Draghi rivede al ribasso le stime per l'Eurozona

Invariati i tassi, al minimo storico. "L'inflazione aumenta più lentamente delle stime"

La Banca centrale europea resta ferma sulla sua posizione: il tasso principale di rifinanziamento resterà al minimo storico, senza muovere un passo dallo 0,05% su cui si trova al momento. Resteranno rispettivamente allo 0,30% e al -0,20% i tassi sul prestito marginale e sui depositi bancari.

Una notizia che è stata accolta positivamente dalle piazza europee, che hanno reagito con un rialzo generalizzato. In cima alla lista la Borsa di Atene, che prende il 2,63%, ma bene fa pure Milano, con uno sprint di Autogrill (+7,32%), Yoox (+5,5%) e Campari (+4,47%).

La Bce, lo ha ribadito il presidente Mario Draghi, è "pronta a usare tutti gli strumenti disponibili entro il suo mandato" per rispondere a cambiamenti sulle prospettive d'inflazione, aggiungendo che "le informazioni disponibili indicano un più lento aumento dell'inflazione rispetto alle precedenti stime".

È ancora presto per dare una risposta sugli sviluppi del prezzo del petrolio, che "avranno un impatto duraturo sui prezzi", ma vanno invece riviste in peggio le stime sul Pil dell'Eurozona, che da +1,5% scenderà per quest'anno a +1,4% e il prossimo da +1,9% a +1,7%.

Commenti

Palladino

Gio, 03/09/2015 - 16:55

ma questo Draghi è proprio il "fenomeno" che ci raccontano?

Anonimo (non verificato)

i-taglianibravagente

Gio, 03/09/2015 - 19:19

A questo mondo è così importante essere massoni, meglio ancora se gran maestri e ancor di più se appartenenti alle ur lodges che contano.....che hanno scelto draghi, anche se italiano, per il governo della bce.

magnum357

Gio, 03/09/2015 - 20:31

Ma vai a scopare il mare, dxxxxxxxxxe !!!!

i-taglianibravagente

Gio, 03/09/2015 - 21:02

Oggigiorno per contare qualcosa è cosi importante essere massoni , o ancora meglio essere "gran maestri", o di più, essere membri di qualche Ur lodge che persino uno come Draghi, benchè italiano, è potuto diventare presidente della BCE.

beale

Ven, 04/09/2015 - 00:38

la carica dei mediocri!!

paolonardi

Ven, 04/09/2015 - 08:37

Non ci voleva il presidente della BCE; bastava consultare un comune cittadino che dice queste cose dalla sciagurata esperienza Monti e successori nominati dalle cancellerie europee con la pelosa complicita del napoletano.