Berlino dichiara guerra a Renzi: "Non ci fidiamo, basta debiti"

Il presidente di Bundesbank sceglie Repubblica per attaccare l'Italia: "No all'acquisto di bond". Poi avverte il governo: "Roma sia responsabile"

Angela Merkel e il presidente della Deutsche Bundesbank Jens Weidmann

È ancora Germania contro Italia. Cade così nel vuoto l'appello del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Berlino torna ad attaccare a testa bassa. "L'acquisto di titoli sovrani nell’Eurozona è da valutare diversamente che in altre aree valutarie - tuona Jens Weidmann, presidente di Bundesbank - in Europa accanto alla politica monetaria comune abbiamo 18 Stati con politiche finanziarie indipendenti e rating e situazioni di debito ben diversi. Ciò crea tentazioni di indebitarsi di più e scaricare le conseguenze sugli altri". Il presidente della Buba sceglie Repubblica e altri due giornali europei per bastonare il premier Matteo Renzi e il presidente della Bce Mario Draghi sbarrando la strada alla possibilità di acquisire i bond. "Non vedo questa urgenza", taglia corto.

Secondo Weidmann, l'inflazione tornerà a crescere e spiega come il calo dei prezzi energetici sarà come un piccolo programma di aiuti per la congiuntura: "Rafforza il potere d’acquisto dei consumatori, accresce gli utili delle aziende. Quindi non c’è necessità vincolante di reagire". Tornando sul ruolo della Bce, il numero uno della Bundesbank si affretta a imbrigliare Draghi ponendosi contro chi ritiene che Francoforte debba agire contro la crisi. "Le banche centrali non sono governi paralleli - sottolinea - la politica europea deve essere fatta da Parlamenti e governi, e la risposta ai problemi non può essere sempre dare nuovi compiti alla Bce". Con Draghi si telefonano spesso. E si incontrano pure a quattr'occhi. Ma le posizioni restano distanti. Weidmann rè convinto che la Germania dovrebbe fare più pressioni sulla comunità internazionale. "Berlino dovrebbe fare di più per la crescita - continua - ma non ha bisogno d’un fuoco di paglia congiunturale. E inoltre più investimenti tedeschi avrebbero conseguenze ben limitate nel resto dell'Eurozona".

Per la Germania il punto non è tanto Bruxelles. Il nemico numero uno resta Roma. "Il governo italiano sa molto bene che cosa deve essere fatto, e giustamente ha preso alcune iniziative - incalza Weidmann - a fronte dell’alto debito sovrano, naturalmente, il consolidamento del bilancio è di un’importanza speciale". Ma non basta. Il Jobs Act, per esempio, è solo un primo passo. "Adesso deve essere anche tradotta in pratica", fa notare il governatore della Buba sbarrando, tuttavia, la strada all'erogazione di nuovi investimenti. Come già detto ieri dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, anche Weidmann ricorda all'Italia che il debito pubblico è già troppo alto. "Un rinvio del consolidamento non farebbe che rinviare i problemi, che in tal modo non farebbero che crescere - spiega - in questo senso è decisivo varare una politica di consolidamento credibile. Se si ritiene necessario avere un maggior margine di manovra per investimenti, tale margine dovrebbe essere conseguito con una revisione delle priorità di bilancio".

La maggiore flessibilità chiesta da Renzi e Hollande non va proprio giù a Weidmann. Che, nell'intervista a Repubblica, ricorda: "Se una regola viene interpretata in modo troppo flessibile, alla fine non è più vincolante". Quanto alla decisione della Commissione Ue di ammonire Italia e Francia ma senza aprire procedure, Weidmann si sarebbe aspettato decisioni più chiare: "È sbagliato dare l’impressione che le regole sono sempre negoziabili e il consolidamento sempre rinviabile. Il nostro obiettivo deve essere restituire solidità alla fiducia nelle finanze pubbliche nell'Eurozona. E una responsabilità speciale per la credibilità delle regole concordate insieme spetta ai paesi maggiori quali Italia, Francia o Germania. Se uno solo di questi Paesi non sarà all’altezza della propria responsabilità, avremo tutti un problema".

Commenti

Agev

Sab, 13/12/2014 - 16:09

Zittite questo buffone/impotente/incapace ..Questa non è una banca ..E' un associazione a delinquere . L'atra ominide .. probabilmente un clone mistico/ideologico .. Sarebbe bene vietarle di esprimere le solite idiozie e sarebbe bene vietarle di venire in Italia .. Visto il modo criminale con cui continua/persevera nei nostri confronti e verso Tutta l'Europa .. E' della peggior razza cristiana/comunista .Gaetano

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 13/12/2014 - 16:15

Questi Tedeschi non sanno cosa sia la solidarietà tra Paesi dell'Unione (tanto meno della Zona Euro). Andate un po' in giro per la Germania e vedrete quanti soldi girano, quanto scintillanti sono le città e anche le cittadine di provincia. Nuovi centri commerciali spuntano come funghi, con le ultime tecnologie messe in sfacciato risalto nei luoghi pubblici. Ristoranti e negozi pieni come sempre, strapieni di merci all'ultimo grido, Tedeschi pensionati e non sempre in giro per il mondo in vacanza e in crociera. La Germania e' il vero Paese che trae vantaggio dall'Euro, mentre quasi tutti gli altri stringono la cinghia.

luiss_sm

Sab, 13/12/2014 - 16:57

Italiani, Francesi e Spagnoli la smettano di comprare prodotti tedeschi.Poi forse, cominceranno a ragionare.

Giorgio5819

Sab, 13/12/2014 - 16:58

Cosa si faceva una volta quando lo straniero cercava di invadere il nostro paese ? Gli italiani, quelli di sinistra, sono schifosamente impegnati a distruggere il nostro stato e a regalarlo al nemico in cambio di un lasciapassare per lasciare impunite le loro porcherie. Sveglia Italia !

filder

Sab, 13/12/2014 - 17:21

Due figure di Marionette con la faccia da scemi e che prima di parlare dovrebbero avere il coraggio di guardarsi allo specchio, credo che quando sarà il momento che una nazione troverà il coraggio di uscire dall Euro molti altri seguiranno e poi per i sopracitati ladruncoli saranno caxxi loro.

Camilla_Z

Sab, 13/12/2014 - 17:37

Secondo Weidmann l'inflazione crescerà con il petrolio che va a picco. Ma alla Bundesbank hanno mai pensato di mettere qualcuno che ci capisce di economia? Sono sconvolta

agosvac

Sab, 13/12/2014 - 18:01

Questo weidman è veramente una persona strana. E' governatore della bundesbank ma sembra che di finanza ed economia ne capisca proprio poco e niente. L'Italia non ha bisogno che la Bce compri i suoi titoli di Stato perché già li copra la finanza internazionale visto che ad ogni nostra emissione il rapporto di copertura è sempre molto al di sopra dell'offerta. Piuttosto dovrebbe pensare alla sua cruccolandia visto che i suoi bund molto raramente vengono tutti venduti anzi spesso deve intervenire proprio lui con la sua bundesbank per comprare ciò che resta invenduto. Per quanto poi riguarda il debito pubblico non è che quello tedesco sia basso anzi quantitativamente è assai supriore a quello italiano solo che loro, prima, crescevano molto di più. Ora crescono sempre di meno.A breve potrebbero andare in difficoltà.

vince50_19

Sab, 13/12/2014 - 18:03

Fanno a turno: prima sora Anghela, poi il suo fedele scudiero mr. cognac, adesso il presidente di Bundesbank, quello che sconquassò le nostre finanze nel settembre ottobre 2011; fra un po' glielo dirà pure Fraca@@o da Velletri di mezzo, via Scassamento di palle n. 69 .. E allora? Fatela finita, Merkel e compagnuzzi di ur-lodge ambiziosi e mafiosi più che mai: se non vi sta bene uscite dalla Ue e fateci vedere quanto fumano le vostre balls. Altrimenti piantatela di scassare i cabbasisi, chiaro?

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Sab, 13/12/2014 - 18:56

Essere bastonati da in insulso crucco imbeccato.tra l'altro, da frau merkel e minacciati da un beone del granducato del lussemburgo. Noi,Popolo di Santi e Navigatori, Poeti e Scienziati, paradiso del cibo,dell'arte, dell'artigianato e della moda,della meccanica e della tecnologia.....ma siamo davvero a questo ? Avremo mai un rigurgito d'orgoglio, un vago ricordo dell'onor di Patria? Questa situazione non è più tollerabile, urge un vaffan...non più procrastinabile.

ulanbator10

Sab, 13/12/2014 - 18:59

Siete veramente dei fetenti. Siete fin disposti a giudicare i tedeschi esseri umani pur di dar contro a Renzi. La Germania ha fatto le scarpe a Berlusconi , ora le sta facendo a Renzi, ma solo perché vuole eliminare l'Italia dalla concorrenza europea, e voi ci godete pure. Ma fateci il piacere !!!! Guardate che io non sono di sinistra e mai lo sono stato. Ma chi vi legge, anche se la pensa come, non può che rimanere sconcertato. Stimare un tedesco, oltretutto banchiere, è veramente indecente, anche se parla male di Renzi.

paspas

Sab, 13/12/2014 - 19:00

SE LA GERMANIA E' RAZZISTA NOI SIAMO BEN LIETI DI ANDARCENE. ABBIAMO GIA' PAGATO ABBASTANZA

pbartolini

Sab, 13/12/2014 - 19:38

Se la maggior parte degli italiani e' con le toppe al cxxo non e' colpa dei tedeschi ma dei ladroni che ci governano, non distogliete l'attenzione dal vero problema, altrimenti la prossima volta che andate a votare sbagliate ancora (sempre che ci faranno votare ancora....)

swiller

Sab, 13/12/2014 - 19:48

Questi due qui quando meno te lo aspetti riaprono tutti i campi di concentramento in fin dei conti sono nazzisti.

Gianca59

Sab, 13/12/2014 - 21:45

I nostril fenomeni vogliono mano libera per continuare a farsi I cazzi loro. L' Europa ci chiede di dare un segnale positive. Per fare contenti tutti basterebbe mettere in atto delle riforme e degli atti che portion a risparmiare chessò 20 miliardi e poi spenderseli per la crescita. MA I NOSTRI FENOMENI NON HANNO I COGLIONI PER ABBASSARE I COSTI !

amicomuffo

Sab, 13/12/2014 - 23:05

La storia insegna e si ripete....i loro antenati furono sconfitti dai romani, il kaiser le buscò a suo tempo, per non parlare di Hitler....Se la storia si ripeterà prima o poi i tedeschi di oggi le buscheranno nuovamente ( speriamo!!!)

unz

Dom, 14/12/2014 - 00:24

basta pianti. la germania era solo macerie dipo il 45. e nell'89 ha integrato l'est disastrato. tanto di cappello. noi facciamo schifo si mangiano tutto politici politica appalti e cori di scambio. il tutti contro i tedeschi è solo nuova linfa che regaliamo ai nostri eletti pagliacci per continuare a non fare nulla per migliorare le cose.

Cobra71

Dom, 14/12/2014 - 03:07

Ma ci andiamo fuori da questa cxxxo di Europa o no? Renzi burattino e schiavo del sistema!!!

BRAMBOREF

Dom, 14/12/2014 - 08:05

GIGI85 Che cosa vuole questa culona tedesca, la guerra? Ci provi.

BRAMBOREF

Dom, 14/12/2014 - 08:10

GIGI85 Se vogliamo dare un bel servizio alla culona e compagni, Italiani, Francesi e spagnoli smettiamo di comperare Mercedes, Audi, VW, Bosch ecc. Lo facessimo veramente!

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 16/12/2014 - 08:35

Non ho mai votato a sinistra , mai mai e mai! ma in caso di referendum contro l' europa voterò sicuramente per grillo perchè questa europa, cosi come voluta ed auspicata dalla germania, dalla sinistra, da prodi non é accettabile: non ci rimane che uscirne.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 16/12/2014 - 08:38

La grande sorella boicotta l' italia: con intelligenza cerchiamo anche noi di boicottare la grande culona! come?? non acquistanto piu prodotti tedeschi.

ilbarzo

Ven, 02/01/2015 - 12:49

..e fate molto bene a non fidarvi,poiche' e' da stupidi fidarsi di un burattino manipolato da colui che lo ha investito di questo potere.