Adesso Equitalia trema per i dossier rimasti segreti

Secretati rapporti degli analisti dell'Ocse e del Fondo monetario internazionale. Ecco cosa c'è in quei dossier

S uccede che l’anno scorso il ministro, anche, delle Finanze Padoan e il suo consigliere economico fiscale, Vieri Ceriani, hanno chiesto a due organismi internazionali un rapporto sul funzionamento delle nostre agenzie fiscali. Una due diligence, come è scritto nei documenti ufficiali, su Agenzia delle Entrate ed Equitalia. A farlo gli uomini del Fondo monetario internazionale e dell’Ocse. Soprattutto, questi ultimi, hanno preso la cosa davvero sul serio. Mettendosi in testa di andare a fondo. Hanno sentito tutti coloro che per un motivo o per l’altro hanno a che fare con il braccio amato del fisco: sindacati, lavoratori, commercialisti, politici, dirigenti attuali ed ex delle agenzie. Ne sono scaturiti due rapporti. Ma che fine hanno fatto? Secretati. Sì avete capito bene. In un paese che non si tiene un cecio in bocca su nulla, quando si parla di fisco, tutti zitti e muti. I dossier sono nelle mani di pochissimi: una mezza dozzina di persone al ministero di Padoan ed un paio di collaboratori di Matteo Renzi a Palazzo Chigi. Chi parla muore. Al premier hanno spiegato bene cosa c’è scritto dentro. E le sue recenti uscite sulla prossima abolizione di Equitalia, non debbono essere prese solo come una boutade elettorale.

Gli analisti dell’Ocse dipingono un quadretto delle nostre agenzie e in particolare dell’attività di riscossione nei confronti dei microcontribuenti da brivido. Lo stesso che migliaia di invisibili conoscono bene, ma che la tradizione alla Visco nega da sempre. Il punto centrale è che negli ultimi quindici anni queste Agenzie hanno concentrato nelle loro mani un potere incontrollabile. Alle funzioni di accertare banalmente l’evasione ed eventualmente riscuoterla, hanno sommato un potere, micidiale, di condizionamento delle norme fiscali e di loro interpretazione che schiaccia il contribuente. A scriverlo ora sono anche analisti internazionali e indipendenti. Anzi sono proprio quegli analisti che hanno recentemente fatto approvare dal G20 la stretta più forte mai fatta contro l’elusione fiscale da parte delle multinazionali (sono le norma Beps e quello che sta loro intorno): insomma a criticare il nostro inferno fiscale non sono certo delle mammolette lussemburghesi. Nel rapporto Ocse si dice che il comportamento dell’Agenzia delle entrate nei confronti delle grandi imprese, nell’accompagnarle al rispetto delle norme, e nella eventuale riscossione dell’evaso è ben fatta, secondo gli standard internazionali. Ciò che proprio non funziona è il resto: presunzioni tributarie sui ricavi dei piccoli, attività di accertamento troppo dure, contenzioso sbilanciato a favore del pubblico. Insomma ciò che da anni tutti noi sappiamo.

Agenzie forti con i deboli e più o meno corrette con i forti. Immaginatevi cosa potrebbe succedere se la cosa, firmata da Ocse e Fmi, fosse stata divulgata durante una delle nostre continue campagne elettorali. A Palazzo Chigi non sono sprovveduti. In particolare Nannicini è da mesi che lavora su questi temi. E lo stesso Renzi ha criticato «il lato oscuro» dell’Agenzia delle Entrate, minacciato dalla sua responsabile, Orlandi. Per alcune settimane sono stati anche sondati alcuni ex dell’Agenzia per sostituire in corsa la Orlandi (nominata però proprio dal premier su spinta di Visco), ma poi si è deciso di soprassedere: basterà non riconfermarla a scadenza. Nel frattempo si dovranno riformare le Agenzie. Sotto lo slogan di abolire Equitalia c’è dunque ben di più. Ridurre i poteri normativi dell’Agenzia, riportandoli al ministero, e fonderla con Equitalia, unendo così accertamento dell’evasione e riscossione del dovuto. Se questo è il piano, c’è un solo motivo, per il quale tenere segreti i rapporti sul fisco di Ocse e Fmi: si ha paura del loro impatto politico.

Commenti
Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 11/06/2016 - 21:21

Einsatein diceva: «la differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti». I protagonisti di questa scena, sono di certo illimitatamente stupidi. La probabilità che un mio commento, compreso questo, passi è del 20% (mi son fatto i calcoli). Continuo a postare: almeno i moderatori li leggeranno. Un contributo perché anche loro abbiano i loro «limiti».

giottin

Sab, 11/06/2016 - 21:35

Già, le grandi imprese ed i grandi evasori dai nomi altisonanti, evadono putacaso 30 milioni e fanno un concordato di 2/3/4, mentre per i piccoli 1000 euro diventano subito 4000 e più passa il tempo lascia o raddoppia, raddoppia raddoppia. Luridi farabutti al rogo!!!!

moichiodi

Sab, 11/06/2016 - 22:01

La solita favoletta condita con un"la tradizione alla Visco.." e dire che sarebbero secretati. Ma nessun problema ci pensa il giornale a romanzare....

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 11/06/2016 - 22:15

Non ci sono commenti? La paura fa 90? Renzi creò la dirigenza di

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 11/06/2016 - 22:26

1) Renzi creò Equitalia a sua immagine e somiglianza? Non ho capito. 2) Faceva spennare i polli mentre i galli scappavano? 3) Plasmò l'Agenzia come deterrente per ricatti politici? Tre domande per un'unica risposta: siamo nelle mani di nessuno o di qualcuno che non vorremmo cadere mai. Evviva la Repubblica!

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 11/06/2016 - 22:26

1) Renzi creò Equitalia a sua immagine e somiglianza? Non ho capito. 2) Faceva spennare i polli mentre i galli scappavano? 3) Plasmò l'Agenzia come deterrente per ricatti politici? Tre domande per un'unica risposta: siamo nelle mani di nessuno o di qualcuno che non vorremmo cadere mai. Evviva la Repubblica!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 11/06/2016 - 22:32

Sintetizando CANE NON MANGIA CANE caro Porro!!! Saludos dal Nicaragua

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/06/2016 - 22:55

DA EQUITALIA A MARE NOSTRUM, UNO SCHIFO DI BUGIE ED ARBITRIO SULLE SPALLE DI TUTTI. CARI BOIARDI DI STATO E BAMBOCCIONI PARVENU', LA STORIA VI GIUDICHERA' PER QUELLO CHE SIETE: DEI CRIMINALI.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 11/06/2016 - 23:00

----no no hermes---sei lento---qui renzi non c'entra nulla---anzi li ha chiamati lui i controllori---hasta siempre

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 12/06/2016 - 01:59

Bastardi . Siamo ai tempi di Notthingam e dello sceriffo, con questi infami che approfitattano dei poveracci. I forconi avevano iniziato, che fine hanno fatto?

moichiodi

Dom, 12/06/2016 - 03:07

Un articolo bufala che non vale commenti. Ma almeno ricordare agli smemorati che equitalia è stata istituita da Berlusconi-Tremonti.

arkkan

Dom, 12/06/2016 - 08:39

Il fatto è, comunque, che le leggi da cui discendono i poteri di Equitalia sono state approvate dal Parlamento! L'inversione dell'onere della prova (presunzione di evasione) è legge votata dal Parlamento! Ergo, i delinquenti non sono i dipendenti di Equitalia o dell'Agenzia delle Entrate, sono coloro che, in qualche modo eletti democraticamente (quasi) quali ns rappresentanti, hanno votato ed approvato queste norme. Se dobbiamo impiccare qualcuno, dovremmo cercarlo tra costoro!

unosolo

Dom, 12/06/2016 - 09:32

davvero qualcuno non sapeva che questo baraccone usa la prepotenza con i deboli e condona ai furti fatti dai ricchi ? loro possono evadere e ottenere sconti o addirittura essere esentati ( sembra il Verdini uno di questi , sembra ovviamente o solo voci o magari solo in attesa ) esentati solo se amici o parenti o Leopoldiani , chissà , è strano il segretare di certe cose che dovrebbero essere diffuse e controllate non tacitamente accantonate.

SAMING

Dom, 12/06/2016 - 09:53

Racconto spesso una storiella:" in un Paese venne ripristinata la pena di morte che quindi divenne legge per quel Paese. Fu allora pubblicato un bando per trovare il boia ma nessuno si presentò e quindi la legge non potè essere applicata, in quel Paese ma statene certi che in Itlia di boia ne avrebbero trovati a milioni! Ed infatti abbiamo l'Agenzia delle Entrate, Equitalia, la magitratura, la GdF ecc ecc

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/06/2016 - 10:13

Classica storia infame all'italiana. Un baraccone nazicomunista succhiasoldi, forte con i deboli e debole con i forti. Da chiudere subito.

nem0

Dom, 12/06/2016 - 10:29

Occorrerebbe una Norimberga per tutte quelle brave persone.

flip

Dom, 12/06/2016 - 11:22

arkkan, sei forte. è proprio così! i poteri a certe istituzioni li ha dati il parlamento. regolarmente e principalmente di sinistra (lotta all'evasione a tutti i costi ed in tutti i modi) ma qualcosa (più blandamente) anche da destra.

Ritratto di giorgio44

giorgio44

Dom, 12/06/2016 - 12:06

moichiodi, ma che cavolo dici.Scommetto che sei un dipendente di Equitalia! Altrimenti non si capiscono i tuoi interventi. I tuoi interventi falli su Repubblica, non sul Giornale.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 12/06/2016 - 12:25

Che massa di schifosi delinquenti!

meloni.bruno@ya...

Dom, 12/06/2016 - 13:32

Equitalia è il responsabile terminale di tutta la storia creata a monte,primo lo stato con le tasse,poi agenzia delle entrate con i suoi studi di settore,i comuni con le cartelle a vanvera,un circuito vizioso con i conti virtuali, ecco perchè l'ocse ha rivendicato il richiamo alla realtà che il nostro governo a secretato.L'OCSE s'è fatta si è posta delle domande concludento che se migliaia di piccole e medie aziende commerciali chiudono e la gente si suicidia con il raddoppio della povertà,molte cose del fisco non quadrano.

Ritratto di hermes29

hermes29

Dom, 12/06/2016 - 18:59

Hanno tentato di tutto alfine di prevalere sopra e contro di noi, nuocendoci indirettamente, tartassandoci direttamente, emarginandoci ideologicamente, privandoci della dignità dell'essere. Popolo italiano:!! Chiedo di mettere alla sbarra tutti i Parlamentari che hanno tradito la fiducia del popolo elettorale negli ultimi 20 anni. In loro si annida il germe del tradimento per inseguire la ricchezza e la propria gloria; come in nostra sofferenza abbiamo potuto constatare sulla maggioranza degli costituzionalmente innominati. Chiedere il sequestro immediato dei loro beni fino alla terza generazione: e cosa buona e giusta. "Quando mente ed intelletto sono pronti, ogni passo successivo diventa breve"

rogerx

Lun, 13/06/2016 - 12:33

Hermes 29. Concordo pienamente!!