Fincantieri, la Francia propone il 50% di Stx. Ma Padoan non ci sta

Il ministro francese: "A Fincantieri il 50% in Stx, ma la piena guida a Saint Nazare". Oggi l'incontro a Roma con Padoan e Calenda. Ma il ministro dell'Economia declina già l'offerta

Fincantieri al 50% in Stx, ma con la guida dei cantieri di Saint-Nazaire. È la proposta del ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, che oggi incontrerà a Roma i ministri italiani Pier Carlo Padoan e Carlo Caleda,

"La nostra scelta è Fincantieri", assicura Le Maire in un'intervista al Corriere della Sera, "Siamo due nazioni sorelle. Vogliamo lavorare mano nella mano con l'Italia, sia in campo industriale sia sull'unione politica e monetaria".

Ecco quindi la proposta: "Un patto tra azionisti al 50-50 tra partner italiani e francesi: 50% per Fincantieri, 33% per lo Stato francese, 14,66% per l'azienda francese Naval Group, 2% per i lavoratori", spiega, "Nella nostra proposta, il presidente del consiglio di amministrazione, designato da Fincantieri, dispone di una voce preponderante in caso di uguaglianza. Fincantieri è dunque chiaramente alla guida dei cantieri navali. La reazione del governo italiano è per il momento negativa. Continueremo a lavorare e a spiegare le nostre inquietudini. Ho buone speranze che arriveremo a trovare un'intesa nelle prossime settimane".

Tutto risolto? Affatto. Se Le Maire chiede più garanzie su occupazione e rischio di delocalizzazione, Pier Carlo Padoan ha già fatto sapere che l'Italia declinerà l'offerta. Per il ministro italiano dell'Economia, infatti, Fincantieri deve avere la maggioranza assoluta di Stx France, visto che i coreani "avevano i due terzi" del capitale della società che controlla i cantieri navali di Saint Nazaire.

"Abbiamo constatato che tra Italia e Francia permangono differenze che non si sono sanate", ha spiegato Padoan al termine dell'incontro, "Noi rimarremo fermi. È stato stabilito che ci sarà tempo fino al 27 settembre, vedremo se potremo colmarle".

Commenti

liberoromano

Mar, 01/08/2017 - 08:37

Signora Chiara Sarra, se lei vuole indicare un effetto di negazione dovrà scrivere "Niente affatto". Scrivendo solo "Affatto" lei crea un effetto affermativo. Come ha fatto a ottenere il titolo di giornalista? Niente di personale, è solo doverosa protezione della lingua italiana.

Marcello.508

Mar, 01/08/2017 - 08:55

I francesi sono veramente dei gran volpini: vediamo se Paolo Abbozza ci casca o no.

vaigfrido

Mar, 01/08/2017 - 10:22

Per avere la gestione bisogna avere la maggioranza . Boh !

Libertà75

Mar, 01/08/2017 - 11:41

Che buffonata, i francesi con la mania della nazionalizzazione sbattono i pugni sul tavolo per un'azienda che non è né competitiva né autosufficiente. Lo sanno benissimo! Se non riescono a metterla sotto Fincantieri, nel giro di 5 anni sarà una voragine peggio di Alitalia per noi. Non c'è nessuna sinergia rivendicabile dai francesi. Il cantiere di Saint Nazaire serve a Fincantieri per razionalizzare e redistribuire la propria cantieristica. L'occupazione è per forza di cose destinata a calare, non è che chiudono in Italia per far lavorare i francesi (che sarebbe il loro sogno). Se vogliono, possono provare a convincere i tedeschi. Ormai il mercato cantieristico non può avere competitori nazionali, se ne facciano una ragione.

montenotte

Mar, 01/08/2017 - 12:26

Sarebbe utile, se i Francesi vogliono nazionalizzare STX per loro strategico, noi fare altrettanto con TIM. Ma il nostro governo non ha le palle per farlo

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 01/08/2017 - 13:06

Ma quale proposta? Lo volete far entrare in quella testaccia di marmo che "gli amici" francesi non ve lo cederanno mai il controllo? Siete patetici, nei vostri tentativi di salvare un minimo di dignità, dopo che da anni i francesi vi stanno pisciando in testa, senza che abbiate mai avuto un minimo accenno di reazione! E il tutto alla faccia delle normative ue, che loro bellamente ignorano. Gli avete lasciato fare quel che volevano sui nostri mercati, e adesso provate a ribellarvi? Andate a piangere dalla “zia” culona! Ma ci ricorderemo di voi alle prossime elezioni!

petra

Mar, 01/08/2017 - 14:11

Riuscirà il seduttore gaga Macron a conquistare con un paio di moine gli italiani? Credo di sì e spero di no.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 01/08/2017 - 14:31

Ma chi governa? Padoan o Gentiloni? O Napolitano...

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Mar, 01/08/2017 - 15:18

I nostri politici prima di parlare dovrebbero aggiornarsi sulle leggi in vigore nei vari paesi sia EU che fuori UE, Nella legge francese esiste il diritto di prelazione, se tu offri o vendi ad un prezzo inferiore all'effettivo valore di mercato, entro 60 giorni dalla formulazione dell'offerta del Notaio, lo stato può intervenire ed acquisire lui il bene a quel prezzo. Pertanto gli itagliani la smettano di fare i furbi. Il nero all'estero è ILLEGALE, punto e basta. Comunque loro i soldi li hanno e possono acquisire quello che gli conviene (legalmente) mentre noi come paghiamo con le “Risorse della Sboldrina”?

peter46

Mar, 01/08/2017 - 16:24

wilegio...a mio parere,certo, "non tutto è già stato 'perduto'".

TitoPullo

Mar, 01/08/2017 - 16:32

Ma non siamo per niente nazioni sorelle! Loro discendono dai franchi che era una tribu germanica noi siamo un popolo latino! Percio' Monsieur Le Maire poche pippe! Voi volete i soldi e nel contempo comandare !!! Ma che bravi !!

Libertà75

Mar, 01/08/2017 - 16:48

@antipupazzo, 2 cose, la prima è che l'evasione esiste in tutto il mondo, Francia compresa. La seconda è che il prezzo pattuito era l'unico possibile sul mercato, nessuna fregatura. Non a caso ora i francesi vogliono vendere, ma a condizioni differenti. La cantieristica è un mercato oligopolistico e non c'è spazio per tutti.

Ritratto di Marotta2

Marotta2

Mar, 01/08/2017 - 16:51

Invece di sprecare fiato con gente che i c....... Li ha , lo Stato dalle casse vuote faccia una offerta a Bollorè di Vivendi x acquisire la maggioranza di Telecom . Così si fa !!!

giovanni951

Mar, 01/08/2017 - 17:25

voglio proprio vedere come va a finire....spero di sbagliarmi ma cederemo.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 01/08/2017 - 17:30

Della serie saldo e stralcio. conoscendo gli sgovernanti italici!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 02/08/2017 - 06:36

Giusto che i francesi difendano il loro NO-Aut ( si dice cosi' ?) é la loro tecnologia, la loro capacità eccellente che difendono. I loro posti di lavoro. Nessuno dice che FIN Cantieri é legata mani e piedi ai cinesi e certamente , una volta messe le mani che la possibilità di trasferire da loro le commese. Siamo PUTTANE ed é evidente la malafede del nostro sgoverno di baldracche.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 02/08/2017 - 06:41

xxLibertà 75 - 11.41xx La informo che c'é già una cordata a favore di STX di aziende francesi. La informo che, nel parlamento francese, l'Assemblea, su questo caso si é manifestata,caso UNICO nella storia francese, la TOTALE MAGGIORANZA 100% della volontà dei francesi affinché venga salvata l'integrità e la dislocazione dei cantieri STX, in barba alla FIN cantieri che é legata mani e piedi ai cinesi. Auguri dalla Francia

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 02/08/2017 - 07:00

Gente FIN Cantieri disloca ben lontano dall'Italia, vedi la Cina. In Italia non arriverebbe un bel niente, costa troppo il lavoro. La volete capire oppure avete le fette di prosciutto davanti agli occhi? Non vi basta aver perso la FIAT ed altre aziende leader? Tutti posti di lavoro, il presente ed il futuro del nostro Paese completamente svenduto.

pasinels

Mer, 02/08/2017 - 07:28

scommettiamo che la spuntano i francesi ? Si è mai visto un politico italiano tener duro ? I francesi sanno benissimo che siamo un popolo di burattini senza palle. Vedremo !

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 02/08/2017 - 07:36

questo è il risultato di una incapace politica estera che non esiste!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 02/08/2017 - 10:16

anche quì andra a finire con le braghe italiane calate , non vedo in giro nessuno che puo rintuzzare i francesi , anche se loro non posseggone ne un de gaulle e neanche un pompidou ma sanno bene che i politicanti italiani sono degli eunuchi e non contano nulla in europa(veramente questo lo sappiamo anche noi italiani).

paolo b

Mer, 02/08/2017 - 11:08

leggo tante considerazioni ma dobbiamo ricordare che il cantiere francese è in fallimento e l'unica altrnativa che hanno per sperare di farlo lavorare è Fincantieri, ma devono mettersi in testa che non siamo obbligati ad acquistarli questi cantieri se le condizioni possono essere favorevoli si fa l'operazione altrimenti vadano avanti loro !!!!

Difendiamoci

Mer, 02/08/2017 - 11:09

Ah ah ah, si, si, ce la vedo la burocrazia governativa romana a fare la voce grossa con Parigi... Avranno già calato le brache, d'altronde la burocrazia romana è quella che ha svenduto ai francesi: la grande distribuzione del nord Italia (auchan, carrefour, simply ecc), molte aziende lattiero casearie del Nord Italia, la telecom (perchè avevano paura che finisse nelle mani del milanese Tronchetti), molte case di moda, hanno fatto fallire l'accordo klm-alitalia incentrato su Malpensa e infatti poi klm si è alleata con Air France ecc. Ma che voce grossa volete che facciano i burocrati romani, i francesi sono sempre stati i loro padroni...

Libertà75

Mer, 02/08/2017 - 11:27

@siredicorinto, ma guarda che stanno offrendo una partnership a 50 e 50, se se la vogliono tenere grazie a privati foraggiati dallo Stato, ben venga. Ripeto, la cantieristica è un fenomeno per pochissimi attori a livello mondiale. Le considerazioni sono le medesime di quelle che fa Marchionne sul mercato auto, ossia c'è posto per pochi attori a livello mondialie (4 o 5). Saluti a lei

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mer, 02/08/2017 - 12:01

Gianfranco Robe...Ma, caro amico, che domande! Sempre Napolitano, fino a quando Soros sgancia...

ioiome

Mer, 02/08/2017 - 12:24

Ke VOLPI 'sti francesi...ahooooo

guerrinofe

Gio, 03/08/2017 - 12:17

POI COME AL SOLITO CI MORDEREMO LE DITA!!! NON SI VUOLE CAPIRE CHE LA FRANCIA E`DI UN ALTRO CALIBRO!!!! poveri noi....