Telecom, Bernabè: non sapevo del riassetto. Letta: "I capitali non hanno passaporto"

Per il presidente del Copasir, la cessione a Telefonica pone problemi di sicurezza nazionale. Letta: "I capitali non hanno passaporto. Il problema è occupazionale"

"Abbiamo avuto conoscenza ieri dalla lettura dei comunicati stampa della recente modifica dell’accordo parasociale tra gli azionisti di Telco". A dirlo, in una audizione davanti le commissioni Industria e Lavori pubblici al Senato, è il presidente di Telecom Franco Bernabè. Che poi ha spiegato che "in queste condizioni, esiste un concreto rischio di downgrade del debito di Telecom Italia, con inevitabili riflessi negativi sulla capacità di investimento nel medio termine". Per evitarlo, secondo Bernabè, Telecom Italia "deve fare un aumento di capitale aperto a soci attuali o nuovi".

Telecom Italia conferma il proprio impegno a procedere nel confronto con l’Autorità e la Cdp sullo scorporo della rete, ma l’esito finale dell’operazione non è scontato e, in ogni caso, richiede tempi molto lunghi", ha aggiunto il presidente di Telecom. Poi arriva l'atto d'accusa: "Per arrivare a scelte differenti dovevamo tutti quanti pensarci prima. Se il sistema Italia fosse stato davvero così preoccupato del futuro di Telecom, come si è dimostrato in questi ultimi due giorni, forse sarebbe stato possibile un intervento più strutturato. Questo straordinario interesse per Telecom non mi sembra il sentimento che ha ispirato finora il sistema Italia. Se si parla di sistema sarebbe stato necessario un consenso più unanime e organico sugli obiettivi di Telecom".  

Il premier Enrico Letta, intervistato da Bloomberg Tv, ha detto che il problema dell'acquisto da parte di Telefonica è "del livello occupazionale", quindi del "numero di lavoratori che vogliamo mantenere e che vogliamo avere". Ribadendo che "Telecom è una società completamente privata", ha aggiunto che "non è problema di barriere, nè un problema di passaporto di capitali". I sindacati hanno chiesto al presidente del Consiglio un incontro urgente.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Copasir. "La cessione del controllo di Telecom agli spagnoli di Telefonica pone seri problemi di sicurezza nazionale, visto che la rete Telecom è la struttura più delicata del Paese, attraverso cui passano tutte le comunicazioni dei cittadini italiani ed anche quelle più riservate", ha dichiarato il presidente del Copasir Giacomo Stucchi.

Commenti
Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Mer, 25/09/2013 - 11:12

Se Bernabè fosse, oltre che presidente Telecom anche presidente del Consiglio dei Ministri, allora tutti (magistrati in testa) direbbero che "lui era perfettamente al corrente della questione, anzi l'aveva gestita in prima persona". Essendo solamente il presidente di Telecom, società piena rasa di politicizzati e spolpatori di capitali, NON può averlo saputo che i suoi più importanti azionisti stavano trattando con Telefonica. D'altro canto i giornali parlano solo di Berlusconi, IVA, IMU e quindi non c'è 1 solo rigo su queste trattative ormai annuali... Mi sembra sia non solo cieco, ma pure sordo = grande manager pubblicamente incapace, ma ben retribuito in ogni caso.

LAMBRO

Mer, 25/09/2013 - 11:20

E' UNA CATASTROFE ...MA BERSANI E C PENSANO AGLI AFFARI LORO. HANNO SCATENATO LE TOGHE ROSSE E ADESSO I NODI ARRIVANO AL PETTINE: NESSUNO PIU' SI FIDA!! L'EUROPA LASCIA SFORARE SPAGNA e FRANCIA CHE POI SI COMPRANO LE NOSTRE AZIENDE CON LE BRICIOLE....MA NON E' FINITA!! ANSALDO, FINMECCANICA, ILVA, ALENIA ecc.. SONO BOCCONI PRELIBATI PER TEDESCHI , RUSSI, CINESI, AMERICANI , addirittura INDIANI e MALESI ecc... IN DUE PAROLE : QUESTO E' IL COSTO DELLO SFASCIO PROVOCATO DALLA ASSATANATA SETE DI POTERE DEI KOMUNISTI. I DISOCCUPATI LI MANDEREMO A CASA LORO CON UNA SCORTA DI INVASORI (profughi)!!!

scric

Mer, 25/09/2013 - 12:18

attento che ti cresce il naso, se fosse vero, allora una sola cosa dimissioni se o no il presidente del gruppo telecom ?

scric

Mer, 25/09/2013 - 13:26

ma scusate intesa, generali e mediobanca escono dall'azionariato e nessuno sa niente politica e management dell'azienda? ma ancora credete che gli italiani credono alle favolette ? fate ridere

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 25/09/2013 - 13:55

Se non erro per il Cavalier Berlusconi,Presidente di Mediaset,i vari PM ,Giudici & C. dissero " Essendo il Presidente non poteva non sapere " : ora come la mettiamo con il Signor Bernabé? Se è Presidente, non può dire che ha saputo tutto dai comunicati stampa. Vediamo se vale anche per lui il non poteva non sapere...

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 25/09/2013 - 13:59

Voglio far notare una cosa: tutte le volte che al governo c'è un premier di sinistra se ne vanno in vendita le nostre migliori industrie o società, mentre se c'è un premier di centrodestra questo cerca di trattenerle il più possibile italiane (Berlusconi:Fiat, Alitalia....). Chi agisce nell'interesse del nostro Paese secondo voi? Inoltre le vendite avvengono per lo più verso i Francesi. Una volta a far occupare nel Rinascimento l'Italia da loro e a fare da apripista era stato il Duca di Milano, Ludovico il Moro, ora è la Sinistra. Alcuni loro magistrati con attacchi e inchieste spietati ai nostri gioielli industriali (Finmeccanica, Mediaset, Fiat, aziende di salta moda...) e l'appoggio incondizionato a CGIL e FIOM nelle contese sindacali hanno aperto una ferita forse mortale al nostro sistema industriale.

Tipperary

Mer, 25/09/2013 - 14:07

Bernabe ha dichiarato che ha saputo ieri dai comunicati stampa di ieri dell'accordo. Cosa ci sta a fare li se non Sa Cosa fanno i suoi collaboratori ? E ' il capo ! Non poteva non sapere come dicono i magistrati . O questo vale solo per S. B. ? Poiché telefonica trasferirà sede legale e amministrativa in Spagna ( tasse pagate in Spagna , cioè meno contributi in italia cioè meno fondi per le pensioni in italia) mi ride il buco d.c. A vedere Camusso Landini epifani e c. Con tamburi e cappellini rossi a manifestare con sciopero generale a Madrid contro i cattivoni di telefonica per i tagli al personale che inevitabilmente ci saranno . La sinistra ( Prodi Bersani Agnelli D'Alema De Benedetti Letta Colaninno protagonisti privatizzazione di Telecom, alla fine ci è riuscita ! Siamo falliti . Non ci sono più padroni , bravi 7+ . In cina chi si mette contro gli interessi nazionali viene fucilato in ginocchio con una fucilata alla nuca.Seguira ' illva con aiutino magistratura, Finmeccanica Enel. Che bello! Tutti a zappare i campi all'aria aperta.

vittorio102

Mer, 25/09/2013 - 14:10

MA E' INCREDIBILE....BERNABE' A TORINO 24 ORE PRIMA SMENTISCE LA CESSIONE DI TELECOM LETTA DICHIARA CHE UN SETTORE STRATEGICO COME LE TELECOMUNICAZIONI E' UN SETTORE PRIVATO....MA IN CHE MANI SIAMO CADUTI?L'ALITALIA VERRA' CEDUTA NOI TRA L'ALTRO VIVIAMO DI TURISMO.....L'ALITALIA RIDOTTA A VETTORE REGIONALE RENDERA' PIU' DIFFICILE RAGGIUNGERE L'ITALIA CON GRAVI RIPERCUSSIONI SUL SETTORE TURISTICO MA BASTA CON QUESTE MEZZE CARTUCCE A CAPO DELLO STATO CACCIAMOLI FUORI A CALCI NEL CULO.....CHE CAZZATA BUTTARE FUORI CREXI ORA ABBIAMO AL POTERE I PORTABORSE......BEL RISULTATO....

Ritratto di frank.

frank.

Mer, 25/09/2013 - 14:13

Lambro, tu vedi troppi film americani degli anni 50!!

Ritratto di frank.

frank.

Mer, 25/09/2013 - 14:14

Angeli Poli...forse non te ne sei accorto, ma il PDL è al governo insieme al PD!!! Non siete all'opposizione!! Accendi l'altro neurone va..

gamma

Mer, 25/09/2013 - 14:18

Letta con la frase "i capitali non hanno passaporto. Il problema è occupazionale" dimostra di essere uno dei numerosi politici italiani assolutamente ignoranti delle implicazioni profonde legate al mondo industriale. Il problema egregio Letta non è solo occupazionale ma è sopratutto industriale. Il settore delle telecomunicazioni non attiene solo alla normale imprenditoria ma anche all'alta tecnologia, alla ricerca scientifica nei campi dell'elettronica, dell'informatica, della fisica delle onde, del satellitare e tanto altro ancora. E naturalmente se ben gestito tutto questo porta anche vantaggi all'occupazione. Egregio Letta, se Telecom se la prendono aziende straniere dove pensa che si sposterà la ricerca nei campi che ho elencato ?

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mer, 25/09/2013 - 14:20

Fiction Sip e SMEmo di Telekom Serbia Ottimo e abbondante ubbidire ad una magistratura arrogante: decido io chi deve vivere o morire, ma questi non Cittadini non Italiani perchè esentati di pagare il danno, se sbagliano? UE, uguale agli Stati Uniti, oppure in Europa si fa una Politica scevra ma con annunci e frignate, mai un aiuto ai poveri cristi come alleggerire il salario dalle tasse, costo del lavoro, mentre le banca hanno un dizionario di costi per il cliente e 0, se depositi su c/c che incassati i fondi BBE, manco a parlare di prestiti e mutui agevolati? Senti chi strilla! I Kompagnuzzi$C gridare allo scandalo se applicato Leggi per una S.P.A. Però mai applicata per vendere la S.P.A. Il network, Rai-Tv usata da Kompagni come Santorium battaglio Politico pagata dal Popolo soprattutto di vecchi pensionati e poveri in canna? Letta ha ragione su Telecom o forse SMEmo che siamo in una Europa azzoppata da Francia Inghilterra e Merkel svuotata di Valori, Democrazia e Libertà da Gattopardi con egemonia dell'asse F-GB-D e parte di una Chiesa di Bertone$Bagnasco in comunella con Pd con Voltagabbana$Merkel non sia mai, un rewind al passato, visto che, si adottano solo Leggi di tasse, restrizioni e tagli e mai per svendere una Sede di Strasburgo o di Bruxelles? Avete visto qualche serio approvvigionamento di di materie prime di fonte energetiche comunitarie come ha fatto, che se ne dica male di Putin? Ditemi chi sovvenziona i No Global, No Tav, Terroristi e chi non vogliono le infrastrutture che servono al Paese o per finanziare con almeno 70-100mld€ e di risolvere una volta per tutte, le carenze idrogeologiche senza più vittime? Comodo sparlare di Silvio che per questo è lo voglio in galera o a Piazzale Loreto, fatto fuori dalla magistratura strabica e miope Caos Politicizzata, che, senza uno straccio di prova verace scavalcando il Diritto o, solo perché amico dell'ex colonnello Kgb Vladimiro Russo e di Lussuria: nein parlare mai dei capitali ricevuti o essere stati Culo$Camicia di tanti mostri con orrori compiuto dal Comunismo, che ammazzavano in nome di questa idiota ideologia, tanto che oggi di vogliono rimuovere nomi fascisti e non di quei traditori del Pci che consideravano l'Urss e il Comunismo Paradiso o SMEmo dell'amore di Napolitano arrivato senza essere eletto primo Cittadino o nonostante i milioni di morti non apologia del Comunismo ma si possa rifondare il Partito Comunista? Cosi Politica per speculatori criminali con nomi e cognomi in Paesi del Commonwealth e UE a totale appannaggio dei 13 Paradisi Fiscali Europei come; Andorra, Guernsey, Jersey, Cipro, Gibilterra, Malta Monaco, San Marino, Svizzera Lussemburgo, e Liechtenstein: ci vuole tanto usare le maniere forti, visto che, sono causa e finanziatori di guerre con milioni di morti e di una generazione distrutta? http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2013/09/25/fiction-sip-e-smemo-di-telekom-serbia-tutti-i-protagonisti-della-vicenda-telecom/ http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.it/2013/09/fiction-sip-e-smemo-di-telekom-serbia.html http://www.corriere.it/economia/13_settembre_25/bernabe-audizione-senato-saputo-modifiche-accordi-telco-dai-comunicati_6cc6af88-25b2-11e3-baac-128ffcce9856.shtml http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1316797/LEZIONE-ALLE-TOGHE--La-Corte-Ue-dei-diritti-dell-uomo--condanna-l-Italia-a-risarcire-Belpietro.html http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1317398/Via-nomi-e-bandiera-italiani--La-secessione-dell-Alto-Adige.html

gioch

Mer, 25/09/2013 - 14:23

Ciampi,D'Alema,Amato,Prodi,Letta.Questi i premiers che con Napolitano ministro o presidente della Repubblica(Monti è solo un grave incidente di percorso)hanno fatto divorare l'Azienda Italia,prima agli "amici degli amici" e poi agli "amici" stranieri.C'è qualcuno di destra,tra questi?

giocondo1

Mer, 25/09/2013 - 14:24

Bernabè.... Prima del ritorno in Telecom è stato Vice Presidente di Rothschild Europe.... Essendo ... membro dello steering committee del Gruppo Bilderberg[4]. Nel 2012 ha partecipato alla riunione del Gruppo Bilderberg presso Chantilly, Virginia, Stati Uniti. ...NON poteva non sapere che gli stavano vendendo l'azienda sotto il naso. E magari avrà pure lui il famoso "taglietto"

gioch

Mer, 25/09/2013 - 14:25

QUESTO GRRRRANDE MANAGER HA UN SICURO FUTURO POLITICO TRA I PD.ESSENDO IN LINEA CON GLI ALTRI "MANGIAPAESE".

giocondo1

Mer, 25/09/2013 - 14:26

Ma Italia o Spagna o Francia o Germania....sempre Europa è ! Come mai gli europeisti gridano allo scandalo?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 25/09/2013 - 14:32

"frank" Leggi bene quello che ho scritto e medita!Forse che il governo Letta è retto da un premier di centrodestra attualmente?

Ritratto di woman

woman

Mer, 25/09/2013 - 14:37

Quanto prende al mese Bernabé? E sta lì per non sapere? E i Komunisti non dicono niente?

Mr Blonde

Mer, 25/09/2013 - 14:51

Ma i fautori del libero mercato, come me comunque, non dovrebbero risentirsi se un'azienda va o no all'estero. Del resto il pdl, che e' al governo, cosa vuole fare x trattenerla? La statalizziamo? Siamo seri, non si puo' essere liberali a giorni alterni, per una volta concordo con letta: che sia il mercato a decidere

Antonio43

Mer, 25/09/2013 - 14:54

Bernabè quanto guadagna al mese? Diciamo molte decine di migliaia di euro? In quella cifra è compreso anche il fatto che deve star zitto su quello che i suoi padroni, cioè le banche e le assicurazioni, decidono cosa fare, in questo caso Telecom, di ciò di cui dispongono. Insomma un pupazzo ben pagato e appena gli spagnoli gli daranno il benservito, speriamo con un bel calcio nel culo e senza la solita buonuscita stramilionaria a cui sono abituati questi famelici boiardi, non ci sarà una nuova poltrona ad accoglierne le chiappe floscie, perchè stanno svendendo tutto. Scusate ma in quello che guadagna o che ha guadagnato ogni mese questo Bernabè ci deve essere compresa anche il fatto che io gli possa dire." Buffone"! Non può venirci a dire che lo ha saputo solo dai comunicati stampa, Buffone! E come lui il senatore Colaninno, figlio di colui che ci dissero avesse acquistato la Telecom di allora, azienda florida e piena di soldi. Per quanto bravo manager (?) ma i soldi per comprarla non li aveva, ma cosa diavolo si inventarono per dargliela? Ma sono cose di sinistra e i magistrati non vedono, non sentono, non parlano, maledette scimmie!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 25/09/2013 - 15:00

"giocondo1" Sarei del tuo pensiero se tutti gli stati appartenenti all'Unione Europea fossero sullo stesso piano, con uguali diritti, come negli USA. Purtroppo quest'Europa non è così. Mi sembra di essere tornato nel Medioevo quando nel Sacro Romano impero di Carlo Magno, dopo la sua morte, non tutti i figli si sentivano uguali, qualcuno ha saputo approfittare dell'occasione di crisi per allargarsi assai. Allora avvenne a spese del Regno d'Italia con un'alleanza del Regno di Francia e di quello della Germania contro di lei. A rigor di legalità e per diritto di discendenza avrebbe dovuto essere il Re d'Italia a comandare perché deteneva lui il titolo di imperatore sugli altri due . Non vorrei si ripetesse la situazione in tempi moderni.

enrico09

Mer, 25/09/2013 - 15:01

Telecom Italia é un'azienda privata quindi nel mondo liberale e anticomunista puo' benissimo essere venduta, ma forse qui si ignora il senso di liberale e comunista e si usano termini a sproposito. Siete voi che sembrate comunisti quando parlate di azienda modello statale...

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 25/09/2013 - 15:18

Mr Blonde quindi secondo lei se e' il mercato a decidere vendiamo tutto , vediamo anche il governo , magari ai coreani del nord vero ? si vede che sei un traditore comunista e forse anche dipendente statale con la villetta e i pannelli solari pagati dalla povera gente sulle misere bollette .

libertyfighter2

Mer, 25/09/2013 - 15:19

"problemi di sicurezza nazionale"?????????? Perché mi devi spiare in tutta tranquillità????? Che ti frega altrimenti di una compagnia di telecomunicazioni come tante altre?

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 25/09/2013 - 15:20

Bernabè, un abitué di Bilderberg. Uno dei primi che dovrebbe essere messo al muro per il tradimento della Patria e svendita del patrimonio italico agli stranieri.

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 25/09/2013 - 15:22

enrico09 - le nostre telefonate non bastava che fossero ascoltate dai giudici rossi italiani adesso pure quelli spagnoli , anche tu traditore comunista statale con villetta e casa al mare pannelli solari incorporati in c....lo .

odifrep

Mer, 25/09/2013 - 15:34

L'on. STUCCHI, fa presente che si potranno scoprire tutti gli altarini posti in essere dai magistrati circa le intercettazioni telefoniche in merito ai processi subìti dai cittadini italiani, giusto onorevole? Ecco perché della sicurezza nazionale. Questa è la prova provata che non esiste "foglia" che la magistratura non voglia.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mer, 25/09/2013 - 15:48

La Patria innanzitutto, il paese ed il popolo! Ma la corruzione si nasconde dappertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

Dario40

Mer, 25/09/2013 - 15:58

mi sembra che Enrico Letta non si renda conto del problema. Che non è solo occupazionale, ma che in primis riguarda un Paese, la Spagna, che sta utilizzando i nostri soldi per acquistare le nostre aziende !Quanto al problema occupazionale, basterebbe che i Sindacati e tutti i dipendenti della Telecom acquistassero azioni Telecom in numero sufficiente da avere il controllo della società. Se ci tengono al loro posto di lavoro devono partecipare al capitale dell'azienda . Lo Stato non può sempre fare la balia a tutti.

Dario40

Mer, 25/09/2013 - 15:58

mi sembra che Enrico Letta non si renda conto del problema. Che non è solo occupazionale, ma che in primis riguarda un Paese, la Spagna, che sta utilizzando i nostri soldi per acquistare le nostre aziende !Quanto al problema occupazionale, basterebbe che i Sindacati e tutti i dipendenti della Telecom acquistassero azioni Telecom in numero sufficiente da avere il controllo della società. Se ci tengono al loro posto di lavoro devono partecipare al capitale dell'azienda . Lo Stato non può sempre fare la balia a tutti.

unosolo

Mer, 25/09/2013 - 16:07

quanti casini ha lasciato in piedi Prodi e tutta la sx , sempre con l'accordo dei sindacati , che silenti quando avvenivano regali come la corte , mai controlli sui prezzi , abbiamo avuto un governo sx che ci ha penalizzato con tutta la Europa , ci hanno guadagnato : CINA ,Francia, Spagna e i paesi dell'est , abbiamo agevolato la fuga dalla nazione di grandi imprenditori per la troppa pressione fiscale e le condanne con i sequestri di grandi e piccole aziende , non abbiamo una magistratura che dialoga ma opprime , quanti morti e quante ditte sparite dalla nazione , grandi marchi storici vendono e noi popolo rimaniamo senza lavoro , con quali soldi pagheremo stipendi dei magistrati , del capo , delle alte cariche della stato , dei parlamentari , certo di quelli che hanno permesso questo a me non mi importa ma questa mancanza di imprese e di lavoro preoccupa per le pensioni dei lavoratori non di quelli che ha nominato prima , quelli sono coloro che stanno facendo del tutto per vendere la nazione , non pensano al domani che il tesoro non avrà soldi .

linoalo1

Mer, 25/09/2013 - 16:24

L'allarme riguarda forse le Intercettazioni Telefoniche?Come primi al Mondo,è chiaro che qualcuno si lamenti!Ed i Magistrati non intervengono visto i tempi duri che arriveranno?O,forse,abituati ai tempi lunghi,debbono ancora capirlo?Lino.

beale

Mer, 25/09/2013 - 16:44

Adesso tutti alla ricerca della ribalta,ma è troppo tardi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/09/2013 - 16:51

In principio era Monti...ora la liquidazione continua. Banda di criminali e traditori!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/09/2013 - 17:01

Ed ora inizierà il processo di "potatura" e "restyling". Per presentare il prodotto bell'e che confezionato al reale acquirente. Quello finale: Cina o India.

mario.de.franco

Mer, 25/09/2013 - 17:09

Il presidente del consiglio dovrebbe copiare quanto fatto da Hollande : semplicemente alcuni settori e attività industriali francesi considerati strategici non sono cedibili . Sapete che i tracciati Telecom sono segreti per motivi di sicurezza ?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 25/09/2013 - 17:13

Roba da non credere. Tempo un minuto e qualche manina di telefonica comunicherà' al governo di Madrid chi è' intercettato in Italia, ovviamente politico. Sapranno tutto di tutto, specialmente gli affari delle nostre aziende in anticipo, perché' non mi farete credere che essendo padroni delle telecomunicazioni italiane non ascoltino. E se poi ci vogliono dare una bottarella, basta un virus nella rete e il bidone italia e' fallito, altro che, tanto e' un azienda privata. Auguri a tutti, magistrati, imprenditori e tutto il resto, Madrid ora sa. Sarà' meglio che quel servo al governo scenda dal fico.

LAMBRO

Mer, 25/09/2013 - 17:28

Anche questo POTEVA NON SAPERE!! SE NON FOSSE TRAGICO SAREBBE RISIBILE! UN PRESIDENTE CHE IGNORA LE VICENDE DELLA PROPRIA AZIENDA?? E NESSUNO LO INQUISISCE! HANNO TROPPO DA FARE A INSEGUIRE BERLUSCONI MENTRE GLI ALTRI STANNO ROVINANDO L'ITALIA!!!

fabiou

Mer, 25/09/2013 - 17:39

Dopo i biscotti e la pasta Buitoni, se ne è andato anche il riso Scotti: e qui la cosa è davvero grave. Perchè la celebre azienda di Pavia l'ha venduta a una multinazionale spagnola dell'alimentazione gestita dai colossi finanziari che intendono usare questi marchi per lanciare un sistema di alimentazione seriale industriale che impoverirà l'alimento, la sua qualità nutritiva e di italiano non avrà proprio un bel nulla. L'azienda spagnola si chiama Ebro Foods. Se l'è presa per 18 milioni di euro lo scorso luglio. Gli spagnoli stanno usando i soldi avuti in credito dal Fondo Salvastati al loro sistema bancario per acquistare aziende italiane. Quel fondo è alimentato in larghissima misura dai soldi del contribuente italiano. In pratica, ciò che questo governo e quello precedente hanno avallato è la seguente manovra: il fondo europeo dà i soldi alle banche spagnole che acquistano aziende italiane.

Giorgio Mandozzi

Mer, 25/09/2013 - 17:54

Ma Bernabè di cosa fa il presidente? Del condominio di casa sua! Da un anno si parla della vendita di Telecom e solo lui non ne sapeva niente. Peraltro, in perfetto stile politico italiano, tutto avviene nottetempo e "Alice nel paese delle meraviglie" (perchè ha detto di non essere Joe Condor) dice che tutto va bene, l'importante è la stabilità (di cosa?), che Telecom è un asset strategico per il paese!! Decida a quale di queste battute dobbiamo farci una risata!! AMARA purtroppo!

pinosan

Mer, 25/09/2013 - 17:57

A parte Bernebe che non sapeva,dobbiamo ringraziare Prodi,Dalema e Colannino per aver distrutto la vecchia SIP,oggi Telecom,affidandola a"capitani coraggiosi".Colannino si è arrichito a scapito dell'azienda.Ora la stessa cosa,grazie a Berlusconi che per aggraziarsi la sinistra ha fatto la stessa cosa con Alitalia.Andando avanti di questo passo le uniche nostre aziende saranno Pompei(che cade a pezzi)i fori romani e le catacombe.Io spero di essere colonizzato dalla Merkel e diventare suddito dei tedeschi.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 25/09/2013 - 18:23

VOTATE COMUNISTA BABBEI ANCHE LE MUTANDE VI FARANNO VENDERE POVERI STOLTI ITALIANI

Zizzigo

Mer, 25/09/2013 - 18:40

La rete TELECOM fà acqua da tutte le parti, come un colapasta. Lo sanno tutti che sui cavi telefonici ci sono troppe orecchie golose, che ci ascoltano... infatti solo i cretini andranno a raccontare faccende compromettenti... per il resto TELECOM è già stata depredata ed è solo uno dei tanti scheletri nel nostro armadio. Ma c'è chi ama i fantasmi e si racconta favole...

enzo1944

Mer, 25/09/2013 - 18:48

Questa sinistra,anzichè difendere i poveri,gli operai,i pensionati,gli invalidi veri,che fa???......chiedetelo a colaninno e a gnutti,che(complici dalema e prodi)hanno "comperato"la Telecom,hanno fatto una plus-valenza di 5000 miliardi,con cui si sono comperati poi la Piaggio,l'alitalia,e quote importanti di Banche e Assicurazioni ed altre Aziende!.....e NATURALMENTE sono diventati tutti Soci del PCI-PD e si sono pure fatti eleggere con la sinistra,in collegi sicuri!....e questi sono i NUOVI COMUNISTI!....mettiamoci pure il Bazoli,presidente del S.Paolo di Torino ed il genio Bernabè,da sempre sui libri paga di Agnelli e Fiat!...ed ha il coraggio il bernabè,di venirci a contare che non sapeva nulla!..........Torinese.....FALSO E CORTESE,ma chi credi di pigliare per il culo,bugiardo e impostore come giuda!!!

enzo1944

Mer, 25/09/2013 - 18:54

.........e adesso il Letta,come tornerà dagli Usa,ci dirà che,per sistemare i nostri conti in rosso,sarà costretto a (s)vendere quote di Finmeccanica,Eni,Enel,Autostrade,Banche,FFSS,Poste,Generali etc.!...e siccome non basteranno i ricavati per sistemare i conti,dovremo cedere un pò di ORO(Siamo i terzi al mondo) e,siccome piacciono ai Tedeschi,anche un pò di coste dei nostri mari!.......politici LADRI(massoni rossi e neri) e buffoni di SINISTRA(ladroni da sempre)!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 25/09/2013 - 19:07

C'era bisogno del Caopasir per sapere che la nostra sicurezza nazionale è in pericolo con questa assurda cessione? Anche il più cretino degli italiani capisce perfettamente la cosa. La Telecom significa controllare tutte le comunicazioni nazionali, cioè i politici, la nostra economia, la nostra difesa nazionale le nostre intenzioni verso l'esterno, tutto, insomma. Capisco che chi ci governa è interessato solo a svendere a pezzi e bocconi l'intero patrimonio italiano ma farlo con un settore strategico del genere vuol dire mettersi mani e piedi legati nelle mani altrui. Al governo abbiamo degli emeriti imbecilli, per non dire di peggio!

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mer, 25/09/2013 - 19:11

Dobbiamo stare molto attenti quando privatizzano i comunisti, specie quando poi trescano con gli spagnoli: i primi nazionalisti al massimo, i secondi anti italiani internazionalisti per eccellenza. AUTOSTRADE/ABERTIS, MPS/ ANTONVENETA/SANTANDER, ora TELECOM/TELEFONICA. Questi spagnoli hanno le pezze al culo peggio di noi ma gli interessi nazionali li difendono eccome: noi abbiamo la disgrazia dei Komunisti, che specie quando si uniscono ai DC di SX sono il peggio del peggio. Letta ha la bocca troppo larga e va a sparare inutilmente cavolate in giro per il mondo: nessuno, stante l'attuale situazione di comunismo reale in cui ci ritroviamo, verrà MAI ad investire in italia anche se regaliamo Telecom e la nostra sicurezza. TRA PARENTESI, LA GOLDEN SHARE, CHE FINE HA FATTO? MI SA CHE BILDERBERG SI STIA CONCRETZZANDO E COMINCI DA QUESTO PAESE SERVO DA SEMPRE.

Antonio43

Mer, 25/09/2013 - 19:45

Scusate se ci torno sopra: ma la commissione del senato davanti alla quale questo infimo individuo si è presentato, quando gli è stato detto che come presidente di Telecom ha saputo della vendita dai comunicati stampa, non c'è stato nessun senatore che gli abbia detto ma tu che c....o di presidente sei, ma che palle ci racconti, nessuno gli ha tirato una scarpata in testa. Ma in quali mani siamo caduti. Per quanto riguarda le intercettazioni che problema c'è? Questa vagonata di soldi almeno prima rimaneva in Italia, adesso andranno a Madrid, ai magistrati che gli frega! E per quanto riguarda l'eventuale sputtanamento che ne potrebbe derivare dal fatto che gli spagnoli potranno ficcare il naso ancor di più nelle nostre malefatte, peggio di come siamo non potrà essere! W Prodi, W Dalema, W Colaninno padre e figlio e Tronchetti Provera che faceva fare i modem in Cina, li importava con il marchio Pirelli e poi li vendeva a Telecom chissà a quale prezzo, ma anche lì i magistrati non hanno visto, sentito, parlato. Berlusconi la fa fuori dal vaso, la pipì, questi non hanno avuto ritegno, anche la pupù! Se la sono proprio spolpata la Telecom! Che schifo!

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 25/09/2013 - 20:15

Oggi ne abbiamo sentite di dichiarazioni di politici,amministratori ec. ect. Ma una domanda mi viene spontanea: non collegano il cervello con la lingua. Siamo alle comiche. In una azienda seria tutti quelli che hanno dato dichiarazioni insulse sarebbero da licenziare in tronco.Purtroppo li paghiamo anche noi.Regards

fedele50

Mer, 25/09/2013 - 20:45

IL GIOCO DELLE TRE CARTE, L'ITAGLIA RIMPINGUA LE CASSE EUROPEE L'EUROPA SALVA LE BANCHE SPAGNOLE, LA SPAGNA PUR NELLA MERDA COI SOLDI DEGLI ITALIOTI SPELLATI VIVI, SI COMPRA TELECOM,BARNABBEBBE, CON QUELLA FACCIA UN PO COSI, LIMORTACCI TUA,.

Ritratto di thunder

thunder

Mer, 25/09/2013 - 20:55

Italiani popolo di pappamolle.

Ritratto di thunder

thunder

Mer, 25/09/2013 - 20:58

MA CHI ABBIAMO AL GOVERNO QUALCUNO ME LO SPIEGA??????

mariolino50

Mer, 25/09/2013 - 21:06

Hanno già svenduto l'energia e tutte o quasi le aziende di quel settore, ora lo fanno con le comunicazioni, che è un settore molto più delicato, ma che lo stato non abbia sistemi di comunicazione autonomi e a prova di tutto, meno che degli americani, è incredibile, e se fosse vero demenziale. Bernabè è il più assiduo frequentatore dei bilderberg.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mer, 25/09/2013 - 21:23

L'Italia ormai è un paese deindustrializzato. Quel poco che resta, viene svenduto, quotidianamente, a prezzi di realizzo. Questo, caro Bernabè, grazie ad una nazione senza palle (leggasi politica),ad un sindacato fuori dal tempo e da ogni minima parvenza di buon senso ed a incapaci manager super pagati di cui Lei, è un esempio che non lascia dubbi a equivoci.Personalmente, non le avrei fatto presiedere nemmeno la bocciofila del dopolavoro ferroviario.Cordialmente. Dalton Russell.

rikkà

Mer, 25/09/2013 - 21:52

Presidente a sua insaputa......ma vergognati fantoccio

giovanni951

Mer, 25/09/2013 - 22:08

i maledetti politici si accorgono solo ora di cosa vuol dire non avere una compagnia telefonica nazionale? la hanno svenduta a industriali squattrinati, hanno consentito lo spolpamente ed ora fanno gli indignati? meritereste la galera.

fabrizio

Mer, 25/09/2013 - 23:40

Letta, uomo di sinistra, la stessa che ha portato Prodi a governare,il quale ha preteso Telco per capo di Telecom Italia, facendo a Telefonica la promessa di Tim brasile, argentina, mentre alle banche amiche l'incasso di dividendi e commissioni e agevolazioni, o semplicemente sicurezza dell'intoccabilità, facendo della società uno spezzatino. Come si fa essere così ipocriti, appellandosi all'europa per far ingoiare agli italiani in passaggio allo straniero dell'unica grande azienda italiana delle telecomunicazioni, mentre con l'altra mano si comanda l'agcom di punire la società sul taglio delle tariffe di accesso alla banda larga, solo per privarla di risorse per gli investimenti nella rete, mentre l'europa delle telecomicazioni consigliava il mantenimento dei prezzi. Come si può essere così falsi nell'affermare di aver a cuore l'occupazione,nel caso Telecom-Telefonica, quando nel concreto non si è mosso un dito per rendere fattibile l'intervendo di CDP in telecom italia per il rilancio della rete in fibra con ricadute positive sull'occupazione e PIL. Caro Letta, non è più credibile, come non lo sono tutti i suoi compagni di merenda. La gente comune sa leggere, pensare e soprattutto ricordare e, quando sarà il momento,saprà agire nell'urna.

ninito

Gio, 26/09/2013 - 09:17

Scusate, adesso è inutile piangere sul latte versato, io come imprenditore PRIVATO, posso fare con la mia azienda cio che voglio. Dovevano aver pensato a questa evenienza le persone che hanno privatizzato la Telecom.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 26/09/2013 - 10:00

Le telecomunicazioni sono uns ettore strategico per qualsiasi paese e l'infrastruttura deve mantenersi saldamente nelle mani pubbliche.

rokko

Gio, 26/09/2013 - 10:49

ninito, non è proprio così. Telefonica non ha la maggioranza di Telecom, ma di una società che ha il 22% di Telecom. Se comprasse tutta Telecom (il 100%, o quanto meno il 51%), allora varrebbe quello che dice lei, cioè che può fare quello che vuole. Qui si pone il problema, non specifico di Telecom, che lo Stato dovrebbe implementare regole certe che definiscano cosa può e soprattutto cosa NON può fare un socio di minoranza di una società, anche se con la maggioranza relativa. Telecom è stata ampiamente spolpata dai vari "capitani coraggiosi", tra i quali il penultimo (Tronchetti Provera) deteneva una quota intorno al 6% della società (il 27% del 22%) e ne è uscito con tutto il patrimonio immobiliare. Secondo la mia modestissima opinione, le regole dovrebbero essere tali per cui se uno ha il 60% o oltre delle azioni fa quello che vuole, altrimenti niente. Una soluzione potrebbe essere di dare rappresentanza, all'interno del CDA, ai piccoli risparmiatori che detengono la maggioranza assoluta della società (nel caso di Telecom, il 77%).

dukestir

Gio, 26/09/2013 - 11:04

Sergio Rizzo sul Corriere di oggi: lettura obbligatoria.

viento2

Gio, 26/09/2013 - 11:47

mr.Blonde-mà che dice mi trovi una società che vada in Germania o Francia e voglia aquisire un asset strategico come la rete telefonica dove passa tutto il traffico sia in voce che il web in Germania riaprono i forni e in Francia rimettono la ghigliottina in Italia hanno messo il tappeto rosso agli spagnoli

LAMBRO

Gio, 26/09/2013 - 12:11

IL PRESIDENTE TELECOM , INSEDIATO DAI KOMUNISTI, CI VUOL FAR CREDERE CHE LUI e C NON SAPEVANO NULLA? SE FOSSE VERO E' PREOCCUPANTE PER INCOMPETENZA PALESE; SE NON E' VERO LUI e C STANNO SVENDENDO LA SICUREZZA DEL PAESE!! QUESTO E' ALTO TRADIMENTO !!!

marcello.favale

Gio, 26/09/2013 - 12:20

Letta mi fa tenerezza. Non capisce quello che anche gli analfabeti capiscono. Basterebbe questa c..per mandarlo a zappare la terra (previo corso d'istruzione....)

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 26/09/2013 - 12:54

Franzaospagna......

cloroalclero

Gio, 26/09/2013 - 13:00

scorporino la rete, il resto lo lascino agli spagnoli, conosco bene le sedi romane della tim/telecom..senbrano gli ex ddr, per fare un lavoro che a milano fa uno loro si mettono in cinque..

cesar

Gio, 26/09/2013 - 13:35

l'affare telecom è paradossale....il governo italiano dovrebbe turarsi il naso e cambiare immediatamente le legge in merito all'opa.....sicuramente così gli spagnoli non comprerebbero la società per un pezzo di pane....qualcuno dice che l'Italia farebbe una pessima figura? forse...ma si tratta di interesse nazionale ..una cosa più importante....hanno ragione i servizi segreti di lamentarsi....

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 26/09/2013 - 14:02

Sicuramente meglio in mano agli spagnoli che ai "capitani coraggiosi".... tutta questa discussione sull'italianità è peraltro una menata per proteggere la poltrona di qualche boiardo di stato messo in Telecom a mangiare a uffa.

Massimo Bocci

Gio, 26/09/2013 - 15:11

I comunisti, LADRI (come i polli di Renzo) si becchettano e son dovuti riparare all'estero per trovare una soluzione TRUFFA alle loro TRUFFE!!! Ora che hanno TUTTO RUBATO e LOTTIZZATO,raschiando il fondo del barile e messo l'Italia e gli Italiani alla canna del gas per salvarsi culo e regime con la TRUFFA!!! Euro, truffa per asservirci coattamente da URSS (fallita) al nuovo regime UE-EURO (by mele di ferro), logicamente a pagamento, 2 miliardi mese più extra, più loro benefit di continuare a rubare qual che restava, e per fare questa ennesima PORCATA ANTI ITALIANA e ITALIANI, forti di una costituzione Stalinista che non prevede di consultare il Bue in caso di nuovi ASSERVIMENTI, (questa era una regolina che i comunisti avevano imposto per aggregarci COATTAMENTE senza se e senza ma al regime Bolscevico Stalinista) che andava a fagiolo anche per l'asservimento (truffa) EURO, e dunque come da statuto comunista non esitarono saccheggiare (quello ancora non avevano RUBATO-coop) con una scelta cricca amicale compagnera di imprenditori di regime???? Nulla tenenti, falliti, squattrinati,proprio come loro, alla canna del gas. E e come da prassi costituzionale, con i soldi NOSTRI!!! Di fondazioni (in loro losca mano) vedi MPS ecc.ecc; Oggi come da prassi delle loro incapacità e gestioni CRIMINALI di accertati LADRI anti Italiane, siamo alla certificata banca ROTTA (MPS), e come i polli di Renzo ancora si becchettano, avendo finito becchime e compagnucci imprenditori (si fa per dire) compagni di buona volontà??? Si sa quando i comunisti non hanno più nulla da BECCARE!!! (RUBARE) hanno grandi crisi mistiche di vocazione e volontà, con le casse vuote,saccheggiate e sfondate da loro stessi,i compagni comunisti senza LILLERI (la nostra grana) non LALLERANO (non truffano senza soldi nostri) e hanno grandi cali di vocazione e dato che questa volta non ci scappa nemmeno una barchetta o qualche decina di migliaia di nuovi finti posti per compagni.....cooptati, parentame e amici degli amici compagni....del seggio, ma solo uno o più transatlantici di DEBITI (fatti la loro gli Schettino istituzionali), che però come da prassi istituzionale di regime i gestori bancarottieri bolscevichi (ladri), ci hanno già addebitato PREVENTIVAMENTE e ISTITUZIONALMENTE, (visto la differenza) per un bolscevico LADRO!!! Intrallazzare operare in un LORO regime o una democrazia VERA (Svizzera), va da fare senatore a vita,presidente, ermellino alle PATRIE GALERE.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Gio, 26/09/2013 - 17:47

il kopasir osa parlare ? ci ha riempiti di terroristi , e adesso dice che Telekom venduta agli spagnoli porta disordini ? ci sono problemi di sicurezza ? già i barconi quelli no , non sono contro la nostra sicurezza , vero ? vergognatevi di dire certe vaccate