Debito, Bruxelles inguaia il governo. Ma Gentiloni: "Deficit già migliorato"

A settembre il debito sale a 2.283,7 miliardi. L'Ue in pressing. Padoan: "Ci attendiamo diminuzione aggressiva". E Gentiloni: "Deficit già migliorato". Ma il centrodestra attacca: "Basta bugie"

Il debito cresce ancora. A settembre, stando al report della Banca d'Italia, è aumentato di 4,4 miliardi rispetto al mese precedente attestandosi alla cifra monstre di 2.283,7 miliardi. "Ci attendiamo che il debito diminuisca in modo aggressivo nel prossimo futuro in seguito alla maggior crescita nominale", si è affrettato a dichiarare il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in un'intervista alla Cnbc. Ma, durante il briefing con la stampa a Bruxelles, la portavoce della Commissione Europea per le questioni economiche e finanziarie, Annika Breidthardt, ha ribadito che, nonostante la ripresa economica, l'Italia deve ancora affrontare la sfida della riduzione del debito.

C'è un'apparente contraddizione tra la posizione del commissario Pierre Moscovici e i muscoli mostrati dal vicepresidente Jyrki Katainen che ieri ha lanciato un allert sui nostri conti pubblici che "non miglioran" e ha anche detto che gli italiani dovrebbero sapere "la verità" sullo stato delle finanze pubbliche del loro Paese. Una posizione che ha creato non pochi scompensi a Roma ma che trova conferma nell'ultimo report della Banca d'Italia. L'istituto di via Nazionale smentisce, infatti, le rosee previsioni del ministro Padoan. L'aumento dello stock del debito pubblico italiano a 2.283,7 miliardi di euro, 4,4 miliardi in più rispetto al mese precedente, è un macigno sul governo e sull'economia del Belpaese. Il premier Paolo Gentiloni, però, rivendica di aver "migliorato molto la situazione del deficit". Non solo. "C'è l'orgoglio e la soddisfazione di dire che abbiamo fatto passi in avanti - puntualizza - la realtà sarà di una Italia che crescerà dell'1,8% - conclude - chi è abbagliato dalla retorica del fanalino di cosa deve vedere che è così".

"Sarebbe il caso che il ministro Padoan smettesse di raccontare bugie sullo stato dell'economia italiana - sbotta Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia - e pensasse seriamente a lasciare al più presto la sua poltrona di via XX settembre". A non quadrare, infatti, non è solo il dato del debito pubnblico. Anche sulla crescita del pil non mancano i problemi. Proprio oggi l'Istat ha certificato come in Italia la produttività intesa nel suo complesso, come misura della crescita del valore aggiunto dovuta al progresso tecnico e ai miglioramenti nella conoscenza e nell'efficienza, sia diminuita del -0,4% nel 2016. Un altro ribasso, quindi. Senza contare che, sempre secondo l'Istat, negli ultimi due decenni, tra il 1995 e il 2016, la crescita media annua della produttività del lavoro in Italia (+0,3%) è risultata "decisamente inferiore alla media Ue (1,6%)", mentre "tassi di crescita in linea con la media europea sono stati registrati dalla Germania (1,5%), dalla Francia (1,4%) e dal Regno Unito (1,5%). La Spagna ha registrato un tasso di crescita più basso (0,5%) rispetto alla media europea ma più alto di quello dell'Italia".

Come fa notare anche Brunetta, un debito pubblico che aumenta, una produttività (elemento fondamentale per poter ottenere un livello di pil positivo) che diminuisce e conti pubblici a livelli molto preoccupanti danno ragione al vice presidente della Commissione europea Jyrki Katainen. E cioè che la situazione non sta affatto migliorando.

Commenti

Libertà75

Mer, 15/11/2017 - 13:51

ragionando da compagno: "Se lo dice la UE, allora è verità, quindi FATE PRESTO"

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 15/11/2017 - 13:53

Dal PD solo "sparate" a raffica. Del resto Renzi ci aveva abituato con le sue e questo qui è un suo degno socio. Il successore sarà Grasso e sarà uguale :(

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 15/11/2017 - 13:53

Falsi e Bujardiii!!!!! AMEN.

silvano45

Mer, 15/11/2017 - 14:06

Ma chi ci governa è bugiardo incapace o peggio?Come mai se va tutto bene ed è tutto è sotto controllo abbiamo un debito enorme che aumenta ogni mese forse spendiamo più di quanto incassiamo?E il genio di Padovan quello per intenderci che non sa neppure i prezzi delle cose più comuni non se ne è accorto?

Oraculus

Mer, 15/11/2017 - 14:13

Gentiloni??...come paragone direi che e' un uomo politico di "gomma" che nel mare politico rimene sempre a...galla , messo a Palazzo Chigi da Renzi con le mire poi di succedergli dopo le elezioni incombenti...ma i veloci tempi degli avvenimenti stanno poi confermando l'economia italiana sulla via del...rinascimento per i quali , Gentiloni , i meriti se ne sta velatamente glorificando non disdegnando di sperare un suo personale successo postelettorale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 15/11/2017 - 14:27

La UE ha sempre ragione! Tranne quando mette in dubbio le palle dei kompagni.

mifra77

Mer, 15/11/2017 - 14:31

Basta bloccare i sei miliardi stanziati per i migranti ed il debito, scende di due miliardi. Purtroppo invece la colpa del debito è nella spesa dello stato e nelle truffe di chi gestisce i soldi pubblici che intasca a palate come fossero suoi. Non abbiamo ancora capito se le province sono state soppresse e se i ricavi tanto decantati per tale soppressione , fossero reali o favolette da politici imbrogliapopolo.

frapito

Mer, 15/11/2017 - 14:36

Ma come? E tutto il PIL che doveva aumentare grazie agli immigrati dove è andato a finire? Ed i fondi per le pensioni che pagano gli immigrati con il loro lavoro (quello degli ex italiani),dove sono andati a finire? Forse sarebbe meglio se Wanna Marchi si candidasse!!!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/11/2017 - 14:41

Ma Gentiloni: 'Conti in regola' come è verp che 2 + 2 = 5...ahhh solo 4,scusate aggio sbagliato! er conte dixit!

edoardo11

Mer, 15/11/2017 - 14:55

Gentiloni gira la frittata.Conosce bene le cause dell'aumento del nostro pil,altrimenti sarebbe grave,dovuto al cambiamento del modo di calcolarlo e alle armi che ha messo in campo Draghi.Il Pil reale viaggia intorno all'un % e quando sarà finito l'effeto Draghi dovremo ricominciare a pagare gli interessi sul debito,e lì saranno dolori...ma dolori per tutti

Ritratto di giordano49

giordano49

Mer, 15/11/2017 - 15:02

gentiloni....mi faccia il piacere.... le favole le deve raccontare al popolo dei " beoni " del PD.... NON RACCONTI ....IDIOZIE....! come è consuetudine del Giullare della Casta...! IL TRENO DEI DESIDERI...PERDUTI....? risulta sconosciuto AL POPOLO DEGLI ITALIANI....VERI...." eviti di Prendere per il " deretano " il popolo che " lo sta anche pagando "...! MISTIFICANTE...!

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 15/11/2017 - 15:05

non ostante tutti gli sforzi possibili ed immaginabili il governo tenti di nascoindere i valori del debito pubblico in costante aumento, a fine febbraio quando la EU dichiarerà che si è attestato ad una quota superiore ai 2300 miliardi, il governo non potra fare a meno di riconoscere la necessità di una manovra assolutamente proibitiva in grado di affondare le mani nelle tasche degli italiani. Per correggere questo mondo di falsità gli italiani devono assolutamente andare tutti, tutti ed ancora tutti a votare!

vottorio

Mer, 15/11/2017 - 15:12

una banda di bugiardi: a sentir loro siamo in piena ripresa mentre in realtà la disoccupazione aumenta specie quella giovanile e le fasce più deboli sono le più colpite anche dall'aumento della mortalità per mancanza di mezzi per le cure.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 15/11/2017 - 15:13

Caro oraculus 14e13, c'è un'altra "sostanza" che rimane sempre a galla, prova ad immaginare cosa sia!!!!lol lol Saludos.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 15/11/2017 - 15:29

Ancora pochi mesi, poi la feccia verrà spazzata via, per sempre!

19gig50

Mer, 15/11/2017 - 15:32

Avrà usato il pallottoliere.

dakia

Mer, 15/11/2017 - 15:37

Se bruxelles chiede i conti, saranno mica scemi!Di frottoli oramai ne abbiamo da vendere a canaste in questo paese.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 15/11/2017 - 15:38

bha qui ognuno dice la sua, a chi credere?

onurb

Mer, 15/11/2017 - 15:39

Per me è un mistero come si possa dire che la situazione del debito è migliorata, se il debito è aumentato rispetto al mese precedente. Ma io non sono un economista.

papik40

Mer, 15/11/2017 - 15:52

Sono anni che Padoan fantastica la diminuzione del debito che invece non fa altro che crescere nominalmente anno dopo anno! Padoan si trincera dietro il rapprto con il PIL ma sa bene che per avere un qualche effetto positivo il PIL dovrebbe crescere ogni anno almeno del 3-4% e con questo stock nomibale di debito e' impossibile avere una vera crescita dovendo accantonare ogni anno Euro 45/50 miliardi di interessi all'anno che sono la maggior causa di mancata crescita dell'Italia! Padoan ipotizza una "forte diminuzione del debito nel prosismo futuro"? Su quali basi di grazia? Questo raccontaballe comunque se ne frega tanto sa benissimo che a breve sara' buttato fuori dal suo dicastero lasciando nella palta il suo successore e tutti gli italiani!

Ritratto di aorlansky60

Anonimo (non verificato)

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 15/11/2017 - 16:50

I sinistri sono di per se dei disonesti per conformazione genetica, per cui solo gli idioti possono credere che i loro conti sono in ordine.

giovanni951

Mer, 15/11/2017 - 16:56

“ce lo dice l’europa” questa volta non vale?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 15/11/2017 - 17:04

Ipocriti, sepolcri imbiancati; solo il Vos. biancore cadaverico potrebbe sbiancare il rosso delle Vos. bandiere e il verde che non lascia presagire niente di agricolo. Forza Italia e Shalòm.

paolo1944

Mer, 15/11/2017 - 18:20

Il regime è scatenato nella disinformazione intensiva, direbbe qualsiasi cosa pur di mantenere le posizioni per sé e le zecche che allignano nel governo e nel sottogoverno. La TV di stato, prona, diffonde menzogne ogni giorno. L'opposizione dorme, non è abbastanza dura, deve parlare finché è possibile, perché è regime vero, guardate cosa stanno facendo ad Ostia, col ministro dell'interno che scende a piedi uniti nella campagna elettorale contro una parte, con menzogne e minacce, e tutti zitti.

settemillo

Mer, 15/11/2017 - 18:22

Anche l'ultimo presidente del consiglio mai eletto come tutti i suoi predecessori, ha imparao a dire fregnacce. I BOCCALONI ROSSI ABBOCCANO, mentre la nostra misera italietta va a FONDO. Gentiloni ha usato lo stesso metodo del renzino nazionale, TANTO FUMO E NIENTE ARROSTO! BRAVI, BRAVI, VERAMENTE BRAVI! ma fate schifo LO STESSO.,

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 16/11/2017 - 00:22

Vorrei capire come fa a crescere il debito, se è vero che il pil va così bene...

moichiodi

Gio, 16/11/2017 - 00:36

Stana, inguaia. Toccare ferro!

moichiodi

Gio, 16/11/2017 - 00:39

C' è da rimpiangere il duo Berlusconi-Tremonti con contorno di brunetta.

Popi46

Gio, 16/11/2017 - 06:10

Gentiloni fa bene a fare quello che fa,cioè il pesce in barile. È colpa di noi italiani elettori se continuiamo a farci prendere per il naso senza battere ciglio. E non si prenda la scusa che non è stato eletto,che in Francia,se il governo prende decisioni impopolari, i cittadini si fanno sentire eccome...

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 16/11/2017 - 08:06

Questi tizi hanno e spendono di più di cosa incassano per i vari amici e l'Europa che lo sa ci manda a dire di rivedere i conti. per i figuri del governo invece tutto bene.Che banda di falliti.Regards

unosolo

Gio, 16/11/2017 - 11:14

la realtà è che sono stati usati i soldi per lo spreco politico e non per far scendere il debito che è salito ancora , non è vero che scenderà e lo sanno bene , troppi sprechi , troppi debiti non pagati e in questo modo si è falsato il bilancio altro che crescita nel 2018 il debito non potrà mai scende anche se si allunga l'età per andare in pensione ,

silvano45

Gio, 16/11/2017 - 20:20

se la UE dice la verità questo compagno ex movimento studentesco e il suo ministro dell'economia Padoan sono dei bugiardi!Del resto se tutto va bene come mai il debito pubblico da quando governano questi signori cresce ogni mese?Serve per mantenere le centinaia di migliaia di persone che hanno fatto della politica un lavoro altamente retribuito e che non ha eguali nel mondo