Bollettini, le carte valgono come il contante

Da gennaio 2014 i primi 600 punti di accettazione PayTipper per pagare fatture energetiche e multe usando la moneta elettronica senza costi aggiuntivi per il consumatore

PayTipper e FlagPay, S.r.l. combinano tecnologia ed esperienza di business fornendo una soluzione innovativa per il pagamento dei bollettini che porta le carte allo stesso livello del contante, per comodità d'uso, costo e semplicità.
Già dai prossimi giorni in alcuni esercizi pilota di PayTipper sarà possibile pagare i bollettini con carte di debito e di credito allo stesso costo del contante; da gennaio il servizio verrà esteso agli oltre 600 punti di accettazione esistenti sul territorio italiano, che diverranno oltre 4.000 nel corso del 2014. Ciò significa che si potranno pagare multe, bollette usando moneta elettronica senza imbattersi in un costo maggiorato per il consumatore. All'anno vengono pagati in Italia oltre 600 milioni di bollettini e attualmente è impossibile pagarli con carte di credito a meno di non dover sostenere costi aggiuntivi notevoli.
PayTipper ha realizzato una soluzione per i consumatori nella accettazione del pagamento dei Bollettini che integra e automatizza tale attività in un Pos, consentendo il pagamento con carte di credito e carte di debito in modo veloce e sicuro.
La caratteristiche fondamentale di questa soluzione bollettini sta nell'adozione del nuovo modello di Interchange Reimbursment Fee di Visa e Mastercard, che permette quindi a PayTipper di accettare il pagamento elettronico dei bollettini senza costi aggiuntivi per l'utente che paga dunque il servizio allo stesso costo del pagamento in contanti.
La rete di punti di accettazione di PayTipper, inoltre, mette a disposizione una fascia di orari più estesa rispetto agli operatori tradizionali e grazie ai processi di sicurezza adottati garantisce il buon esito del pagamento, sia nei confronti del fatturatore sia nei confronti dell'utente, il quale è garantito da una ricevuta con codice di verifica. La remissione dei pagamenti al fatturatore è realizzata in T+1 e cioè entro un giorno lavorativo come da disposizioni di legge.
«Riteniamo che questa nuova soluzione porti un reale vantaggio ai consumatori e contribuirà in modo concreto alla diffusione dei pagamenti elettronici in Italia», annuncia Angelo Grampa, Ceo di PayTipper.