Economia al palo, gli italiani tagliano anche la spesa alimentare

Dall'Istat dati sul commercio preoccupanti: a giugno -2,6%. La fiducia delle imprese torna a scendere. Salari: crescita più bassa dall'82

I consumi degli italiani purtroppo restano al palo. Lo si evince dagli ultimi dati Istat: rispetto a giugno 2013 l'indice grezzo delle vendite registra una diminuzione del 2,6%. Calo sia per le vendite di prodotti alimentari (-2,4%) sia per quelle di prodotti non alimentari (-2,8%). Nel confronto con il mese di giugno 2013, le vendite diminuiscono sia per le imprese della grande distribuzione (-1,3%) sia per i piccoli negozi (-3,9%). L’Istat registra un deciso ribasso delle vendite al dettaglio anche nei supermercati (-2,5%). Ancora per una volta si salvano i discount (+0,5%). Nel primo semestre del 2014, l'indice grezzo diminuisce dell'1,0% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione dello 0,7% e quelle di prodotti non alimentari dell'1,1%.

E che la crisi sia tuttaltro che superata è confermato anche da un altro dato, questa volta di Coldiretti: due italiani su tre (67 per cento) hanno tagliato la spesa in qualità e quantità, con pesanti effetti su tutta la filiera agroalimentare dal campo alla tavola. "Le difficoltà economiche - sottolinea Coldiretti -hanno obbligato gli italiani a tagliare anche la spesa con tre milioni di famiglie costrette a fare acquisti negli hard discount, in aumento del 48 per cento rispetto all'inizio della crisi. A cambiare non è solo la qualità dei prodotti acquistati ma nel primo semestre del 2014 il carrello della spesa si è ulteriormente svuotato con una flessione degli acquisti per latte e formaggi (-5%), e per l’ortofrutta (-2%), nonostante la generale riduzione dei prezzi. In calo addirittura le uova (-3%) che tradizionalmente sostituiscono la carne nei momenti di difficoltà economica".

Intanto il Codacons punta il dito contro il governo: i dati Istat "dimostrano come il bonus da 80 euro introdotto in busta paga dal Governo Renzi si sia rivelato un clamoroso flop. Gli effetti del bonus sono stati deludenti e peggiori di qualsiasi aspettativa, e non hanno prodotto alcun risultato sul fronte dei consumi e delle vendite, esattamente come previsto dal Codacons - ha affermato il presidente dell’Associazion, Carlo Rienzi -. Si tratta di un flop su tutti i fronti, e le ripercussioni del calo delle vendite si faranno sentire anche nei prossimi mesi".

Si attende una replica da Palazzo Chigi. Con questi dati, infatti, c'è poco da stare allegri. Ma il governo potrà sempre obiettare che il bonus è appena entrato in vigore...

La fiducia delle imprese torna a scendere

Dopo il balzo di luglio ad agosto torna a scendere la fiducia delle imprese. L’indice calcolato dall’Istat si attesta a 88,2 da 90,8 del mese precedente. Il calo dell’indice complessivo, spiega l’istituto di statistica, è dovuto al peggioramento della fiducia delle imprese di tutti i settori, manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio.

Salari: crescita più bassa dal 1982

A luglio l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato rispetto al mese precedente ed è aumentato dell’1,1% nei confronti di luglio 2013. Lo ha comunicato l’Istat, spiegando che si tratta della crescita annua più bassa dal 1982, ossia da 32 anni. Complessivamente, nei primi sette mesi del 2014 la retribuzione oraria media è cresciuta dell’1,3% rispetto al corrispondente periodo del 2013.

Commenti
Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 28/08/2014 - 11:13

se non ci fossero stati? Con cosa pagavamo una parte anche piccola di tasse? volete toglierli?Un po' aiutano non tanto ma si sentono!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 28/08/2014 - 11:17

Ma va? Dalle "sbacchettate" mattutine su twitter del cacciaballe di Pontassieve si evince, invece, che ad Ottobre ripartiremo col botto. Ieri il botto inaugurale l'ha fatto l'Alcoa...

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 28/08/2014 - 11:20

Governi farsa non possono che prendere decisioni farsesche. E quella degli 80Eur è la farsa prima. Costosissima ed inutile (perché anche ai fruitori nulla rimane in quanto compensato da tagli a detrazioni e simili).

Ritratto di IComparucciPd2...

IComparucciPd2...

Gio, 28/08/2014 - 11:20

e voi FARSISTI siete responsabili come e peggio dei vostri COMPARUCCI di PD2

Ernestinho

Gio, 28/08/2014 - 11:21

Cosa possiamo aspettarci da politici "cervelloni" che si illudevano ed illudevano gli Italiani che quella misera elemosina elargita a pochi sarebbe bastata alla ripresa dell'Italia? E quell'altra che diceva che gli €. 80 sarebbero bastati per una spesa di due settimane! Basta leggere i commenti miei e di tanti altri, non politici ma con la testa sulle spalle, che affermavano che era soltanto una "colossale presa in giro"! Ma in che mondo vivono? Adesso, più che mai, si è capita a cosa servivano. Era soltanto una manovra elettorale!

Ernestinho

Gio, 28/08/2014 - 11:24

X Riky65 Guarda che la maggioranza degli Italiani non li ha avuti: pensionati, disoccupati ecc.

celuk

Gio, 28/08/2014 - 12:28

ma poi i "mitici" 80€ quanti italiani l'hanno veramente ricevuti? per me i conti non tornano. il furbetto renzi ogni volta che parla (cioè ogni 5 minuti) aumenta di un milione (10, 11 ...) ma se sono esclusi i disoccupati, gli incapienti, i non lavoratori (neonati, studenti ecc..) i pensionati, tutti i lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, imprenditori, agricoltori, professionisti...) i lavoratori in nero (prostitute, mafiosi camorristi), i detenuti, i lavoratori dipendenti con più di 1500€ (la gran parte di statali e parastatali, forze dell'ordine, militari ecc...) ma quanti ne rimangono?

abocca55

Gio, 28/08/2014 - 12:43

Voi giornalisti alterate la realtà, e quindi fate disinformazione. Quattro anni fa, un vasetto di fagioli cotti costava 49 cm, oggi cista 69 cm. Un kilo di carne di agnello costava 7 euro, oggi ne costa 13, E così tutto il resto. Ma gli stipendi e più ancora le pensioni sono al palo. L'energia e la benzina sono aumentare moltissimo, ed anche le spese condominiali. Idraulici, elettricisti ed altri evasori, hanno raddoppiato i prezzi. La persona intelligente ne deduca le conseguenze.

Duka

Gio, 28/08/2014 - 12:43

Per immaginare che 80Eu non servissero a nulla basta non essere cogl..... tuttavia un gran numero di pecoroni, chiamiamoli così, hanno abboccato all'amo. La domanda è: SARANNO BOCCALONI A VITA?

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 28/08/2014 - 13:04

Ennesimo fallimento del terzo schifoso governo di un presidente odiato dalla maggioranza degli italiani.

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 28/08/2014 - 13:22

Per abocca 55 ore 12,43: Egregio, se fosse come scrive lei vorrebbe dire che in 4 anni il costo della vita (alimentari e generi di prima necessità) è aumentato minimo del 60%. Balle il potere d'acquisto è diminuito a causa dell'aumento indiscriminato di tasse e balzelli vari. Faccio notare che gli stupidotti economisti che abbiamo al governo e anche in parlamento, stanno facendo di tutto e di più per impoverire la classe media che fino a qualche tempo fa, contribuiva notevolmente con i propri consumi a mantenere un'economia di mercato sana.

luigi.muzzi

Gio, 28/08/2014 - 13:52

Economia al palo... e non poteva essere diversamente... in compenso abbiamo un notevole aumento di cassa integrati, immigrati e delunquenti...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 28/08/2014 - 14:32

Riducete le uscite, cioè i vari compensi del carrozzone, e di conseguenza diminuite le tasse dirette e indirette, e vedrete che altro che 80 euro in più al mese restano nelle tasche!

Anonimo (non verificato)

abocca55

Gio, 28/08/2014 - 16:43

per illuso, ore 13,22. Certo, ho omesso di elencare imposte e tasse varie. Ma lei metta a confronto le spese condominiali 2013 rispetto a quello del 2009, e confronti un cedolino di stipendio o pensione per gli stessi anni. E ancora, ha usufruito dell'intervento di qualche artigiano? E cosa ne dice della parcella? Si tenga calcolo poi, che l'inflazione non è quella dichiarata dall'Istat, ma quella reale, che è tutta un'altra musica, triste purtroppo.

Totonno58

Gio, 28/08/2014 - 17:38

Figurati cosa sarebeb successo se non ci fossero stati (gli 80 euro)...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 30/08/2014 - 23:32

Nelle mire dei trinariciuti non era previsto che gli 80 euro producessero consumi. A LORO È BASTATO RAGGIUNGERE L'OBBIETTIVO DI GUADAGNARE VOTI.