Eurogruppo, Juncker lascia"Ingerenze franco-tedeschenella gestione della crisi"

"Parigi e Berlino si comportano come se fossero i soli membri del gruppo". Con questa motivazione Juncker ha spiegato la sua decisione di lasciare la carica di presidente

Si è stufato. Non gli è andato giù il modo in cui viene affrontata la crisi economica europa. E, soprattutto, si è stancato dell'ingerenza di Francia e Germania.

Per questo motivo, il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker ha deciso di lasciare la presidenza. In particolare, secondo quanto dichiarato da Juncker durante un discorso ad Amburgo, Parigi e Berlino "si comportano come se fossero i soli membri del gruppo".

Il dimissionario presidente ha poi spiegato che l’Eurozona ha bisogno di crescita economica ma non a spese del consolidamento dei conti pubblici. Inoltre, Juncker si è sempre detto favorevole al potenziamento delle risorse a disposizione della Banca Europea per gli Investimenti, posizione condivisa anche dal cancelliere tedesco, Angela Merkel e dal Commissario agli Affari Economici e Monetari, Olli Rehn.

Juncker "appoggerà in pieno" una eventuale candidatura del ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble come suo successore perché Schaeuble "ha requisiti eccezionali" per un ruolo che richiede "una grande capacità di ascoltare gli altri".

Commenti

edda.buti

Lun, 30/04/2012 - 20:35

Grande!!! Ha detto quello che ormai tantissimi percepiscono. Invece regiorgio e monti sono proni ai diktat dei due capi europei!!!!!!!

voce.nel.deserto

Lun, 30/04/2012 - 20:55

E' la mente più lucida dell'eurogruppo che ha avuto il coraggio di opporsi alla ottusa politica della Germania che crede di essere sola al comando.(ottusa perchè nemica dell'Europa).Tempo fa chiese con Tremonti l'introduzione degli eurobond.Se Junker lascia l'Europa, è bene che anche l'Italia si prepari a lasciare la UE.. Ma non doveva mollare.Ora la supremaia tedesca rischia di divenire irrefrenabile a meno che Hollande non riesca a conferire al sistema una svolta in senso democratico nel senso di una governance collettiva a maggioranza..Ora l'Europa è caratterizzata dal neofeudalesimo,ed è governata dalla sola Angela Merkel.Wolfang Scahaeuble è pur sempre un tedesco.La Germania assumerà oltre alla funzione di comando anche quella di opposizione.Tutto in famiglia...

roliboni258

Lun, 30/04/2012 - 21:05

caro Monti sono due mesi che sei a 90 gradi, agire agire

PISTE46

Lun, 30/04/2012 - 21:12

Vuoi vedere che LASSU' QUALCUNO CI AMA !

gentlemen

Lun, 30/04/2012 - 22:18

Comincia lo sfaldamento.................................e il"si salvi chi può"

marari

Lun, 30/04/2012 - 22:49

E' la prima bella notizia che sento dopo mesi di "miserere". Spero che sia l'inizio della fine di questa Europa di incompetenti opportunisti, signori del nulla.

analistadistrada1950

Lun, 30/04/2012 - 22:51

Se lascia, limitando i commenti per la pericolosità dei contenuti, credo che da un verso ci stiamo trovando di fronte slla prova provata che il livello di richio è molto elevato e il Prof. si limita ad un interlocutorio: "non comment", motivandolo all'eccesiva freschezza della notizia. Che lo si voglia o no, per definire con chiarezza le nostre posizioni dopo la modifica dell'art. 81 della Costituzione, la realtà dei fatti non può che indurci a sperare nella presa di posizione di qualcuno che non può essere certo Monti, soprattutto se affiancato da dei parolai come Casini od Amato che ricordano ottocenteschi imbonitori dediti alla vendita di pozioni miracolose; anche se Casini salta da: "nessuno ha la bacchetta magica", a:"nessuno ha la ricetta miracolosa". In una situazione come questa è meglio morire di una sana malattia piuttosto che farci curare da pessimi medici o fatine dai capelli: "bianchini".

analistadistrada1950

Lun, 30/04/2012 - 22:53

Nel precedente commento afferente Aamto e Casini, non ho considerato Bersani siccome fa già pena vederlo piangere nel cantuccio da anni.

killkoms

Lun, 30/04/2012 - 23:15

lascia per le ingerenze della ku.lona e del novello bonaparte,ma intantao lascia strada ad un crucco!

gamma

Mar, 01/05/2012 - 08:10

La supremazia non è franco-tedesca, ma solamente tedesca, perchè fino ad ora con Sarkozy i francesi hanno fatto, quasi esclusivamente, la parte del "servo immondo" dei tedeschi. Ora c'è Monti che vuole assumersi quella parte.

mario.de.franco

Mar, 01/05/2012 - 09:00

Finalmente una persona seria e rispettosa del popolo europeo ! Bravo ! Non posso dire altrettanto dei nostri attuali governanti. Ho notato l'immediato accodamento di Monti alla scelta della Merkel di boicottare i campionati europei. La cosa mi ricorda analoghi accodamenti del periodo innominabile.

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 01/05/2012 - 10:19

Se Juncher ha lasciato vuol dire che la Cominità è messo proprio male. Sembrava una favola che Germania e Francia facessero il bello e cattivo tempo, ma è la pura realtà. E se le cose stanno in questo modo, le cose andranno sempre peggio, o meglio per la Germania che vuol dirigere tutto il traffico e tenere tutti gli altri sotto il suo ombrello. Dicono che Monti abbia convinto la Merkel, io dico che è la Merkel che convinto >Monti a fare quello che vuole lei.

Bruno Burinato

Mar, 01/05/2012 - 10:54

Finalmente qualcosa si muove per mettere fine al dominio Franco-Tedesco sull'intera Europa che, grazie all'egoismo germanico, sta uccidendo l'economia europea, l'unica cosa che la gente potrebbe fare per riportare Berlino e Parigi alla ragione sarebbe boicottare i prodotti tedeschi e francesi e comperare soltanto prodotti nazionali, ma questa è una pia illusione affetti di esterofilia come lo sono gli italiani non succederà mai

gibuizza

Mar, 01/05/2012 - 11:05

Onore ad un uomo che ha preferito andarsene che barcamenarsi. Sia di esempio per molti dei nostri politici e soprattutto amministratori.

analistadistrada1950

Mar, 01/05/2012 - 11:14

Siamo nel 1997: Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro; Presidente del Consiglio Prodi. Milano: 15 marzo 1997, da LA STAMPA n. 73 – pag. 27. Il Card. Martini, organizza il Forum: “Come mettere d’accordo l’efficienza economica, la coesione sociale e la democrazia”, titolo coincidente con il titolo del libretto di Daherendorf: “Quadrare il cerchio” (Laterza), la cui sintesi è: c’è un triangolo che non si vuol ricomporre in bella armonia…: è il titolo del Forum citato. Daherendorf disegna un futuro apocalittico: inutile illudersi, i bei tempi del pieno impiego non torneranno più. D., è altresì scettico non sull’utilità di un’Europa unita, ma sui modi in cui oggi si cerca di realizzarla. Monti, ripeto: MONTI (al Governo PRODI), insiste sulla necessità di coordinare nella nuova Europa le politiche fiscali per avviarsi ad una redistribuzione del reddito meno differenziata. Siccome tutto il Governo PRODI: non poteva non sapere…, e neppure Scalfaro, perché lasciarono briglia sciolta a Prodi?!

analistadistrada1950

Mar, 01/05/2012 - 11:24

1997: Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro; Presidente del Consiglio Prodi. Milano: 15 marzo 1997, da LA STAMPA n. 73 – pag. 27. Il Card. Martini, organizza il Forum: “Come mettere d’accordo l’efficienza economica, la coesione sociale e la democrazia”, titolo coincidente con il titolo del libretto di Daherendorf: “Quadrare il cerchio” (Laterza), la cui sintesi è: c’è un triangolo che non si vuol ricomporre in bella armonia…: è il titolo del Forum citato. Daherendorf disegna un futuro apocalittico: inutile illudersi, i bei tempi del pieno impiego non torneranno più. D., è altresì scettico non sull’utilità di un’Europa unita, ma sui modi in cui oggi si cerca di realizzarla. Monti, ripeto: MONTI (al Governo PRODI), insiste sulla necessità di coordinare nella nuova Europa le politiche fiscali per avviarsi ad una redistribuzione del reddito meno differenziata. Siccome tutto il Governo PRODI: non poteva non sapere, neppure Scalfaro, perché lasciarono briglia sciolta a Prodi?!

massapino

Mar, 01/05/2012 - 12:04

finalmente uno che si è rifiutato di fare i compiti a casa dettati dal Kaiser Merkel. Era ora che qualcuno mostrasse gli attributi a questi ducetti ( Francia e Germania) da strapazzo che sono buoni soltanto a fregare gli altri pro domo loro. Monti non ha spina dorsale e ne gli attributi

maurizio52

Mar, 01/05/2012 - 12:17

Onore??? Ma se mollerà la poltrona solo a fine mandato, che dimissioni di protesta e contro cosa sono? Sono balle! E' un Euromostro che deve lasciare il posto a un altro Euromostro, e adesso vuole marcare il territorio con un atto di bullismo mediatico. Basta dare soldi alla burocrazia! Fanno solo danni ed hanno solo lo scopo di arricchirsi. Basta dare soldi agli stati! Basta con i diritti acquisiti! Basta con i parassiti pubblici ed i loro sostenitori privati-assistiti come, tanto per fare un esempio, le ecoballe sulle energie rinnovabili che alimentano un giro vizioso, costoso ed inutiile di nuovi parassiti. Se andiamo avanti così finirà che torniamo a scannarci gli uni contro gli altri, altro che onore.

analistadistrada1950

Mar, 01/05/2012 - 16:00

Sarebbe interessante ascoltare le verità motivo della decisione; esse potrebbero farci comprendere, forse, entro quanto tempo la totale dipendenza dall'Europa sarà realtà, con la derivante perdita di ogni Potere degli Sati ad essa sottomessi. Europa, entità, in sè, astratta, ma con lunghi tentacoli stritolatori.