Cgia, Italia maglia nera per l'età media di chi ha un lavoro

Nel 2016 la soglia era di 44 anni, due in più rispetto agli altri Paesi europei

C'è uno scarto di due anni tra l'Italia il resto dell'Unione Europea. Un divario che ci pone all'ultimo posto della classifica che prende in considerazione l'età media della popolazione che ha un lavoro, che fissa l'asticella a 44 anni.

La popolazione impiegata più anziana dell'Ue si trova nel Belpaese. A contribuire a questa situazione, posta sotto i riflettori dalla Cgia di Mestre, una serie di fattori, a partire dal calo demografico, per arrivare all'allungamento dell'età media e della vita lavorativa. Risultato: sul posto di lavoro pochi sono i giovanissimi e molti i lavoratori sopra i 50 anni.

L'incidenza della popolazione giovane sul totale degli occupati in Italia è del 12%. Un dato che impallidisce di fronte al 23.7% del Regno Unito, ma che sfigura pure quando si prende in considerazione quel 13.2% della Spagna, o il 18.6% della Francia.

Se si ribalta la medaglia e si guarda alla percentuale di ultracinquantenni impiegati si trova un 34.1% che è inferiore soltanto alla Germania, dopo la percentuale tocca il 35.9%. Peccato che Berlino ci batta per percentuale di giovani. Sulla forza lavoro tedesca incidono per il 19.5%: sette punti in più.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 21/10/2017 - 12:48

Questi simil sinistri non hanno fatto nulla per i giovani e bastonato i vecchi, allungando di un decennio la loro pensione. Ma non ho mai visto sciperi dei sindacati per queste malefatte. Strano, prima scendevano in piazza per molto meno. Senza contare gli stipendi fermi al palo da parecchio.

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 21/10/2017 - 13:17

Se si va in pensione a 67 anni, i giovani non lavorano e l' età degli occupati e anche alta. Non occorre aver studiato statistica.

umbertoleoni

Sab, 21/10/2017 - 13:26

Nessuna meraviglia e nessunissimo stupore: nel paese di pulcinella si privilegia il lavoro pubblico assistito e parassitistico al lavoro VERO E PRODUTTIVO : questa intera classe politica di somari incapaci incompetenti prosegue su questa linea ovviamente legata "al voto di scambio" : riporto ancora l'esempio relativo al numero dei nostri insegnanti : 1 ogni 10 alunni; IN GERMANIA 1 OGNI 20. Basta solo questo esempio per comprendere l'arcano di questo sciagurato paese!

Una-mattina-mi-...

Sab, 21/10/2017 - 14:14

PER FORZA: LA VERITA' E' CHE SI INIZIA A LAVORARE SEMPRE PIU' TARDI E POI NON TI VOGLIONO PIU' MANDARE IN PENSIONE... A DIFFERENZA DEI VITELLONI AFRICANI CHE VANNO IN PENSIONE APPENA ARRIVATI, IN PRATICA DA ADOLESCENTI

Celcap

Sab, 21/10/2017 - 16:46

Loro (i sinistri) possono fare tutti gli spot che vogliono ma prima o poi la verità esce e fa male. Ma loro (i sinistri) non di lasceranno scalfirecsa niente perché come i grillini saranno pronti a dare la colpa a qualcun altro del perché i giovani non risultano assunti in numero adeguato.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Sab, 21/10/2017 - 17:36

Ma la Cgia ha fatto bene i calcoli? Ha tenuto conto dei giovani italiani (quelli rimasti) e sopratutto degli stranieri che lavorano in nero? Non credo. Ha tenuto conto dei giovani italiani che scappano in Inghilterra, Germania etc.a impinguare la loro forza lavoro qualificata? Non credo. Ha tenuto conto dei forzuti giovanotti neri che non hanno alcuna voglia di lavorare. Non credo. Ormai le news sono fake,volute e non volute. Purtroppo.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 21/10/2017 - 17:52

Che è?Un incentivo per dare lavoro ai nxxxi?

timpidigunti

Sab, 21/10/2017 - 19:27

Agli anziani alzano l'età pensionabile (però si potrebbero anche licenziare, così li mettiamo nella mxxxa e senza pensione),i giovani però non trovano lo stesso un lavoro,l'ue dice guai toccare la legge fornero,non si possono sforare i conti,(quindi ancora tagli).Non è il cane che si morde la coda,....... si sta MANGIANDO IL NOSTRO CxxO.