FederlegnoArredo, assemblea con lo sguardo al futuro

Si è svolta a Pesaro l'assemblea generale degli imprenditori del settore che con 41,5 miliardi di euro di fatturato contribuisce al 5% del Pil italiano. Il presidente Orsini: "Abbiamo lanciato un segnale alle istituzioni perché continuino a sostenere il comparto con politiche industriali efficaci"

In un teatro Rossini gremito di imprenditori provenienti da tutta Italia si è svolta l' assemblea generale di FederlegnoArredo. La scelta è caduta su Pesaro per sottolineare la vicinanza ai territori e al loro tessuto produttivo - parola d'ordine del nuovo corso della federazione che ha visto nei mesi scorsi il presidente Emanuele Orsini impegnato in un road show nei distretti del legno e arredo - che con 41,5 miliardi di euro di fatturato alla produzione nel 2017 (+2,2% rispetto all'anno precedente) e oltre 320mila addetti contribuiscono per il 5% al Pil nazionale. Buono anche l'andamento delle esportazioni (16,3 miliardi di euro) a conferma della forte vocazione sui mercati internazionali delle imprese italiane del settore.

"La grande partecipazione delle imprese conferma che la strada di ascolto e dialogo intrapresa nell'ultimo anno e corretta - sottolinea Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo -. Abbiamo bisogno di confrontarci per continuare a crescere e per rafforzare il ruolo del nostro settore come elemento trainante dell'economia nazionale. Oggi abbiamo lanciato un segnale alle istituzioni affinché continuino a sostenere il comparto con politiche industriali efficaci elaborate sulla base delle nostre proposte".

L'assemblea generale si è chiusa con una tavola rotonda che ha visto confrontarsi sugli scenari del legnoarredo Emanuele Orsini, del presidente di Ice Michele Scannavini, dell'economista Luigi Buttiglione, del presidente Triennale Milano Stefano Boeri e di Mauro Federzoni di Divisione Banca dei Territori Intesa San Paolo.

La filiera legno e arredamento nella regione Marche ha un peso particolarmente rilevante sia per l’economia della regione, sia per quella italiana. Produce infatti circa 3 miliardi di euro, suddivisi tra legno (16%), arredamento (76%) e Illuminazione (7%) con un totale di 2.500 aziende e più di 20.000 addetti, pesa per il 12% del totale manifatturiero regionale e il 13% delle imprese dedicate alla manifattura. A livello nazionale le Marche coprono il 9% del fatturato totale.
Il settore arredamento è sicuramente il più rilevante all’interno della filiera, sia in termini di imprese dedicate che in termini di fatturato prodotto. Con circa 2,3 miliardi di fatturato è il settore trainante sia nella regione che a livellonazionale. Le Marche infatti si posizionano subito alle spalle delle grandi regioni del settore, come la Lombardia, il Veneto e il Friuli. Sono infatti la quarta regione per fatturato della filiera e terza per numero di addetti. Quinta per numero di imprese.