Messaggio (segreto) dell'Inps: "Controllate i conti correnti"

Scattano controlli approfonditi sui conti di chi richiedere l'Isee. La novità è contenuta in una circolare interna dell'Inps relativa alla compilazione della Dsu

Dal primo gennaio 2020 presentare l'Isee per accedere a una data prestazione sociale fa scattare automaticamente una serie di approfonditi controlli sui conti bancari di quei cittadini che hanno richiesto l'indicatore di situazione economica equivalente.

Come sottolinea Il Messaggero, è questa la novità partita in sordina in concomitanza con l'arrivo del nuovo anno. Prima di analizzarne il contenuto, è bene ribadire che il provvedimento in questione era contenuto in una circolare interna dell'Inps (passata in silenzio) riguardante la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) necessaria per l'Isee.

La Dsu adesso potrà avvenire anche in modalità precompilata. E tutto grazie al provvedimento risalente allo scorso agosto e pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 ottobre 2019. Un passaggio del genere era previsto da una legge del 2017, la quale ne rimandava però l'attuazione; doveva infatti prima essere messo a punto un decreto del ministro del Lavoro, al termine di una consultazione con Inps, Agenzia delle Entrate e Garante per la protezione dei dati personali.

Tornando alla novità, detto in parole poverissime, i soggetti che richiedono un Isee possono ottenere l'accesso a prestazioni sociali di vario tipo, come ad esempio il bonus bebé, il pagamento ridotto delle rette universitarie o il reddito di cittadinanza.

I controlli automatici ai richiedenti Isee

Così facendo, questi cittadini autodichiarano il proprio patrimonio e fanno scattare controlli automatici e mirati da parte del Fisco. Mentre in passato l'incrocio dei dati si limitava a fare luce soltanto sui conti correnti dichiarati dai richiedenti Isee (in particolare confrontandoli con quelli presenti nell'archivio), adesso vengono verificate anche le cifre esatte.

Se c'è una difformità tra i dati forniti dal cittadino e quelli in possesso dell'amministrazione finanziaria, il richiedente Isee potrà in ogni caso richiedere la prestazione fornendo tuttavia una nuova documentazione bancaria per mettersi in regola.

Nel comunicare le indicazioni sulla nuova Dsu alle proprie strutture, l'Inps è stata chiarissima nel richiamare il decreto ministeriale: “A decorrere dal primo gennaio 2020, il controllo del patrimonio mobiliare sia per la Dsu non precompilata che per quella precompilata (in caso di modifiche dei dati del patrimonio mobiliare precompilati) riguarderà le informazioni relative al saldo e alla giacenza dei rapporti posseduti”. Prima della novità, infatti, il controllo si riferiva “solo alla numerosità dei rapporti finanziari”.

Tre strade

Quindi, nel caso in cui dalla verifica su saldi e giacenze del richiedente Isee dovesse emergere un valore del suo patrimonio familiare incoerente con quello dichiarato, questa discrepanza comparirà tra le annotazioni dell'Isee.

È prevista una franchigia per il patrimonio, variabile dai 6mila euro in su in base alla composizione del nucleo familiare dello stesso richiedente. Dunque, a seconda dei casi, l'annotazione potrà segnalare il superamento della franchigia o il superamento della soglia di 5mila euro dell'importo effettivo rispetto a quanto dichiarato.

Il richiedente, a questo punto, ha di fronte a sé tre strade: presentare una Dsu rettificata, inoltrare l'Isee fornendo in allegato ulteriore documentazione per dimostrare la propria correttezza oppure chiedere la rettifica al Caf, in caso di errore da parte di quest'ultimo.

Commenti

maurizio-macold

Gio, 16/01/2020 - 15:34

Mi sembra normale fare accertamenti approfonditi su chi richiede ISEE. Strano che non lo abbiano fatto Salvini & Di Maio quando hanno partorito questa legge idiota. Strano ?

antonmessina

Gio, 16/01/2020 - 15:36

in questo caso fan solo bene

bernardo47

Gio, 16/01/2020 - 15:36

Tutto ciò che contrasta i furbetti delle Isee falsi e del reddito di cittadinanza truffaldino, va bene. Controllino anche il lavoro al nero e le false separazioni familiari.

lorenzovan

Gio, 16/01/2020 - 15:49

strano che nessuno strilli...#"stato di polizia"....lololo

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 16/01/2020 - 15:49

E delle autocertificazioni presentate alla sanità per ottenere esenzioni su prestazioni sanitarie e farmaci ??? Non se ne parla ???

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 16/01/2020 - 16:01

Stalin sarebbe preferibile. MA SIAMO MATTI?

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Gio, 16/01/2020 - 16:02

SACROSANTO. alla richiesta ISEE vanno associati IN VIA PREVENTIVA, numerosi controlli su conti correnti, registro beni mobili registrati, nonchè con la geolocalizzazione dove hanno fatto colazione negli ultimi 2 anni. SOLO IN CASO di confermata non abbienza, verrà rilasciato l'ISEE, da revocare al terzo acquisto non in linea con il reddito derivante del documento agevolante.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 16/01/2020 - 16:07

Per il tipo di FURBI che esistono in Italia e ancora POCO!!!! AUGH.

faman

Gio, 16/01/2020 - 16:17

se controllano i pensionati e i poveri diavoli, non è stato di polizia vero? invece se il controllo è generalizzato sui conti correnti è stato di polizia vero? o il controllo è comunque giusto?

Nick2

Gio, 16/01/2020 - 16:18

Con l’ISEE si autodichiara un bel niente! Da anni ormai sono necessari saldo al 31.12 e giacenza media di TUTTI i conti correnti, conti titoli e libretti di deposito, anche a saldo zero. In mancanza di un solo libretto, di una Certificazione Unica anche di soli 10 euro il sistema blocca l’ISEE. Sono finiti i bei tempi in cui i poveri genitori professionisti e piccoli imprenditori, tartassati dal fisco, a bordo di Suv BMW da 80 mila euro, chiedevano indignati che i bambini stranieri che non pagavano la mensa scolastica fossero tenuti a pane e acqua, ma avevano il coraggio di presentare ISEE ridicoli, al disotto dei 10 mila euro, grazie ai quali pagavano la metà rispetto ad una famiglia di operai!

steluc

Gio, 16/01/2020 - 16:27

Stavolta concordo. Soprattutto se si mette il naso in regioni dove l’evasione è il nero sono la regola ( chissà quali... ) e negliaffaracci degli stranieri che chiedono di tutto e spediscono via 6 miliardi l’anno tramite i moneytransfert. Per questo ritengo che , dopo un po’, tarallucci e vino, certe categorie no si toccano. Tranne qualche mangiapolenta incauto,ovvio.

Lucmar

Gio, 16/01/2020 - 16:34

Perchè prima non era così? Era possibile avere un conto in banca di 10 milioni e ottenere anche servizio sociali?

antipifferaio

Gio, 16/01/2020 - 16:35

Siamo sotto dittatura...quando butteranno per strada e fuori dagli ospedali la gente per far posto ai migranti?...

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 16/01/2020 - 16:55

L'isee è un meccanismo perverso che premia, a parità di entrate, le famiglie più spendaccione che fanno fuori tutti i risparmi e si indebitano per vivere al di sopra delle loro possibilità. Basta assistenzialismo!

palllino.

Gio, 16/01/2020 - 17:07

Siamo sempre li...se uno ha risparmiato e si e' messo via 50000. Euro si deve pagare tutto..mentre quello che se li e' sputtanati puo' usufruire di tutto..

Massimo Bernieri

Gio, 16/01/2020 - 17:13

Solito "titolone" come se fosse l'ennesima misura contro di noi.Giusto controllare su chi chiede un auto.Fecero controlli su alloggi di case popolari dove pagavano di affitto per una casa meno di quanto pago io per affitto box auto e scoprirono coppie con due redditi anziché uno come dichiarato,possesso di auto di valore non congruo ai redditi dichiarati ecc !

Sempreverde

Gio, 16/01/2020 - 17:16

Che schifo di paese stanno creando

jaguar

Gio, 16/01/2020 - 17:23

Va benissimo controllare chi richiede l'Isee, però vanno controllati anche i falsi invalidi, i beneficiari del rdc e tutti gli altri furbastri che mangiano sulle spalle dei cittadini onesti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 16/01/2020 - 17:32

Quelli che presentano Isee dovrebbero indicare cosa hanno votato. poi vedremo chi sono i più falsi. Ci sarà da ridere.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 16/01/2020 - 17:46

troppo fiato sul collo, pure su coloro che non sbagliano! alla fine questo si ritorce contro la sinistra, mafiosa, eppure ci accusa di evadere, ma per forza! se ci costringono a pagare tutto, non ci rimane nulla per noi, e finiamo per evadere! ma allora non avete capito???? per questo vi meritate solo insulti, babbei comunisti grulli!!

lawless

Gio, 16/01/2020 - 17:55

sono d'accordo, non deve tralasciare però il controllo di chi si dice esente dal ticket sanitario ci sono un mare di evasori...

GovernoTecnico

Gio, 16/01/2020 - 18:04

Mah non capisco , esistono evasori che mettono i loro risparmi sui conti correnti?!

moichiodi

Gio, 16/01/2020 - 18:53

Fanno bene in questo caso. E anche in altri casi come quando qualcuno non paga multe e tasse e tiene i soldi al caldo in banca.

MorAz

Gio, 16/01/2020 - 19:02

Un ulteriore passo verso lo stato di polizia. Basta pensare alle norme sull'uso del contante. Delle due l'una : o è stata partorita da una mente malata oppure è stata concepita apposta per mettere in difficoltà le persone che, di fronte ad una normativa cervellotica, potranno facilmente sbagliare e quindi essere perseguitati dalla macchina burocratica e venire sanzionati. Una ossessione dei manettari 5 Stelle che hanno trovato una buona sponda nel ministro gualtieri, che tanto piace al "Grande Fratello" dell'UE.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Gio, 16/01/2020 - 19:06

Se la norma serve ad evitare imbrogli da pate di chi non ha diritto a certe esenzioni o agevolazioni varie, non vedo perchè sia da considerare una misura vessatoria.

Ernestinho

Gio, 16/01/2020 - 19:25

Poi ci sono coloro che guadagnano un sacco di soldi, "politicanti", giudici ecc. e se ne fregano dell'ISEE!

mariolino50

Gio, 16/01/2020 - 20:00

Conosco gente che usufruisce di regalie con vari sistemi, unica soluzione seria abolire il tutto, oppure legge uguale per tutti, ticket compresi e bollette pure.

mariolino50

Gio, 16/01/2020 - 20:08

Nick2 Ma credi che chi ha i soldi sia scemo, e tenga tutto sul conto corrente, ci sono pure i separati in casa, con casa del comune e una propria affittata, li conosce mia moglie, hanno anche sconti su bollette e libri di scuola, oltre a non pagare ticket. Non serve a nulla nemmeno fare la spia, perchè gli è stata fatta, e nulla è cambiato. Uno che girava con mercedes s500 pagava la metà di me per la mensa della figlia, così come le tasse universitarie, ma io ero un ricco dipendente, ora ho qualche esenzione sanitaria, ma solo per patologia, preferirei farne a meno.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 16/01/2020 - 20:55

Chi fa l'isee viene supercontrollato. stato di polizia al quadrato. L'isee stesso dovrebbe essere il controllo. I documenti che raccogli da dove arrivano ? altra scemenza dei grulli.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 16/01/2020 - 20:57

IDIOTI: maurizio-macold, antonmessina, bernardo47,lorenzovan, Antonosofiro, No_sinistri, jaguar, e altre schifezze simili. Il nemico del mio nemico è mio amico ? fossi matto. Alla camera a gas!

bernardo47

Gio, 16/01/2020 - 21:55

maialaico....i truffatori ladri del reddito di nullafacenza che paghiamo noi con le nostre tasse, vanno arrestati e con loro anche i ladri evasori fiscali che ci derubano di 132 miliardi annui!