Sale ancora la tensione in Europa, Merkel con Draghi contro la Bundesbank

Voci contrastanti sull'intervento della Bce per acquistare i titoli di Stato. La Bundesbank dice "no". Sale la tensione

Sollevato dalle parole del presidente della Bce Mario Draghi, che ieri hanno avuto l'effetto benefico di far tornare le Borse in positivo e lo spread tra Btp e Bund tedeschi sotto la soglia dei 500 punti, e determinato a proseguire nell’azione del governo, il presidente del Consiglio Mario Monti rassicura gli italiani sul fatto che non intende chiedere altri sacrifici dal momento che il tanto temuto "agosto caldo" non sembra preoccuparlo più di tanto. Tuttavia, l'intervento a gamba tesa del numero uno della Bce non è riuscito a piegare la linea dura della Bundesbank che ha fatto sapere chiaramente la propria contrarietà all'acquisto dei titoli di Stato obbligando la cancelliera Angela Merkel ad assicurare che la Germania farà il possibile per proteggere l'Eurozona.

Nelle parole di Monti si scorge tutta l’amarezza per il fatto che lo spread segua più gli annunci roboanti delle misure adottate dal governo. "Questo importante intervento verbale per ora mi rassicura, ma vediamo anche quanto contano gli interventi verbali quando vengono da personalità così autorevoli e credibili, sul fatto che la nostra diagnosi fosse corretta". Insomma, è il ragionamento di Monti, se lo spread "rimane troppo alto è perchè dipende da dubbi e incertezze dei mercati circa il sistema dell’euro in generale". E, proprio per questo, i passi da fare adesso toccano a Bruxelles. Ad ogni modo, la soddisfazione del presidente del Consiglio è doppia: oltre a ridare ossigeno a sistema Italia, il crollo del differenziale sui titoli di Stato conferma che la causa non va ricercata nel Belpaese, ma nel contagio europeo. Non solo. Monti è perfettamente consapevole che, al di là dei benefici immediati, dietro le parole di Draghi si nasconde una verità ben più importante: la cancelliera tedesca Angela Merkel potrebbe anche aver ceduto qualcosa. Sono giorni infatti che nel board dell’Istituto di Francoforte si discute fra chi, governatore in testa, preme per un intervento forte della Bce e chi, come la Germania, frena. A questo punto si potrebbe spiegare, proprio in questi termini, la cautela usata da Palazzo Chigi e dall'Eliseo nei confronti della Merkel soprattutto negli ultimi giorni. Con buone probabilità Monti era al corrente del fatto che a Francoforte fosse in corso una trattativa delicata: alzare i toni non avrebbe aiutato Draghi. Per questo ha evitato polemiche con Berlino, dissociandosi l’altro ieri dalla dichiarazione di Madrid che avrebbe dato la sensazione di un asse del sud contro i Paesi rigoristi del Nord.

Ad ogni modo la partita europea non è certo finita qui. Anzi. "Le parole di Draghi - spiega un ministro - possono far scendere la febbre dello spread, ma per estirpare il contagio servono soluzioni durature". Questo potrebbe significare un meccanismo permanente contro la speculazione internazionale. Lo scudo anti spread è, infatti, rimasto sulla carta dal momento che le condizioni per accedere al fondo "salva Stati" - sia l’attuale Efsf sia il futuro Esm - sono ancora da chiarire e le risorse, già ridotte all'osso, dovrebbero aumentare. "Riaprire il negoziato europeo prima del pronunciamento della Corte tedesca sull’Esm in settembre - conferma un ministro - sarebbe inutile". Fino a quel giorno, dunque, Monti dovrà portare avanti una azione di lobby sui Paesi del Nord Europa stando attendo a non alzare troppo i toni. Dalla Germania è già arrivata una secca risposta che ha gelato Draghi e i principali leader europei. La Bundesbank ha, infatti, fatto sapere che resta contraria al programma di acquisti di bond della Bce. una dichiarazione piuttosto pesante che fa suppore che il fronte europeo resta aperto e che la Germania è profondamente divisa al suo interno. Tanto che a stretto giro sono intervenuti prima il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, poi la stessa Merkel lodando la presa di posizione di Draghi. In una nota congiunta con il presidente francese Francois Hollande, infatti, la cancelliera tedesca ha sottolineato "la necessità di applicare velocemente le decisioni prese dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno".

Anche sul fronte interno la situazione sembra dipanarsi. Dopo aver incontrato i tre leader dei partiti che sostengono la maggioranza, Monti si sente rafforzato: adesso è convinto di riuscire a concludere la legislatura. Non solo. Conta addirittura di "concluderla in modo proficuo". Del resto, è andato a ripetere anche ieri sera, "l’obiettivo non è durare ma mettere l’Italia sulla strada della crescita". A proposito delle tredicesime, il presidente del Consiglio ha assicurato che gli italiani hanno fatto già abbastanza sacrifici. Niente manovra economica, dunque. Monti resta, comunque, intenzionato a proseguire il cammino delle riforme: "Il governo vuole essere sicuro di lasciare, quando sarà completato il suo compito, un’Italia meno in emergenza e con i muscoli meglio allenati alla crescita". Il "pacchetto" illustrato ai partiti che lo sostengono in parlamento prevede diversi dossier: dai tagli ai sussidi alle imprese proposti da Francesco Giavazzi a quelli della politica e dei sindacati suggeriti da Giuliano Amato. E ancora: la razionalizzazione delle agevolazioni fiscali per evitare l’aumento dell’Iva a tutte quelle misure per rendere più competitiva l’Italia, come le dismissioni per ridurre il fardello del debito e la terza gamba della spending review per eliminare le "incrostazioni" nella macchina statale.

Annunci Google
Commenti

elizat

Ven, 27/07/2012 - 09:29

un interessante sistema per eliminare l'evasione http://spreconomics.blogspot.it/2012/07/il-denaro-e-un-fluido-levasione-fiscale.html leggetelo tutto e se pensate funzioni condividetelo ovunque

Ritratto di lamar burgess

lamar burgess

Ven, 27/07/2012 - 09:35

l'avversario non è la germania che protegge i propri interesse. l'avversario sono gli USA che destabilizzano il mercato mondiale e in questo momento l'Eurozona è il ventre molle dell'economia mondiale, è più facile da attacare perchè non c'è una politica monetaria comune. GLi USA (con la compiacenza e il benestare del Regno Unito) fanno la bella faccia davanti e poi colpiscono alle spalle. Chissà perchè il dollaro vale sempre meno dell'euro

giovanni PERINCIOLO

Ven, 27/07/2012 - 09:43

...."Riaprire il negoziato europeo prima del pronunciamento della Corte tedesca sull’Esm in settembre - conferma un ministro - sarebbe inutile"..... Siamo alle solite : l'arroganza e la maleducazione teutoniche non hanno mai fine. Tanto per loro più dura il caos dello spread e più ci guadagnano! Alla faccia del resto dell'Europa!

mv1297

Ven, 27/07/2012 - 09:56

è tutta una messa in scena, i problemi di fondo rimangono, eccome se rimangono. era meglio andare in fallimento con tutte le sue conseguenze, invece si vuole solo perpetuare all'infinito questa situazione per portare l futuro prossimo un Governo che continui l'opera di smantellamento. tutto studiato a tavolino, e ancora la maggior parte delle persone non aprono gli occi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 27/07/2012 - 09:58

Allora adesso canteremo meno male che MARIO c'è.

mario.de.franco

Ven, 27/07/2012 - 09:56

Mi chiedo : ma Draghi ha il potere di stampare carta moneta ? Ma allora ha gli stessi poteri che aveva prima la Banca d'Italia ! Stampare vuol dire indirettamente svalutare visto che non c'è un corrispondente aumento di ricchezza . E allora come la mettiamo con i paesi del nord e la Germania così ostili a una vera Banca Centrale Europea ?

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 27/07/2012 - 10:07

Ecco bravi i Ns. super-Mario. Dalle "parole" ai fatti: Bonificare è la strada maestra. Bonificare il "merkel-pensiero" e bonificare la "vigna" Italiana, con la scure, dove non è stata mai usata. Fuori tutte le zavorre, chissà che anche l'Italia e l'Europa alla fine decollino. --

luciano160153

Ven, 27/07/2012 - 10:19

non capisco perchè monti continua a sostenere che l'andamento altalenante delle borsa italiana e del relativo spread dipende essenzialmente dalla situaziaone europea e non dalla stessa italia.Ho la quasi certeza che il suo fallimento (da buon italiano) lo vuole scaricare proprio sugli altri

paola_2012

Ven, 27/07/2012 - 10:22

Solo propaganda.

mallmfp

Ven, 27/07/2012 - 10:34

penso che se l'azione di Draghi è stato il calo di 50 punti, significa solo il 10% dello spread rispetto ai BUND è ridicolo. Se avessi visto un calo del 30-40% tipo 320 punti o 350 punti allora avrei capito. La germania continua a prestare soldi chiedendo 4,7% e chiede soldi allo 0%. quanto c...lo ci guadagna la germania sulle spalle di tutti gli europei?

killkoms

Ven, 27/07/2012 - 10:36

@marino birocco,si deve dire"meno male che un marioc c'è",oltre a balotelli!

FEMINE

Ven, 27/07/2012 - 10:32

Piano con gli entusiasmi facili...vediamoci fra qualche giorno...la sostanza dei rapporti ineguali è rimasta identica a nostro sfavore e i giocatori finanzieri mica sono scemi...con un click si rimettono in carreggiata per fare i propri interessi. Anche Monti di recente era tornato "vincitor" da una congrega in Europa e fu subito osannato dai soliti innamorati che immantinente videro tutto rosa; il risultato sconquassante lo abbiamo visto in breve. E, poi, se le intemerate del Draghi fanno capottare il disastro, perchè mai non si è espresso prima? Ma voi ci credete che la madama Merkel non farà fuoco e fiamme per non dover rinunciare al grande profitto che deriva alla "grande" Germania dal fatto che il suo debito viene collocato a sotto zero interessi proprio per il fatto che il nostro, invece, sconta un prezzo da iradiddio? Ce la racconteremo...

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Ven, 27/07/2012 - 10:53

Non illudiamoci!!! Sciacalli, avvoltoi, iene e vampiri hanno ancora fame.

gustavo

Ven, 27/07/2012 - 10:58

Da profano la vedo così. Metti che l'Europa avesse il 50% del mercato mondiale, con l'affacciarsi dei paesi emergenti, primo la Cina, il mercato europeo si è ridotto, metti al 30% . Di questo 3o% la Germania se ne è accaparrata metti il 20%. Agli altri stati messi insieme, compresa l'Italia ne rimane il 10. E da qui non si scappa. Per venirne fuori dobbiamo fare concorrenza alla Germania e ai paesi emergenti. Non c'è altra soluzione e non è cosa da poco, visto anche i politici e sindacati che abbiamo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 27/07/2012 - 10:59

Ore 10,30.L'euforia sui mercati è già finita. Solo i gonzi potevano credere ad un'inversione di tendenza duratura. Siamo nella m**** come....e più di prima.

tartavit

Ven, 27/07/2012 - 11:21

Non deve finire la linea del rigore, deve finire la linea degli sprechi e dei superstipendi per tutti coloro che ne beneficiano a diverso titolo.Non dimentichiamoci che la cosiddetta dirigenza deve essere inclusa nella politica dei sacrifici come chiunque altro. Per non parlare di tutti coloro che dalla finanza e dall'economia traggono, ancora oggi, nonostante la crisi, o forse proprio per la crisi,enormi e sproporzionati vantaggi e guadagni a scapitro degli altri. E dei nostri politici che ancora prendono soldi a sbafo, benefit e prebende varie. Rigore dunque, ma anche attacco decisivo agli sprechi, alla finanza allegra e predona e alla politica rubacchiona. Il popolo è sicuramente disposto a fare sacrifici se constata che tutti sono coinvolti e se non si esagera mettendo in forse i diritti acquisiti in anni di lotte ( il diritto al lavoro, alla salute, allo studio e ad una vita dignitosa). Non è più tollerabile che la massa viene spremuta e i pochi continuano ad arricchirsi e questo lo sa chiunque.

mallmfp

Ven, 27/07/2012 - 11:27

caro obama: quando compri una casa devi avere i soldi. altrimenti la casa non la compri. quando vendi la casa devi avere la casa. non puoi vendere la casa ed incassare i soldi senza avere la casa. questa è truffa. si va in galera. Per favore di ai tuoi cittadini a stelle e strisce che se non la smettono di vendere titoli senza possederli li mandi tutti in galera. va bene? grazie.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 27/07/2012 - 11:57

Sinceramente questo accanimento contro la Merkel non lo capisco proprio. Una linea "morbida" è sicuramente nell'interesse di PD e PDL che hanno appunto appena riesumato alcune province con un loro emendamento ma sicuramente non lo è nell'interesse dei cittadini che vogliono una riduzione degli sprechi statali oltre al fatto che pensare di scaricare il debito su altri (in questo caso i cittadini tedeschi) è politicamente impensabile.

perSilvio46

Ven, 27/07/2012 - 11:59

Oggi è molto chiaro che l'Italia è fallita ! Oggi lo spread sale senza freni, in pochi giorni avrà raggiunto la quota di default voluta dalla speculazione, e "accettata", se non di peggio, dai tedeschi,che fanno sponda agli speculatori nel solito modo :"tranquilli, andate avanti, alle parole (del povero Draghi, banchiere senza banca e senza soldi) noi non consentiremo mai che seguano i fatti". La borsa di Milano lo ha capito ed infatti è iniziato il crollo, facile prevedere che stasera avremo perso molto del guadagno drogato di ieri e che nei giorni prossimi la borsa sprofonderà perché l'ultima - disperata e drammatica mossa BCE è fallita, disinnescata dalla formidabile offensiva dei paesi Euro ricchi (Germania, Olanda, ecc.) e Usa (previsione di Citygroup di stamane : Euro dissolto al 90 %). E finita davvero, si salvi chi può: Portare SUBITO soldi all'estero e vendere SUBITO, se si trovano compratori, i nostri titoli spazzatura (debito pubblico, banche, assicurazioni, in primis). Altro non c'è. Io speravo nel ritorno di Silvio, nelle sue geniali intuizioni, nei suoi folgoranti annunci, ma ormai neppure un genio come Silvio può più fare niente.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 27/07/2012 - 12:15

Ma siiii, spendiamo più di quello che incassiamo, siamo dei maestri in questo.

a.zoin

Ven, 27/07/2012 - 12:22

C`e`da chiedersi perche`l`Europa,o i paesi che usufluiscono, con la moneta , abbiano a avere a che fare con l`Inghilterra ?? Stati Uniti d`AMERICA,e,Inghilterra sono le vecchie potenze,che con l`entrata dell`Euro,hanno avuto i primi problemi. Che gli stati uniti d`America si sentano sopressi dalla pressione della nuova moneta e che cerchino dibloccarla, e`capibile. MA,DA CHE PARTE TIRA IL VENTO IN IN INGHILTERRA ??? 1- SONO EUROPEANI ? NO, E`UN ISOLA CHE CREDE DI ESSERE IL PADRETERNO,MA SOLO ORA IN COMPAGNIA CON L`AMERICA SI STA ARRICCHENDO,SFRUTTANDO LA DEBOLEZZA DEI POLITICI EUROPEI E L`EURO 2-NON VOGLIONO SAPERNE DELL`EURO. 3-TENGONO LA GUIDA DELLE AUTO ,A SINISTRA,e, entare in Inghilterra senza passaporto,e`quasi impossibile. 4-SONO STATI I PRIMI AD AVERE COLONIE,IN TUTTO IL GLOBO,ORA,IL PROBLEMA DELL`IMIGRAZIONE LO PAGA IN MAGGIOR PARTE L`EUROPA NON L`INGHILTERRA,MALGRADO SIA L`UNICO STATO CHE ABBIA ANCORA COLONIE 4-VOGLIONO METTERE IL BECCO, NEGLI AFFARI EUROPEI E ARRUFIANARSI I PAESI DOVE L`ECONOMIA E`PIU`PRECOCE,( PER POTER POI ROMPERNE LE CORNA E FAR SVALUTARE L`EURO),E, LA STIPIDITA`DEI POLITICI EUROPEI CADONO NEL TRANELLO. Non sarebbe meglio lasciare questa isola,per il suo destino,e se si sente EUROPEA ,che stia alle leggi Europee,altrimenti che metta il becco a casa sua e se vuole dichiarare guerra all`europa che dica francamente senza sfumature. Almeno sappiamo da che parte tira il vento.

agosvac

Ven, 27/07/2012 - 12:56

E' strano che molti neanche si siano accorti che Moody's ha abbassato il rating sul debito tedesco. Ciò è un avvertimento perchè di solito dopo questo abbassamento si toglie la tripla A. La signora Merkel se si vedesse abbassata la tripla A avrebbe ben poco da dire o fare se non appoggiare le decisioni di Draghi che sono state molto chiare: un impegno fermo e determinato a difendere l'Europa dagli attacchi speculativi. Forse se non ci fosse stato questo abbassamento del rating, la Germania avrebbe reagito al solito suo. Ma ormai dovrebbe avere capito che neanche la grande Germania potrebbe essere immune dagli attacchi dell'alta finanza. In fondo è quanto dice da molto tempo lo stesso ministro delle finanze Schaueble: senza l'Europa non c'è neanche Germania!!!!

mekong43

Ven, 27/07/2012 - 13:01

Quando ci convinceremo che la Germania del Grande Reich assieme ai suoi alleati Austria, Danimarca e Finlandia considera il resto dell’Europa come lo considerava nel 1940 sarà sempre troppo tardi. Al momento l’ha capito solo la Gran Bretagna.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 27/07/2012 - 13:17

Grande Merkel continua cosi di a loro che si paghino i loro debiti non che tu li devi pagare per gli altri.

ntn59

Ven, 27/07/2012 - 13:37

Sembra ormai chiaro che la Germania, con questa storia dello spread, ci sta guadagnando miliardi e sta facendo fuori le aziende italiane che sono concorrenti delle tedesche. La Germania si è mostrata contraria a qualsiasi azione volta a far scendere lo spread, fossero anche le parole di Draghi. A questo punto ci vorrebbe un pò di orgoflio nazionale...ma chi è patriottico tra i nostri politici? Monti?, il dipendente delle grosse banche internazionali?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 27/07/2012 - 13:43

@perSilvio46 - è grazie sopratutto alle geniali intuizioni di Silvio (ossia il non governare perché così fa comodo a molti italiani) che ci troviamo in questa situazione. Continui a sperare in lui...

Willy Mz

Ven, 27/07/2012 - 13:54

chi vincerà non lo so ma sono certo di chi perde in ogni caso: NOI

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 27/07/2012 - 14:35

... senza offesa eh - FrancoTrier - è un po' che punzecchi... Se per il tifo che fai, qualcuno ti da poi del fellone, o del rinnegato, te la prendi? No, sono sicuro che non ti sfiora nemmeno: Non più che dare del nazista ad un tedesco, il cui padre ha militato nelle file della H-J. Si vergognerebbe, ma non si offenderebbe. Te fa lo stesso. Dank ---------

Ritratto di Zago

Zago

Ven, 27/07/2012 - 15:11

Se tanto mi da tanto, Draghi è solo un burattinaio alla mercè di Germania e Olanda. La Germania gli ha proibito di comprare i nostri titoli, questo significa che la Merkel ci guadagnava con noi. A questo punto, Monti dovrebbe fare la voce grossa e salutare la Germania aufidelsen, noi facciamo da soli tanto i sacrifici li dobbiamo fare anche per voi.

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 27/07/2012 - 15:14

La ciclica, evidente "rivincita", vendetta, dei tedeschi sulla Storia: Ieri l'altro la sfrontatezza di cimbri e teutoni. Ieri la mostruosità dei Lager, oggi la spietatezza, il cinismo dello "spread", costi quel che costi (agli altri) -- Il popolo tedesco e i suoi padroni, hanno la necessità Storica e Biologica di vittime da sacrificare sull'altare della propria presunta superiorità. Inevitabile e logica, è l'arroganza: Ma è anche il sintomo, la conseguenza diretta di tendenze genetiche psico-patologiche, tipiche di un individuo, ma qui di un intero popolo, perennemente frustrato. ----- Barbari, tutt'ora. ---------

Ritratto di echowindy

echowindy

Ven, 27/07/2012 - 17:06

Il cinismo del governo tedesco di volere a tutti i costi lo spread alto, è una archettura genocidia che finirà con il deprimere ed uccidere veramente tutte le economie nell'eurozona ... la loro compresa!

michetta

Ven, 27/07/2012 - 17:24

X MEMPHIS 35 .....ore 17.20..........e che e' successo ......????? Mai, dire mai !!!!!!! See later.

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 27/07/2012 - 17:26

Ed il nostro "statista", cosa dice il nostro "statista" ??????

gian paolo ledda

Ven, 27/07/2012 - 17:22

Dobbiamo proprio credere a questa ennesima trasformazione della Merkel? Siamo veramente convinti che ci sia veramente una sorta di strappo con la grande corazzata bancaria tedesca? O è l'ultimo balletto di questa sorta di pantomima europea in cui le certezze sono sempre di là da venire e di giorno in giorno si assiste alle più stravaganti piroette? E' ovvio che si ripone grande fiducia nelle accorte misure che Draghi intende adottare per evitare un ulteriore avvitamento della crisi economico-finanziaria in cui è coinvolto il nostro Paese (a proposito,sembra ci si accorga solo ora che non dipende dall'Italia,con buona pace di Berlusconi),ma restano sempre fondati dubbi sulla linearità dei comportamenti degli altri interlocutori,in particolare,della Germania.L'auspicio è che ai costruttivi discorsi di facciata corrispondano comportamenti coerenti ed onesti,senza machiavellismi e doppiezze.

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 27/07/2012 - 17:29

Wir haben die "statista". Non abbiamo paura di nessuno, NOI !!!!!

cyclamen

Ven, 27/07/2012 - 17:39

Ma guarda un po'a cosa siamo ridotti: a tifare per la Bundesbank contro la Merkel!

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 27/07/2012 - 17:54

"nie sagen, "cat", wenn Sie haben es nicht in der Tasche.------- (( blaaah, è quasi uguale all'ostrogoto... /lol ))

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 27/07/2012 - 17:52

Eutanasia per l'euro !! Non posso più vederlo soffrire così.

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 27/07/2012 - 18:05

mah... sai che a guardarla meglio (adesso) sta' Merkel... è anche una bella donna, nonostante non sia più una pulzella. -- Non ci faccia ricredere, Signora Merkel... - ein kusse -

analistadistrada1950

Ven, 27/07/2012 - 18:41

Cambia il Presidente del Consiglio ma l'asse è sempre quello; dev'esserci un'idiosincrasia congentita verso l'Italia. Oppure il savoir faire francaise riesce ad ottenere più delle italiche tecniche di comunicazione da chiunque applicate.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 27/07/2012 - 19:23

Tieni duro Merkel.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Sab, 28/07/2012 - 07:43

Balliano ma tu capisci cosa scrivo io? chi e' che rinnega la Italia?Io rinnego il sistema italiano i vostri politici che vi spremono come limoni ma cosa vi lamentate allora qui sul giornale che va male in ITalia?Devo dire che economicamente in Italia si sta bene? mentre chiudono fabbriche ogni giorno licenziando operai?POi cosa mi parli di guerra ricordati che quando i tedeschi e le SS massacravano un paese insieme a loro c erano anche italiani,quindi non criticare chi ti da da mangiare,ripeto se non ci fossero i turisti tedeschi i primi a venire in Italia sareste al livello Grecia o peggio,il mare non c'e solamente in Italia.

cameo44

Sab, 28/07/2012 - 09:56

Monti e tutti coloro i quali sostenevano che la colpa dello spread era di Berlusconi Enrico Letta del PD in testa devono ammettere di aver mentito il tutto è dimostrato da quanto successo in questi giorni nono stante il Governo Monti lo spread era arrivato sopra i 550 punti e le borse crollavano è bastato il discorso di Mario Draghi della BCE per invertire la rotta e con il cambio all'Eliseo è cambiato il compor tamento della Merkel e non per merito di Monti come dicono alcuni che devono prendere atto che i sorrisi di Sarkosj sono svaniti nel nulla come lui

MMARTILA

Sab, 28/07/2012 - 11:01

un interessante sistema per eliminare l'evasione : mettere tasse giuste e licenziare tutte le sanguisughe appartenenti al pubblico impiego che stanno a fare un cavolo (eufemismo) dalla mattina alla sera. Caro mio, fin quando ci sarà una tassazione al 55% di base, chi potrà evadere lo farà e ne ha la sua giustificazione morale. Salvo casi spudorati, come quello che lei cita del medico che non denuncia nulla o quasi...ma gli strumenti par metterlo al tappeto ci son tutti, basterebbe utilizzarli.

gibuizza

Sab, 28/07/2012 - 11:03

Tohh! Finalmente dopo quasi 9 mesi di Monti qualcosa è cambiato in Europa, la Francia e la Germania si sono alleate !!!!!!!!!

gibuizza

Sab, 28/07/2012 - 11:14

Ma se in queste condizioni la Germania, proprietaria di molta parte del debito degli stati europei, prende soldi all'1% e si vede pagare i suoi prestiti al 6%, perché dovrebbe sperare in un cambiamento? Al più deve sperare che uno stato europeo, di cui ha i crediti, non fallisca altrimenti il giocattolo si rompe.

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 28/07/2012 - 11:16

--FrancoTrier-- E lo chiedi pure se si capisce quello che scrivi? Se ti va di scherzare dillo e ci facciamo tutti quattro risate, no? -- Ma forse sei proprio te a non capire quello che scrivi, oppure è la tua enorme supponenza acquisita, se non il disprezzo per tutti gli Italiani, a sfuggirti. Lo si ri-percepisce a distanza anni luce, quando affermi che "gli Italiani aspettano il cibo dai tedeschi". Poi, usi a mo' di foglia di fico, l'incapacità colpevole dei Ns. politici... Eh sì, sei stato proprio fagocitato dai krucchi che col tintinnio assordante dei loro soldoni t'hanno disseccato, psicologicamente, fors'anche moralmente persino le "radici". -- Cordialmente, a non rivederci. - Baliano --