Crisi eurozona, vertice tra ministri delle finanze Occhi puntati su Berlino

A Parigi si incontrano i ministri delle Finanze in vista del cruciale vertice del 28 giugno. L'Ocse: "Se il vertice fallisce, rischio contagio"

Sono giorni di tensione in vista del cruciale vertice del Consiglio Europeo del 28 e del 29 giugno. Intanto, oggi i ministri delle Finanze di Germania, Francia, Italia e Spagna si riuniranno a Parigi.

Ad annunciare l'incontro a sorpresa è stato il ministro delle Finanze francese, Pierre Moscovici. Oltre a lui, al vertice di questa sera ci saranno il ministro tedesco dell’Economia e delle Finanze, Wolfgang Schaeuble, quello spagnolo Luis de Guindos e il vice ministro Vittorio Grilli, insieme con il Commissario europeo agli Affari economici Olli Rehn.

"Limiti superiori sugli equilibri annuali di bilancio e sui livelli di debito dei governi dei Paesi membri potrebero essere concordati in comune", si legge nel rapporto che il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy presenterà oggi agli Stati membri, intitolato "Verso una genuina unione economica e monetaria".

Un rapporto a cui ha lavorato insieme al presidente della Bce, dell’Eurogruppo e della Commissione Europea. "In base a queste regole l’emissione di debito governativo oltre a livello concordato in comune dovrebbe essere giustificato per ricevere un’approvazione preventiva. Di conseguenza l’area euro sarebbe in grado di richiedere cambiamenti alle norme di bilancio se sono in violazione delle regole fiscali, tenendo a mente la necessità di assicurare l’equità sociale", si legge ancora nel rapporto di sette pagine e mezzo.

"In una prospettiva di medio termine, l’emissione di debito comune potrebbe essere esplorata come un elemento" di un’unione di bilancio più stretta e "soggetta ad una progressiva integrazione", è una delle indicazioni contenute nel rapporto Van Rompuy, nel quale si sottolinea che "passi verso l’introduzione di responsabilità sovrane numerose e comuni potrebbero essere considerate mentre è in vigore un quadro robusto di disciplina di bilancio e competitività per evitare l’azzardo morale per rafforzare la responsabilità e il rispetto".

"Il processo verso l’emissione di debito comune dovrebbe essere graduale e a fasi, mentre i progressi verso la messa in comune di decisioni sul bilancio dovrebbero essere accompagnati da passi commensurati alla messa in comune dei rischi", continua il rapporto.

Insomma, non è escluso che ci sia un altro pressing nei confronti di Berlino affinché apra a forme di condivisione del debito, dopo che ieri il no agli Eurobond ribadito da Angela Merkel ha fatto crollare i mercati finanziari. 

Intanto, in vista del vertice cruciale del 28 e 29 giugno, l'Ocse lancia l'allarme. "Le autorità europee devono essere più risolute nell’affrontare la crisi per evitare un allargamento del contagio a Italia e Spagna", ha spiegato il capo economista e vicesegretario dell’Ocse, Piercarlo Padoan, ai microfoni del Gr Rai, sottolineando che "ci sono elementi di debolezza generalizzata che si possono tradurre in fenomeni di contagio" e in mancanza di decisioni chiare al vertice Ue del 28 e del 29 giugno "ci sarebbero sicuramente tensioni sui mercati finanziari di questi due paesi, che però non vanno identificati in un blocco comune - i problemi di Spagna e Italia sono diversi - e quindi ci sarebbe bisogno di strumenti di intervento".

Commenti

Dario40

Mar, 26/06/2012 - 10:25

innanzi tutto sarebbe opportuno che i rappresentanti degli altri Paesi dell'UE, si rivolgessero alle competenti autorità Nazionali e Internazionali per denunciare la Merkel per il reato di aggiotaggio . E' chiaro che per portare avanti una tale denuncia bisogna avere gli attributi necessari, e non quali rappresentanti ne siano in possesso .

Ritratto di veon

veon

Mar, 26/06/2012 - 10:25

Speriamo che il vertice fallisca come tutti i precedenti... Vedere vanrompino disoccupato mi darebbe davvero grande gioia. Senza contare ovviamente la rimozione del cappio nazineuropeo dal nostro collo.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 10:34

Un attimo fermiamo le bocce "condivisione del DEBITO " ,alcuni affermano ,anche in questo sito , che i mangiaKRUATI abbiano 7.000 miliardi di debito pari al 333% del pil !! SE FOSSE COSI I CRUKKI FANNO SALTARE IL BANCO !! NON SAREBBE MEGLIO PRIMA FARE CHIAREZZA SUL BILANCIO DELLA GERMANIA !! ANCHE QUESTA PAROLA "RIGORE" CHE DICE SEMPRE LA KULONA NON SARA' PERCHE' HA LA CODA DI PAGLIA ??

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 26/06/2012 - 10:45

La Merkel, con i suoi settemila miliardi di euro di debito pubblico, fatti due conti, vede che per il momento sta guadagnando di piu con gli interessi fatti pagare all' italia ed alla spagna:OPERAZIONE CHE LE PERMETTE DI NON DICHIARARE LA VERITà; pertanto rifiuta una idea che la espone a bilanci pubblici non falsificati e di conseguenza al ludibrio universale; spero che i nostri responsabili agiscano di conseguenza abbandonando la merkel al suo destino: non è vero ciò che dichiara Squinzi: meglio pane ed acqua pittosto che una merkel in casa: quindi o fuori lei o fuori noi

bobsg

Mar, 26/06/2012 - 10:53

Speriamo che tra i "compitini" assegnati dalla merkel a monti non ci sia anche la sconfitta della Nazionale per Giovedì prossimo.

velenosoveleno

Mar, 26/06/2012 - 10:48

Questi pensano a come continuare a fregare i popoli dell'Europa . Spero che tutto vada all'aria e che ogni paese si riappropri delle monete nazionali . Basta con questi pescicani privati-ovverossia banchieri dei miei stivali- . Non sarebbe male , per farli tornare con i piedi sullla terra , farli lavorare in qualche miniera a scontare i loro atti delinquenziali e sopravvivere con le loro famiglie a poche lire al mese. Popolo , sveglia!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 26/06/2012 - 10:54

Forza Roma , forza lupi, son finiti i tempi cupi. Questo era il leit motiv di Mortadella ai tempi dell'introduzione dell'euro. Stabilità finanziaria massima e...perpetua. Avremmo fatto vedere i sorci verdi al dollaro, ricordate? E invece no. Allarme rosso, e continuo. Attenuatosi un pericolo, già all'orizzonte se ne profila un altro. Gli esami non finiscono mai. Tutti attendiamo con ansia il week end in quanto, nel fine settimana, le borse sono chiuse ed il flusso di ferali notizie si diluisce un po'. Il baraccone ricomincerà a scricchiolare "solo" da lunedì. Ma...vi risulta che fosse così anche ai tempi della lira?

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 10:55

Ennesimo vertice, costoso, inutile, insensato, inconcludente, ozioso, sfarzoso, bizantino, vanitoso, autoreferenziale, vuoto, déjà vu; al termine del quale Frau Merkel dirà "NEIN !"...................... Se mi date 50,00 euro, ogni volta, invece di scomodarvi ve lo dico io come va a finire cari politicanti UE !!!!!!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 10:50

Il IV° REICH è in uno stato di empasse .......................

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 10:56

Europe Sucks

idleproc

Mar, 26/06/2012 - 10:56

Se storia insegna l'andazzo futuro sarà che spinto dalle criticità socio-economiche di casa propria, ciascuno penserà ai fatti suoi e gli accordi internazionali diventano quello che sono sempre stati. Carta straccia. Tranne noi. Alla deriva diventeremo pane e companatico per gli altri in giro per il globo e per quelli che ci hanno venduto in casa. Sempre che non piazzino un dittatore della finanza in europa, oggetto del lavoro: mò vi pelo tutti. Sono già sulla buona strada. Non sto parlando dei figuranti attuali.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 10:56

Inchini, complementi, giri di valzer per non concludere nulla.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 11:07

#5 bobsg... è probabile infatti vuole sempre "RIGORE RIGORE " alla fine gli arbitri la accontenteranno per sudditanza psicologica !! Avrà imparato da MORATTI !!

Giulio42

Mar, 26/06/2012 - 11:18

L' UE, nata senza regole comuni, economia, politica, sviluppo, lavoro, flussi migratori, erano le prime regole che andavano stabilite prima di pensare ad una moneta unica e ad aprire le frontiere. La Merkel, sicuramente sapeva delle condizioni del nostro bilancio, come pure quello degli altri paesi ma ha pensato con ragione, che questo avrebbe favorito il suo Paese. Non penso che quello che sta succedendo possa essere risolto dalla Merkel ma dai politici che devono prendere la decisione comune, euro e morire oppure uscire dalla moneta unica e fare fronte comune alla crisi. In questo caso, la Germania per evitare la scissione, potrebbe riconsiderare le regole capestro imposte agli altri paesi.

AnnoUno

Mar, 26/06/2012 - 11:27

#4gpl: concordo. Purtroppo non abbiamo gente con i cojones altrimenti si sarebbe già seguita una delle due strade: truccare il nostro debito esattamente come ha fatto la Germania oppure imporre ala Germania di ricalcolare il suo debito e tirare la polvere da sotto al tappeto. Quello che spaventa è che loro si stanno rafforzando in tutti i settori mentre noi siamo alla svendita per fallimento. Una volta chiuse le nostre fabbriche (anche quelle di eccellenza) ed azzerata l'imprenditoria privata (autonomo? allora sei evasore, cattivo e da condannare..anche senza prove), come potremo mai pensare di restituire anche solo parzialmente il debito? Neanche gli interessi spropositati riusciremo a pagare, altro che rientarre del debito! Invece i crucchi mostreranno sì un grande debito (finalmente) ma anche una capacità industriale ed un'economia reale in salute (tacendo che è cresciuta a nostro discapito) e si dichiareranno solvibili. AAA - Cercasi dittatore illuminato disperatamente..

leones956

Mar, 26/06/2012 - 11:34

Oliver Cromwell il 20 aprile 1653 fece il discorso: " In nome di Dio andatevene", sono passati 359 anni e mai un discorso come quello oggi sembra così attuale. (...e purtroppo ben poco da allora è cambiato...)

unclesam

Mar, 26/06/2012 - 11:34

Il punto risolutivo non sono gli eurobond che servono solo a nascondere la polvere sotto il tappeto distribuendo i debiti a più stati. Il punto è il vero risanamento dei conti pubblici, con meno spese, per tutti, anche per il carrozzone Europa che costa un visibilio, e soprattutto per noi. La riforma del lavoro, se fosse veramente ben fatta, sarebbe una cosa buona, ma non sufficiente a risolvere il problema: NOI DOBBIAMO SPENDERE MENO! Se non si capisce questo tutto il resto sono solo chiacchere e tasse e quindi recessione ora e fallimento domani. Spiegatelo a Monti e alla Merkel, coppia di teste dure!

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 26/06/2012 - 11:40

non dobbiamo dimenticare quali danni sono in grado di fare i tedeschi quando si mettono in testa di raggiungere risultati da loro ritenuti giusti: non dimentichiamo gli anni del nazismo e gli anni in cui la germania , spinta da un asuro desiderio di espansionismo, ritenevano di poter gestiure con il razzismo, l' europa ed il mondo: la merkel non lo dice ma è convinta della assoluta supremazia tedesca: pensate quindi al male che questa donna, indipendentemente dai 7000b di suo debito pubblico, puo fare all' europa ed alla germania. Il problema rimane nel fatto che i tedeschi oramai, come lo spiegel, crede assolutamente al falso bilancio tedesco e pertanto non sara possibile nessuna integrazione politica e quindi economica: la germania deve uscire dall' area Euro, altrimenti dovremo farlo noi con il resto dell' europa che certamente non vede in berlino la capitale del mondo

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 11:36

Ma dov'è Prodi, il profeta della moneta unica ?

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/06/2012 - 12:00

Perchè voi, veramente, credete che la Germania abbia i conti in ordine ??

pagano2010

Mar, 26/06/2012 - 12:16

18 anni di seconda repubblica a sbandierare la necessità di riforme strutturali (poendo sfruttare anche 10 anni di tasso rasoterra) e non è successo nulla (almeno i paesi nordici qualche cosa per rivoltare la loro struttura socio-produttiva l'hanno fatto): ci siamo nascosti dietro un dito, rimandando sempre il problema e adducendo sempre la scosa che la colpa era di un altro. Adesso le riforme le faranno a Berlino, ci presenteranno il conto (salato), ci compreranno con 2 euro le aziende migliori: un grazie sentito a Berlusconi,Prodi, Fini, Napolitano, La Russa, Tremonti, Casini, Bossi, Dalema.... ne dimenico molti di sicuro.

Piero Lombardi

Mar, 26/06/2012 - 12:19

Tutte queste misure su cui si continua a discutere e sulle quali non c'è neanche sintonia di vedute, sono solo dei palliativi che al massimo potranno ritardare di qualche mese gli effetti più devastanti di questa crisi. Potevano andare bene due anni fa, quando per salvare la Grecia bastavano 50 Mld di Euro, ma adesso è troppo tardi: la velocità con cui la speculazione attacca non può essere contrastata con provvedimenti di lungo termine, sui quali oltretutto pesano i continui nein tedeschi. L'unica soluzione vera è che la UE stampi moneta e immetta immediatamente liquidità: ma visto che non se ne può neanche parlare continueremo ad assistere impotenti al suicidio assistito di questa Europa.

gamma

Mar, 26/06/2012 - 12:26

I paesi dell'Europa mediterranea (anche la Francia se vuole) più Portogallo escano dall'Euro e fondino una nuova moneta, chiamiamola ad esempio "Felix" che in latino significava "felice", con una sua banca centrale che abbia le prerogative di difesa che la BCE non ha. Essendo questo gruppo più armonico le tensioni dovrebbero essere minime. Invece la presenza della Germania che è ormai la quarta potenza economica del mondo, e che pretende dagli altri paesi Euro atti e performance che questi non possono raggiungere senza creare gravi disarmonie e tensioni pericolosissime al loro interno è una vera e propria disgrazia e può causare danni anche alla stessa Germania. Quindi, meglio andare ognuno per la propria strada.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 26/06/2012 - 12:26

qualcuno vorrebbe che la Germania si accollasse i nostri debiti (premesso che il debito oggi è comunque una truffa delle banche), mentre perdurano gli sprechi, i nepotismi, la burocrazia leviatanica in stile sovietico, il Colle a 228 milioni all' anno, le 8 province in Sardegna, i 30.000 forestali calabri ecc... ecc..... Non vi pare sia un po' sfrontato??

antonionamara

Mar, 26/06/2012 - 12:47

Forza Angela, non cedere ai pianti dei rappresentanti dei paesi come Italia e Spagna, che per decenni l'unica cosa che hanno saputo fare è mangiare ed indebitarci. Voi qui parlate di solidarietà etc.. ma vi rendete conto che Bassolino, un uomo che ha distrutto una piccola regione economicamente inutile dell'Italia guadagnava più della Merkel, leader della quarta potenza economica mondiale dopo USA, Cina e Giappone? Si si, fate la valuta mediterranea, voglio vedere poi la benzina, le AUDI e tutti gli aggegini MAC come ve li comprate. Ma fatemi il piacere. La germania è un paese serio, dove si lavora, non si mangia, non si spreca e se un politico viene anche solo di striscio coinvolto in un indagine si dimette subito da solo perché sa che, innocente o colpevole, la credibilità del suo paese è un interesse nazionale che viene prima di ogni cosa. Mica come qui, dove uno, che al 60% a rubato, viene indagato e una schiera di masochisti si mette a proteggerlo contro i "magistrati cattivi".

agostino.vaccara

Mar, 26/06/2012 - 12:37

Prima in un commento che leggerete dopo, ho parlato dei colossi d'argilla che sono le banche tedesche. Parliamo ora dei famigerati bund che sono il terrore di tutti i titoli di Stato europei. Finora l'alta finanza li ha comprati e quel che non ha comprato li compra la Bundesbank, cosa, tra l'altro che contravviene alle regole europee. Ma fino a quando potrà durare? In fondo chi ha i soldi vuole guadagnare. Una volta esaurita la potenzialità di guadagno sugli altri titoli europei è ovvio, non bisogna essere economisti, basta un po' di logica, che chi ha investito in bund che non rendono neanche tanto da evitare l'inflazione, comincerà a speculare. TUTTI i titoli di Stato, di tutti gli Stati, sono a cedola fissa. L'unico modo per guadagnarci è cominciare a vendere una parte del proprio portafoglio. Vendendo, il valore nominale diminuisce e così aumentano gli interessi.E' lo stesso gioco fatto per Grecia, Spagna ed Italia. Solo che per i bund la potenzialità di guadagno è enorme.

antonionamara

Mar, 26/06/2012 - 12:47

Forza Angela, non cedere ai pianti dei rappresentanti dei paesi come Italia e Spagna, che per decenni l'unica cosa che hanno saputo fare è mangiare ed indebitarci. Voi qui parlate di solidarietà etc.. ma vi rendete conto che Bassolino, un uomo che ha distrutto una piccola regione economicamente inutile dell'Italia guadagnava più della Merkel, leader della quarta potenza economica mondiale dopo USA, Cina e Giappone? Si si, fate la valuta mediterranea, voglio vedere poi la benzina, le AUDI e tutti gli aggegini MAC come ve li comprate. Ma fatemi il piacere. La germania è un paese serio, dove si lavora, non si mangia, non si spreca e se un politico viene anche solo di striscio coinvolto in un indagine si dimette subito da solo perché sa che, innocente o colpevole, la credibilità del suo paese è un interesse nazionale che viene prima di ogni cosa. Mica come qui, dove uno, che al 60% a rubato, viene indagato e una schiera di masochisti si mette a proteggerlo contro i "magistrati cattivi".

agostino.vaccara

Mar, 26/06/2012 - 12:37

Prima in un commento che leggerete dopo, ho parlato dei colossi d'argilla che sono le banche tedesche. Parliamo ora dei famigerati bund che sono il terrore di tutti i titoli di Stato europei. Finora l'alta finanza li ha comprati e quel che non ha comprato li compra la Bundesbank, cosa, tra l'altro che contravviene alle regole europee. Ma fino a quando potrà durare? In fondo chi ha i soldi vuole guadagnare. Una volta esaurita la potenzialità di guadagno sugli altri titoli europei è ovvio, non bisogna essere economisti, basta un po' di logica, che chi ha investito in bund che non rendono neanche tanto da evitare l'inflazione, comincerà a speculare. TUTTI i titoli di Stato, di tutti gli Stati, sono a cedola fissa. L'unico modo per guadagnarci è cominciare a vendere una parte del proprio portafoglio. Vendendo, il valore nominale diminuisce e così aumentano gli interessi.E' lo stesso gioco fatto per Grecia, Spagna ed Italia. Solo che per i bund la potenzialità di guadagno è enorme.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 26/06/2012 - 12:47

Il difetto più grande (o forse additittura la tara) di noi italiani è l'incapacità di autocritica. Di ogni problema scarichiamo la colpa agli altri (in questo caso la Germania della Merkel) senza mai assumerci le nostre responsabilità.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 26/06/2012 - 12:47

Il difetto più grande (o forse additittura la tara) di noi italiani è l'incapacità di autocritica. Di ogni problema scarichiamo la colpa agli altri (in questo caso la Germania della Merkel) senza mai assumerci le nostre responsabilità.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 26/06/2012 - 13:01

Ma cos'altro ancora avranno da dirsi? Possibile che dopo decine di incontri abbiano ancora da dirsi cose nuove e originali? Ma cosa continuano a incontrarsi a fare? Dai, fateli smettere! Grazie.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 26/06/2012 - 13:01

Ma cos'altro ancora avranno da dirsi? Possibile che dopo decine di incontri abbiano ancora da dirsi cose nuove e originali? Ma cosa continuano a incontrarsi a fare? Dai, fateli smettere! Grazie.

fossog

Mar, 26/06/2012 - 12:57

I paesi del Sud europa sono meno civili, meno onesti nella pratica delle istituzioni, rispetto a quelli del Nord europa... se io fossi un citadino della germania o dei paesi suoi vicini NON vorrei certo legare il mio carro a quello zoppo e disonesto di paesi che da mille anni sono indietro rispetto alla cultura nord europea. Anche nella religione siamo rimasti indietro rispetto a loro, protestanti !! NON mi fideri. la soluzione è una sola : arrivare NOI al loro livello, cancellando gli sprechi e le poltrone inventate che foraggiano mangiatoie politiche, riparmiando insomma quegli oltre 100 miliardi annui fagocitati da un milione trecentomila zecche della politica infiltrate in ogni piega di uno stato ormai marcio. La Merkel, per me, ha ragione !

fossog

Mar, 26/06/2012 - 12:57

I paesi del Sud europa sono meno civili, meno onesti nella pratica delle istituzioni, rispetto a quelli del Nord europa... se io fossi un citadino della germania o dei paesi suoi vicini NON vorrei certo legare il mio carro a quello zoppo e disonesto di paesi che da mille anni sono indietro rispetto alla cultura nord europea. Anche nella religione siamo rimasti indietro rispetto a loro, protestanti !! NON mi fideri. la soluzione è una sola : arrivare NOI al loro livello, cancellando gli sprechi e le poltrone inventate che foraggiano mangiatoie politiche, riparmiando insomma quegli oltre 100 miliardi annui fagocitati da un milione trecentomila zecche della politica infiltrate in ogni piega di uno stato ormai marcio. La Merkel, per me, ha ragione !

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 26/06/2012 - 13:06

Ancora lì? Ma cosa devono inventare ancora? L'acqua calda?

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 26/06/2012 - 13:09

Ma non sarebbe piu efficace cacciare la germania da questa europa.e i nostri rappresentanti di oggi via tutti.Ladri Ladri e poco seri. In Germania si mangia anche ma a poco a poco. Loro la pansa se la riempiono di birra non di soldi che succhiano al popolo.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 26/06/2012 - 13:06

Ancora lì? Ma cosa devono inventare ancora? L'acqua calda?

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 26/06/2012 - 13:09

Ma non sarebbe piu efficace cacciare la germania da questa europa.e i nostri rappresentanti di oggi via tutti.Ladri Ladri e poco seri. In Germania si mangia anche ma a poco a poco. Loro la pansa se la riempiono di birra non di soldi che succhiano al popolo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 26/06/2012 - 14:00

Questo sarà il vertice in cui il Bilderberg vorrà la definitiva cancellazione della sovranità nazionale dei paesi europei e l' avvento del superstato in mano ai banchieri

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 26/06/2012 - 14:00

Questo sarà il vertice in cui il Bilderberg vorrà la definitiva cancellazione della sovranità nazionale dei paesi europei e l' avvento del superstato in mano ai banchieri

ke giornale

Mar, 26/06/2012 - 14:16

Se la Germania detenesse un debito pubblico effettivo pari al 197,6%, i mercati non rifinanzierebbero certamente i bund tedeschi agli attuali tassi.La Germania bara? No, stando alle regole comunitarie ma, soprattutto, sono i mercati a dare a Berlino la tripla A, non presunti trucchi contabili, che sarebbero per di più pubblici e plateali. Ricordare che la politica europea ha finora fallito nell'implementare adeguate misure di contrasto alla crisi è certamente atto dovuto, ma lo è anche ricordarsi che l'Italia ha tanti compiti da fare in casa, e non è certo il puntare il dito verso l'esterno che può rimettere in pista il nostro Paese. E' anche dovere dell'informazione far sì che i cittadini ne siano ben coscienti.

ke giornale

Mar, 26/06/2012 - 14:31

er quanto riguarda la Germania, sottolinea Raffelhuschen, ha il debito pubblico maggiore in Europa: 2080 miliardi, secondo Eurostat, pari all’83,2% del prodotto interno lordo e tripla A l'italia al 120% e tripla B...... e se qualcosa è cambiato sulla sostenibilità è cambiato dopo la mega-riforma sulle pensioni!!!

ke giornale

Mar, 26/06/2012 - 14:16

Se la Germania detenesse un debito pubblico effettivo pari al 197,6%, i mercati non rifinanzierebbero certamente i bund tedeschi agli attuali tassi.La Germania bara? No, stando alle regole comunitarie ma, soprattutto, sono i mercati a dare a Berlino la tripla A, non presunti trucchi contabili, che sarebbero per di più pubblici e plateali. Ricordare che la politica europea ha finora fallito nell'implementare adeguate misure di contrasto alla crisi è certamente atto dovuto, ma lo è anche ricordarsi che l'Italia ha tanti compiti da fare in casa, e non è certo il puntare il dito verso l'esterno che può rimettere in pista il nostro Paese. E' anche dovere dell'informazione far sì che i cittadini ne siano ben coscienti.

ke giornale

Mar, 26/06/2012 - 14:31

er quanto riguarda la Germania, sottolinea Raffelhuschen, ha il debito pubblico maggiore in Europa: 2080 miliardi, secondo Eurostat, pari all’83,2% del prodotto interno lordo e tripla A l'italia al 120% e tripla B...... e se qualcosa è cambiato sulla sostenibilità è cambiato dopo la mega-riforma sulle pensioni!!!

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 15:40

#34 ke giornale.....quando si parla di rapporto debito pil della penisola si dovrebbe essere più precisi...... centro nord 100% , meridione 162 % !!

stefano.colussi

Mar, 26/06/2012 - 15:53

Basta mi rifiuto di leggere e mi rifiuto di commentare...o costruiamo politicamente gli Stati Uniti d'Europa oppure è meglio tornare alla lira. Entrare nel dettaglio è tipicamente femminile come femminile è Angelino Merkelino. Colussi Stefano detto "aldo". 26 giu 12. Cervignano del Friuli.

mila

Mar, 26/06/2012 - 15:55

#Scandalo e ke giornale -Aggiungerei anche che in passato sono stati fatti tentativi per impiantare industrie nel Meridione, con grande spreco di soldi pubblici, tentativi falliti. L'agricoltura e' ostacolata dalle norme UE, quindi il Sud va mantenuto a spese dello Stato italiano (cioe' del CentroNord), altrimenti resta solo la secessione. PS. Non sono leghista, ma purtroppo penso che nell'attuale situazone europea siamo a questo punto.

papeppe

Mar, 26/06/2012 - 16:32

Oltre al debito pubblico di molti paesi europei c'è anche il problema della scarsa competività dei nostri prodotti nel mondo. Occorre che l'euro venga svalutato nei confronti degli altri paesi del mondo. Solo così i nostri giovani potranno avere una prospettiva di lavoro per il futuro. Non potendo la BCE comprare i debiti degli stati membri stampando moneta, continueremo a pagare interessi alti e continueremo a vedere i nostri giovani demoralizzati per la mancanza di prospettive per un lavoro. Ma perchè stampare moneta lo possono fare tutte le altre nazioni e noi no? pechè privarci di un mezzo che le altre nazioni usano e noi no? Ma i nostri rappresentanti sono diventati tutti masochisti?

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 16:34

#33 ke giornale ... allora che aspettiamo a fare come i i tedeschi facciamo una bella banca nazionale chiamiamola anche noi Kreditanstalt für Wiederaufbau per gli amici KfW poi quando i bot e btp vanno in scadenza per i sottoscrittori italiani gli diamo in cambio titoli emessi d questa nuova banca alle medesime condizioni !! lo stato emette meno titoli paga meno interessi lo stok sul mercato finanziario diminuisce la speculazione di conseguenza pure e il nostro debito diminuisce!! infatti la KfW italiana come quella tedesca non verrà conteggiata nel debito statale !! se raggiungiamo il livello di indebitamento di quella tedesca 400 miliardi riduciamo il rapporto debito pil al 100 % !!LORO LO FANNO DA 16 ANNI !!

Franco-a-Trier

Mar, 26/06/2012 - 16:41

ke giornale debito pubblico molto alto qui in Germania,pero' caso strano non sanno cosa vuole dire crisi e disoccupati sono diminuti 4% lavoro c e e si sta bene ,quindi non so che giornali leggi tu.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 16:49

#37 mila...guardi che non c'è nulla di male ad essere LEGHISTI !! anzi abbracci la FEDE !!

gianni.g699

Mar, 26/06/2012 - 17:09

Brodi ci ha nfilati di forza nel tunnel euro ... smonti ci sta infilando di prepotenza e con il terrorismo economico sotto le grinfie della germania !!! T R A D I T O R I !!! e italiani fessi !!!

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 26/06/2012 - 18:00

#38 papeppe.... purtroppo ha ragione i giovani sono demoralizzati !! Un grande problema è LA CINA , i komunisti sono sempre stati la rovina del mondo , manipolano il valore della loro valuta a piacimento !! Impediscono che sia trattata liberamente , cosa che se accadesse , si apprezzerebbe del 50% nel giro di un mese pertanto i loro prodotti di scarsissima qualità sarebbero invendibili e forse le nostre aziende ricomincerebbero a produrre !! Pensi che mister Colannino , il capitano coraggioso a cui d'alema aveva regalato la telecom , ha più fabbriche di moto in cina ed in vietnam che in italia ! la cosa più ridicola è che suo figlio SENATORE del PD siede nel POLITBURO del partito . Pagherà gli operai CINESI 300 $ al mese , in pratica uno SCHIAVISTA e suo FIGLIO fa il KOMUNISTA !!

Franco-a-Trier

Mar, 26/06/2012 - 21:58

marforio chi dice che qui in Germania si mangia apoco a poco ma queste cassiate che scrivi dove le leggi?

Franco-a-Trier

Mar, 26/06/2012 - 23:21

Forse la Italia prenderebbe il debito di un paese europeo al 7%? La Germania non lo vuole prendererlo si si e cattiva lo so.Quindi coloro che criticano la Germania riflettino prima di scrivere cassiate come il benzinaio venditore di gpl.