Giallo sul taglio delle pensioni È scomparso dalla manovra

Nel testo bollinato per il Colle non c'è la sforbiciata agli assegni d'oro. Spunta l'ipotesi di un dl collegato alla manovra

La manovra comincia a diventare concreta. Il testo che è arrivato alla Ragioneria dello Stato per poi essere inviato al Colle - che stasera l'ha inviato alle Camere - di fatto contiene parecchie sorprese.

Come sottolinea il Sole 24 Ore, sui 108 articoli della manovra di fatto non c'è spazio per il taglio delle pensioni d'oro. Il provvedimento così tanto voluto dai Cinque Stelle in questo momento non trova spazio nella legge di Bilancio. Un vero e proprio giallo quello sul taglio delle pensioni d'oro che di fatto dopo settimane di dibattiti e polemiche sulle sforbiciate volute dai grillini (moderate poi con la Lega ad un contributo di solidarietà) sarebbe scomparso dai radar della manovra. Per il momento, dunque, i pensionati con gli assegni che superano i 4500 euro tirano un sospiro di sollievo. Di fatto nella manovra restano comunque le le misure previste per la rivisitazione dell'intero sistema previdenziale.

La misura per il momento far rimerimento a un fondo. Potrebbe essere previsto un disegno di legge collegato che potrebbe essere presentato entro gennaio con le misire nel dettaglio di quota 100 e del taglio degli assegni. Subito dopo la firma del presidente Mattarella, il testo dovrebbe approdare alla Camera con tutte le tabelle sui saldi di bilancio. Poi, subito dopo lo stralcio di tutte quelle norme che non fanno parte direttamente della manovra, si passera alle audizione e all'esame, determinante, della commissione Bilancio che avrà tempi lunghi.

Clicca qui e leggi il testo della manovra

Commenti

SpellStone

Mer, 31/10/2018 - 17:52

sono tecnicismi... dove sta il giallo?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 31/10/2018 - 18:00

Che la "manina" abbia colpito ancora? Oppure, molto più verosimilmente la solita furbata di togliere il furto dalla manovra per renderla più digeribile e per poi fare un bel allegato ancora più tosto da digerire? In pratica la stessa cosa che stanno facendo con la Fornero e la marchetta di cittadinanza. Una cosa è certa: hanno capito che con le caciarate non vanno da nessuna parte. Queste furbate non sono farina del sacco ne di Felpina ne del bibitaro... Chi sarà questo "vervelletto occulto"?

ToniDaRoma

Mer, 31/10/2018 - 18:20

ma almeno potrebbero dirci perchè, nella prima opzione, chi prende 4500 Euro gliene rimarrebbero sempre 4500 e chi invece prende 4501 Euro gliene rimarrebbero 4141? E' possibile fare all'INPS lo sconto di 1 Euro?

xgerico

Mer, 31/10/2018 - 18:20

@SpellStone- Qui al Giornale se non cè il "morto" non pubblicano, altrimenti i forummisti restano delusi!

venco

Mer, 31/10/2018 - 18:23

La lega sbaglia tantissimo a non voler tagliare le pensioni alte, e qui perderà consensi.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 31/10/2018 - 19:01

X SpellStone...Ingenuità commovente, il giallo sta proprio nei rinvii e nei tecnicismi. Comunque poco male, si sarebbero risparmiati quattro soldi, molto più conveniente saccheggiare i risparmi degli italiani.

AntonioV

Mer, 31/10/2018 - 19:19

Carino l'art.5: le tasse sulle ripetizioni sono state messe tra le misure di riduzione della pressione fiscale, come se qualche insegnante abbi mai fatto fattura e pagato l'IRPEF. Il trucco è sempre lo stesso: fare leggi che dicono l'opposto di quello che dice il titolo (vedi vergognosa bozza sulle pensioni d'oro di D'Uva - Molinari)

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 31/10/2018 - 22:02

Onefirsttwo dice : Ma come ? STOP Prometti qua , prometti là , e poi alla fine ? STOP Un pugno di mosche ! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ernestinho

Gio, 01/11/2018 - 08:26

Finirà come sempre: A tarallucci e vino! Come pure la riduzione degli "onorevoli" (ah! ah! ah!) parlamentari!