Crolla il potere d'acquisto

Secondo l'Inps, il potere d'acquisto delle famiglie è crollato del 9,4% tra il 2008 e il 2012. Quasi la metà dei pensionati Inps ha una pensione inferiore ai 1.000 euro al mese

La crisi economica continua a flagellare il paese. Il potere d'acquisto delle famiglie è crollato del 9,4% tra il 2008 e il 2012. Il dato viene evidenziato nel bilancio sociale Inps. Solo tra il 2011 e il 2012, il calo è stato del 4,9%. Nel complesso nei quattro anni considerati il reddito disponibile delle famiglie ha perso in media l'1,8% (-2% tra il 2011 e il 2012). A ottobre nessun segnale di miglioramento per i consumi italiani. L’indicatore dei consumi della Confcommercio ha registrato una diminuzione del 2,1% in termini tendenziali e un frazionale aumento (+0,1%) rispetto al precedente mese di settembre. I modesti segnali di attenuazione della fase recessiva e di un possibile riavvio dell’attività economica nella parte finale del 2013 non si sono ancora trasferiti alle famiglie, infatti, la debolezza del mercato del lavoro e la presenza di una pressione fiscale che continua a rimanere su livelli record non permettono un recupero del reddito disponibile. In termini prospettici, le incertezze che si rilevano sul versante fiscale, derivanti dalle difficoltà di reperire risorse per il risanamento dei conti pubblici, rischiano di prolungare la crisi dei consumi fino alla prima metà del 2014", ha rilevato Confcommercio. A tutto ciò si aggiunge la situazione relative alla pensioni. Infatti, quasi la metà dei pensionati Inps (il 45,2%) ha un reddito da pensione inferiore ai 1.000 euro al mese. Su quasi 7,2 milioni di pensionati che non arrivano a 1.000 euro, ce ne sono 2,26 milioni (il 14,3% del complesso) che non arriva a 500 euro. Possono invece contare su più di 3.000 euro al mese poco più di 650.000 pensionati.

Commenti

gneo58

Gio, 05/12/2013 - 12:21

sottostimato ! e' crollato molto di piu' - sono anni che le spese incomprimibili aumentano mentre gli stipendi sono fermi al momento, chi ancora ha uno stipendio riesce a malapena a pagare il pagabile, se aumenteranno ancora un po' le tasse sara' un disastro - devono stare molto attenti perché siamo li' li' per scavallare dall'altra parte e se poi tutti cominceranno a non poter pagare saranno veramante cazzi

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 05/12/2013 - 12:22

Ci voleva un genio per ricordarcelo.

andreum

Gio, 05/12/2013 - 13:04

tanto alla nostra politica non interessa!

lamwolf

Gio, 05/12/2013 - 14:29

E questo è un paese, democratico e liberale, formato sul lavoro e la casa? Ma che cazzo stiamo dicendo con oltre 4 milioni di persone ridotte in povertà. Con altri 3 milioni senza lavoro e con i giovani senza un futuro, uno stipendio e un domani una misera pensione. Ma non vi vergognate in Parlamento leggendo certe cifre? ah! a voi cosa ve ne frega, stipendi ultra, privilegi, assistenza sanitaria anche per i parenti, auto blu, rimborsi e c'è anche chi ruba. Leggere cifre dove quasi 2,5 milioni di persone non arrivano a 500 euro di pensione è da rivoluzione. Vergogna!!!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 05/12/2013 - 15:00

vedremo quanti soldi si getteranno in pranzi e dolci a Natale e quante merci si venderanno con i saldi a gennaio, bar pieni, fast food e pizzerie piene, negozi di telefonia pieni, sempre code ai benzinai che applicano sconti di 0.0xx centesimi litro chisà se l'erogatore è controllato !! etc siete finti poveri italiani tra due anni lo sarete davvero sotto la dominazione europea nazi-comunista tedesca

edo1969

Gio, 05/12/2013 - 15:21

sono finti poveri Brunetta li ha smascherati

edo1969

Gio, 05/12/2013 - 15:25

colpa di berlusconi

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 05/12/2013 - 19:42

colpa della Merkel.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 06/12/2013 - 07:25

Dragon o nazi o comunista deciditi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 06/12/2013 - 07:28

dimenticavo sotto i comunisti li siete già li votate e li avete al governo, nazi vedremo più avanti, poi dimmi si sta meglio ora sotto il comunismo italiano o il nazismo tedesco attualmente dico vedi tu.