Ilva, trovato l'accordo. Ora parola ai lavoratori con il referendum

La trattativa è andata avanti tutta la notte. Niente esuberi né riduzione dei salari. I sindacati esultano. Salgono a 10.700 le assunzioni assicurate. Gli altri entro il 2023. Di Maio: "In arrivo una legge speciale per Taranto"

Sul futuro dell'Ilva di Taranto c'è l'accordo tra il gruppo franco indiano Arcelor Mittal e il governo italiano. Salgono a 10.700 le assunzioni assicurate subito (e senza condizioni). Tutti gli altri punti della trattativa, che è durata tutta la notte e ha visto la partecipazione del vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio, sono stati risolti, secondo quanto si apprende da fonti sindacali. Il tavolo del negoziato al ministero dello Sviluppo riprende stamani per mettere a punto le carte. Uscendo dalla sede del ministero dello Sviluppo economico Di maio ha twittato: Su Ilva "aspettiamo qualche altra ora, ma sono molto fiducioso; siamo all’ultimo miglio".

"Tutti i lavoratori dell’ Ilva assunti" da Am Investco. Questo l’esito della trattativa condotta al Mise dai sindacati metalmeccanici, secondo le parole della segretaria generale della Fiom Francesca Re David: "Si parte da 10.700 ma c’è l’impegno ad assumere tutti i lavoratori entro il 2023 senza nessuna penalizzazione su salari e diritti - ha riferito - è quello che avevamo chiesto". L’accordo, ha spiegato Re David, per essere valido deve essere approvato nelle assemblee dei lavoratori attraverso il referendum. "Siamo fiduciosi", ha concluso Re David.

"L’elemento importante è che non ci sono esuberi", sottolinea il segretario generale della Uilm Rocco Palombella. "Noi - spiega Palombella - sostenevamo che bisognasse aumentare il numero degli assunti da subito e siamo riusciti ad ottenere un numero importante: 10.700 lavoratori compresi i 285 delle affiliate. Ora manca guardare i testi e correggerli". Il piano, ha spiegato ancora il leader Uilm, prevederà il completo assorbimento di tutti i lavoratori a partire dalla fine del Piano ambientale e in concomitanza con la cessazione dell’Ilva in liquidazione; a partire dal 2023, quindi, ci sarà il riassorbimento dei lavoratori che non hanno avuto accesso agli ammortizzatori. Non ci sarà riduzione dei salari", ha aggiunto Palombella. Ieri infatti nella bozza circolata si prevedevano degli accordi per mantenere invariato il costo del lavoro con diminuzione dell’orario di lavoro. "I salari - ha concluso - saranno mantenuti così come i diritti acquisiti".

Dopo alcune ore arriva la conferma ufficiale: i rappresentanti dei sindacati e di ArcelorMittal e i commissari straordinari hanno siglato l’ipotesi di accordo sull’Ilva al ministero dello Sviluppo economico, alla presenza del ministro Di Maio. Dal governo una dichiarazione di condivisione. L’ipotesi di accordo sarà sottoposta al referendum dei lavoratori. Dopo seguirà la firma ufficiale.

Di Maio esulta: "Obiettivo raggiunto in tre mesi"

"Abbiamo raggiunto un obiettivo" con l'accordo sull'Ilva "in tre mesi dopo sei anni di inconcludenze". Ad affermarlo è il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, dopo l'accordo raggiunto sull'Ilva. Oggi "inizia solo un percorso" che sarà molto lungo, sottolinea il ministro. Che poi aggiunge: "Arriverà una legge speciale per Taranto".

Confindustria: "Bel segnale per il Paese"

''La chiusura dell'accordo sull'Ilva di Taranto è un bel segnale per il Paese - afferma il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia -. Ed è la riprova che è possibile coniugare le ragioni dell'occupazione con quelle dell'ambiente e dello sviluppo nel rispetto delle prerogative dell'acquirente. Auspichiamo che possa essere l'inizio di una svolta che riporti la questione industriale al centro dell'attenzione nazionale''.

Commenti

unosolo

Gio, 06/09/2018 - 10:51

e ci voleva il M5S_lega per fare un passo serio e speriamo costruttivo anche per altre assunzioni e migliorie per i Lavoratori. grazie .

eroncelli

Gio, 06/09/2018 - 11:00

Ma non aveva detto (il vicepresidente Di Maio) che il contratto non era valido ??? Se studiasse (lui come Toninelli) un po' le leggi in vigore, forse (ma solo forse) eviterebbe di dire castronerie.

jaguar

Gio, 06/09/2018 - 11:04

I sindacati esultano, però dovrebbero spiegare perché per le grandi aziende si mobilitano in massa, mentre le piccole vengono lasciate al loro destino. Posso capire che in una grande industria le tessere sindacali sono migliaia, ma la battaglia per proteggere i posti di lavoro deve essere uguale per tutti, dall'artigiano alla grande impresa.

mzee3

Gio, 06/09/2018 - 11:07

Se non ricordo male a differenza dell'accordo con Calenda ci sono 2/300 assunti in più… Niente di nuovo ed eclatante!Almeno a prima vista...sentiremo le differenze. Comunque niente parco divertimenti di Grillo! Cialtroni.

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 06/09/2018 - 11:18

Svendere l'ILVA ai francesi è un crimine. I grullini sono altro che #PDioti mascarati.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Gio, 06/09/2018 - 11:41

Ilva va spostata da Taranto.

mzee3

Gio, 06/09/2018 - 12:44

impeachment ...marcia indietro con scuse al Presidente Della Repubblica, vaccini...marcia in dietro si devono fare, ILVA ..marcia indietro sul luna parck si fa come diceva Calenda… cancellazione delle concessione ad Autostrade… subitoooo… ma dobbiamo aspettare! VOTATE….VOTATE...VOTATE M5ss..

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 06/09/2018 - 13:23

Potete sbraitare quanto volete al capezzale di Felpini, ma al suo confronto, Di Maio sta facendo un figurone da statista di rango mondiale (ed è tutto dire). Purtroppo, a cominciare dal tradimento del traditore, a proseguire con le figure di M. con le barchette bloccate ma con tutti i migranti sbarcati, proseguendo con le relative denunce che non scricchiolano affatto come qui sostenuto, proseguendo con l'obbligo di risarcire i 49 milioni di Euro rubati agli italiani; salta fuori con una evidenza impietosa che la lega e il suo principe senza macchia e senza maura, fa una figura di m. di fronte ai Grullini. Bravi leghisti avete dimostrato tutto il vostro valore. Si dimetta il traditore indagato e segretario di una lega ladrona.

OttavioM.

Gio, 06/09/2018 - 13:31

Di Maio è stato bravo,ottimo risultato.Vedo che oggi si sono radunati un po' di elettori del Pd venuti a rosicare,che criticano tante per criticare,stamattina ho visto esponenti PD in TV sconvolti,non sapevano come attaccare il governo,forse non se l'aspettavano un risultato del genere,niente esuberi,assunzioni con art.18 che il jobs act ha abolito,nessuna riduzione del costo del lavoro,migliori condizioni ambientali,ecc.Poi difronte alla realtà ho sentito qualcuno farfugliare che è merito del governo precedente.Eh già cala l'immigrazione è merito loro,l'Ilva è salva è sempre merito loro,se sono così bravi perchè non hanno risolto questi problemi quando governavano davvero.

Libero 38

Gio, 06/09/2018 - 14:52

Ora tutti a applaudire il pagliaccio di pomigliano.Ma lui e la sua setta di sfaticati non avevano sempre detto e promesso che avrebbero chiuso l'ilva.

Lofelo

Gio, 06/09/2018 - 15:28

Chiunque dopo tanto tavoli e rilanci, dopo tanta stanchezza e rassegnazione avrebbe chiuso la trattativa migliorandone l'equilibrio tra gli interessi ed obiettivi del governo e di Mittal.Quel che si può rilevare è la modesta normalità dell'esito rispetto alle pompose enunciazioni del gigi che ora dovrà fare i conti con coloro a cui aveva fatto sperare ben di più....Di Maio è la dimostrazione dell'enorme differenza tra il dire e il fare dei mediocri.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 06/09/2018 - 15:44

Leghisti... mettetevi l'anima in pace, non sono quelli del PD che vi prendono per il cubo, ma siete voi stessi con le stesse vostre esternazioni. Purtroppo e il traditore che si è messo volontariamente in mano dei grullini, e mentre questi sono furbi e sanno approfittare, il vostro eroe senza macchia (pluridenuciato), e senza peccato (49mln di zucchine), sta li ha guardare un risultato che ha ottenuto il suo socio di maggioranza semplicemente facendo un piccolissimo passo in dietro. No lui ce l'ha duro e quindi "me ne frego" e vado avanti tanto gli italiani (quali?) sono con me... MI ricorda Renzi prima del referendum.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 06/09/2018 - 16:27

Io non sarei cosi' ottimista,uno degli acquirenti è la francia,che prima o poi fara' la sxxxxxa come sempre.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/09/2018 - 16:40

e gongola pure....

petra

Gio, 06/09/2018 - 17:55

Sembra un ottimo risultato, anche troppo, per non pensare che ci possa essere sotto qualcosa. Speriam, speriam.

TitoPullo

Gio, 06/09/2018 - 19:09

Vediamo....vediamo da qui al 2023!!SONO I DETTAGLI OPERATIVI CHE CONTANO MA QUELLI NON VENGONO SVELATI E D'ALTRO CANTO NON LI CAPISCE NEANCHE IL BIBITARO!!

curatola

Gio, 06/09/2018 - 19:15

La quadratura del cerchio ovvero di fare la ghisa pulita é stata ottenuta con un escamotage all italiana ovvero abbassare il volume dello starnazzare degli ambientalisti e del raglio dei sindacati e le trombe dei media in cambio dell occupazione. Se domani qualcuno protesta gli indiani chiudono e non solo Taranto. Sarebbe buona cosa trovare lavoro per la gente senza ILVA. Magari sviluppando una Taranto turistica lontano dall Ilva.

cgf

Gio, 06/09/2018 - 19:18

a dirla tutta l'obiettivo era già raggiunto, poi il bibitaio lo ha bloccato per tre mesi, in modo peggiorativo

gianfri46

Gio, 06/09/2018 - 19:46

Abbiamo raggiunto un obiettivo" con l'accordo sull'Ilva "in tre mesi dopo sei anni di inconcludenze" . Poverino… come si vede che non conosce il mestiere che fa .. Sei anni sono tanti ma anche il problema non era di facile soluzione.. ora vuol dimostrare che ha fatto tutto lui .Pensi piuttosto al milione di € al giorno che ILVA perde quanti ne poteva risparmiare perché un Marchionne al suo posto avrebbe impiegato tre giorni per concludere la vicenda...

gianfri46

Gio, 06/09/2018 - 19:59

TitoPullo condivido… Aggiungi che hanno stanziato 250 milioni per favorire le uscite volontarie ( questi non sono esuberi …) Normalmente si danno 10000€ a lavoratore per favorire l'esodo quindi usciranno 2500 lavoratori….Questo il bibitaro non lo dice...lui è furbo...

giovanni235

Gio, 06/09/2018 - 21:20

Pensate un po':il ragazzino buono a nulla è riuscito dove il borioso Calenda aveva miseramente fallito.Calenda,povero fessacchiotto,ti sei fatto bagnare il naso da un ragazzino:cerca un posto dove nasconderti e sparisci dalla scena per il bene tuo e di quelli del tuo moribondo partito.

TitoPullo

Gio, 06/09/2018 - 21:34

IL BIBITARO NON SA LA DIFFERENZA FRA UN ALTOFORNO ED UN CONVERTITORE , NON SA COSA SIGNIFICHI LAVORARE SUL "PRERIDOTTO" O PARTIRE DAL MINERALE DI FERRO E DAL COKE METALLURGICO....IN SOSTANZA E' UN INCOMPETENTE, QUINDI PROBABILMENTE NON SA COSA HA FIRMATO A PARTE IL CINEMATOGRAFO CHE HA FATTO E STA FACENDO!! DA QUI AL 2023 NE PASSA DI ACQUA SOTTO I PONTI (ASSUNZIONI PROMESSE!!) E DIPENDE DA COME LA NUOVA PROPRIETA' SI ORGANIZZERA' TECNICAMENTE E COSA E COME PRODURRA'!!ONESTAMENTE DEBBO ANCORA CAPIRE COSA NON ANDAVA NELLA GARA PRECEDENTE CHE IL BIBITARO HA SAPIENTEMENTE SFRUTTATO AVOCANDO A SE UN MERITO CHE NON HA !!! SI STA FACENDO BELLO CON LE PENNE DEGLI ALTRI!!

flip

Ven, 07/09/2018 - 08:53

10700 assuntzioni da dove vengono? cosa sanno fare? stiamo anche attenti al porto di Trapani. i francesi poi domineranno il mediterraneo.

flip

Ven, 07/09/2018 - 19:11

volEvo scrivere "iul porto di Taranto" SCUSATE