sallusti) ce ne sono a migliaia !!!! Basti pensare alla richiesta della Cassazione (massimo organo della Magistratura) alla Procura di Palermo sulle date ed orari delle intercettazioni al Capo dello Stato !!! Il procuratore Messineo si è MERAVIGLIATO PUBBLICAMENTE di tale richiesta . Ormai il magistrato è immune da tutto e da tutti !!! Se non si provvede non so dove andremmo a finire !!!!!

Ritratto di francesco45

francesco45

Mer, 26/09/2012 - 23:15

La mia solidarietà e stima per il Direttore Sallusti per il coraggio, lo stile , e la fermezza con i quali affronta questa scandalosa sentenza espressa da una magistratura ormai non più equilibrata. Auguri Direttore siamo tutti con te!!!!!!!

Riva Giancarlo

Mer, 26/09/2012 - 23:31

Libertà addio......................

disalvod

Mer, 26/09/2012 - 23:32

E' UNA SCONFITTA PER TUTTO IL POPOLO ITALIANO E PER TUTTE LE ISTITUZIONI.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mer, 26/09/2012 - 23:38

Una sola parola: VERGOGNA.

mahatma49

Mer, 26/09/2012 - 23:38

Questa sentenza è una sconfitta per la magistratura.Fa ridere il segreteraio dell'ANM quando asserisce che è stata applicata la legge: risposta di comodo. Allora, quando i magistrati non applicano la legge (es. Travaglio è stato condannato una decina di volte per diffamazione pagando solo con risarcimento ma mai con il carcere: lui è simpatizzante di certi magistrati) dovrebbero pagare, cosa che non succede mai. Attenzione: il potere dei magistrati è il più pericoloso di tutti, che il Parlamento ed il Presidente della Repubblica intervengano per non fare la fine dei Paesi del'America latina, della ex Unione Sovietica, della Cina. La smettano i magistrati di fare politica sfruttando il loro potere. Si dimettano e si candidino se ritengono di essere in grado di far riconquistare all'Italia quella credibilità nel mondo di cui loro sono i maggiori colpevoli.

Gianca54

Gio, 27/09/2012 - 00:06

In questo momento non si tratta di condividere le posizioni intellettuali di un giornalista .Possono pure essere diametralmente opposte .Si tratta di riuscire a capire se il cittadino giornalista vede rispettate le sue libertá individuali, in primo luogo quella di pensiero e espressione.Il reato di opinione,é semplicemente aberrante e sorprende che il signor Sallusti ,venga condannato per il semplice fatto di "pensare" e sentirsi "libero" di esprimere il propio pensiero.Questa non é democrazia,questo non é stato di diritto.Questa é una vile violazione di chiarissimi diritti costituzionali.Al signor Sallusti tutta la mia solidarietá. Giancarlo Tescaroli

dalila8193

Gio, 27/09/2012 - 00:11

Fiera di dire che NON sono Sallusti e non condivido linea editoriale del giornale e nemmeno il modo di fare giornalismo usato da lui e i suoi colleghi, in questa precisa situazione questo passa tutto in secondo piano e sono d'accordo con la FNST per sostenere che nessun giornalista, che mi piaccia o no, che dica la verità o meno, che la manipoli o no, merita di andare in carcere! Nessuno merita di finire in carcere per una opinione, prima ci devono andare quelli che rubano, ammazzano, stuprano e i mandanti delle tante uccisioni di stato del nostro paese e NON un giornalista, anche se è Sallusti!

bacchio

Gio, 27/09/2012 - 00:30

In molti paesi europei la diffamazione e' regolata dal codice penale, e' considerata un crimine ed e' punita con il carcere (vedi Wikipedia: Defamation)

Raoul Pontalti

Gio, 27/09/2012 - 00:38

Sono con Sallusti. Sono con Alessandsro. Io sono Sallusti. Non si può andare in galera per una sentenza sbagliata e ingiusta. A differenza del NOSTRO Direttore ritengo la legge giusta, perché la diffamazione deve pur essere sanzionata, ma la sentenza è invece ingiusta e i giudici hanno sbagliato.

Elena P

Gio, 27/09/2012 - 00:42

Il Direttore Sallusti in carcere, ma assassini, stupratori, ladri e delinquenti della peggior specie a piede libero. Una più che ovvia sentenza politica. A proposito di democrazia e libertà di pensiero! Questa è l'Italia che mi fa schifo e di cui profondamente mi vergogno. Ed è una vergogna che certi pseudo tutori della legge cerchino di imbavagliare e zittire la libertà d'espressione. A proposito di chi diceva che Berlusconi manipolava l'informazione! Sulla mediaset sono sempre circolati liberamente i pensieri di tutti, l'ex premier non tappava la bocca all'opposizione e di certo non aveva il potere di mandare in prigione chicchessia!

massimo trevia

Gio, 27/09/2012 - 01:21

un abbraccio al grande sallusti! w illibero pensiero!a parte il fatto che l'articolo non lo scrisse lui,io potrei essere ,leggendolo,d'accordo con il giornalista che lo scrisse.e allora? non si può? massimo trevia.

Garby

Gio, 27/09/2012 - 02:29

Non siamo tutti sallusti.. anzi la legge deve fare il suo corso. Se la gente non sbagliasse nessuno andrebbe in galera. E poi è recidivo.

goliotok

Gio, 27/09/2012 - 03:04

Caro Sallusti solidarietà piena e incondizionata. Però alle prossime elezioni sarà giusto il caso che gli italiani, tutti, senza distinzione di partito, si ravvedano dando una sonora lezione a questa classe politica inetta e maneggiona, che sta portando questo nostro disgraziato Paese fuori dal consesso degli Stati civili, mandandola a casa per sempre prima che sia troppo tardi.

Responsability

Gio, 27/09/2012 - 04:12

Parlando di giornalisti... accadde anche a Guareschi... Pochi mesi prima di morire, don Lorenzo Milani fu costretto a difendersi da accuse infamanti che poi lo videro, guarda caso, paradossalmente condannato, quand'era morto da pochi giorni. Accusato di 'apologia di reato', ovvero d'attentare alla 'morale' corrente e di spingere l'opinione pubblica a tralignare (i giovani, in particolare), fu incriminato e condannato per le sue idee e per le sue opinioni, Aldilà d'ogni considerazione sulla bontà o meno di quelle idee e delle sue posizioni, non si può negare che don Lorenzo fosse capace di analisi, di senso del dovere, d'amore per la sincerità, di grande spirito di libertà e di profondo rispetto per l'Essere umano e per la sua intangibile Coscienza. In questi giorni, a 67 anni dalla fine della guerra mondiale e dello Stato Fascista, a 45 anni dalla condanna di don Lorenzo Milani, a 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino, a 13 anni dal crollo dell'URSS e dell'Internazionale Comunista, in Italia abbiamo ancora casi come quello del Direttore di un quotidiano nazionale che lo vedono condannato - lui, un Cittadino Sovrano come tutti noi - per uno stupido 'reato d'opinione'. Qualcuno potrebbe obbiettare che le opinioni di alcuni 'valgono meno' di quelle di altri, visto che questi ultimi meglio interpretano lo spirito dei tempi o le mode e gli ideo-slogans del momento. Essi paiono approfittare della simpatia di chi 'conta' e della 'dimenticanza', la disattenzione o l'indulgenza di chi dovrebbe incriminarli e giudicarli. Certo, solo un stolido o uno spudorato mentitore potrebbe negare questa antica evidenza... Ma assai più grave è che i legislatori della prima e della seconda Repubblica non abbiano trovato tempi e modi per correggere una stortura che ci tiriamo dietro da decenni per non si sa quali sconsiderate finalità. Un pensiero di fratellanza ci lega a quanti soffrano infamie e soprusi e, al Sallusti, noi porgiamo i nostri più sinceri sensi di gratitudine per la dignità con la quale ha affrontato questa palese 'ingiustizia', questa vergognosa gogna. Il tardivo provvedimento (dovuto e, in ogni caso, necessario) di sospensione della pena comminata dalla Magistratura, ci fa involontariamente tornare alla mente simili casi nei quali per ignavia e/o ipocrisia, insomma, per evitare di perdere la faccia di fronte ad un risveglio dell'opinione pubblica, si pensò di porre in essere atti di pelosa clemenza e/o di sospetta formale riparazione. Fa bene la 'Vittima' a non invocare clemenza o a piatire atti di sovrana liberalità. Non è questione di amor proprio... è semmai il dovere socratico d'accettare con forte animo ciò che la società (in-)civile, tramite i suoi legislatori e i suoi magistrati, ha deciso di comminargli. Così agisce un animo innocente, fiero e generoso. Alcuni trovano che il Direttore sia un personaggio antipatico, altri lo detestano smaccatamente e, in effetti, non son molti quelli che gli portano rispetto. Ma oggi e di sicuro, il Sallusti s'è guadagnato il nostro più alto plauso. Coraggio, Direttore. Come Lei molti sono gli Italiani che oggi si sentono minacciati da una Giustizia Matrigna e 'al di sopra d'ogni sospetto'. MANRICO CV

Mazma

Gio, 27/09/2012 - 04:45

Non ci sono parole ma, il vuoto, si vuoto dentro. Siamo per caso in un regime comunista? In qualche repubblica delle banane? Il presidente della repubblica non interviene? MHa!!!! Tieni duro Sallusti, tieni duro...

gicchio38

Gio, 27/09/2012 - 06:09

OGGI E' VERAMENTE UNA GIORNATA DI LUTTO PER TUTTO IL VERO POPOLO ITALIANO. QUELLO LIBERO E NON AFFRANCATO. UN COLPO DI STATO. FINALMENTE I, "GIUDICHICCHI", LO HANNO MESSO A SEGNO. ORA PUOI VERAMENTE RIDERE "BECCAMORTO" DI UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CREATO DA UN COMUNISTA DOC CHE RIMARRA' ALLA STORIA COME LA "VERGOGNA" DI UN POPOLO SANO E ONESTO. NON CI SONO RIUSCITI CON IL CAV. BERLUSCONI E SI SONO ACCANITI CONTRO UN SUO LEALE E ONESTO DIPENDENTE. PRENDETE ANCHE ME "VIGLIACCHI" CHE VI ODIO E DETESTO CON TUTTO L'ANIMO E IL CUORE. BRUTTI E CATTIVI ANCHE voi PICCOLI ESSERI, UN GIORNO MORIRETE E SE E' VERO CHE UN DIO ESISTE A "LUI" DOVRETE DARE CONTO DI TUTTE LE VOSTRE DI TUTTE LE VOSTRE MALEFATTE. RIDI PICCOLISSIMO "presidente monti" VAI A RAPPRESENTARE UN POPOLO CHE NON TI RICONOSCE E CHE COME ME SI VERGOGNA, VERAMENTE DI AVERE TALI "rappresentanti".

Tuttobene

Gio, 27/09/2012 - 06:46

distituyen primo governo eletto da un "governo tecnico" (tecnicamente un colpo di stato), ora questa vergognosa decisione alla giustizia .... la libertà e la democrazia di cui si parla? ... non c'è più, questo è il colpo grazia.

enzo1944

Gio, 27/09/2012 - 06:52

Siamo tutti con Lei dr.Sallusti!!.......prima o poi ce la faremo a cambiare questa Italia!! Auguri e SUERTE!!

snap

Gio, 27/09/2012 - 07:09

Vince50 ha ragione. In questo momento, con un governo inposto e mai eletto, non credo si possa parlare di difesa di una libertà sospesa. Condivido anche il commento della Santanché, e sono d'accordo con Sallusti che non intende avanzare richiesta della grazia. Lo inviterei però a restare al suo posto, per continuare ad essere una delle poche voci libere oggi presenti in Italia.

Pinuccia Marinone

Gio, 27/09/2012 - 07:09

Buongiorno Italia!!!!i cittadini TUTTI la mattina quando si svegliano hanno come un senso di VOMITO la malattia si chiama crisi economica creata da una crisi ancora più grande che è quella INTELLETTUALE!!!! Solitamente non apprezzo molto il Signor Alessandro Sallusti ma oggi sono al suo fianco per dire a tutto il mondo che non deve esistere il reato d'OPINIONE!!!!La dittatura sie essa rossa nerablu verde arancio NON DEVE ESISTERE MAIII !!!!!Vi saluto con tutto il cuore

dbeilis

Gio, 27/09/2012 - 07:31

E'una cosa veramente assurda . Come e' possibile ancora parlare di GIUSTIZIA in Italia? Siamo prossimi ad una nuova dittatura ! Terrificante !!!

Ritratto di Vincent Vinci

Vincent Vinci

Gio, 27/09/2012 - 07:40

Onore al soldato Sallusti

el gugia

Gio, 27/09/2012 - 07:44

siamo alle solite.....la legge e' uguale per tutti! qualcuno pero' ha detto che per i nemici si applica mentre per gli amici si interpreta. Sallusti? un esempio.

blues188

Gio, 27/09/2012 - 07:46

Forza Sallusti. Sei da ammirare per il tuo non piegarti a questi satrapi della Giustizia malata e contorta.

Patrizia Paganelli

Gio, 27/09/2012 - 08:17

La sentenza al collega Sallusti è un atto di potere, un decadimento della democrazia, la sconfitta della politica che non ha modificato una legge indegna,una vergogna per il nostro Paese. SIAMO TUTTI CON SALLUSTI.

Patrizia Paganelli

Gio, 27/09/2012 - 08:23

La libertà in Italia non esiste da tempo, il giornalista è sempre stato in pericolo, oggi si è aperta una pagina nera per tutti no, la condanna al direttore Sallusti è un crimine. Eè un illecito, una ferita per una democrazia. Siamo tutti in pericolo. Sallusti fa bene ad aprire il caso con le sue decisioni siamo tutti con lui.

Oky

Gio, 27/09/2012 - 08:24

Da anni assistiamo al degrado della giustizia e nessuno fa niente, è una vergogna. La tua libertà viene calpestata se tu non appartieni ad una determinata parte politica. Il caso del Giornalista Sallusti è una prova evidente e ci dà motivo di riflessione se al posto del magistrato ci fosse stato Berlusconi, come tantissimi esempi nei tempi passati, ci sarebbe la stessa condanna?

angelomichele

Gio, 27/09/2012 - 08:30

Un esempio negativo da parte della magistratura Italiana, è qui la " DITTATURA " l'Italia dei veri Comunisti. Caro Direttore se tutti noi Grazie di esistere.

losit3

Gio, 27/09/2012 - 08:31

Oramai detto e ripetuto ecco in mano a chi è L'Italia e con essa la giustizia dei giudici rossi . Quale orgoglio quale stimolo uno puo avere per rimanere ancora in questo paese.

Adriano Teso

Gio, 27/09/2012 - 08:37

Cro direttore, stiamo seguendo la vicenda con la tristezza nel cuore e con l’angoscia del vivere in un’Italia con leggi che permettono queste cose contro la libertà di stampa e d’opinine. E’ straodinaria la tua fermezza nel non cercare scorciatoie, inveterata abitudine di molti italiani.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 27/09/2012 - 08:43

E' fin troppo semplice essere tutti Sallusti. Almeno per me. Un po' meno semplice per altri. Per quella pletora di giornalisti, politici, esponenti del mondo civile, della cultura e dello spettacolo, che oggi si fingono solidali, ma che hanno avallato se non favorito l'instaurarsi del regime di sinistra, che ufficialmente non è al governo ma che sappiamo tutti essere il cancro della nostra povera Italia, che ha metastatizzato ogni organismo di potere, scuola, giustizia, televisione (checché se ne dica...), ecc.ecc., controgovernando anche quando il risultato delle elezioni era tutt'altro... Ecco, tutti questi personaggi che oggi vengono a piangere, come le prefiche al funerale, tanto per imporre ancora una volta la loro presenza, corvi sulle spalle della gente, potrebbero anche risparmiarci le loro omelìe vuote oltre che false... Vero, presidente?

xgerico

Gio, 27/09/2012 - 08:45

Sallusti non arrenderti, dimettiti, fai vedere chi sei!

Ritratto di alessandro.pironti

alessandro.pironti

Gio, 27/09/2012 - 08:45

Credere,Obbedire,Combattere per la Libertà!!! *****************Veneto Stato ***********************

robylandia

Gio, 27/09/2012 - 08:48

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI.......MENO CHE PER QUALCUNO!!! E QUARDA CASO, E' QUEL QUALCUNO CHE FA LE LEGGI............................

Depposoft

Gio, 27/09/2012 - 08:48

Magistrati FASCISTI!!! Questa è l'apoteosi dell'ipocrisia comunista, siete voi i peggiori fascisti! e della peggior specie. Se Sallustri deve andare in carcere allora Santoro & C ci dovevano nascere. VERGOGNATEVI

xgerico

Gio, 27/09/2012 - 08:50

Dai Sallusti, non mollare, sconta la tua pena e non chiedere niente a nessuno!

nessun0

Gio, 27/09/2012 - 08:50

Una cosa è la libertà di opinione, un'altra la libertà di DIFFAMAZIONE. Mi meraviglio che nessuno si preoccupi di quel giudice che s'è visto SPUTTANATO su un giornale a tiratura nazionale. Ma d'altronde chi se ne frega, mica è un personaggio noto quello lì...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 27/09/2012 - 08:51

#vince50#Ha detto bene!Siamo comunque solidali con Sallusti. Primo:perchè la "legge" non è uguale per tutti, Secondo:la "libertà" dei più,viene sempre più limitata dal ns sistema,a vantaggio della "libertà" di pochi privilegiati. Terzo:per restituire alla parola "libertà",il suo valore,e quindi ridargli corpo(attualmente come dice vince50,ridotto ad un "fantasma"),non sarà facile! Di certo l'attuale sistema partitico,non aiuta! Solo la "Democrazia delle Affinità",potrebbe aiutarci!

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 27/09/2012 - 08:54

Quello che sta succedendo a Sallusti è quello che sta succedendo da tempo agli Italiani, è una puttanata inaudita. La libertà di opinione è e dovrebbe essere libera come dovrebbe essere libera la nostra democrazia. Toghe e Magistrati minano il diritto di esistere e di esprimersi liberamente. Questa è la casta di oggi, questa è la casta dei magistrati corrotti e politicizzati che fanno della nostra democrazia ciò che vogliono, e il loro "capo", il nostro Presidente, tace. siete tutti dei BUFFONI. Ora datemi 14 mesi di carcere perché ANCHE IO SONO UN SALLUSTI.

Dario40

Gio, 27/09/2012 - 08:58

non ho mai aderito a Facebook e a Twitter e non lo farò.Ciononostante condivido in pieno l'adesione a alla campagna " siamo tutti Sallusti"

tre

Gio, 27/09/2012 - 09:00

Che la smettano tutti quelli che dicono e scrivono di avete fiducia nelle decisioni della magistratura! E' rimaso almeno un piccolo motivo per averla ancora? A quando l'urgente riforma della CASTA inpunita della magistratura?

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 27/09/2012 - 09:14

IN ITALIA CHI TOCCA LE CASTE MUORE, ALLO STESSO MODO CHI TOCCA LA MAFIA MUORE.

fabiana cambi

Gio, 27/09/2012 - 09:16

Da tempo ammiro Sallusti, persona corretta e chiara che con la sua scelta dà una grande lezione di vita .Questo caso è una Vergogna ma purtroppo rispecchia il marcio del nostro stato dove non puoi esprimere un'opinione perchè c'è la galera ma puoi delinquere ed essere scusato e libero. Grazie Direttore , sono convinta che lei debba sentirsi più libero , sia fisicamente che intellettualmente, di molti altri e le sue dimissioni privano quella parte di popolo che merita ancora rispetto .

uniko

Gio, 27/09/2012 - 09:24

La libertà di stampa arriva fino a dove fa comodo a me, quando invece mi viene contro è da censurare, bella libertà vero signori giudici?.... UN MINIMO DI VERGOGNA NO?

marcello. marilli

Gio, 27/09/2012 - 09:28

in questo paese non esiste la libertà , esiste solo e soltanto il potere delle toghe che fanno tutto ciò che interessa loro specie in termini economici. se poi hanno anche la coda di paglia accadono casi perniciosi per il popolo , questi sono (nella maggior parte)i magistrati che appartengono a quella frangia così detta "democratica". la prima grande riforma da fare è quella della magistratura !!!!!!! avendo oramai un certa età mi sembra di essere tornato ai tempi della Pravda,Rude pravo e compagnia bella dove ogni parola era dettata dal potere e guai a chi sgarrava. noi abbiamo reintrodotto il reato di opinione alla faccia della costituziuone e di coloro che se ne riampiono sempre la bocca. Forza Sallusti , noi non l'abbandoniamo . vede poi l'ipocrisia del fatto e della situazione ? si sono presi un mese di tempo per trovare un escamotage prima di applicare la sanzione nei confronti del direttore : è evidente che nel palazzo si sono resi conto della bestialità della magistratura. SIAMO CON IL NOSTRO DIRETTORE !!!!!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Gio, 27/09/2012 - 09:30

Pur di condannare un Illustre Direttore di un quotidiano (naturalmente di Centrodestra) , si fa ricorso ad uno stralcio di legge dei tempi del fascismo, credo del 1935, dimenticato e trascurato forse deliberatamente per eventuali casi di convenienza, come in questo particolare caso, dai molto indaffarati politici. Ai recidivi onorevoli ladroni membri della Casta politica, che sperperano e si appropriano indebitamente di dozzine di milioni di Euro di fondi pubblici invece vengono assegnate poche settimane di meditazione in uno dei tanti sereni conventi. Per alcuni ancor più onorevoli di altri viene lasciato trascorrere il tempo necessario per la prescrizione in assoluta libertà, spesso mantenendo una alta onorevole carica pubblica. Viva l'Italia!.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Gio, 27/09/2012 - 09:30

come ho scritto altre volte , abbiamo una giustizia ammalata e gravemente . ogni giorno mettono in mostra la penosa ignoranza , vedi taranto e , ciliegina di loro vanto il caso sallusti con grande gioia dei giornali a loro favore sempre e comunque che si chiamano fatto quotidiano , corsera , repubblica . ho letto una parte del perchè la condanna . sallusti impara a leggere , caspita , ti fai mettere nel sacco da quattro elementi di estrema sinistra . pare che la notizia arrivasse dal giornale la stampa , ovviamente di sinistra , la quale stampa avrebbe annullato la notizia , di cui lei è accusato , già il giorno stesso . ma pensa un poco , appena un pochino , metti il cervello in moto . pensi sallusti che napolitano sta guardando il suo caso , ho anche detto , mentre legge si addormenta ed intanto i vili ammazzano un innocente . coraggio sallusti , mi spiace che siamo in pochi con lei . bersani dice " il governo ...blabla" di quale governo parla? lo stesso che se la è fatta nelle mutande , vedi i marò , che ha come ministro della giustizia una donna che il cervello forse è andato a passeggio ? bersani perchè non osi entrare anche nella vicenda ilva di taranto ? paura di andare anche tu in galera ? siamo in dittatura , caro bersani , prova a mettere le chiappe al sicuro , e getta quel maledetto sigaro ,non sei il famoso inglese , sei solo un italiano sconosciuto al mondo . lavora e non ti nascondere dietro al dito mignolo di un lattante . ora i passi sono stati fatti all'indietro e tu caro comunista cosa fai in avanti ?

Korseb

Gio, 27/09/2012 - 09:32

A PENSARE DI DOVER SOTTOSTARE A UNA SIMILE MAGISTRATURA SPIETATAMENTE E SFACCIATAMENTE COMUNISTA HO PERSO IL SONNO, LA SERENITA' E LA DIGNITA' DI VERO ITALIANO. I MIEI ANTENATI SI STANNO RIVOLTANDO NELLA TOMBA.

michetta

Gio, 27/09/2012 - 09:34

A parte l'eclatanza della decisione della Cassazione sul Direttore del Giornale, rimane la chiara certezza che in Italia NON esiste la DEMOCRAZIA. Essa, vienecontinuamente calpestata da una giustizia che non finisce mai di sorprendere. Che si nasconde dietro l'esistenza della legge. Che non ha buon senso. Che manda in galera i giusti e lascia fuori i colpevoli. Insomma, non si capisce perche', o meglio si capisce benissimo, come mai questi dipendenti della P.A. stipendiati da noi a iosa, continuino a perversar contro chi parla e dice la Verita'. Solo perche' e' scomoda a qualcuno,non e' detto che debba decidere in questa maniera! Sallusti ha fatto bene a non accogliere la richiesta di risarcimento ed a non accettare condizionali di sorta. Se decideranno così, dopo la sospensione, andra' in galera e da lì,potra' continuare a scrivere per il bene della Giustizia e dell'Italia. SIAMO TUTTI SALLUSTI !!!!

graf

Gio, 27/09/2012 - 09:34

Cose da pazzi!

LOUITALY

Gio, 27/09/2012 - 09:35

Non avete difeso la LIBERTà dal GOLPE ANTIDEMOCRATICO organizzato dal malvagio quirinale. Non avete difeso il paese dal golpe. IL PDL appoggia il golpe in atto ed ha votato tutte le leggi medioevali del golpe inclusa l'IMU. Non potete ora scandalizzarvi se non esiste la libertà. La LIBERTÀ si defende sempre e comunque. W l LIBERTÀ mai piÙ PDL sono peggio dei comunisti!

liibalaaba

Gio, 27/09/2012 - 09:37

Non posso accedere a facebook e simili dal lavoro,perchè ci negano l'accesso, altro bellissimo esempio di democrazia! Premetto che Sallusti non mi è mai stato simpatico ma,è qui il sale della democrazia! In questo caso l'opinone o la fede politica passano in secondo piano,se non scompaiono del tutto! Questo è un precedente pericolosissimo! Mobilitiamoci e facciamo in modo che questo Governo cambi questa norma degna di paesi del terzo mondo! Libertà? Ma vi siete accorti che il nostro non è più un paese libero da un bel pezzo? Forza Sallusti,hai tutto il nostro appoggio (e dico tutto e da tutti)! Non ti devi dimettere; così facendo foraggi coloro che vogliono metterti (e metterci) il bavaglio davanti alla bocca! La libertà di pensiero è scomoda in quanto il pensiero (come diceva Lucio Dalla in una sua famosissima canzone) "è libero come un pesce,ed in quanto tale non lo puoi bloccare". Ecco perchè cercano di ricorre alla soppressione delle nostre opinioni,faccendoci vivere nella paura di esprimerle. No, no ti devi dimettere; vai avanti e se comunque hai deciso di andartene,crea un nuovo giornale o vai sul web o fai comunque dell'altro,ma non smettere!E' importante che tu ci sia,così comte chiunque ama la libertà! Liibalaaba

claudio faleri

Gio, 27/09/2012 - 09:37

la politica parla di democrazia e non sà neppure cos'è tutta retorica, tutti discorzi per i gonzi che usano poco il loro cervello, la verità e che fanno v eramente schifo

ciannosecco

Gio, 27/09/2012 - 09:38

Odio facebook e di conseguenza twitter,ma sono disposto sia a scendere in piazza o farvi arrivare per email la mia vicinanza al Direttore.Alessandro,siamo tutti con te.ciannosecco.

claudio faleri

Gio, 27/09/2012 - 09:38

potessi andrei via dall'italia un paese di buffoni

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Gio, 27/09/2012 - 09:40

Siamo tutti Sallustri, al Direttore tutta la mia solidarietà. temo che non si fermeranno qui e.. all'indignazione prenderà posto poi l' indifferenza, l' abitudine e alla fine l' adesione al nuovo "paese normalizzato". Come da soviet program, preannunciato da Dalemof tempo fa.

roberto nigra

Gio, 27/09/2012 - 09:40

indignato,schifato,stufo di vivere in un paese incivile,antidemocratico. da oggi nessun italiano si potrà considerare cittadino libero, libertà di pensiero e opinione sono morte. complimenti!!!!!!!!!!!

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 27/09/2012 - 09:46

cosa c'è da dire,a parte la solidarità al direttore,finchè non si rimetterà la magistratura nel suo alveo naturale e apolitico,i vari ingroia se vogliono fare politica lo facciano da privati cittadini sennò a casa,e la responsabilità civile come tutti i mortali non si andrà da nessuna parte.TANTI AUGURI DOTT SALLUSTI

Giorgio Pagliarino

Gio, 27/09/2012 - 09:48

Mai come oggi è consigliabile a tutti la lettura di "LA SOCIETA' APERTA E I SUOI NEMICI" del grande KARL POPPER.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 27/09/2012 - 09:49

La cosa più sbagliata è lasciare. Direttore, non molli. Già li sento gongolare e squittire quegli stessi personaggi che oggi si fingono solidali. E Lei sa bene di chi parlo. Lo faccia per noi. Non dia loro questa ennesima soddisfazione. Lei, al Suo posto, pur condizionato dalla sentenza (?), è sempre più cristallino di tutti i vari servi del PC che dirigono le varie testate...

ni.napoli

Gio, 27/09/2012 - 09:50

La sentenza mette in risalto ancora una volta la situazione di assoluto degrado della giustizia in Italia. Direttore siamo com Lei !!

brob67

Gio, 27/09/2012 - 09:55

la cosa sconvolgente è che la magistratura che accusa è quella che si professa laicamente figlia dei principi illuministi di giustizia libertà e fratellanza, principi basati su frasi e motti del tipo "Non sono d'accordo con te, ma darei la vita per consentirti di esprimere le tue idee" (Voltaire).... principi ampiamente alla base di tutta la "cultura di sinistra", principi secondo i quali costoro, dopo aver messo l'uomo in cima a tutto, e aver eliminato anche solo l'idea di un dio supremo cui spetta l'ultimo giudizio, si arrogano il potere di stabilire non più cosa è giusto e cosa no ma chi può parlare e chi no, ciò che si può dire e ciò che non si deve nemmeno pensare.....triste realtà della nostra società

Giorgio Rubiu

Gio, 27/09/2012 - 09:58

Condannare la libertà di opinione significa condannare la libertà di pensiero e la libertà di esprimerlo. Si ricordino, coloro che oggi condannano, che anche Gesù Cristo fu condannato e giustiziato perché era un libero pensatore. E guardino un po' cosa e successo dopo!

pgbassan

Gio, 27/09/2012 - 10:01

Siamo tutti Sallusti.

Cassandraprof

Gio, 27/09/2012 - 10:01

NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE. SONO 20 ANNI CHE SI ASSISTE ALLIBITI A DELLE "SETESCEMENZE" ALLUCINANTI. UN TEMPO C' ERA UN CERTO CARNEVALETTO CHE LIBERAVA I MAFIOSI PER "VIZI" DI FORMA RIDICOLISSIMI..... E' CHIARO CHE LA 7 POTENZA ECONOMICA ( ORA PROBABILMENTE LA 10-12) HA UN CODICE PENALE DA CIRCO ... PER NON PARLARE DI QUELLO FALLIMENTARE E CIVILE.... FATTO SOTTO IL FASCISMO DA "ROCCO E I SUOI FRATELLI DI MERENDA"..... IN OGNI CASO NON SONO MINIMAMENTE SORPRESO DA CIO' CHE HA DECISO LA CASSAZIONE.... VISTO CHE .... CHI AMMAZZA ANDANDO A 200KMH IN MACCHINA I PEDONI E' LIBERO DOPO 24 ORE... MENTRE CHI BEVE 2 BIRRE DEVE FARE 3 MESI DI GALERA.... L' ANM HA ANCHE LA FACCIA DI C..O DI DIRE CHE E' STATA APPLICATA LA LEGGE E DEVE FINIRE L' ATTACCO ALLA (SUPERCASTA) DELLA MAGISTRATURA... HAHAHAHAHA..... LA GIUSTIZIA VA RIFORMATA ANCOR PRIMA DELLA POLITICA, POI LA POLITICA E QUINDI IL FISCO.......... MA TANTO FARANNO UNA SUPERFURBATA E APPROVERANNO DELLE RIFORME FASULLE... TANTO PAGA PANTALONE.... PER ULTIMO COME MAI LA CORTE DEI CONTI E NESSUN MAGISTRATO.... NON SI SONO ACCORTI PRIMA CHE .. LA GIUNTA DEL LAZIO AVEVA .... MODIFICATO LA LEGGE SU I FONDI AI GRUPPI CONSIGLIARI???

scric

Gio, 27/09/2012 - 10:03

Napolitano dove sei ? Sallusti non mollare

mikybr

Gio, 27/09/2012 - 10:06

Io lavoro a Roma, ma continuo a non vedere quei personaggi che qualche tempo fa andavano in giro per la città con il bavaglio in bocca.... Pensate se si fosse trattato del direttore di Repubblica o di altri giornali importanti, magari sotto il governo di destra... forse oggi non sarei potuto arrivare al lavoro per il traffico in tilt e le manifestazioni a sostegno da parte di tutti gli indignati d'Italia.

berta947

Gio, 27/09/2012 - 10:07

Io non mi sento sallusti!!! Non ho mai diffamato nessuno!! Fa pure la pagina in bianco, intanto per cio' che scrivete, e meglio che la pagina rimanga bianca!!!!

brunicione

Gio, 27/09/2012 - 10:07

Il vero problema è che noi cittadini siamo stanchi di scrivere, di far presente, di suggerire etc etc, ad una classe politica che non ascolta nessuno, preoccupata solo di fare leggi per potersi arricchire e poter rubare impunemente

morovalmontone

Gio, 27/09/2012 - 10:08

Il Giudice sbaglia ma non paga. Noi Si,I Politici e tanti altri ammancano alle casse dello Stato e fanno le conferenze in televisione. Vergogna E'ora di svegliarsi e andare a far sentire la nostra voce sotto i palazzi del Governo.Siamo tutti con te - Sallusti non mollare

berta947

Gio, 27/09/2012 - 10:08

Condannabile per legge è, invece, scrivere e stampare notizie false. Di questo si sta parlando (anzi, purtroppo non se ne sta parlando), mentre si blatera di “reato d’opinione”. Il reato d’opinione non c’entra niente. C’entra, invece, e molto, un giornalismo sciatto, fatto male, truffaldino, che dà notizie false per sostenere una sua tesi.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Gio, 27/09/2012 - 10:11

Sono solidale con Sallusti ed indignato per una sentenza che lede i concetti più basilari di libertà e d'opinione.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 27/09/2012 - 10:12

Risentitevi i commenti e l'intervista di Cruciani all'illustre magistrato querelante sulla "zanzara" di ieri sera (Radio 24) Mi ha fatto un'impressione penosa.

Laura76

Gio, 27/09/2012 - 10:12

Siamo tutti Sallusti!!!!!! SIIIII!!!!! ...e infatti l'Italia è piena di Sallusti, gente pronta a tutto. Ed è per questo che l'Italia va a rotoli, perchè di gente onesta non ce n'è. Comunque caro Sallusti, se lei è colpevole perchè sapeva o incompetente perchè non sapeva e ha lasciato pubblicare falsità, in entrambi i casi non è all'altezza della direzione di un giornale. Del resto che deve fare un direttore se non controllare la veridicità degli articoli???? Oppure lo stipendio è regalato???

Ritratto di mark911

mark911

Gio, 27/09/2012 - 10:15

Sallusti non mollare !!! Migliaia di cittadini sono con te ed io mi vergogno di vivere in un paese dove politici rubano i nostri soldi e nessuno fa nulla, anzi vanno anche in tv con arroganza e supponenza,delinquenti che violentano o uccidono e che alla fine non sanno nemmeno come è fatta un cella mentre un direttore di giornale che si permette, ripeto si permette, di scrivere un articolo su di un giudice viene condannato a 14 mesi!!! E già, ha toccato un giudice uno dei poteri più forti che ci sono in Italia e sappiamo che loro sono gli "intoccabili" mentre Sallusti è solo un semplice cittadino italiano! E' una VERGOGNA! Poi se qualche giudice vuole sbattere anche me in cella x quello che ho scritto... Il Giornale ha tutti i miei dati!

Ritratto di meridianouno

meridianouno

Gio, 27/09/2012 - 10:22

in Italia era già noto il detto: offendi tutti ma non un magistrato. Resti fulminato!

Ritratto di xulxul

xulxul

Gio, 27/09/2012 - 10:27

Caro Direttore, esprimo la mia più profonda solidarietà e stima alla sua persona. Onore alla sua determinazione e al non cedere a compromessi. Molti dei suoi colleghi, che oggi si indignano, erano quelli che scodinzolavano dietro i magistrati giustificandone, "in nome dell'autonomia dell'ordine giudiziario", le più palesi forzature politiche dell'esercizio dell'azione penale (obbligatoria a seconda del tornaconto). Il tutto con il timore o la connivenza del potere politico (come da lei sottolineato). Oggi è un giorno triste per la civiltà del diritto. Oggi le contraddizioni emergono in tutta la loro gravità. L'ltalia é un malato terminale sotto tanti punti di vista, anche quello giudiziario. Battiato sintetizzò bene la situazione in povera Patria con queste dure parole: "povera Patria! Schiacciata dagli abusi del potere di gente infame, che non sa cos'è il pudore, si credono potenti e gli va bene quello che fanno; e tutto gli appartiene. Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!". É impagabile poter dire di aver vissuto e combattuto da uomo libero. Onore e dignità. Valori per tanti inutili, dannosi e dimenticati. Ma lei ce ne ricorda il valore assoluto, e ci ricorda che non lottiamo soli. Né invano. Che Dio la protegga. Grazie.

Edo Leonardi

Gio, 27/09/2012 - 10:33

Vivo in Svizzera da quasi 30 anni, ma mai fin adesso mi ero vergognato del mio paese. Sono riusciti anche a questo. Questo è il paese degli Schettino e di magistrati intoccabili? Ne faccio veramente a meno

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Gio, 27/09/2012 - 10:34

Vai Alessandro! Tieni duro!!! Ci mancherai al Giornale, ma sono sicuro che in qualche modo continueremo a leggerti.

Michele Voltani

Gio, 27/09/2012 - 10:37

Sono un elettore di centrosinista,ritenendo profondamente ingiusta la sentenza,e violata la libertà di stampa,esprimo la mia piena solidarietà al direttore Sallusti,Uomo capace e meritevole e difensore dell'opinione libera. Michele Voltani Ferrara

Ritratto di Lug Belenus

Lug Belenus

Gio, 27/09/2012 - 10:40

Non scorderò mai il giorno in cui Lei disse esplicitamente che quel NoTAV della Valle di Susa fulminato dall'alta tensione per essersi arrampicato sopra un traliccio FU UN CRETINETTI!! Questa è stata una verità assoluta ed emblematica che ha definito senza possibilità di equivoco tutta la sinistra di ora e di sempre. Quella stessa che in questa occasione l'ha condannata per un pretesto chiarissimamente POLITICO! NON SI DIMETTA!!!! NON SOGGIACCIA A QUESTA MANOVRA DI REGIME!! LA PREGO RESTI DOV'È E CONTINUI IL SUO LAVORO A TESTA ALTA!!

Roby Mascolo

Gio, 27/09/2012 - 10:43

è sempre la solita storia... chi lavora bene con passione e coraggio dà fastidio!! e viene allontanato dal sistema... FORZA DIRETTORE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di turo

turo

Gio, 27/09/2012 - 10:44

Onore e massimo rispetto per Alessandro Sallusti,in Italia ci hanno preso anche la liberta' di espressione. Complimenti alla nostra magistratura!!!!

teoalfieri

Gio, 27/09/2012 - 10:45

Buffone...imparate a scrivere riflettendo...la legge è uguale per tutti!

giza48

Gio, 27/09/2012 - 10:48

Bravo direttore Sallusti, grande dignità di Italiano,appassionato della verità e della libertà che hai sempre trasmesso con i tuoi editoriali.Li hai spiazzati tutti, magistrati grande problema irrisolto di questo paese,supercasta irreformabile abbarbicata ad una costituzione obsoleta dai tempi della guerra fredda. I politici di ogni colore,indegni di rappresentare il paese, alcuna riforma è stata fatta neanche quella sulla libertà di stampa. Resisti Direttore, non chiedere niente a questi miserabili, che la vergogna li sommerga. Con affetto Giovanni

LOUITALY

Gio, 27/09/2012 - 10:48

Non avete difeso la LIBERTà dal GOLPE ANTIDEMOCRATICO organizzato dal malvagio quirinale. Non avete difeso il paese dal golpe. IL PDL appoggia il golpe in atto ed ha votato tutte le leggi medioevali del golpe inclusa l'IMU. Non potete ora scandalizzarvi se non esiste la libertà. La LIBERTÀ si defende sempre e comunque. W l LIBERTÀ mai piÙ PDL sono peggio dei comunisti!

silvia ballarini

Gio, 27/09/2012 - 10:49

una vergogna, è un sopruso!!! gli italiani dovrebbero ribellarsi ma si sa che siamo un paese di pecore!!!! sb

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 27/09/2012 - 10:51

Non importa se non avete pubblicato i miei commenti precedenti, comunque sono dalla parte del Direttore Sallusti...

Frid54

Gio, 27/09/2012 - 10:54

L'esercizio del potere non conosce vuoti: in assenza di una classe politica degna di questo nome, i "mandarini magistrati" ne occupano gli spazi; Taranto e Sallusti ne sono solo i più recenti, eclatanti esempi!

lodi danilo

Gio, 27/09/2012 - 10:58

SONO TALMENTE DISORIENTATO DALLA CONDANNA INFLITTA AL SIG DIRETTORE,PERCHE'DI SIGNORE SI TRATTA,CHE A SENTIR PARLARE DI GIUSTIZIA MI VENGONO CONATI DI VOMITO.VORREI SOLO CHE FOSSERO ELENCATI I REATI COMMESSI DA DELINQUENTI EXTRACOMUNITARI CHE ABBIANO RICEVUTO CONDANNE INFERIORI O NULLE.INOLTRE NON MI FIDO DELLA SOLIDARIETA'OSTENTATA DAI SINISTRI,PERCHE'IN QUESTO MOMENTO STANNO GODENDO "COME RICCI"....!!!!!

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Gio, 27/09/2012 - 11:01

Direttore coraggio per questa Italia di merda, sono disperato. Italiani non dormite più.

Martino70

Gio, 27/09/2012 - 11:02

DIRETTORE NON MOLLARE ..... SONO con TE e con la redazione! In galera ci dovrebber andare i vari" Batman", Penati, ecc... NON MOLLARE

prospero lancel...

Gio, 27/09/2012 - 11:03

Se i giudici sbagliano e mandano una persona in galera, lo diffamano enormemente e gli rovinano la reputazione e la vita. Lo stato gli darà un risarcimento irrisorio in confronto al danno,e il giudice che ha sbagliato non "paga pegno".Questo stato non è più difendibile.

Andrea Tedesco

Gio, 27/09/2012 - 11:03

Caro Sallusti, un abbraccio e tutta la mia solidarietà e stima per il suo coraggio e l'amore per la verità e la Libertà. I nemici della Libertà, lupi comunisti in veste d'agnello democratico, infiltrati nella magistratura, nelle università, nelle sedi dei giornali e di partito, vogliono il potere e toglierci la libertà di opinione e di parola. A questo scopo, essendo "sterili biologicamente", si sono alleati agli islamici, a cui hanno spalancato le porte del paese per sfruttarne la fecondità e garantirsi una base elettorale, e i cui crimini trattano con leggerezza, attribuendone la colpa all'ingiustizia sociale. Per ora sembrano avere la vittoria in pugno, ma la battaglia per la Libertà, quella vera, non è ancora cominciata.

pablopablo

Gio, 27/09/2012 - 11:07

bella la libertà di opinione se i commenti scomodi non li pubblicate... siete vergognosi tanto quanto queste leggi assurde messe su o avallate da questa classe politica di m...a!

elisir77

Gio, 27/09/2012 - 11:11

profonda solidarietà Direttore,14 mesi di carcere è una VERGOGNA, in Italia non esiste giustizia. Lei è un grande.

Ritratto di pierogalbu

pierogalbu

Gio, 27/09/2012 - 11:13

Oggi ho letto i vari commenti di direttori, conduttori, vice direttori ecc. ecc.... Il senzo comune era di violazione manifesta della libertà di stampa. A mio modo di vedere, l'unica vera testimonianza di solidarietà a Sallustri, è dire solo e esclusivamente "VERGOGNA". Un paese civile non può essere gestito e manipolato da Giudici Astiosi/permalosi e da una classe politica che non sà distinguere priorità e malformazioni di leggi. Un capo dello stato che si allerta solo quendo è parte in causa. Ripeto VERGONA. Al direttore Sallustri la mia piena solidarietà.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 27/09/2012 - 11:13

Carissimo direttore mai domo cosa posso dire a riguardo? Che si tratta di una porcata giudiziaria che pericolosamente mette in evidenza il potere assoluto che hanno questi magistrati che se la cantano e se la suonano sempre da soli, senza alcun contraddittorio. Colpa di un Parlamento che mai come ora è stato così pusillanime da spavento. Mi domando: una norma giuridica può essere oltre che inopportuna anche immorale? Mi domando ancora: ma la responsabilità penale è personale o no? Oppure si applica il principio dell'interposta persona che paga per colpe altrui? Io a questo non so rispondere. So solo che l'inizio delle dittature nasce da una compressione totale dei diritti fondamentali della persona umana e dalle libertà fondamentali quali, appunto, la libertà di espressione e, con questa, la libertà di stampa. Sono molto preoccupato per la tenuta democratica dell'Italia. Molto.

GENIO1946

Gio, 27/09/2012 - 11:16

Grande Sallusti, siamo conte. ma è possibile che una cosa che dovrebbe essere normale viene difesa come cosa eccezionale da un uomo eccezionale. Grazie

miu67

Gio, 27/09/2012 - 11:17

Oggi mi vergogno di essere italiana e purtroppo ho una certezza: la magistratura italiana è un cancro che anzichè difenderci e tutelarci mina la nostra democrazia. La mia speranza è che un giorno tutti noi "il popolo" abbia la forza di ribellarsi perchè ci stanno togliendo tutto anche la libertà.Forza SVEGLIATEVIIIIIII.....tra non molto, dopo averci derubato di tutti i nostri risparmi, ci priveranno anche della nostra dignità.. Tutta la mia solidarietà al direttore Alessandro Sallusti che stimo profondamente come persona e come giornalista e che tante volte ha dato voce ai miei pensieri e a quelli di tanti italiani onesti, difendendo i nostri diritti oltre ai doveri. FORZA SALLUSTI....NON MOLLARE...SIAMO ORGOGLIOSI DI LEI...

Ritratto di CANNARSA EUGENIO

CANNARSA EUGENIO

Gio, 27/09/2012 - 11:18

Un caro saluto al collega Sallusti Solidare con Te. Non mollare, continua il tuo prezioso lavoro hai un ruolo importante ancora da svolgere. In Italia, purtroppo, la democrazia è una semplicemente illusoria. Il palozzo, come la casta istituzionale, hanno varato leggi per la loro esclusiva protezione a danno della libertà d'espressione dei cittadini. Lo si evince anche nel contesto dei rapporti con l'EU. La nostra Costituzione esiste sono sulla carta. E giunto il tempo di dare un forte scossone per rinnovare il nostro sistema giudiziario troppo personalistico, assolutamente inadeguato e inefficiente. Con l'auspicio di leggerti quotidianamente Ti rinnovo la mia sincera solidarietà. Un abbraccio. Eugenio Cannarsa

luiginaelena

Gio, 27/09/2012 - 11:22

Esprimo come molti solidarieta al Direttore......penso che da molti anni ,diciamo da Mani pulite,ci sono persone che piu che la giustizia servono le ideologie....

Ritratto di Lug Belenus

Lug Belenus

Gio, 27/09/2012 - 11:23

Posso solo riferire un detto che il mio nonno paterno usava ripeterci: «Né per torto, né per ragione non farti mai mettere in prigione.»

miu67

Gio, 27/09/2012 - 11:24

per "Bacchio"...La diffamazione è un crimine, non la libertà di opinione e comunque se così è, deve valere per tutti....non due pesi e due misure.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Gio, 27/09/2012 - 11:28

Di poco ma sarebbe un pò più sopportabile, la condanna a Sallusti, se i magistrati ed i giudici fossero chiamati a rispondere dei loro errori e dei danni causati a persone innocenti. Se uno sapesse che un giudice o un magistrato fosse imputabile potrebbe avere la speranza di vederlo pagare per i suoi abusi. Così è inaccettabile, attaccare uno della casta della magistrtura Italiana significa andare a sbattere contro un muro. Il CSM interviene solo a difesa dei magistrati politicizzati se poco, poco vengono criticati. L'ANM interviene in difesa solo di chi gli pare. Ed i cittadini? Carta straccia. Debbono pagare le tasse per assicurare a lor signori lauti stipendi e se poi vengono sorpresi a fare attività sportive, dopo aver segnalato uno stato di malattia, non accade nulla, nulla. La legge è uguale per "quasi" tutti.

Rainulfo

Gio, 27/09/2012 - 11:29

La mia solidarietà al Direttore Sallusti. Spero solo che il suo sacrificio serva a cambiare ciò che nella nostra carta costituzionale è all'origine dei mali di questo paese.

Gaetano De Salvo

Gio, 27/09/2012 - 11:29

\\Lutto per la prematura scomparsa del diritto di cronaca, stroncata da una malattia che l’ha accompagnata fino allo spirare nel fior della vita. L’estrema unzione è stata fornita dai Prelati della Magistratura Italiana.

Ritratto di Carole Magoha

Carole Magoha

Gio, 27/09/2012 - 11:34

Sono allucinata e spaventata da questa sentenza. Non basta la sospensione della democrazia, l'ipocrisia sul comunismo, ora si passa addiritura alla soppresione della libertà di stampa con sentenze di condanna che invece vengono risparmiati ai ladri di Stato, ladri che continueremmo a pagare vita natural durante e che ci hanno ridotto alla miseria materiale ed umana. Mi meraviglio di chi parla ancora della giustizia fatta. Dove siamo, in Nord Korea? Onore a Sallusti e tutto il mio sostegno!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Gio, 27/09/2012 - 11:40

Per teoalfieri delle 10,45. Pensa abbiam così rispetto delle opinioni altrui che persino a te consentiamo di scrivere le tue str...ate. Continua così. Solo, per favore, asciugati un pò della bava che ti cola dalla bocca fa un pò schifo a vedersi.

aquila29

Gio, 27/09/2012 - 11:40

signori questa è la punta dell' iceberg. In questo disgraziato paese la libertà è stata persa da molto tempo - diciamo dall 1980 in poi gradatamente e dal 94 i poi in modo esponenziale. Le lacrime dei vari direttori "avversari" sono lacrime di coccodrillo, perchè, unitamente ai politici, parte della magistratura, hanno dato il loro bel contributo sostenedo campagne veramente vergognose. CONSIGLIO A TUTTI DI LEGGERE E RILEGGERE "LA VIA DELLA SCHIAVITU'" DI HAYEC E VEDRETE CHE NON VI STUPIRETE DI NULLA E CAPIRETE TUTTO QUANTO STA' ACCADENDO. Per quello che penso io - e conto poco anzi niente - siamo finiti non abbiamo alcuna speranza di salvezza.

Conteadino

Gio, 27/09/2012 - 11:43

Sig Sallusti mi spiace molto per quello che le sta' succedendo,mi auguro e chi ha a cuore una vera informazione libera se lo augura che non debbano più accadere fatti del genere.Questo paese ha bisogno di pensieri liberi .Per far diventare un paese moderno e serio l'italia deve lavorare ancora molto.Io sono come orientamento legato alla sinistra,ma ho spesso apprezzato la sua lucidità e onestà. E sono sinceramenbte dispiaciuto. Le sono vicino.

Willy Mz

Gio, 27/09/2012 - 11:44

confermo la mia solidarietà al direttore; ho già scritto che se fosse stato di repubblica o dell'unità questo non sarebbe mai successo. però sallusti scrive e dirige un giornale che posso e voglio leggere.

pajoe

Gio, 27/09/2012 - 11:47

Egr. Dott. Sallusti, dai tempi di Giovannino Guareschi, sono passati sessanta anni ed in questo Paese non esiste ancora una legge che salvaguardi la libertà del GIORNALISMO, colpa dei politici? Si, per il loro stesso tornaconto di utili idioti.Non si dimetta ! Le Sue dimissioni farebbero la felicità di quanti temono i Suoi editoriali e la Sua passione per la libertà.

Fabrizio61

Gio, 27/09/2012 - 11:48

Purtroppo, la libertà in Italia è un'utopia. Siamo governati di fatto dalla Magistratura, casta inattaccabile ed insindacabile, pena l'accanimento giudiziario ....... solo chi ci è passato DA INNOCENTE può capire quanto ciò sia vero. Un abbraccio, Direttore, siamo per forza tutti con Lei, perchè siamo tutti potenzialmente Sallusti. Alla fine la Storia farà Giustizia.

Musett0

Gio, 27/09/2012 - 11:48

Quello che mi fa ridere è che i ROSSI ci hanno rotto i co....ni per anni sul fatto che in questo paese non c'era libertà di stampa perchè il Berlusca era capo del governo, poi quando il Berlusca non c'è abbiamo un D'Alema che querela Forattini e un Direttore di Giornale condannato alla galera, e i giornali ROSSI stanno zitti e pensano di cavarsela con un trafiletto. Ho la sensazione che conviene stare con il DITTATORE almeno, in quei momenti, si può parlare e dire quello che si vuole pure su di lui; è proprio vero non siamo una repubblica parlamentare ma una repubbblica magistrale cioè governata dai magistrati. Direttore Salluti non molli sono in pieno accordo con lei anche il buon Napolitano non mi rappresenta e non ha mai tutelato i miei interessi contro questa magistratura ingiusta.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 27/09/2012 - 11:48

E' SCANDALOSO!!!!!!!!!!!!! Siamo proprio un popolo di pecore. Aveva ragione zio Benito. Dobbiamo stare vicini al Direttore, perché quello che sta accadendo in questo paesucolo è qualcosa di drammatico. Comunque, non tutto vien per nuocere: vediamo la parte positiva! Abbiamo un nuovo metro di giudicare qualcuno, e dobbiamo pretendere che venga attuato: è questo che dobbiamo fare da oggi. Allora l'equazione è: diffamazione del Direttore Sallusti sta a 14 mesi di reclusione, come......... e qui ci mettiamo tutto quello che vogliamo. Mazzette, ruberie varie da parte dei partitucoli, da parte di consiglieri da strapazzo, ecc., ecc, stupri, rapine, omicidi e così via. Se il metro è questo, allora avremo finalmente la sospirata pena di morte per chi è colpevole al 100 per 100 dello stupro, dell'omicidio e così via.

d16851

Gio, 27/09/2012 - 11:50

La liberta' di opinione ha due presupposti: 1) l'opinione deve essere suffragata da un background culturale che ne confermi la validita', mi spiego per i lettori del Giornale, deve avere un presupposto di verita' e comunque deve essere formata. In poche parole non si puo' dire che gli asini volano se non se ne portano le prove. 2) l'opinione non deve essere lesiva dei diritti di terzi. Difendiamo la liberta' condannando la diffamazione. Ciao Sallusti, spero sia vero che lasci. Quanto rimpiangiamo i giornalisti come il grandissimo fondatore Indro Montanelli.

Ritratto di Gabriella M.

Gabriella M.

Gio, 27/09/2012 - 11:52

Ritengo che sia sbagliata la condanna a Sallusti!! Gabriella M.

sorciverdi

Gio, 27/09/2012 - 11:54

Mi chiedo dove sia la libertà in Italia, a parte quella di caste ben precise che fanno ciò che vogliono a spese del Paese e dei suoi Cittadini. Ho letto un interessante commento su twitter; secondo il commentatore la famiglia reale inglese ha subito attacchi ben peggiori e virulenti dell'articolo incriminato ma non ha mai fatto mandare nessuno in galera. In Italia invece non va così e chi si permette di criticare, a torto o a ragione, un magistrato, finisce nei guai specialmente se è di destra. Questo stato di cose va cambiato e c'è solo da augurarsi che duemila anni di cristianesimo abbiano insegnato agli Italiani a cambiare le cose senza violenza. Purtroppo la storia ci insegna che la violenza esplode quando i Cittadini sono stati vessati oltre il limite della sopportazione e penso che quel limite sia stato abbondantemente superato perciò aspettiamoci il peggio, purtroppo. Sallusti, coraggio e chissà che non sia proprio da qui che il Paese si svegli dal torpore nel quale l'hanno buttato oltre 60 anni di cattocomunismo e della peggiore politica che un Paese può dover subire!

ric42

Gio, 27/09/2012 - 12:01

Vogliono chiudere acciaieria che da lavoro a12 mila operai, vogliono mettere il bavaglio all'informazione, siamo una dittaturademocratica.Onore e stima a Sallustri.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 27/09/2012 - 12:02

D'accordo con marforio: anche per me facebook, twitter e compagnia non esistono: sono solo giochini per bambini e cuori solitari.

leaelia

Gio, 27/09/2012 - 12:04

Premesso che non leggo "Il Giornale" non amo per nulla Sallusti, non condivido quasi mai la sua opinione, mi sta anche antipatico, non è assolutamente accettabile che una persona venga mandata in galera per un reato di opinione. E' una vergogna, non siamo un paese civile. Quetsa volta devo dire: Forza Alessandro resista e tenga duro,non la dia vinta a queste persone, penso che in Italia siano tante le persone che la penano come me. Imbocca al lupo. luca

Ritratto di ErnestoNonno

ErnestoNonno

Gio, 27/09/2012 - 12:05

Siamo all'8 settembre della democrazia .

luigi ventriglia

Gio, 27/09/2012 - 12:06

Da neo giornalista forse dovrei scrivere un mare di parole, ma è davvero orribile scrivere intere pagine d'indignazione senza nemmeno uno spiraglio di luce. Ecco quello che non vedo io adesso è proprio uno spiraglio di luce; e senza luce proprio non si può scrivere! Direttore, a prescindere dalle idee politiche e dalle mille correnti di pensiero, non possimao che essere tutti con lei, affinché Libertà e Giustizia ritornino davvero ad essere un Bene comune. Luigi Ventriglia (Napoli)

Ritratto di ErnestoNonno

ErnestoNonno

Gio, 27/09/2012 - 12:08

magistratura democratica è , in realtà magistratura bolscevica ...

Pietro Voltan

Gio, 27/09/2012 - 12:11

Direttore non ci lasciare, sarebbe un'altra "SCONFITTA". Continua a fare sentire la tua "VOCE" e dai una lezione di vita a questi Signori che, ancora una volta, dimostrano il loro distacco dalla società civile. Piena solidarietà ed onore al Direttore Sallusti

coolflames

Gio, 27/09/2012 - 12:11

Tutta la mia completa solidarietà al direttore Sallusti che ha sempre svolto il suo lavoro indipendentemente e coerentemente con le sue idee. Questa condanna non è solo la condanna al direttore, ma la condanna a tutte quelle lotte che il popolo italiano ha combattuto nella storia nel nome della libertà di pensiero, parola ed opinione. Quale sarà il nostro futuro: uno stato totalitario nel quale nessuno è libero di esprimere le proprie opinioni? già mi vengono i brividi....

mariotorrisi

Gio, 27/09/2012 - 12:11

SIAMO TUTTI SALLUSTI - un commento? E' UNA VERGOGNA: condannati per reati gravi o spacciatori in libertà e chi esprime le proprie opinioni in galera. Non mi meraviglierei che domani tutti noi che hanno espresso solidarietà al Direttore finiremo spiati e controllati dalle Lunghe Orecchie di qualche pretura ben colorata!!! Mario Torrisi

Ritratto di lectiones

lectiones

Gio, 27/09/2012 - 12:12

Un passo nell’eversione Un delirio paranoide sconvolge la nostra democrazia, una pattuglia di guastatori temerari è scesa in campo e sta distruggendo tutte le strutture istituzionali dello Stato Italiano. Non sono avamposti dell’Islam organizzati da Al Qaeda (jihadisti per intenderci), sono cittadini italiani ai quali fu affidato il compito di amministrare la giustizia del popolo sovrano. L’interesse preminente dello Stato eretto per garantire ai cittadini diritti e doveri paritari, sembra vacillare sotto i colpi di maglio che alcuni pm, magistrati, a briglia sciolta, inferiscono alla Nazione sempre più bisognosa dell’altruismo di tutti per uscire dai perigli che la sconvolgono: niente da fare. L’azione penale che si conferisce, obbligatoria, ai pm cui compete l’applicazione della legge, è diventata la leva ideologica con la quale si combatte l’avversario che democraticamente ottiene il consenso popolare. In tal modo abbiamo intercettazioni poliziesche a tutto spiano, travolgendo quella privacy che dovrebbe tutelare la vita di ogni cittadino. Che le indagini contro il crimine debbano servirsi di attrezzature modernissime per scoprire gli affarismi delittuosi è fuor di dubbio; come potremmo scoprire certe conserterie se non avessimo la possibilità d’intercettare le combines delittuose? Transeat, è bene che il pm si serva di questi mezzi segreti a fini di giustizia. Ma quando l’indagine si effettua progettando sovversioni rivoluzionari che mettono in forse la libertà dei cittadini, allora, il problema assume sfaccettature poliedriche e l’intercettazione telefonica è uno strumento illecito e ricattatorio che solo regimi tirannici adottano a scopi dittatoriali. Si intercetta finanche il capo dello Stato … anche se il pretesto adottato è che l’intercettazione sia stata accidentale e non diretta in quei confronti. Ma il peggio è che quando la Corte, suprema garanzia Costituzionale della democrazia, sentenzia dell’illegittimità di una certa procedura, quegli stessi pm, obbligati al massimo rispetto per la Corte, si rizelano e mugugnano facendo intendere di non condividere il giudicato. Se non è eversione bella e buona, come definire quest’atteggiamento smargiasso dei pm? Ormai sono decenni che l’indipendenza di una certa magistratura strombazza i suoi diritti al di là del Codice e della Procedura: decine di poveracci hanno subito l’onta dei ferri e, pro bono pacis, si è taciuto per evitare l’ennesima spaccatura fra popolo e Istituzioni. Ma oggi non è più possibile subire e, là dove qualche pm crede d’interpretare le leggi ad usum Delphini, là bisogna intervenire e punire il facinoroso esautorandolo del potere giustizialista. Per esempio, l’ILVA di Taranto va tutelata sia per conservare il lavoro a migliaia di lavoratori esposti alla miseria e sia perché l’Italia ha bisogno di quell’acciaio per consentire a tutta la filiera legata all’acciaio di lavorare e produrre. Non è razionale tanta severità ambientalista ignorando le catastrofiche conseguenze per quegli stessi cittadini bisognosi di vivere lavorando. L’ILVA inquina l’ambiente? Sì, è vero, ma negli anni passati, i pm arcigni e smargiassi che oggi operano indefessi, dov’erano? Le acciaierie ILVA vanno decontaminate, l’ambiente va tutelato e con lui la salute degli esposti alle esalazioni venefiche dell’acciaieria: giustissimo! Ma per far questo, è necessario spegnere gli alti forni? E il lavoro? Non è possibile decontaminare a forni accesi? Cos’è, un delirio d’onnopotenza? Dura lex sed lex. Chi l’ha detto? “Est modus in rebus”, anche nel far bene ci deve essere un giusto confine. (Sunt certi denique fines quos ultra citraque nequit consistere rectum). Celestino Ferraro

agi2010

Gio, 27/09/2012 - 12:13

Al di della solidarieta' a Sallusti ed il biasimo per i responsabili diretti ed indiretti della ns. attuale magistratura, condivido totalmente l'accusa di Feltri per TUTTI i ns. politici che dimostrano per l'ennesima volta di che gentaglia si tratti!!!Mi vergogno di questo paese di......

pasqua

Gio, 27/09/2012 - 12:26

Che dire. Indignato è il minimo. Ma non sono affatto sorpreso, poichè in trentacinque anni di lavoro a contatto con i magistrati (sono un ex appartenente alle FF.OO., da un anno in pensione)ho imparato a conoscerli al punto tale da poter affermare che non sono persone al servizio della Legge ma al contrarrio hanno assoggettato la Legge alle loro, talvolta, farneticanti interpretazioni. Loro sono l'unica "casta" che gestisce il potere assoluto in Italia. Infatti, se sbagliano non solo non agano ma non devono giustificare a nessuno il loro operato. E questo l'hanno voluto quelle nullità che da sessant'anni a questa parte abbiamo mandato in Parlamento. Solidarietà al direttore Sallusti e l'invito a non mollare. Riforma della Magistratura

Sonia51

Gio, 27/09/2012 - 12:27

Se Alessandro Sallusti fosse stato Direttore della faziosa "Repubblica" sarebbe finito tutto con un nulla di fatto. Solidarietà a lui e vergogna a quelli che esultano per la sentenza.

farmacia premolo

Gio, 27/09/2012 - 12:27

Siamo tutti Sallusti

Ciripikkio

Gio, 27/09/2012 - 12:28

E' ufficiale: siamo in Corea del Nord.

walter54

Gio, 27/09/2012 - 12:34

si, difendo la libertà di stampa e di opinione. Chi era che chiedeva la galera per i giornalisti che pubblicavano le intercettazioni? Chi ha governato negli ultimi anni e non ha pensato di modificare questa legge, ma ha cercato di imbavagliare l'informazione? Sallusti è stato condannato per diffamazione e per aver pubblicato notizie false, la galera sarà pure troppo, ma in quanto a farne un martire...... Voi sarete tutti Sallusti e probabilmente non ve ne vergognate nemmeno. PS: su questo foglio che tanto difende la libertà di stampa, quando qualcuno non segue la vostra linea rischia di non essere pubblicato; sul caso Sallusti, senza aver offeso, ne aver usato toni che molti vostri lettori usano, già quattro miei commenti sono stati censurati e questo probabilmente sarà il quinto. Vergognatevi walter

Nonmimandanessuno

Gio, 27/09/2012 - 12:34

Ich bin eine SALLUSTI

dama87

Gio, 27/09/2012 - 12:35

Egregio Direttore, non sono una sua assidua lettrice, ma voglio comunque esprimerle la mia solidarietà per questa paradossale vicenda. Le auguro di poter continuare il suo lavoro come ha sempre fatto con la stessa tenacia e professionalità. Con stima.

Ritratto di carla s.

carla s.

Gio, 27/09/2012 - 12:35

La legge punisce chiunque offende l'altrui reputazione a mezzo stampa o con qualunque altro mezzo di comunicazione; e la pena è aggravata se l'offesa è arrecata "a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o a una sua rappresentanza..." (A proposito, vi risulta che qualcuno sia mai stato punito- non dico con la galera- se ha offeso rappresentanti di altri Organi dello Stato?).E' vero che nessun Parlamento ha finora provveduto a cambiare questa norma, ma è anche vero che la legge prevede sempre un minimo ed un massimo di pena.Ciò che maggiormente colpisce è l'estrema severità di questa condanna, che convalida la certezza che la Magistratura sia una CASTA,più pericolosa di quella di politici,perché mentre questi sono sottoposti al giudizio dei cittadini che col voto possono mandarli a casa, i magistrati sono inamovibili e il loro operato è censurabile solo dal CSM, un Organo composto per più dei due terzi -guarda caso- proprio da magistrati.Il che equivale a dire che "se la cantano e se la suonano come vogliono".

Ritratto di Rita A. Cugola

Rita A. Cugola

Gio, 27/09/2012 - 12:36

Ho appena scritto un pezzo sul mio blog: www.rita-madwords.blogspot.com. Sono con te, Alessandro!

Chicco

Gio, 27/09/2012 - 12:37

Sono vicino al direttore Sallusti e a tutta la redazione del "Giornale" per questa triste vicenda che mi ha ancora di più convinto di essere nel bel mezzo di una dittatura di tipo fascista da parte della magistratura in combutta con i poteri finanziari che tengono sotto scacco l'Italia e che stanno pian piano privando gli Italiani della loro libertà così faticosamente conquistata. Forza Sallusti, torni a essere la nostra speranza e la nostra voce!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Gio, 27/09/2012 - 12:38

Il quadro della Giustizia in italia é allarmante come sempre! Centinaia di migliaia di veri pericolosi criminali organizzati in mafie, in organizzazioni terroriste nazionali ed internazionali e relativi rami di criminalità organizzata, in clans e organizzazioni criminali di immigrati, in più la corruzione in tutti i livelli dei poteri pubblici e della società, eccetera, se la godono e vivono sicuri e contenti! Questo il Paese lo deve anche alla Giudicativa i cui rappresentanti logicamente lasciano a desiderare e non pagano per le loro incapacità che rende il paese insicuro, ingiusto, povero e decadente! Tutto questo grazie anche alla Giudicativa che pensa più che altro a difendere se stessa in modo spropositato!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 27/09/2012 - 12:41

GIA' MI SONO FATTO SENTIRE AL RIGUARDO. COME SI VEDE, IN ITALIA, REGNA ANCORA IL MEDIOEVO SU OGNI COSA. LE VERGOGNE ITALIANE TRACIMANO DA OGNI PARTE.

Fabrizio61

Gio, 27/09/2012 - 12:41

Direi che tutti i Sallusti d'Italia (e siamo davvero parecchi) dovrebbero organizzare un bel coro sotto la cella dove questo Eroe dei nostri tempi oscuri verrà rinchiuso. Penso ad oltre centomila "cantanti. Potrebbe essere un buon inizio, il Popolo, quello vero, che fa sentire la sua Voce. Mi aiuti Lei, Lectiones, che, come evinco dal Suo illuminato intervento, conosce senz'altro il latino meglio del sottoscritto, com'è quel detto? VOX POPULI .......

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 27/09/2012 - 12:55

A questa infame ed ignobile sentenza tolgo il diritto, come cittadino italiano, di venire emessa nel nome del popolo italiano. In quel popolo italiano io NON figuro.

peroperi

Gio, 27/09/2012 - 13:12

Gli italiani da anni non sono piu' liberi, specialmente quelli di serie B . I politici e i mgistrati la loro libertà se la sono creata da tempo con leggi , usi e costumi che li salvaguardano da ogni tipo di attacco. Per la verità anche la Stampa risulta intoccabile e, a seconda dell'appartenenza ideologica dei direttori o degli editori scrive cio' che vuole. In molti casi è comunque distante dalla verità poiche' accade oramai spesso che non vi siano controlli sulle notizie. Spesso si sbatte il mostro in prima pagina e gli si rovina la vita ma se questo mostro è un cittadino non privilegiato poco importa. Complimenti a Sallustri per i suoi principi, comunque e mi auguro che con questi precedenti di ingiustizia qualcosa possa cambiare in questo Paese di stampo sudamericano. Per loro fortuna i giornalisti quando vengono toccati amici o rivali che siano, si danno la mano l'un l'altro perchè solo cosi' ci si puo' difendere. A noi tutto ciò è negato. Guai a capitare sotto la lente della Giustizia.

Ritratto di Michel

Michel

Gio, 27/09/2012 - 13:14

Do la mia piena solidarietà a Sallusti perché un fatto così è inconcepibile!!! Buon lavoro futuro Sallusti

Ritratto di zuppazuppa

zuppazuppa

Gio, 27/09/2012 - 13:16

La Magistratura dovrebbe essere molto piu seria e occuparsi dei VERI reati, senza prendersela con chi non fa altro che il proprio onorato mestiere. Evidentemente i magistrati si credono intoccabili e non capiscono che sono solo dei piccoli presuntuosi

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Gio, 27/09/2012 - 13:20

Non è solo la norma che deve essere cambiata,ma TUTTA questa indegna classe politica e dirigente! Perchè si scandalizzano della norma antidemocratica quando sono stati loro a farla?? La solita ipocrisia italica!Sono tutto e di contrario di tutto:basta con questi parassiti!!

beale

Gio, 27/09/2012 - 13:24

sta diventando un'operetta! Napolitano leggerà "con attenzione" la sentenza quando tutto potrebbe essere ricondotto al detto "parlare a suocera affinchè nuora intenda". Il querelante è un magistrato e la cassazione ha voluto ribadire il principio dell'intangibilità della casta avversa a qualunque riforma. Bettino Craxi se la ride.

erasmo

Gio, 27/09/2012 - 13:30

Ho sempre commentato notizie che riguardavano la nostra libertà ormai non più in pericolo ma annullata. Sallusti è un ostacolo per il POTERE e come altri prima di lui va eliminato. Non scandalizzatevi di napolitano e non rincuoratevi per la solidarietà di quelli che sono sempre stati nemici della Libertà. Il film vi inganna, amici. Viva Sallusti, viva la LIBERTA'.

liberta' di esp...

Gio, 27/09/2012 - 13:35

CARO DIRETTORE SALLUSTI, COME CI INSEGNA LA STORIA, IL TUO SACRIFICIO SERVIRA' A FAR SCOPPIARE UN BUBBONE IN ITALIA, CHE E' QUELLO DI QUESTA MAGISTRATURA CHE E' DI FATTO UNA DITTATURA CHE OPPRIME TUTTI QUEI CITTADINI CHE NON SONO DI SINISTRA. CORAGGIO, TI AUGURO DI NON ANDARE IN GALERA, MA QUESTO GRAVE INCIDENTE CHE TI E' ACCADUTO, SIA L' " IN - PUT " PER UNA RIFORMA SERIA DELLA GIUSTIZIA, PER UNA PRESA DI COSCIENZA DELL'OPINIONE PUBBLICA SULLO STATO DI MANCANZA DI LIBERTA' CHE C'E' NEL NOSTRO PAESE. I MAGISTRATI FANNO PARTE DELLA CASTA. BISOGNA FARE QUALCOSA PER SPAZZARE VIA TUTTI I PRIVILEGI DELLA CASTA CHE SONO LA CAUSA DELLA POVERTA' IN CUI VERSANO LE FAMIGLIE ITALIANE ATTUALMENTE.

enigmista

Gio, 27/09/2012 - 13:36

Caro Sallusti, hai tutto il nostro appoggio e stima. NON ARRENDERTI! Vai avanti e, soprattutto NON DIMETTERTI proprio in nome della Libertà...Continua liberamente a dirigere questo giornale in barba ai tuoi detrattori. VIVA L'ITALIA E VIVA LA LIBERTA'!!!!

giottin

Gio, 27/09/2012 - 13:53

Io difendo la libertà tramite tutti i post che ho scritto e che scriverò sull'argomento, compreso quello molto pesante che non è stato pubblicato, nel quale esprimevo il massimo disprezzo verso coloro che hanno emesso tale sentenza e coloro che da tale sentenza traggono il massimo godimento!!!!!

Davide67

Gio, 27/09/2012 - 14:00

Pieno sostegno al Direttore Sallusti, la libertà di stampa non si rinchiude!! ... non si dimetta.

Bozzola Paola

Gio, 27/09/2012 - 14:10

Continuo a dire ciò che da tanto ,anche in tempi non sospetti,ho sempre detto. In Italia se si è di destra moderata,non si ha la possibilità di fare, parlare e scrivere. Negli anni scorsi contro Berlusconi ed il suo governo ne sono state dette, scritte e fatte (ricordiamoci solo gli oggetti tirati addosso al cavaliere)e NESSUNO HA MAI DOVUTO FARE 1 MINUTO DI PENA.Anzi tra un po' davano una medaglia a quello che gli ha tirato la statuetta sfasciandogli la guancia. I vari travaglio, santoro ,luttazzi, fratelli guzzanti, hanno fatto carne di porco contro chiunque fosse legato a Berlusconi o fosse di dx. A LORO NON E' MAI STATO TORTO UN CAPELLO. Ora per un giudice presuntuoso ed ignorante (non perchè ignora intendiamoci), il nome poi è un programma!,la libertà di stampa e l'onore di un giornalista colto e soprattutto mai volgare deve andarsi a far benedire. Ora è inutile che i giornali di sinistra che sono tanti, molto di più di quelli di destra,si straccino le vesti e si dicano vicini. Vadano da Napolitano e facciano rimettere a posto le cose e CON URGENZA , invece di pensar ai matrimoni gay ed altre cazzate,PRETENDANO LA REVISIONE DI TUTTO IL NOSTRO ORDINE GIUDIZIARIO.Se così non succedesse SAREMO VERAMENTE UN PAESE DEL TERZO MONDO. Un abbraccio al Direttore SALLUSTI.

Valerio 1943

Gio, 27/09/2012 - 14:11

Questa vergognosa vicenda giudiziaria mi sembra piuttosto avere obbiettivo politico, cioè Berlusconi.Non mollare direttore!

alberto1968

Gio, 27/09/2012 - 14:18

finalmente a casa..........fortunati noi!!!!!

Bozzola Paola

Gio, 27/09/2012 - 14:19

@LUIGIPISO Una volta tanto, magari per sbaglio STIA ZITTO; i suoi commenti ci hanno divertito molto ultimamente, ma in questo momento, dove veramente si gioca la libertà di opinione sia gentile si cucia la bocca.PERSINO I suoi giornalisti HANNO DETTO CHE è STATA UNA PORCATA!!!!!!!!

marcello512

Gio, 27/09/2012 - 14:30

Pienamente con Lei, Direttore. Non molli! Difendere una cosa: la liberta, che in questo Paese: di m...a, proprio non esiste.... è difficile. Da vergognarsi ed io mi vergogno......... La giustizia? Se è questa è una vera bastardata!!!

ROBERTO GRUBIZZA

Gio, 27/09/2012 - 14:38

NON CI SONO PAROLE PER FAR CAPIRE LA NOSTRA INDIGNAZIONE!QUESTO ACCADE SOLO NEI PAESI DELLE BANANE .IO SONO CON SALLUSTI CI DOBBIAMO VERGOGNARE QUESTO PAESE E´IN MANO ALLA MAFIA E ALLA DITTATURA COMUNISTA.

LudovicoDedominicis

Gio, 27/09/2012 - 14:45

peggio per lei che ha fatto scrivere quell'articolo infamante!

partenza

Gio, 27/09/2012 - 15:04

ESPRIMO LA MIA SOLIDARIETA' NEI CONFRONTI DEL DIRETTORE SALLUSTI, COMPRENDO, ALLO STATO, LA SUA FERMEZZA NEL NON ACCETTARE ATTI DI "SOTTOMISSIONE" CHE REPUTO INUTILI E FINI A SE STESSI. SPERO CHE QUESTA VICENDA POSSA SOLLECITARE LA SOLUZIONE DI UNA GRAVE EMERGENZA COME QUELLA DELLA LIMITAZIONE DELLA LIBERTA' DI OPINIONE, CHE VA TUTELATA NEI CONFRONTI DI TUTTI I CITTADINI E NON SOLTANTO DEI GIORNALISTI.

marcella maltoni

Gio, 27/09/2012 - 15:06

Caro Direttore, preservi prima di tutto il Suo cuore. E lasci ai falsi progressisti le dannazioni dell'anima.

contrini

Gio, 27/09/2012 - 15:11

Finalmente una persona libera e con le palle, in questo Paese di melma

Lino1234

Gio, 27/09/2012 - 15:24

Luigipiso, delle due l'una : o sei di una ignoranza supergalattica oppure la tua malafede non ha confini. Scegli.

gedeone@libero.it

Gio, 27/09/2012 - 15:26

Direttore, non ceda, non accetti alcun compromesso. Il vero Popolo Italiano è tutto con lei perché questa è una battaglia per la libertà da combattere fino in fondo e noi saremo al suo fianco.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Gio, 27/09/2012 - 15:35

Solidarietà per Sallusti e condivisione con i commenti dei lettori."Voi siete bella gente, ben costrutta e forte, con tutti gli attributi anatomici della virilità: siate dunque uomini, non pecore"(Cesare Mori).Distinti saluti. Roby

giulivo

Gio, 27/09/2012 - 15:36

Mai stato sulla lunghezza d'onda di Sallusti...Mai stato più un lettore del Giornale da quando c'è Lui.....E lui insieme al Giornale non è mai stato tenero con il FLI del quale sono Coordinatore nella mia città....Ma oggi, oggi è un altro giorno....Oggi è il giorno dell'apocalisse...Il giorno dell'epifania del Regime....Il funerale della libertà....il Giorno che consacra la Giustizia quale Giustiziera degli oppositori...Oggi - direbbe la mitica Oriana- sono molto molto arrabbiato....Oggi ho comprato IL GIORNALE.....Oggi ogni articolo di Sallusti lo sento più prezioso....Oggi Sallusti è il mio direttore.

Ritratto di massimo10

massimo10

Gio, 27/09/2012 - 15:38

Esprimo la mia più assoluta solidarietà al Direttore SALLUSTI. E' inammissibile che un valente giornalista non sia più libero per ''non'' aver scritto un articolo di libera opinione su Libero. Peggio di cosi' ... le dittature fasciste . Coraggio e auguri. Massimo PEDEMONTE.

canova.emilio

Gio, 27/09/2012 - 15:41

Questa è l'anticamera di una nuova unione sovietica. Cos'altro può essere?

alberto83

Gio, 27/09/2012 - 15:41

Oggi (solo oggi??)è morta la libertà in questo Paese!! Congratulazioni a tutti quei politici, magistrati e a tutta quella classe dirigente, corrotta, indegna, ingorda e mafiosa che ha trasformato la nostra democrazia nella Romania di Ceausecu. SIAMO TUTTI SALLUSTI! E ORA CONDANNATE ANCHE ME PER LE MIE OPINIONI!

Polendinarules

Gio, 27/09/2012 - 15:41

Tanto non lo pubblicherete. La mia solidarietà a sallusti si ferma alla famosa frase: "Non condvido ciò che dici ma mi batterò..." Dopodicchè l'articolo incriminato è uno stravolgimento totale dei fatti che si inquadra perfettamente nella crociata fondante dei "giornali" di destra contro la magistratura. Dai siamo seri, gente come sallusti, feltri, belpietro, e compagnia cantante hanno il patentino o lo stipendio solo perchè paparino silvio gli pagail giocattolo...

mimicaro2005@li...

Gio, 27/09/2012 - 15:45

La solidarietà + totale per il direttore Sallusti. E' abominevole ciò che sta subendo, siamo ritornati indietro negli anni, quelli + bui della civiltà moderna. Si, è vero, la legge è sbagliata, ma potevano raggirarla, l'imputazione a Sallusti è fatta apposta, potevano fare altrimenti. Siamo alle solite, a ezio mauro non sarebbe mai successo! è di questo che, come Italiano, mi vergogno! c'è una giustizia diversa a seconda della posizione politica in cui ti trovi. Che intervengano Napolitano e Severino, ma lo facciano sempre e che prendano provvedimenti! VERGOGNATEVI!

antonin9421

Gio, 27/09/2012 - 15:47

...sciacalli, mascherati d'ermellino. INDECOROSA IMMAGINE di SRONTATEZZA, INUMANITA'... e tutte le restanti parole del vocabolario che esprimono la rabbia, lo sconforto, la repulsione, il disprezzo...

milanamleto

Gio, 27/09/2012 - 15:53

Certo! La verità brucia! In special modo se sei un magistrato di sinistra! Avanti o popolo...! Per questa sporca magistratura la bandiera italiettana è di colore rosso, le loro sentenze sono in nome del popolo bue! Noi non appendiamo nessuno ma vi leveremo il sonno, ammesso che l'abbiate "il sonno del giusto". Buona veglia! Siamo tutti ALESSANDRO SALLUSTI. milanamleto

maan

Gio, 27/09/2012 - 15:56

Questa è la magistratura italiana; questa è l' Italia. Loro buoni solo a pappare e pretendere il silenzio gli altri liberi di stare zitti e buoni ma guai a disturbare i vari conduttori disseminati nei gangli dello Stato.

comandominici

Gio, 27/09/2012 - 16:00

Pluriomicidi vanno agli arresti domiciliari, gente ubriaca o, peggio, drogata, che alla guida di auto o moto (sono armi nello loro mani) uccide ignari passanti, sono rimessi in libertà dopo pochi giorni dall'arresto. Il Direttore di un Giornale viene condannato in via definitiva al carcere. Ma in che cacchio di paese viviamo ???

ANGELO BACCHIDDU

Gio, 27/09/2012 - 16:02

Ho settantotto anni. Ho fatto parte del corpo di polizia penitenxziaria e conseguentemente ho conosciuto ogni genere di malfattori ma, mai in trentanni di professione nella Amministrazione Penitenziaria, ho ospitato condannati per reati di opinione. Esprimere commenti dopo quanti ne ho letti, che li condivido tutti, nessuno escluso, lo ritengo superfluo. Auguro al Direttore Sallisti, che apprezzo ed ammiro come Giornalista e, soprattutto, come uomo che gli sia concessa la libertà inopinatamente sottrattagli da una sentenza assolutamente non condivisibile in un sistema democratico e liberale. Se questo bisastratto Paese fosse stato governato da politici onesti ed interssatti al bene del dell'Italia a quelli personali forse oggi non avremmo avuto un caso come quello di cui tutta l'italia democratica sta vivendo. Con riconoscenza ed ammirazione A.B.

Giovanni Guzzoni

Gio, 27/09/2012 - 16:10

Ho letto - con grande partecipazione - l'articolo della prima pagina: "Sallusti in galera. I delinquenti fuori". L'ho letto ad alta voce anche a mio figlio, un giovanotto di 23 anni, perchè sapesse di quale infamia si sta macchiando la magistratura italiana. E soprattutto perchè avesse sotto gli occhi un esempio di dignità, di dirittura morale e ... di "palle"! Le "palle" che sono mancate al PDL / Partito delle Libertà che in vent'anni di governo non ha saputo cassare una legge fascista che conculca la libertà di parola e di pensiero in Italia. Caro Berlusconi, se vuole avere ancora il mio voto, si regoli. Anche a mio parere, fa bene Sallusti a tenere duro ... affinchè "questo sopruso possa trasformarsi in una opportunità per tutti noi". Ce ne fossero di italiani come Lei!

folgore38

Gio, 27/09/2012 - 16:16

Questa volta la magistratura non c'entra.La colpa e di quei sbrindellati di politici che parlano ,parlano ,parlano, aspettando che si conclude l'affare e alla faccia di chi li ha votati.

giovannibid

Gio, 27/09/2012 - 16:18

Direttore tantissimi ITALIANI sono con lei e contro questa dittatura della magistratura che sta distruggendo la LIBERTA' e L'IDENTITA' italiana. Hanno trovato un Paese stanco e deluso per quello fanno i prepotenti e pensano di essere intoccabili ma la giustizia quella vera con la "G" maiuscola toccherà anche loro. ITALIA LIBERA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Gio, 27/09/2012 - 16:29

Forti con i deboli e deboli con i forti.....Assassini e delinquenti stanno fuori e la povera gente viene martellata! così anche per i giornalisti: i "nemici" della sinistra e delle lobby dentro, gli altri che hanno diffamato, offeso, spiato, sputtanato, ridicolizzato per anni una istituzione dello Stato quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri, manco indagati............Mi vergogno profondamente di essere un italiano di questi tempi!

Ritratto di enzo33

enzo33

Gio, 27/09/2012 - 16:31

Che paura,pensavo che fossimo tornati all'epoca di Socrate 469-399 a.c.Stiamo calmi,siamo appena nell'era di Cicerone (marco Tullio)Arpino 106-Formia 43 a.c.Egregio direttore Sallusti, se le capiterà di rileggere la repubblica di cicerone, si meraviglierà che abbia potuto scrivere tante cose contro la giustizia. In altri libri storici, noterà che il magistrato veniva definito: dittatore, ed aveva l'appellativo di: maestro del popolo.Noi non li vogliamo questi maestri, non ne abbiamo bisogno.Si rallegri, amico direttore (aver compagno al duol...)anch'io sono vittima di un cialtrone di magistrato che a una prima udienza gennaio 2009,aprì un fascicolo (io sono parte lesa)e vedendo una ricevuta, si, amico direttore ha letto bene, una ricevuta, sbottò: ma cos'è questa ricevuta? quà non si capisce niente, richiuse il fascicolo e fece un rinvio di un anno,poi di un anno ancora, poi sei mesi più sei mesi, in conclusione siamo al quarto anno e quella maledetta ricevuta rimane ancora un mistero. Forza e coraggio, la vita è di passaggio...un caro saluto da: enzo33

piero

Gio, 27/09/2012 - 16:41

Non siamo in Corea del nord!; come ebbe a dire certo Martin Luther King:"accettare passivamente un sistema ingiusto rende l'oppresso malvagio quanto l'oppressore"

CARMELO 69

Gio, 27/09/2012 - 16:43

Solidarietà al direttore Sallusti.

silvano_agg

Gio, 27/09/2012 - 16:46

Si mormorava che con Berlusconi la democrazia era sospesa ... ora qualche sinistroide inizia a capire perchè in Italia non c'è democrazia.

Ritratto di romy

romy

Gio, 27/09/2012 - 17:02

Forza Sallustri,non mollare,lo dico anche a me ed a quanti,come me,subiranno stranezze in futuro,devo ammetterlo,oggi temo sul serio per il futuro e la tenuta dell'Italia.

Tuareg33

Gio, 27/09/2012 - 17:03

Direttore Sallusti, tenga duro. Siamo tutti con te!

hector51

Gio, 27/09/2012 - 17:03

Caro direttore, sono con te.Spero che questa situazione sia l'occasione per intervenire su questa assurda legge.E si metta mano una volta per tutte alla riforma della magistratura.Certo che sarà molto difficile votare con convinzione alle prossime elezioni politiche........

Ritratto di carla1971

carla1971

Gio, 27/09/2012 - 17:08

Sallusti socialmente pericoloso..... Ma non si vergognano??? Tutti questi anni per arrivare ad una sentenza ridicola. Questo giudice penso si sia diffamato da solo facendo perdere tempo per queste stupidaggini quando non si ha il tempo per processare assassini, stupratori, pirati della strada ecc. ecc. E poi salta fuori che bastava chiedere scusa. Ma per favore......

carrizo

Gio, 27/09/2012 - 17:15

Non hanno potuto colpire il grande capo(berlusca), se la prendono col povero Sallusti. Più passa il tempo e più mi accorgo che se non ci fosse berlusconi ... occorrerebbe inventarselo!!!!!

Ritratto di mekong

mekong

Gio, 27/09/2012 - 17:23

Siamo con Lei...purtroppo in Italia tutto quello che non è tendente al "rosso" è in pericolo!!!

pacordoma

Gio, 27/09/2012 - 17:43

Mi vergogno di questa nostra Italia,dove i ladri e gli assassini sono impuniti, dove la libertà economica è compromessa ed ora anche la libertà di stampa..Direttore non mollare,l'Italia ha bisogno di persone come te....Con stima immensa

fa.pnt

Gio, 27/09/2012 - 17:45

Oggi siamo tutti Sallusti!!!

petercreative

Gio, 27/09/2012 - 17:54

Direttore Sallusti guai a lei se accetta di pagare l'ammenda! Quei soldi così estorti non sono buoni nemmeno per i bambini malati di leucemia... C'è un limite a tutto e in questa storia lo hanno veramente passato. La giustizia non ha prezzo!! La ammiro per la sua coerenza. P.s. Se alla fine la mettono dentro, giuro che vengo a trovarla e le porto una bottiglia di Amarone di quello buono, così brindiamo assieme alla salute di chi le palle le ha davvero!!!! Coraggio direttore!!!

walterpezzati

Gio, 27/09/2012 - 17:59

innanzitutto solidarietà con sallusti. una voce scomoda da' sempre fastidio. ammiro il direttore per la sua decisione di non chiedere la grazia in qualsiasi forma e di non richiedere l' affidamento ai servizi sociali, non saprei cosa poi dovrebbero insegnare ad una voce ed a una persona come lui, sarebbe semmai il contrario. non vi viene in mente le rieducazioni imposte ai dissidenti dai regimi autoritari?

ARNJ

Gio, 27/09/2012 - 18:05

Egr. Sallusti, siamo tutti con Lei.......nON MOLLI !!!!

romano bonavitacola

Gio, 27/09/2012 - 18:09

Per me non ci fu neanche una falsa notizia, perché da quello che è stato riferito il giudice tutelare è comunque intervenuto per decidere a favore dell'aborto nel contrasto tra i genitori.Quindi la notizia era sostanzialmente vera. e non c'era diffamazione. Ritengo in definitiva che la decisione stessa di condanna è stata ingiusta, a parte che è stata incredibilmente sproporzionata. Quindi è troppo buono Feltri nel dire che è colpa dei politici.io dico che è colpa anche, e soprattutto dei giudici.

romano bonavitacola

Gio, 27/09/2012 - 18:14

Per me non ci fu neanche una falsa notizia, perché da quello che è stato riferito il giudice tutelare è comunque intervenuto per decidere a favore dell'aborto nel contrasto tra i genitori.Quindi la notizia era sostanzialmente vera. e non c'era diffamazione. Ritengo in definitiva che la decisione stessa di condanna è stata ingiusta, a parte che è stata incredibilmente sproporzionata. Quindi è troppo buono Feltri nel dire che è colpa dei politici.io dico che è colpa anche, e soprattutto dei giudici.

aquila29

Gio, 27/09/2012 - 18:16

amici piano piano stiamo arrivando al pensiero UNICO. LA strategia - di comunista e fascista memoria - sta prendendo corpo.Dall'affidamento ai servizi sociali si passerà ai campi di rieducazione (istituitranno una commissione per valutare la migliore soluzione - con probabili viaggi di studio in Corea del Nord, Cina, Cuba), in modo tale che tutti i reprobi siani rieducati. La condanna del Ns Direttore deve servire per esempio a tutti i reprobi che non si conformano al PENSIERO UNICO. La libertà economica è stata da tempo quasi totalmente abolita (grazie a lacci e lacciuoli, balzelli vari, cartelle pazze (per inciso me ne è arrivata una ed era sbagliata). Il sano (ma direi ovvio) principio che il prelievo fiscale trova il prorpio limite nella capacità di reddito è stato formelmente abolito dal caro Monti (e sarebbe un professore di matrice liberale!!!!!!)(per inciso alcuni redditi da locazione sono insufficienti a pagare IMU+IRPEF + balzelli vari) e questo ha , di fatto, totalmente, cancellato la libertà economica La condanna del ns Direttore ha chiuso il cerchio. Io continuerò a combattere nel mio piccolo e, sperando di non restare solo, chiedo aiuto a quei pochi di noi rimasti. DIRETTORE AUGURI NON SOLO A LEI MA A TUTTI NOI

mister372003

Gio, 27/09/2012 - 18:18

ONORE al direttore sallusti che ha il coraggio di andare sino in fondo a questa "SPORCA STORIA" senza paura e senza accettare compromessi.

arancati

Gio, 27/09/2012 - 18:21

Siete troppo timidi. Il problema non è la libertà di stampa ma solo della stampa del Giornale e di Libero. Dovete dire che ai direttoruccii di Repubblica o del Corriere o del Fatto o dell'Unità...questo non sarebbe mai successo !!! Mi rendo conto che è dura, in questo paese di fascisti che dicono di essere comunisti, dire ciò che si pensa e che è palese ma forzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. PS.: dal punto di vista tecnico il vostro sito fa cag ...re e mi dispiace. Ci ho messo 30 minuti per questo messaggio ed ero già registrato e lavoro da 30 anni nell'informatica.........siate più "customer oriented" , please. Angelo Rancati

arancati

Gio, 27/09/2012 - 18:25

gia inviato, ma arriva ?

Ritratto di luca6817

luca6817

Gio, 27/09/2012 - 18:37

Egr. Direttore, le esprimo la mia solidarietà e la mia vicinanza per quello che posso definire un sopruso o un abuso legalizzato, nonostante questo le auguro la massima serenità per poter affrontare questa situazione che è paradossale e scuote veramente la libertà di tutti. con stima Luca

alexfedor

Gio, 27/09/2012 - 18:41

Enorme tristezza. Adesso non c’è altro. Si potrebbe sbattere in faccia questa sentenza a tutti coloro che in questi anni hanno sostenuto che l’Italia è una democrazia malata ed un regime di semilibertà per colpa di Berlusconi e di quelli che la pensano come lui. Per chiedere loro: di che colore è quel regime? Chi esercita un potere senza un vero controllo? Quali giornali subiscono perquisizioni immotivate? Chi finisce in galera per una opinione?? Ma per adesso c’è solo una grandissima tristezza. Sì, per una norma cubana ancora vigente in Italia, come si limitano a dire i giornalisti alla televisione. Ma anche e soprattutto per la solita magistratura cambogiana con i soliti “due pesi e due misure”. Perché Sallusti deve scontare 14 mesi di carcere, non solo per quella norma, ma anche per essere stato giudicato “socialmente pericoloso”. Come non sono stati giudicati, invece, in tutti questi anni coloro che con ogni mezzo hanno gravemente e ripetutamente diffamato politici e quella parte della società civile che ragionava fuori dal coro del pensiero unico di sinistra. Tutta la mia solidarietà e la mia ammirazione per il nostro Direttore Alessandro Sallusti. Direttore libero con un cuore di leone. Che non ha esitato a scegliere il carcere per smascherare l’infamia e per proteggere un amico ingrato. .. E ORA ARRESTATECI TUTTI!! SIAMO TUTTI ALESSANDRO SALLUSTI!!

Alberto Longatti

Gio, 27/09/2012 - 18:43

Alberto Como Come sottrarsi alla solidarietà dopo una situazione così assurda e umiliante per tutti i giornalisti (a non solo loro)?

leonedoro

Gio, 27/09/2012 - 18:44

leggi da terzo mondo. Solidarietà al Direttore Sallusti.

graziella saieva

Gio, 27/09/2012 - 18:45

La vicenda che coinvolge il direttore Sallusti mi ha provocato sgomento e un nervosismo indicibile,non ci sono parole per esprimere il mio dissenso. Alessandro Sallusti non merita tutto questo e condivido pienamente la sua volontà a rifiutare la "trasformazione della pena"in affidamento ai servizi sociali. Questa misura è ancor più infamante della detenzione,, perchè Sallusti è un uomo intelligente, responsabile e retto. Non ha bisogno di processi di "risocializzazione". Questi trattamenti per una persona sana e responsabile fanno parte della cultura e dei dettami del " " BAVAGLIO" ". DIRETTORE, NON MOLLARE, TU SEI UN SIMBOLO DI LIBERTA' E CORRETTEZZA. Graziella Saieva

Ritratto di Non Toccate Sallusti

Non Toccate Sallusti

Gio, 27/09/2012 - 18:45

da oggi acquisto il fatto quotidiano, visto che anche voi censurate i messaggi, riferiti al regime fascista e non a quello di sinistra. fanno bene i magistrati a far rispettare le leggi.

Ritratto di Non Toccate Sallusti

Non Toccate Sallusti

Gio, 27/09/2012 - 18:54

p.s.: avevo persino inserito il vostro appello sulla mia bacheca dei Diritti Umani, pur ricevendo moltissimi messaggi contrari. w la libertà di stampa e d'idee, quelle vere però.

gianpuiet

Gio, 27/09/2012 - 19:08

Caro direttore, Che io ricordi un solo italiano si comportò come Lei oggi: era anche lui un giornalista il grande GIOVANNINO GUARESCHI!

Totoi

Gio, 27/09/2012 - 19:10

Affettuosamente vicino.Totoi

Ritratto di Biancofiore

Biancofiore

Gio, 27/09/2012 - 19:10

Povera Italia, come l'hanno ridotta!!! Il bello è che nessuno di noi sa come fare ad uscire da questa schifezza. Sembra di essere oramai abituati a vivere in mezzo al marciume della politica, dei ladri di potere, a farci saccheggiare e sfruttare da questi mondezzai. La mia solidarietà al Direttore Sallusti, che serva a spronarlo a non mollare mai.

jambo.0783

Gio, 27/09/2012 - 19:28

Credo che con il caso Sallusti sia sia toccato davvero il fondo. Ora mi aspetto che finalmente che qualcuno abbia il coraggio di di prendere iniziativa per affrontare, senza indugio, il grave pericolo per la democrazia che la condanna di Sallusti rappresenta in questo disgraziato paese.

Ritratto di franco.biolcati

franco.biolcati

Gio, 27/09/2012 - 19:37

Quello che sta succedendo nei confronti del direttore Sallusti definirla una porcata è un eufemismo. Un'arciporcata va meglio ma è ancora molto poco. Franco Biolcati

st.it

Gio, 27/09/2012 - 19:44

incondizionata solidarietà per un vero giornalista,corretto e coerente SEMPRE!!

framat55

Gio, 27/09/2012 - 19:50

Prove tecniche di trasmissione: è da tempo che lo dico, questa è la prova, stanno attuando una dittatura e silurano chi gli può dare fastidio.

Vicovicky

Gio, 27/09/2012 - 19:52

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO,CONDANNO IL DIR. SALLUSTI....(stona molto.!) IN NOME DEL COMUNISMO (italiano),............(s'addice perfettamente)

Ritratto di enzosamp

enzosamp

Gio, 27/09/2012 - 19:56

Quando in una trasmissione televisiva avevi detto (controcorrente) che la tassazione delle barche e delle auto è stato un ENORME danno all' economia di quei settori,ho pensato che i Grandi non te l'avrebbero passata liscia. E infatti. Non mollare: una rivoluzione liberale dovrà necessariamente arrivare.

franco soldini

Gio, 27/09/2012 - 20:03

Come al solito oltre a controllare la libertà degli Italiani, i Giudici controllano anche la Politica. Sarà ora che si ponga un freno?

zen39

Gio, 27/09/2012 - 20:26

I magistrati hanno applicato la legge ok è questa che va cambiata e credo si farà presto. Rimango perplesso sul giudizio di pericolosità che ha determinato la carcerazione. Ci può essere responsabilità oggettiva ma il carcere è fuori da ogni criterio di democrazia e civiltà. Non siamo l'Iran o la Cina ma vogliamo scherzare ? Il coraggio con cui si è voluto applicare un criterio così rigoroso agli occhi del mondo civile e progredito stride con l'immagine che attualmente si vuole dare all'estero dell'Italia.

Ritratto di scappato

scappato

Gio, 27/09/2012 - 20:40

Completa solidarieta' da un italiano "scappato" da quasi trent'anni. Oggi mi sembra sia peggio ( e ce ne vuole!) di quando me ne sono andato. D'altronde, cosa aspettarsi dall'UNICO Paese al mondo dove un comunista, pure senza grandi meriti, occupa le più' alte cariche dello stato da 59 anni. VERGOGNA.

vykort

Gio, 27/09/2012 - 20:47

Una legge vecchia di 60 anna è stata applicata al caso del direttore Sallusti. Mi domando come mai questa vergognosa legge è stata applicata solo ora, per il Dott. Sallusti, e in quante altre occasione avrebbe potuto essere applicata e non lo è stata. E' chiaro che è una azione politica, in un momento critico per il nostro paese. Dott. Sallusti siamo tutti con lei.

mario esposito

Gio, 27/09/2012 - 20:55

CARO SALLUSTI, SE VOLEVA DAVVERO CONDURRE UNA BATTAGLIA POLITICA IN GENERALE E NON PRENDER DI MIRA IL SINGOLO MAGISTRATO, AVREBBE POTUTO METTERE SOLO LE INIZIALI DEL MAGISTRATO E LA LIBERTà DI STAMPA SAREBBE STATA LO STESSO GARANTITA!INOLTRE NON PENSO CHE TRINCERASI DIETRO IL NOME DI RENATO FARINA (detto DREYFUS) RADIATO DALL'ORDINE DEI GIORNALISTI ED IMMUNE POICHè ONOREVOLE, CONTRIBUISCA ALLA LIBERTà DI STAMPA. PERSONALMENTE STAREI LONTANO DA QUESTI PERSONAGGI ALTRI PRIMA DI LEI HANNO PAGATO PER LE CONDOTTE DELLA CASTA... SI DICE: SE LI CONOSCI LI EVITI! IN REALTA' RELATIVAMENTE AL FATTO SONO DELL'OPINIONE CHE SE LEI NON CONOSCESSE L'ARTICOLO DI DREYFUS, IN QUANTO DIRETTORE, SAREBBE UN PO' SCARSO NELLA SUA PROFESSIONE POICHE' LEI SA CHE ESISTE LA RESPONSABILITà OGGETTIVA. SE VICEVERSA, LEI AVESSE CONOSCIUTO CHI FOSSE DREYFUS ED IL VERO SCOPO DEL SUO ARTICOLO, ALLORA IL SUO DOLO SAREBBE QUI! INFINE RITENGO CHE SE ANCHE ANDRA' VOLONTARIAMENTE IN CARCERE QUESTO NON FARA' DI LEI UN MARTIRE MA SOLO UNA PERSONA PIù NOTA PRONTA ALLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE!PS LA PREGO ACCETTI QUESTA CRITICA "COSTRUTTIVA" E NON CONSIDERI SOLO QUELLE DI COLORO CHE LA RONZANO INTORNO. SPERO UMANAMENTE CHE NELLA REVISIONE DEL PROCESSO TUTTO SI RISOLVA IN MEGLIO PER LEI. DISTINTI SALUTI MARIO ESPOSITO.

yula

Gio, 27/09/2012 - 21:08

paese di mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm

Nadia Vouch

Gio, 27/09/2012 - 21:10

Per giorni ho riflettuto su questa vicenda, scrivendo i miei ragionamenti tra i commenti. Doloroso è per me non poter credere nella obiettività delle norme che governano uno Stato civile, dove cresciamo e sin da piccoli ci dicono che siamo liberi e in democrazia. Doloroso che ciò accada difronte al sacrificio di tanti magistrati che da sempre si impegnano, o altri che si impegnarono, a far rispettare la legalità su questioni di enorme gravità pubblica. Togliendo la fiducia ai cittadini nella Legge e nella Giustizia, si apre un pericoloso percorso che favorisce, secondo me, la malavita e tutti coloro che sul difettoso funzionamento delle norme speculano per interessi personali. Un messaggio forte occorre da parte delle istituzioni. Ma non è quello di condannare aspramente una persona perché oggettivamente non ha impedito un fatto che non poteva impedire, a meno che a propria volta Sallusti non si comportasse come una sorta di dittatore verso i suoi collaboratori. Sono quelle cose che demotivano le persone. Occorre avere molto coraggio e molto carattere per superare questi momenti di grande sconforto.

gaetano de filippo

Gio, 27/09/2012 - 21:17

Caro Direttore, la sentenza sortita ieri non mi meraviglia affatto. Sono Magistrati che giudicano i loro colleghi. Da quando, Caro Direttore, ha letto sentenze di condanna contro la loro casta?. Per noi, che siamo diventati sudditi della magistratura, dovremmo aver PAURA di essere giudicati anche se l'accusa sarebbe quello di "un piano per rubare la TORRE di PISA!" SIAMO CON LEI CON GRANDE STIMA ED AFFETTO!! Merlino80

AG485151

Gio, 27/09/2012 - 21:17

Caro Direttore : ho finalmente letto l'articolo incriminato. Non ho capito dove fosse il reato per cui l'ho riletto e ririletto. Niente. Continuo a non capire dove sia. O sono diventato analfabeta o sono cose da campane a martello. Lei fa bene a fare come sta facendo. Bravo + . Non gli dia soddisfazione a quelli. Ha tutta la mia solidarietà ,che purtroppo Le posso esprimere solo così.

Ritratto di fil2011

fil2011

Gio, 27/09/2012 - 22:03

Ce la passano come democrazia, me é solo e soltanto una dittatura allargata! Ce ne fossero TANTE persone come TE!!!Grazie di tutto Sallusti e RESISTI , IN TANTI SIAMO CON TE!!!

Ritratto di fil2011

fil2011

Gio, 27/09/2012 - 22:17

Ce la passano come democrazia, me é solo e soltanto una dittatura allargata! Ce ne fossero TANTE persone come TE!!!Grazie di tutto Sallusti e RESISTI , IN TANTI SIAMO CON TE!!!

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 27/09/2012 - 22:22

Siamo tutti Sallusti!!! Noi, senza saperlo, viviamo veramente in una dittatura. I tiranni, e sappiamo chi sono, dovranno fare la fine tipica dei tiranni. Al momento opportuno dovremmo ricordarcelo.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 27/09/2012 - 22:24

Dovremo perdonare i nostri nemici, ma non prima d'averli impiccati.

francesco57

Gio, 27/09/2012 - 22:33

Solidarietà al dott. Sallusti. Preferisco evitare commenti sulla magistratura e sulla classe politica che partorisce simili mostruosità legislative. Spero solo che la gente se ne ricordi alle prossime elezioni.

RenzoTra

Gio, 27/09/2012 - 23:18

Avevo già scritto ieri ma il commento non è stato pubblicato. Secondo me ne pubblicate 20 che vi piacciono e uno che non vi piace. Ripeto ciò che ho detto: Ma possibile che il giornale non abbia un avvocato che possa valutare gli articoli che vengono pubblicati ? Come si fa a non capire che se una di quelle persone citate nell'articolo ti denuncia sicuramente verrai condannato. Perlopiù, considerando che era anche una notizia falsa come confessato dall'autore.

conteciri

Gio, 27/09/2012 - 23:49

Leggo della condanna di Sallusti e penso.... Lui va in carcere perché ha diffamato un giudice.... E vedo migliaia di persone extracomunitarie nullafacenti che vivono a delinquere girare liberamente a spese della collettività deridendo il nostro stato e le nostre forze dell'ordine. Allora dico che Sallusti belpietro feltri devono candidarsi a guidare questo paese alla deriva pieno di indegni incapaci hai posti di potere . E' ora di finirla... Ci dobbiamo ribellare.

ninito

Gio, 27/09/2012 - 23:51

Direttore, siamo tutti con Lei. Questa magistratura politizzata dovrebbe essere ripulita. Tenga duro, e speriamo che torni la democrazia in Italia.

tiptap

Ven, 28/09/2012 - 00:16

Ammirazione, solidarietà, gratitudine, onore al Direttore Sallusti! E preghiere. Deve proprio dimettersi? Spero di no. In ogni caso lo aspettiamo sempre di nuovo. Grazie.

BONSIPOGGI

Ven, 28/09/2012 - 00:19

Caro Sallusti, siamo tutti con te.Se Napolitano non farà in modo da correggere questo macroscopico errore farà un vero autogoal. Resisti. Un cordiale saluto

Ritratto di Pasquale Marongiu

Pasquale Marongiu

Ven, 28/09/2012 - 00:59

(QUESTIONE SALLUSTI) Leggendo alcuni commenti non posso che inorridire, ma poi ci penso un po' e dico che è tutto normale ... SIAMO IN ITALIA. In quella nazione dove è normale che sia cosi. In quella nazione dove si può dare del pezzo di merda a tutti ma non ai magistrati. In quella nazione nella quale, pur essendo in un movimento nel quale ci si batte per essere tutti fratelli. si punta il dito contro qualcuno. Tutto questo, a me, fa scifo. Io ci scommetto le palle che se al posto di Sallusti (vorrei ricordare che non mi è simpatico) ci fosse stato un giornalista di sinistra certi interventi non li avrei letti. Forse ne avrei letti scritti da parte di qualcuno di destra ma io gli avrei giudicati stupidi ugualmente. Per tornare a quel famoso articolo, il problema è: quella ragazzina è stata fatta abortire si o no? Se si, in Italia, posso non essere d'accordo su quanto ha deciso un giudice si o no? Se il mio disappunto non è espresso correttamente su come si sono svolti i fatti. non sarebbe più giusto farmi espellere dall'ordine dei giornalisti o mettermi una ammenda salata e farmi rettificare i fatti con un articolo con lo stesso spessore? Se un giudice sbaglia una sentenza e manda in galera un uomo e poi dopo tanti anni si viene a scoprire che è innocente e costui chiede i danni, secondo voi, chi paga? Ve lo dico io; paga lo stato cioè NOI! A questo punto la domanda è: perché Sallusti si deve fare 14 mesi di carcere e invece quel giudice no? Guardate che se si continua cosi, le cose si mettono più male di quanto lo sono. Non dimentichiamoci che siamo alle porte di una campagna elettorale e se ci si dovesse arrivare con questi toni sarà una campagna elettorale dai toni altissimi ed avvelenati. Tutti contro tutti. L'Italia, non ha bisogno di questo, l'Italia ha bisogno di essere governata seriamente e per fare questo c'è bisogno di una campagna elettorale dai toni bassi e propositivi. Le campagne elettorali contro qualcuno non hanno più ragion d'esserci. Impariamo a impostare delle campagne elettorali non contro qualcuno ma in favore di qualcosa e questo qualcosa non può che essere il bene comune e non solo a parole ma con i fatti e gli atteggiamenti di ciascuno di noi. SCUSATE LO SFOGO.

luciano_celli

Ven, 28/09/2012 - 01:06

Il massimo rispetto,ammirazione,supporto a lei,direttore Sallusti.Fà più clamore un solo uomo determinato come lei,che un esercito di caproni.In bocca al lupo. Luciano Celli Tancredi.

vivaitaly

Ven, 28/09/2012 - 02:48

Hai ragione Sallusti, i criminali sono fuori e vogliono azzittire chi e' di buon senso. Purtroppo viviamo in un mondo di corruzione che deriva per prima da una ideologia sinistra che va contro ogni legge morale e Cristiana, e secondo perche' l'occidente oggi si e' allontanato dalla legge di Dio. Se non c'e' Dio allora tutto e' possibile, non ci sono limiti, ognuno fa cio' che vuole. E questa si chiama ANARCHIA.

Ritratto di alex333al

alex333al

Ven, 28/09/2012 - 03:07

al Direttore assoluta solidarietà, alla gogna le caste e gli aborti politici.

marcothai

Ven, 28/09/2012 - 05:28

Esprimo in queste pagine la mia solidarietà al Direttore. Scusate ma ritengo facebook e affini una "cosa" per minorati mentali e purtroppo ce ne sono molti. Forza Direttore

quellola

Ven, 28/09/2012 - 08:30

Nel governo italiano: corruzione, tangenti, soldi rubati, festini, associazione mafiosa, berlusconi implicato in mille cose, tante accuse, ma riesce sempre a farla franca, scandalo Lazio, scandalo della padana, ecc ecc tutto questo in Italia non sono motivo per andare in carcere per il governo italiano ovvero per i politici ovviamente, ma se per caso esprimi una tua opinione, un tuo libero pensiero,giusto o sbagliato che sia, visto che siamo in democrazia, li no, se tocchi la politica, li vai in carcere.... Tanto ormai e tutto chiaro, lo capirebbe un bambino che GOVERNO ITALIANO = MAFIA

Chiara Rimmaudo

Ven, 28/09/2012 - 08:33

Magari fossi Sallusti! Ammiro la signorilità di essersi fatto carico, in qualità di Direttore, di un articolo scritto da un altro, fino alle conseguenze del carcere e senza chiamare a rispondere "Dreyfus" del suo operato. Lo ammiro e lo stimo per non aver ceduto alla tentazione di evitare il carcere, pagando, magari con soldi del Giornale da Lui diretto. Lo ringrazio per aver spianato la strada alla signorilità professionale e Gli porgo i miei più sinceri e affettuosi auguri. Fuori Dreyfus dal Il Giornale.Chiara

Ritratto di pediculo

pediculo

Ven, 28/09/2012 - 08:38

Onore a Sallusti. La sua battaglia contro il blob catto-comunista è una battaglia per la libertà di questo Paese. Ininfluente sapere se ha scritto lui o qualche altro giornalista l'articolo incriminato. Fondamentale è mettere in risalto l'oppressione che il potere giudiziario esercita contro la libertà del popolo non allineato.

egi

Ven, 28/09/2012 - 08:45

Dovrebbero essere condannati anche i magistrati che diffamano imputati innocenti

quellola

Ven, 28/09/2012 - 08:47

La mafia? Beh la mafia è un'associazione a delinquere, che vive attraverso estorsione, racket, sfruttamento della prostituzione, traffico di armi e droga e riciclaggio di denaro! Fateci caso è identico e preciso a quello che succede nella politica italiana... nel governo italiano... Che coincidenza ........

linoalo1

Ven, 28/09/2012 - 08:59

Non si può essere solidali 'a prescindere'!Bisogna valutare'caso per caso'.Molti Giornali Sinistri ne hanno dette di cotte e di crude su Berlusconi e nessuno è mai intervenuto per evitare questo linciaggio!Vorrei tanto che,quanto sta succedendo a Sallusti,succeda a tutti i direttori dei Giornali di sinistra e che si faccia una legge in cui si pretenda che 'i Media'si debbano limitare a riportare i fatti accaduti e che non si atteggino a Opinionisti.Perchè,purtroppo,ci sono ancora troppi Ignorantoni che si lasciano condizionare dalle opinioni enunciate sia in Tv che sui Giornali.L'unica cosa che fa paura,è che,se un Magistrato sbaglia, non puoi dirlo!Pena,il carcere a vita!Se tocchi un Msgistrato'vedi caso Di Pietro' tutti i magistrati lo difenderanno!Qualcuno ci dica quale magistrato è stato condannato quando ha sbagliato!Se sbaglia uno di loro,siamo noi cittadini che dobbiamo pagare!Sarebbe ora che,finalmente,si faccia una seria riforma della Magistratura!O no!!??Lino.

loreta borghero

Ven, 28/09/2012 - 09:05

Io sono con Sallusti : per me è un "vero signore". Ma ieri ho letto il famoso articolo dove mi pare non ci fosse nessun nome: perchè quel giudice ha querelato il Direttore? Perchè l'autore dell'articolo si è fatto vivo solo adesso? Ma è vero che è un deputato? Grazie per le risposte.

lui976

Ven, 28/09/2012 - 09:56

La legge va rispettata, punto! Se poi è una cattiva legge allora si può cambiare. MA chi ha governato in questi anni aveva altro da fare? Comunque io non sono Sallusti manco per sogno.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 28/09/2012 - 10:01

Presumo che i poveri minchioni che qui scrivono l'articolo in questione non l'abbiano neanche letto. Dovrebbero farlo altrimenti scrivono scemenze come quelle che si leggono. Non c'è nessuna battaglia in corso per il diritto di cronaca, o la libertà di espressione, anzi forse, è tutto l'opposto. Se qualcuno si fosse informato prima di cosa sta blaterando scoprirebbe che ad essere stato sanzionata non è un'opinione, un ideale o una presa di posizione ma semplicemente il fatto che nell'articolo in questione, PER FINI MERAMENTE POLITICI, SONO STATE DIFFUSE INFORMAZIONI FALSE, BUGIE, MENZOGNE, COSE MAI ESISTITE, come ricostruito, al di la' di ogni ragionevole dubbio, dal processo. Detto questo, giusto per ricondurre il discorso nel suo alveo corretto, Sallusti deve andare in prigione? No! Assolutamente no! Sallusti deve essere privato della possibilità di reiterare il reato non della libertà personale. Voglio concedergli il beneficio del dubbio e credere che l'avallo alla pubblicazione di un articolo contenente menzogne sia stato frutto di un errore di valutazione che cioè ci sia colpa ma non dolo ma questo non toglie che vi siano responsabilità di cui rispondere. Nel concetto di "libertà d'informazione" rientra la possibilità di esprimere opinioni e pareri senza temere conseguenze personali, ma non vi rientra la possibilità di affermare e diffondere notizie e informazioni false, come nel caso in esame, perchè il giorno stesso che ciò diventasse possibile sarebbe il giorno in cui la libertà d'informazione è morta. Credo che anche i più accesi sostenitori di Sallusti che qui scrivono non arriverebbero mai nel loro privato ad andare a raccontare in giro cose che sanno essere completamente false pur di fare propaganda quindi no, #NonSiamoTuttiSallusti.

Criticonebis

Ven, 28/09/2012 - 10:13

Mi dispiace per la condanna del direttore Sallusti, ma mi pare che ci sia molta disinformazione attorno a questo fatto. Sallusti NON é stato condannato per un reato di opinione, lo é stato per non aver adempiuto ad un suo preciso compito, per il quale é stipendiato, quale direttore de Il Giornale. Risponde quindi semplicemente per non aver fatto compiutamente quello che la legge prevede che un direttore (di giornale, e anche di stabilimento, d'azienda, ecc.) deve fare: evitare che nell'organizzazione di cui é responsabile vengano commessi dei reati. Quanto poi al reato di diffamazione, qualcuno mi spieghi perché se io dico pubblicamente che uno é cornuto, ladro, ecc. compio un atto di diffamazione mentre se lo dice/scrive un giornalista si tratta di un'opinione e quindi non perseguibile come reato. I migliori saluti.

filippo fiorentini

Ven, 28/09/2012 - 10:18

negli USA il video di un folle ha causato morte e distruzione nel mondo, credo che un controllo ci voglia.la libertà di stampa deve avere un limite! Metterei in galera Sallusti,MA insieme a lui tutti gli iscritti a Magistratura Democratica, giacchè un Giudice deve essere apolitico e imparziale.

italo gualandi

Ven, 28/09/2012 - 10:26

Solidarietà e stima al direttore Sallustri per l' assurda condanna, anche perchè in Italia non arrestano nemmeno i veri delinquenti tra i quali moltissimi politici "VRGOGNA".

cesaresg

Ven, 28/09/2012 - 10:38

Ha ragione il direttore Sallusti che IN ITALIA PIU' CHE GLI EURO MANCANO LE PALLE. Dopo aver sentito della comferma della condanna a Sallusti si sarebbe dovuto organizzare delle manifestazioni, piu' o meno pacifiche, davanti ai tribunali di tutta Italia perché noi vediamo che chi è vicino al Presidente Berlusconi è sempre condannato a prescindere. Avanti tutti facciamoci sentire non solo a commenti sui siti di internet ma anche in piazza. Dobbiamo farci vedere dalla supercasta dei cosiddetti magistrati: loro quando sbagliano non pagano mai e vogliono determinare la vita politica e sociale degli italiani.

villiam

Ven, 28/09/2012 - 10:57

siamo in piena dittatura della magistratura come possiamo chiedere libertà !!!!!!!!!!!forza sallusti dobbiamo cambiare la magistratura politicizzata,il rischio è grande ,ma se siamo in tanti si riesce!!!!!!!!!!!!!!

cesaresg

Ven, 28/09/2012 - 11:05

@luigipispo perché non vai a romper i co......ni da un'altra parte? per esempio sulla repubblichella, corrierino dei piccoli, l'unità non so di che coa ecc

giuseppe82

Ven, 28/09/2012 - 11:10

PERCHè NON SUCCEDE NULLA A QUEI MAGISTRATI CHE HANNO LA RESPONSABILITA' DELLA SEGRETEZZA DELLE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE ED INVECE NE PERMETTONO PUNTUALMENTE LA FUGA???

Nonesisper

Ven, 28/09/2012 - 11:10

Tutta la mia stima e solidarietà al direttore Sallusti: quanta santa ipocrisia in un Paese dove, da una parte, l'aborto si definisce "terapeutico" mentre, dall'altra, si esigono da terzi somme da devolvere in beneficenza ad associazioni quali "Save The Children" ... Nessuno trova niente da ridere. Mi vergogno immensamente di vivere in un'epoca come questa e popolata da questi personaggi.

gianni bartoli

Ven, 28/09/2012 - 11:26

Non ho trovato l'aggettivo per definire la condanna al direttore Alessandro Sallusti. Con tutto ciò che si sente ogni giorno, il Sig. Sallusti viene mandato in carcere per un articolo (una opinione) scritta da altra persona. INCREDIBILE !! INCREDIBILE !!

albertoro

Ven, 28/09/2012 - 11:33

Esprimo la mia più accorata solidarietà al grande direttore Sallusti, vittima di una legge liberticida, fascista che dalla nascita della REPUBBLICA in poi la classe politica NON ha voluto abrogare, rendendosi così colpevole di NON riconoscere il diritto fondamentale alla libertà di parola, di opinione sulla carta stampata. ( forse la classe politica ha timore, tra l'altro, di urtare anche la suscettibilità della potente casta della magistratura?).

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 28/09/2012 - 11:42

La condanna di Sallusti è sacrosanta. Il reato di diffamazione è evidente ed è stato ammesso dallo stesso dallo stesso autore materiale dell'articolo (Farina alias Dreyfus). La libertà non c'entra nulla, si tratta semmai di rendere civile quello che oggi è un reato penale. Il resto sono solo piagnistei delle solite "vittime".

Pagine