Bollette, dall'1 luglio cambiano gli importi di luce e gas: quanto si paga

Aumenta il costo dell'energia elettrica e diminuisce quello di gas: ecco cosa cambia sulla bolletta

Arriva una piccola botta sulle bollette. Dall'1 luglio scattano infatti gli aumenti sulle utenze dell'energia elettrica. Di fatto scatteranno rincari dell'1,9 per cento che di fatto va ad intaccare il calo dei mesi precedenti che aveva toccato un -8,5 per cento. "Gli aggiornamenti - sottolinea l’Arera - sono prevalentemente legati ai previsti andamenti nel prossimo trimestre dei prezzi delle materie prime nei mercati all’ingrosso dell’energia, nazionali ed internazionali. Per l’energia elettrica è significativo come il leggero incremento finale sia il risultato di un aumento dei costi di acquisto dell’elettricità, attenuato da un lieve aggiustamento in riduzione degli oneri generali che, dopo le azioni di recupero delle manovre del 2018 a tutela dei consumatori concluse con il precedente aggiornamento, tornano ora a seguire percorsi di adeguamento ordinari".

Se da un lato si registra l'incremento delle bollette della luce, dall'altro va sottolineata la riduzione delle tariffe per il gas del 6,9 per cento. "Le variazioni di questo trimestre registrano la consueta attenzione all'andamento dei mercati e delle commodity energetiche - afferma il presidente dell'Autorità Stefano Besseghini - ma, alla luce delle azioni poste in essere nei due trimestri precedenti, permettono anche di contenere l'andamento degli oneri generali, in un quadro generale di stabilità". Di fatto le famiglie italiane con queste nuove tariffe la spesa per le utenze elettriche a famiglia sarà di 566 euro per l'anno in corso. Per quanto riguarda il tariffario del gas, con i nuovi importi la spesa ammonterà a 1.150 euro sempre l'anno in corso.

Commenti

trasparente

Mar, 25/06/2019 - 21:51

Abbiamo tutto il sole del mediterraneo perché non lo sfruttiamo con l'energia solare? E quando sfrutteremo il petrolio nel nostro mare? Vogliamo continuare ad acquistare energia elettrica dalla nostra vicina Francia? Politici di merxx muovete il cuxx!

Blueray

Mar, 25/06/2019 - 22:00

Non gliene frega più niente a nessuno dato che i costi fissi, ormai esorbitanti, superano ampiamente quelli dei consumi. Non parliamo delle seconde case poi!

mariflor1940

Mer, 26/06/2019 - 07:10

Che non ce la raccontino sui costi di questo e di quello: la verità è che in estate riscaldamento e forno non servono, ma condizionatori, ventilatori e frigoriferi a stecca sì. Scommettiamo che ai primi freddi diminuirà l'energia elettrica e aumenterà il gas? Siamo mica grulli!

Massimo Bernieri

Mer, 26/06/2019 - 10:50

La dinamica dei prezzi segue le dinamiche del mercato.Se cala la richiesta cala il prezzo di vendita.In estate aumenterà il consumo energia elettrica per i condizionatori e anche se le giornate sono più lunghe e si usa meno elettricità da lampade,si consuma di più.Il gas tranne per cucinare e scaldare acqua sanitaria si consuma meno che con il riscaldamento e pertanto cala.Lo scandalo sono i costi di rete contatori addizionali tasse varie che sono quasi il 50% della bolletta.Vedrete se prenderà piede l'auto elettrica come aumenteranno i costi per compensare le minori vendite gasolio e benzina.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 26/06/2019 - 13:48

Tutti gli anni la stessa storia diminuisce il gas quando non serve e aumenta la luce quando serve di piú. Stessa manovra al contrario in autunno. Colossale presa x i fondelli

tirex

Mer, 26/06/2019 - 22:05

Autorità? Caso mai associazione a delinquere! Quanto si intasca ogni personaggio là dentro? Come mai alzano e abbassano sempre quando il governo dice che non aumenta l'iva? Chi gli ha detto di comprare energia dalla Francia? Cos' poi fanno gli inciuci del tipo che se consumi meno paghi di più... e dicono che l'ha imposto la Francia... bisogna dismettere subito ARERA e porre sotto indagfine ogni appartenente. Vedrete che belle scoperte......