Ecco la "bomba" sulle pensioni

La spesa previdenziale, secondo l'Inps, è destinata a raddoppiare. Assegni più alti per più pensionati: ecco tutti i calcoli

Le pensioni degli italiani diventeranno sempre di più una zavorra per le casse dello Stato. Nei prossimi 20 anni, come riporta una analisi del Sole 24 Ore, la spesa è destinata a raddoppiare. E i calcoli riportati dal Sole arrivano proprio dall'Inps, l'istituto di previdenza sociale guidato da Pasquale Tridico (in quota 5 Stelle). Il fondo pensioni per i lavoratori dipendenti di fatto rappresenta il 45 per cento di tutta l'intera voce di spesa che riguarda le pensioni. Nel 2019 vengono pagate 8,6 milioni di pensioni per un importo medi di 14,700 euro lordi all'anno. Il conto è presto fatto: la spesa è di 143 miliardi. Ma se si guarda al 20139, secondo le stime Inps, le pensioni in pagamento ammonterebbero a 9milioni e 300mila solo per il fondo dipendenti con un incremento del 7 per cento.

E in quel caso il valore medio dell'assegno potrebbe salire a ben 27mila euro lordi annui. Anche qui il conto è presto fatto: 297 miliardi di euro. Esattamnete il doppio del 2019. Insomma la spesa previdenziale da qui al 2040 potrebbe variare dal 16 al 20 per cento del Pil. Le stime dell'istituto di previdenza sociale sono fatte tenendo conto delle proiezioni delle carriere lavorative costanti calcolando in pieno l'effetto contributivo. Il reddito annuo medio nei prossimi anni potrebbe passare da 24.200 eruo a 44.950 euro. Il tasso di sostituzione però resterebbe comunque al 60 per cento e da qui ne deriverebbe un incremento della spesa. Inoltre le spese stimate dall'Inps in questo momento non tengono in considerazione gli effetti dei costi di quota 100 sulle voci di spesa previdenziali. I calcoli con la riforma pensionistica verranno poi introdotti nelle proiezioni del 2020. Il saldo è dunque destinato a salire. La "bomba" pensioni dunque potrebbe esplodere nei prossimi anni andando a mettere in discussione l'intero sistema che diventa sempre più costoso.

Commenti

Kucio

Dom, 16/06/2019 - 10:49

La Aziende che hanno fatto spendere soldi all Inps per Cassaintegrazione,i dovevano essere obbligate a restitrli quando hanno portato le Sedi all Estero....

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Dom, 16/06/2019 - 10:51

Che significa tutto ciò? Che in futuro ci toglieranno le pensioni? O che ce le taglieranno come in Grecia? Se così fosse ridateci i nostri contributi versati, RIVALUTANDOLI: poi a campare ci penseremo noi.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 16/06/2019 - 10:55

Largo uso del condizionale con una certa tendenza a spargere un pò di terrorismo mediatico, caro Grilli.

Cesare007

Dom, 16/06/2019 - 11:00

Ma se le pensioni sono contributive, quindi si prende quanto versato, allora di quale spesa si parla?

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 16/06/2019 - 11:02

ci sono persone che sono andate in pensione molto presto e da oltre 30anni(alcune anche 40) ne usufruiscono, avendo ripreso quanto versato ed adesso anche quello dei figli,nipoti e pronipoti..questo non si dice mai,vero???

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Dom, 16/06/2019 - 11:15

Ah...ah...ah...Fino all'altro giorno il Giornale starnazzava sostenendo che ci avrebbero abbassato le pensioni (cosa peraltro non vera); oggi invece lancia l'allarme perché, secondo l'INPS, la spesa previdenziale è destinata ad aumentare a causa di assegni più alti per più pensionati! DECIDERSI! Ce le abbassano o ce le alzano? Ah...ah...ah...

nerinaneri

Dom, 16/06/2019 - 11:16

...lo dico da una decina d'anni: il problema dell'italia è l'inps...che l'abbia scritto pureil giornale, significa che è molto grave...

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 11:17

Chiediamo a salvini ecdi Maio, perché hanno manomesso la fornero e dato pure pensioni di cittadinanza senza alcun contributo con una vita di lavoro al nero!chiediamoglielo!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 16/06/2019 - 11:23

Solito titolo da spavento. Forse, magari, si suppone, nel 2040....cominciamo a separare previdenza da assistenza. Poi vediamo. Magari nel 2040 l’itaglia l’hanno distrutta del tutto e quindi il problema diventa irrilevante.

diesonne

Dom, 16/06/2019 - 11:24

diesonne nel 2100 a quanto aumenteranno? si fanno i conti senza l'oste:i calcoli matematici si fanno con la calcolatrice,le persone non dipendono dalla calcolatrice,ma con il padre delle persone:DIO CREATORE:L'UOMO PROPONE DIO DISPONE

ottomarzo

Dom, 16/06/2019 - 11:24

nel calderone inps sono andate per decenni casse integrazione(sono assistenza NON previdenza, i quasi 8/10 miliardi che hanno portato in debito inps le pensioni di quei fannulloni della pubblica amministrazione.ora rimediate agli errori e non toccate le pensioni che i dipendenti privati come il sottoscritto hanno pagato per 39 anni di contributi.

SpellStone

Dom, 16/06/2019 - 11:24

I pensionsti ricevono i soldi versati con le nuove regole... Se aumentano i costi vuol dire che aumentsno i soldi versati facile. Poi col tempo vengono pure smaltite le pensioni vecchie non commisurate ai contributi.... BASTA GRIDARE AL LUPO!

cusrer

Dom, 16/06/2019 - 11:37

Ricapitoliamo. Nel 2019 pensione lorda media annua euro 14.700, nel 2039 sale a euro 27.000 quindi incremento del 83,67%. L’incremento fa impressione ma occorre tenere presente che questo incremento rappresenterà anche la base imponibile per il calcolo dell’IRPEF. Voglio dire che ci sarà un incremento del costo delle pensioni ma al tempo stesso un equivalente incremento della tassazione. La “bomba andrebbe depotenziata”.

kobler

Dom, 16/06/2019 - 11:37

Alla riga 8 "Ma se si guarda al 20139..."? Eh caro Grilli... bisognerà aspettare ancora un po' tanto per quel momento e non è escluso che per quella data il genere umano sia già sparito, visto come persistono a proseguire troppi politicanti!

moichiodi

Dom, 16/06/2019 - 11:47

Boeri dava numeri...... E c'e l'aveva con salvini. Con quota 100 il peso si è fortemente aggravato. Sarà necessario ancora una volta fare cassa con le pensioni. Ma dovrà pensarci il prossimo governo tecnico. Questo pensa solo a spendere.

gianrico45

Dom, 16/06/2019 - 11:50

Chiamate zavorra per lo stato le pensioni pagate con i contributi dei lavoratori veri.L'unica zavorra è quella dell'impiego pubblico che lo stato ha scaricato su chi paga veramente i contributi. Se lo stato incominciasse a riprendersi a carico l'impiego pubblico e gli versasse fattivamente i contributi, i lavoratori del privato avrebbero i soldi per raddoppiarsi le pensioni, altro che zavorra.

diegom13

Dom, 16/06/2019 - 11:51

Ma che sciocchezza è? Ci sono le carriere e aumenta il reddito, certo. E quindi siccome si suppone che tra vent'anni i lavoratori italiani saranno mediamente più qualificati avranno poi diritto a pensioni più alte. E certo. Ma a salari più alti corrispondono contributi più alti, e si tratta di un sistema contributivo, giusto? Senza contare il fatto che magari, trattandosi di lavori stressanti e sempre più demotivanti, la metà morirà d'infarto poco dopo la pensione...

Marguerite

Dom, 16/06/2019 - 12:00

Governo pagliacci!!! Regala i soldi che non ci sono....SFATICATI ITALIANI.....ANDATE A ZAPPÀ!!!!

Trefebbraio

Dom, 16/06/2019 - 12:04

A me non servono tanti calcoli per sapere con certezza che la quota INPS che verso puntualmente sono soldi buttati via perchè non riuscirò mai a prendere una pensione decente quando sarà il mio turno. Sono consapevole di contribuire a mantenere i pensionati di oggi e basta. Con queste prospettive è naturale cercare tutte le vie, legali e non, per evitare di gettare soldi nella cloaca statale. Evadere diventa legittima difesa contro uno Stato che, nella migliore delle ipotesi, spreca fiumi di denaro. Un giorno, spero molto presto, quando mi sarò liberato di ogni possibile orpello trasferendo tutto ciò che possiedo altrove e lo Stato non potrà piu ricattarmi, smetterò anch'io di contribuire e mi attacchero alle mammelle della scrofa romana.

Aegnor

Dom, 16/06/2019 - 12:07

Ma con tutti i pagatori di pensioni che sono arrivati come è possibile una eventualità del genere?

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 16/06/2019 - 12:08

Certo che, se questi vecchietti (di cui anch'io faccio parte) non si decidono a lasciare questa valle di lacrime, qualche provvedimento dovrà essere preso. Potremmo provare a convincerli con le buone a togliersi di mezzo spontaneamente o, se non lo faranno, anche "spintaneamente". Oppure potremmo rinforzare la legge Fornero, includendo tra la documentazione per ottenere la pensione anche il certificato di morte. Vabbe', mica posso fare tutto io! Lasciamo all'intelligenza di Tridico la soluzione del problema.

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 16/06/2019 - 12:12

il tutto mi ricorda i Soloni del cambiamento climatico IPCC e cacciaballe vari: se, potrebbe, forse,ecc., formule dubitative con cronologie dell'eventuale avverarsi dei fatti che, quasi mai, sono sotto i 25 anni quindi con memorie, abbondantemente coperte da strati sedimentari di balle epiche, oltrechè, dalla defezione naturale dei previsori .Ricordano molto le panzane degli anni '60 emesse dal Club of Rome di A. Peccei, secondo loro oggi dovremmo essere tutti a piedi, vivere di stenti tra le rovine delle città.Al posto delle tasse in più ci saranno le pensioni in meno ....forse.....

Caiofabius

Dom, 16/06/2019 - 12:15

He già intanto stanno preparando la “ sola “ ormai in pensione non possiamo nemmeno fare più un bello scioperone zitti e muti come la povera Grecia

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 12:24

Questi articoli sono ispirati dalle assicurazioni e dalla previdenza privata!

de barba rossano

Dom, 16/06/2019 - 12:32

Ma Grilli ormai scrive solo di pensioni? su, scriva di altro cosi' si rilassa un po'. nel frattempo, cito Marcello.508, un po' di zizzania buttata di qua e di la', la tira sempre.

adal46

Dom, 16/06/2019 - 12:50

A parte che non c'è un numero che ritorni, facendo un pò di calcoli; ma davvero qualcuno afferma che è una bomba? improvvisa? Ma una cosa così statisticamente dovrebbe essere nota da decenni: che razza di contabili abbiamo nel Paese? Davvero ci meritiamo certi governanti, davvero rersteremo ingovernabili. Per incapacità. O non ascolto di chi sa. Amen.

jav2

Dom, 16/06/2019 - 13:17

ecchissene, tanto ci penseranno le risorse

jaguar

Dom, 16/06/2019 - 13:34

Marcello.508, a terrorismo mediatico aggiungerei la parola quotidiano.

titina

Dom, 16/06/2019 - 13:35

la prossima volta voterò chi vuole separare l'assistenza dalla Previdenza.

angelo gennari

Dom, 16/06/2019 - 13:38

La Cassa integrazione va abolita cosi' come i Concordati in continuita', il Reddito di Cittadinanza che va in Gratta e Vinci , Slot Machine e Droga nonche' le Amministrazioni controllate che fanno Capolavori come la Vendita di Mercatone Uno . Con i soldi risparmiati invece di tenere in piedi carrozzoni decotti che dovevano fallire 20 anni fa si rafforza l ' Indennita' di Disoccupazione e la Formazione !

unosolo

Dom, 16/06/2019 - 14:10

allineare le pensioni d'oro a quelle dei cittadini medio alti ? disgrati politici che negli anni hanno rubato i soldi dei lavoratori per crearsi dei tesori sia nel periodo delle cariche che dopo se esclusi con dei bei stipendi , e vitalizi , il politico è confermato è ladro per eredità dei politici che li hanno preceduti e non perderanno mai un solo centesimo dei diritti che chiamano acquisiti , ladri ,,,

giovanni235

Dom, 16/06/2019 - 14:57

C'è qualcuno dei grandi cervelloni che tenga conto che i percettori di buone o di ottime pensioni tra vent'anni saranno passati a miglior vita e quindi quelle pensioni non saranno più da pagare????Ragionano come se in vent'anni non dovesse morire più nessuno.Sembrano veri terroristi economici,invece sono solo spaventapasseri.

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 14:57

Il sistema previdenziale tiene ed è in linea con gli altri paesi, se consideriamo quanto della spesa teorica resta allo stato,per irpef e quanto da inps,va ad assistenza,tipo pensioni minime,integrate al minimo, di invalidità, ecc. . Certo, se continuano con gli smontaggi,con quota cento che pochi chiedono perché danneggia e con pensioni di cittadinanza e nullafacenza senza contributi alcuno......allora si rischia davvero di affondare caro governo gialloverde del cavolo!

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 15:06

Unosolo....non si faccia prendere la mano e non faccia di ogni erba un fascio,mi dia retta! Lasci ai grillini quella roba lì...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 16/06/2019 - 15:07

La sx non vuole aumentare le pensioni, ma vuole aumentare il welfare con quei soldi. Se uno guarda che si percepirà secondo quello che uno ha versato, come logica e matematica, chi ha versato nulla, nulla dovrebbe ricevere,....invece.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 16/06/2019 - 15:28

A me mancano "solo" 21 anni a morire, quindi con tutte le RISORSE che hanno IMPORTATO negli ultimi 7 anni, per pagarci le pensioni, NON MI PREOCCUPO!!!!!jajajajajaja.

unosolo

Dom, 16/06/2019 - 16:24

i grillini la loro cambiale l'hanno pagata i parte e il taglio delle pensioni d'oro è fuori da ogni logica , mai avranno una maggioranza che si tagli quei diritti , in caso riuscissero sarà la corte ad annullarla ,,,,

LucaLiv

Dom, 16/06/2019 - 16:27

Un c'è problema, abbiamo le "risorse"!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 16/06/2019 - 16:33

jaguar - Non infieriei più di tanto, però comprendo chi - dopo anni al centro della politica italiana - ora si trova ristretto ai margini. Prima o poi accade e bisogna saperlo accettare

cegs49

Dom, 16/06/2019 - 16:35

"Il fondo di spesa dei lavoratori dipendenti rappresenta il 45 per cento di TUTTA la spesa" e quanto di TUTTE LE ENTRATE?? Se ben ricordo i versamenti sono 60 o il 70 per cento di tutte le entrate. E allora?? Significa solo che mancano i soldi per "mantenere " integrati al minimo ,pensioni sociali ( compresi ex lavoratori in nero)politici e sindacalisti.. Qualcuno poi mi sa spiegare perchè quota 100 costerebbe? Ma non viene calcolata in funzione dei soldi versati (da noi) poi ridotta fino al 15% per l'anticipo? E allora.. mi sa che le perdite sono i mancati margini sui soldi versati. Mi spiego, se verso 100 e mi calcolano la pensione x restuirmene solo 70 ecco che lo stato ci rimette se lavoro 3 anni in meno.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 16/06/2019 - 16:36

Non l’avete ancora capito che vogliono? Che lo stato non versi più un cent per pensioni a sanità, per obbligare tutti a farsi l’assicurazione privata con banche e assicurazioni. Poi i soldi se li giocano in derivati in borsa.

jaguar

Dom, 16/06/2019 - 16:51

Non riesco a capire chi continua a criticare quota 100. Il governo non regala nulla, chi va in pensione con 38 anni di lavoro percepisce per quanto ha versato, ne più ne meno. Tra l'altro i quotisti hanno solo anticipato di qualche anno, fra 5 anni sarebbero andati ugualmente in pensione, ma con un assegno più alto.

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 17:00

Giù le mani dalle pensioni dei nostri anziani! Governo del,popolo sta facendo solo immani casini! Vadano a casa! Vergognatevi salvini e di Maio!

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 16/06/2019 - 17:15

...pensioni degli italiani diventeranno sempre di più una zavorra per le casse dello Stato...Però quando mi trattenevate fior di quattrini, dalla busta paga, per la pensione...NON era zavorra?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 16/06/2019 - 17:31

ragazzi,qui ce qualcosa che non torna;difatti chi va in pensione ci va appunto,perchè ha versato per almeno 40 anni e piu' (grazie alla monti/fornero/napulitano) tutti,sottolineo tutti i contributi previsti dalla legge,in maniera continuativa.s e poi son o artigiani/commercianti peggio;difatti hanno versati di piu' di un dipendente,e ci vanno in pensione ben dopo,.allora.egg.sigg.(si fa pe rdire) dell'inps,che dite?? non credo siete diventati tutti babbi natale...

seccatissimo

Dom, 16/06/2019 - 17:49

Purtroppo nel nostro ex Belpaese non vi sono mai stati dei governi con degli economisti competenti, validi, capaci ed onesti ! Tutti, invece, vergognosamente ignoranti ed inetti per quanto riguarda la gestione di una economia nazionale reale, ma soprattutto tutti bugiardi, parolai, speculatori, approfittatori ed in malafede !

flip

Dom, 16/06/2019 - 17:54

lavoratori dipendenti ed autonomi hanno sempre pagato la loro pensione. Punto e basta! se poi l' Inps per motivi politici è costretta a subire salassi impropri. caz-zi suoi e del suo responsabile pro tnnoore! io e tantissimi come me. hanno pagato più di quanto percepiscomo! l'Inps è un'ente assistenziale pubblico e non una mucca da mungere (alla renzi)

rigampi51

Dom, 16/06/2019 - 18:04

Fiat e altri colossi hanno succhiato fior di soldi con la cassa integrazione , l'accorpamento dell'Indap per i fannulloni dello stato è stato un altro colpo basso e ora mi venite a dire che saranno penalizzati chi ha veramente versato i contributi? La soluzione è semplice, l'Inps deve occuparsi solo di pensioni, allora le casse saranno senza problemi

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 16/06/2019 - 18:12

Se l'INPS continuera a erogare (in virtu di una STUPIDA legge fatta da Prodi nel 98) che nessun governo successivo, neanche l'attuale, ha ELIMINATO, la pensione a centinaia di migliaia di Africani che non hanno mai versato un centesimo di contributi e facile che FALLIRA!!!! AMEN.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 16/06/2019 - 18:26

Tranquilli, ci saranno milioni di "risorse boldriniane" che ci pagheranno la pensione!

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 18:30

Hernando 45. A proposito di pensioni regalate, chieda a salvini e di Maio delle pensioni di cittadinanza, erogate a sciacquabudella a gente che ha sempre lavorato al nero per arricchirsi meglio e che continua a farlo, senza avere mai pagato un contributo e lucrando sui contributi pagati dai lavoratori a inps! E beccano a vita fino a 780 euro mese e se in affitto arrivano fino a 1300 nette e oltre .......mentre i lavoratori che hanno lavorato e pagato contributi e tasse per 35/40 anni, prendono 1300 di pensione e magari, levandosi il pane di bocca per decenni,hanno pure comprato casa,pagando mutuo per 25/30 anni! Compari le due situazioni e tragga le sue conseguenze!governo di cialtroni quali salvini e di Maio, vada a casa!vergogna!

flip

Dom, 16/06/2019 - 18:42

chissà se l'Inps ha recuperaro i mutui erogatidella vecchia INPDAP (ente pensionistico dipendenti pubblici

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 16/06/2019 - 20:30

Caro Grilli, come al solito lei fa solo della disinformazione senza spiegare nulla. Articolo confuse e zeppo di refusi. Ma si rilegge ogni tanto ?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 16/06/2019 - 20:34

Scusi Grilli ma se il calcolo delle pensioni ormai è solo contributivo come fa ad essere un problema pagarle tra vent'anni ? O pensate che nessuno degli attuali pensionati ne prossimi 20 anni non passi a miglior vita ?

JacopoR.12

Dom, 16/06/2019 - 21:17

Maximilien1791, ciò che dici non risponde al vero. Il calcolo delle pensioni attuali non è affatto solo contributivo. Il contributivo puro si applica solo a chi ha cominciato a lavorare dopo il 1996. Per chi ha cominciato a lavorare prima del 1996 (cioè la quasi totalità di chi va in pensione oggi) si applica il misto: retributivo fino al 31 dicembre del 1995 e contributivo per gli anni di sevizio successivi a tale data. Anche per chi aveva 18 anni di servizio al 31 dicembre 1995 si applica il misto: retributivo fino al 31 dicembre 2011 e contributivo (per effetto della Fornero) per gli anni successivi al 2012.

JacopoR.12

Dom, 16/06/2019 - 21:27

cegs49, guarda che chi è andato in pensione con quota 100 non è andato mica col contributivo puro. È andato col misto: retributivo fino ad una certa data e dopo contributivo. Sicuramente per gli anni di servizio precedenti al 1996 si applica il retributivo per tutti.

faman

Dom, 16/06/2019 - 21:35

nessun problema, ci penserà la triade Salvini-Bagnai-Borghi con l'Italexit a ridimensionare le pensioni. Seza ridurle, sarà sufficiente non adeguarle all'inflazione che le massacrerà.

lappola

Dom, 16/06/2019 - 21:36

Ma tanto la Merkel ci manda un sacco di clandestini. Boeri diceva che l'INPS stava in piedi grazie ai loro contributi, ora il pericolo è scampato, avremo pensioni da favola.

faman

Dom, 16/06/2019 - 22:06

hernando45-Dom, 16/06/2019 - 18:12: lei lancia il sasso nello stagno e poi non replica. Ad esempio a Bernardo47.

seccatissimo

Dom, 16/06/2019 - 22:46

Una curiosità, quando io frequentavo le ultime classi delle medie inferiori ed avrò avuto 13/14 anni io già ragionavo con la mia testa e discutendo con i miei compagni dicevo che il sistema retributivo era scorretto e non poteva stare in piedi per sempre ! Ricordo che i miei compagni così come i genitori dei miei compagni mi deridevano e dicevano che non capivo una mazza !

bernardo47

Dom, 16/06/2019 - 23:40

seccatisimo,il sistema retributivo dal 2011 e' superato e da li' in poi siamo nel contributivo! spero sara' contento di saperlo!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 17/06/2019 - 00:45

Grilli, lei è un GENIO! Come le è venuta in mente questa cosa? Quanto ci ha studiato sopra? Meriterebbe il premio Nobel! Ci voleva un genio della finanza per arrivarci. Ma la soluzione? Lei cosa propone, Grilli? Ce lo dica! Ci illumini con la sua saggezza!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 17/06/2019 - 07:11

@bernardo47 - sicuro di aver lavorato fino a 67 anni come si deve oggi e aver versato tutto quanto? Per i diritti acquisiti rivolgiti a Monti e Fornero. Tutti noi dobbiamo lavorare (e versare) molto di più, prendendo meno. Se la barca affonda, perchè vi lamentate voi privilegiati? Aiutate anche voi, noi lo facciamo da tempo, e per colpa dei vostri amici kattokomunisti che in 70 anni hanno sfasciato il paese.

mariolino50

Lun, 17/06/2019 - 08:27

seccatissimo Come eri intelligente, io ho una parte di pensione contrubutiva pura, dovuta a lavori di consulenza, fatti i calcoli dividendo il monte contributi per l'assegno, viene fuori che dovrei campare circe venti anni in più dell'aspettativa di vita, ovvero l'inps si tiene oltre la metà dei miei soldi, visto che gran parte dei miei ex colleghi sono già morti anche senza prendere la pensione, è meglio questo sistema, mi sembra furto con destrezza a norma di legge, ma non certo di giustizia. I soldi veri non li riprendi tutti nemmeno con il retributivo, ma ci vai più vicino, naturalmente se hai tutti i contributi regolari.

alex1946

Lun, 17/06/2019 - 08:42

la zavorra sono articoli disinformanti come questo! Si vergogni! Il rapporto Pensioni/PIL è 11,75% al netto delle assistenze. Le assistenze sono la vera catastrofe annunciata! Studi di più la previdenza!

Giorgio1952

Lun, 17/06/2019 - 08:50

Secondo l'Inps la spesa previdenziale è destinata a raddoppiare, come riporta una analisi del Sole 24 Ore, che Franco Grilli prende pari pari e riporta su Il Giornale, secondo “i calcoli riportati dal Sole che arrivano proprio dall'Inps”, la spesa è destinata a raddoppiarsi ma non per le pensioni che “diventeranno sempre di più una zavorra per le casse dello Stato”, bensì per il RD e Quota 100 grazie alla guida dell’istituto affidata a Pasquale Tridico in quota 5 Stelle, Pasquale chi? Uno in quota 5 stelle grazie alla spartizione dei cadreghini tra Lega e Movimento, proprio una bella soluzione ad aver sostituito Tito Boeri, uno dei pochi a capirci qualcosa ed a far quadrare i conti da bravo economista, già ma Boeri voleva una immigrazione di massa affinché i clandestini lavorando pagassero i contributi, ma clandestino vuol dire “fatto di nascosto, per lo più contro il divieto delle autorità”, quindi sono illegali come dichiarano il reddito?

JacopoR.12

Lun, 17/06/2019 - 11:04

@bernardo47, il sistema contributivo dal 31 dicembre 2011 è pro-rata: ovvero, per le anzianità maturate da quella data fino alla pensione. Per le anzianità maturate prima di quella data c’è il retributivo. Lei, probabilmente, è andato in pensione o andrà in pensione col misto: retributivo fino a 2012 e contributivo dal 1 gennaio 2012 fino alla pensione.

JacopoR.12

Lun, 17/06/2019 - 11:14

@Leonida55 non è che uno decide quanto versare. I contributi li versa, per la maggior parte, il datore di lavoro, non il lavoratore, sulla base di quanto stabilito dalla legge. Quindi che vuoi dire quando chiedi “sei sicuro di aver versato tutto quanto?” Uno può essere solo sicuro che il proprio datore di lavoro, se non era un evasore contributivo, abbia versato quanto stabilito dalla legge. Se ti stai riferendo al ricalcolo contributivo, è oramai acclarato che è impossibile effettuare un ricalcolo col metodo contributivo all’indietro perché non esistono i dati dei contributi versati dai lavoratori statali prima del 1995. Ed è impossibile ricostruirli. Un simile ricalcolo si potrebbe fare solo per i dipendenti privati. Ma non sarebbe giusto.

Giorgio1952

Lun, 17/06/2019 - 12:58

JacopoR.12 "Non ti curar di lor ma guarda e passa", usi l'alterazione popolare del verso dantesco "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa (Inf. III, 51), che proverbialmente significare "non bisogna preoccuparsi delle calunnie o delle malignità altrui, o comunque delle bassezze della vita". Il riferimento è a @Leonida55, noto provocatore, nonché mistificatore di realtà e ballista come il Cav prima e Salvini ora, un fedelissimo della coalizione "farlocca" di Cdx, la si vede solo nelle elezioni amministrative per accappararsi poltrone, sedie e cadreghini.

rokko

Mar, 18/06/2019 - 13:27

C'è tanta ignoranza sulle pensioni, basta vedere gli interventi di Maximilien1791 e jaguar. Penso che pochi abbiano capito che le pensioni vengono pagate con i contributi di chi è al lavoro, più una quota di tasse di chi è al lavoro. E che poichè ci sono sempre meno lavoratori e sempre più pensionati, arriveremo fatalmente al punto in cui di soldi per pagare le pensioni non ce ne saranno più. Ma a quanto pare, per qualcuno dobbiamo iniziare a pensarci quando ormai di soldi non ce ne saranno più.

rokko

Mar, 18/06/2019 - 13:41

JacopoR.12, non solo, ma ciò che scrive il Robespierre di turno è una sciocchezza vera e propria. "Contributivo" significa che la pensione viene parametrata ai contributi versati, non che ognuno se la paga con i propri contributi e basta (magari). Se la pensione di ciascuno fosse davvero calcolata in base ai propri contributi come ritiene erroneamente il Robespierre, perchè ad esempio erogata da un ente privato, la quasi totalità dei pensionati italiani riceverebbe una pensione metà o meno di quello che percepisce oggi.