L'Agenzia delle Entrate ai contribuenti: "Se non pagate le tasse c'è poco da discutere..."

La Orlandi difende le soglie di punibilità: "Così non si intasano le procure"

"Prima di Equitalia la riscossione costava molto e funzionava male. Ciò detto, è venuta l’ora di riformarla". In una intervista alla Stampa, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi lancia il restyling del Fisco per renderlo più pop: "Agli occhi del contribuente la riscossione passa da un estremo all’altro: può essere vessatoria, oppure bloccata. Il parlamento deciderà come procedere, il mio parere è che occorre più flessibilità". Il risultato, però, non cambia. "Se i contribuenti non pagano le tasse - avverte - c’è poco da discutere".

Secondo la Orlandi, l'Agenzia delle Entrate deve "trovare un modo per valutare meglio, e in modo oggettivo, i singoli casi". E spiega: "Noi riscuotiamo per 1.550 enti pubblici. La riforma non sarà semplice e non si potrà limitare a ritocchi". Quanto alla dichiarazione dei redditi precompilata, replica a chi credeva "si potesse fare con uno schiocco di dita". "Nella dichiarazione di quest’anno i lavoratori dipendenti troveranno l’imponibile, gli immobili di proprietà, gli oneri previdenziali, quanto verrà detratto grazie a mutui e assicurazioni - sottolinea - mancano le spese mediche e veterinarie ed è fatta. Già oggi si registrano on line la metà dei contratti di affitto, entro la fine dell’anno si potrà fare dal computer le dichiarazioni di successione e le volture catastali".

La prossima frontiera dell'Agenzia delle Entrate sarà concentrarsi sulla grande evasione e sulle frodi fiscali, in particolare sull’Iva. "Anche in questo caso però molto si può ottenere semplificando la vita a chi deve pagare", conclude la Orlandi rilanciando la fatturazione elettronica. Le soglie di punibilità sono "inevitabili", se non ci fossero, dice la numero uno dell'Agenzia delle Entrate, "si finirebbe di fronte al giudice penale per qualunque cifra evasa e le procure sarebbero paralizzate".

Commenti

vince50

Mar, 24/03/2015 - 10:34

"Se i contribuenti non pagano le tasse - avverte - c’è poco da discutere",eh no!! ci sarebbe eccome da discutere.In breve oltre al dovere dovere di pagare le tasse,dovrei avere il diritto di sapere in che modo viene sputtanato quanto io pago.Troppo comodo e mafioso dire di più di più di più,assistendo poi alle ruberie di quanto il cittadino si spreme per pagare quello che ai parassiti non basta mai.

magnum357

Mar, 24/03/2015 - 10:44

Di fiscalità ed economia questa vale come monti, cioè come il due di picche a briscola.

Zizzigo

Mar, 24/03/2015 - 11:32

Poche ma inattuabili idee, piuttosto confuse, senza tenere conto che, per risanare il sistema fiscale, le tasse è imperativo diminuirle parecchio! E poi usano sempre il pugno di ferro con i "morti di fisco".

giovanni951

Mar, 24/03/2015 - 11:55

signora...provare ad abbassarle no? invece si parla già del prossimo aumento dell'iva

Ritratto di malamente

malamente

Mar, 24/03/2015 - 12:23

se il governo non fosse AVIDO DI DANARI tutti le pagherebbero . ma i danari vanno a finire nelle tasche dei politici quindi...........

Ernestinho

Mar, 24/03/2015 - 13:38

Quelel attuali non sono tasse, sono estorsioni! Qualcuno lo spieghi alla rossella!

giottin

Mar, 24/03/2015 - 13:41

...molto si può ottenere semplificando la vita a chi deve pagare...,abbiamo visto e capito tutto, non fate altro che semplificarci la vita, ma si può? Impiccatevi!!!!

vinvince

Mar, 24/03/2015 - 14:18

... come sarebbe a dire : c'è poco da discutere !!! Ce n'è e come !!! Le tasse non si pagano mica per volere del Signore ... Si pagano in cambio di uno Stato che ti dia lavoro, sicurezza e sevizi ... Lavoro ... è meglio lasciar perdere, sicurezza, non ne parliamo ... servizi ... Lo vede anche lei, non funziona più niente, del resto se è finita nelle cronache dei giornali, probabilmente qualche problema anche voi ( dirigenti eletti senza concorso .... Per esempio ... ) Ricordiamoci ogni tanto che è con le tasse dei cittadini, che si pagano gli stipendi dei dipendenti pubblici e non il contrario ... Quindi ascoltiamoli i cittadini, ascoltiamoli con grande umiltà e attenzione prima che a forza di tirare , la corda si spezzi ....

umbro80

Mar, 24/03/2015 - 14:41

se al pagamento di tasse corrispondessero equi servizi si pagherebbe volentieri,altrimenti di che parla questa signora?

meloni.bruno@ya...

Mar, 24/03/2015 - 15:08

La signora Rossella insiste nel dire se non pagate le tasse! I cittadini vogliono pagare le tasse ma giuste ed eque,e non mantenere dei parassiti come uno dei tanti esempi della galleria Sordi, publica amministrazione, che non fanno un cxxxo tutto il giorno,come ha testimoniato un commesso,dove io sono stato per 10 anni in Svizzera, le tasse le pagano tutti al 22% secondo il proprio reddito.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 24/03/2015 - 15:28

Ed in compenso non si restituiscono gli interessi perché non hanno un software che li calcola. Pietosa!

vinvince

Mar, 24/03/2015 - 15:36

... è venuta l'ora di riformare Equitalia? Ma cara Sig.ra, Equitalia è una vostra creatura, vostra e dell'Inps ... altra brava gente, .... ci avete chiesto qualcosa prima di partorirla ? No ... ,!!! Ve ne siete visti bene, avete dato vita ad un ente costoso, in cui infilare i compagni e compagnuzzi ...!!! Tanto gli italiani devono pagare le tasse e non discutere .....

torodamonta

Mar, 24/03/2015 - 16:37

Se le posso pagare le pago , se non le posso pagare non le pago.TALMENTE OVVIO.