Per cedere Mediolanum Fininvest sceglie il trust

Fininvest ha avviato le procedure per conferire a un trust la partecipazione eccedente il 9,9% del capitale di Mediolanum, come richiesto dalla Banca d'Italia e dall'Ivass

Fininvest ha avviato le procedure per conferire a un trust la partecipazione eccedente il 9,9% del capitale di Mediolanum (di cui al momento detiene il 30,12%), come richiesto lo scorso 7 ottobre dalla Banca d'Italia e dall'Ivass. Il cda della holding, riunitosi ieri, ha poi dato mandato all'ad Pasquale Cannatelli di concordare lo scioglimento del patto di sindacato stretto in Mediolanum con la FinProg Italia di Ennio Doris.

In una nota Fininvest ha poi spiegato che il trasferimento a un trust della partecipazione in Mediolanum eccedente il 9,9% del capitale è stato ritenuto compatibile con la normativa applicabile da Bankitalia che ha poi riconosciuto alla holding a tre mesi di tempo per la sua istituzione. La quota della banca conferita al trust dovrà essere ceduta entro i successivi 30 mesi. Secondo indiscrezioni per l'istituzione del trust sarebbero già stati presi contatti con Intesa e Mediobanca.

Doris, a cui fa già capo il 40% di Mediolanum, si è già detto disponibile ad acquistare una quota del 10%. Nel caso, per evitare l'Opa, dovrà evitare di comprare più del 5% nell'arco di 12 mesi.