Inps, le forbici di Boeri: "Serve taglio alle pensioni degli italiani all'estero"

Il presidente dell'Inps: "L’Italia dovrebbe riflettere sulla possibilità di non pagare ai pensionati residenti all’estero la parte non contributiva"

Dopo la ’fuga dei cervellì è iniziata la ’fuga dei pensionati: ogni anno aumenta il numero di anziani italiani che emigrano e si fanno pagare la pensione all’estero. Secondo quanto rivela l’Inps nel rapporto ’World wide', presentato dal presidente Tito Boeri, solo nel 2014 i pensionati espatriati sono stati 5.345, il 65% in più dell’anno precedente. Dal 2010 il numero è più che raddoppiato (+109%) arrivando a 16.420. Boeri però adesso strebbe pensando di dare un taglio netto alle pensioni erogate all'estero dall'Italia. "L’Italia dovrebbe riflettere sulla possibilità di non pagare ai pensionati residenti all’estero la parte non contributiva delle loro prestazioni. Lo sottolinea il presidente dell’Inps, Tito Boeri presentando il rapporto: ’L’Inps e le pensioni all’esterò secondo il quale su circa 1,2 miliardi di spesa per prestazioni a pensionati residenti fuori dall’Ue, oltre 200 milioni sono spesi per integrazioni al minimo e maggiorazioni sociali.

Una parte di queste prestazioni è pagata in Italia (pur essendo il titolare residente fuori dal nostro Paese) e soggetta alla nostra tassazione. Se si guarda solo alle prestazioni pagate direttamente all’estero (compresa l’Ue) e quindi con tassazione non in Italia l’Inps ha erogato nel 2014 383.000 trattamenti per circa 1,067 miliardi di spesa. "L’Italia - sottolinea Boeri - è uno dei pochi paesi a riconoscere la portabilità extra Ue della parte non contributiva delle pensioni (nell’ambito Ue questa opzione non è più data). Paghiamo così integrazioni al minimo e maggiorazioni sociali a persone che vivono e pagano le tasse altrove, riducendo il costo dell’assistenza sociale in questi paesi. Mentre in Italia non abbiamo una rete di assistenza sociale. È paradossale".

Commenti

marygio

Mar, 29/09/2015 - 14:21

la pensione me la faccio versare su un conto corrente italiano....poi bonifico.....ahhhhhhhhhhhhhh

epc

Mar, 29/09/2015 - 14:31

Cominciamo a non pagare la parte non contribuitva agli immigrati ultrasettantenni che sono venuti qui coi ricongiungimenti e si son subito fatti fare una pensione, per poi ritornare a vivere da nababbi nel loro Paese!

Cheyenne

Mar, 29/09/2015 - 14:48

questo ignorantone di boeri si immischia sempre in affari non suoi volendo limitare la libertà dei cittadini da emerito comunista. Quando conviene è tutto UE se non conviene non esiste la UE. Il solito doppiopesismo di questi cialtroni che vogliono imporre una dittatura.

igiulp

Mar, 29/09/2015 - 15:01

Ma questo Boeri la vuole smettere di fare il politico e di limitarsi unicamente a gestire quello che la politica (e i contribuenti) gli mettono in mano?

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 29/09/2015 - 15:02

Ed invece tagliera le pensione non meritarte agli esteri all'estero, no?

polonio210

Mar, 29/09/2015 - 15:22

Ma stiamo dando i numeri?Il sig. Boeri non è altro che un dipendente statale,non è stato eletto da nessuno al Parlamento o al Senato.Non ha nessuna qualifica per discettare di politica economica.Il suo lavoro è solo quello di dirigere un carrozzone statale e controllare che funzioni e,finora,non sembra che il suo lavoro lo abbia eseguito al meglio.Se il Sig. Boeri volesse incidere sulla politica economica del nostro paese,prima si presenti alle elezioni con un programma,si faccia eleggere e vada al governo come ministro dell'economia e poi faccia pure le sue sparate.Ma ora stia zitto e lavori umilmente(se ne è capace) per migliorare la produttività del carrozzone assegnatoli.

unosolo

Mar, 29/09/2015 - 15:23

e certo prima ha tagliato le nostre che stiamo sotto tiro ed ora servono altri soldi e si corre a cercarli. Nessun avviso ai pensionati ne dal governo ne dall'INPS hanno prelevato soldi e le pensioni sono scese tanto siamo soli i sindacati sono nascosti per paura di fermare il PIL , non possono ostacolare il governo amico e sappiamo come aiutano a trovare soldi anche sul 5 x 1000 , ladri le hanno studiate tutte , ma non è magari una prassi usata anche in Toscana e in specifico in quel di Firenze , quante ne fanno e nessuno riesce a scoprire da quando si prendono i nostri soldi magari destinati alla ricerca , sarebbe bello saperlo , PD ricevuto 5 milioni dal 2 x cento , fi 500 euro possibile che non ha insospettito nessuno questo dislivello di donazioni volontarie ?

gneo58

Mar, 29/09/2015 - 15:24

quando le teste sono vuote ci si puo' mettere dentro di tutto meno il cervello, quello o lo si ha oppure non c'e' niente da fare e di teste vuote c'e' pieno soprattutto tra chi "comanda".

cterri

Mar, 29/09/2015 - 15:35

La libera circolazione nell'Ue vale solo quando fa comodo ?

Blueray

Mar, 29/09/2015 - 16:01

L'integrazione al minimo non è un diritto del pensionato che ha lavorato meno di vent'anni, ma un'opzione sociale, un aiuto, che l'Italia da ai pensionati residenti per arrivare alla pensione minima. Ci sono convenzioni con l'Ue e la Svizzera per cui chi risieda colà riceve questo aiuto sociale direttamente dal Paese dell'Unione dove abita. Così l'Italia non aiuta socialmente gli altri Paesi dell'Unione e lo stesso vale per tutti i 28. Con altri Stati esteri questa convenzione non c'è e quindi i soldi dell'integrazione al minimo, che sono poi dei contribuenti italiani, pur dati al pensionato espatriato, vanno a sgravare la spesa sociale del Paese di espatrio. In un'ottica in cui ogni Stato deve pensare a fare la sua socialità e non ovviamente quella degli altri, devo dire che pur avendo quasi sempre criticato Boeri, stavolta tutti i torti non ha.

Ritratto di adoroilmare

adoroilmare

Mar, 29/09/2015 - 16:11

ma dico che l'hanno su con noi italiani ... ma dei ricongiungimenti ne vogliamo parlare? sono tutti immigrati che percipiscono la penslione dall'italia e che poi ritornano al loro paese da nababbi .... ma vogliamo scherzare ???

VittorioMar

Mar, 29/09/2015 - 16:19

...ma tutte le sue belle idee chiare che sapeva esporre nelle trasmissioni televisive :DOVE SONO ANDATE A FINIRE?..un conto è PARLARE ,un altro è FARE....

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 29/09/2015 - 16:37

Boeri si riferisce alla parte non contributiva delle pensioni. Trovo giusto che l'Italia, se deve fare della carità alla gente (integrazione della pensione tra quota contributiva, generalmente bassa, e parte retributiva), la faccia a chi vive in Italia e non a chi vive all'estero.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 29/09/2015 - 16:39

A furia di AIUTARE i FINTI PROFUGHI, NON C'È PIU TRIPPA PER GATTI!!! Vero sig. Boeriiii!!!lol lol Ancora qualche mese di pazienza e l'Italia SCOPPIAAAAA. Pace e bene dal Nicaragua FELIX

bimbo

Mar, 29/09/2015 - 16:42

Chi fa da se fa per tre!!!! Meditate e risparmiate (si sa mai)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 29/09/2015 - 16:45

Concordo con Blueray ed aggiungo che con il documento d'd'identità digitare si potrebbe verificare la presenza o meno dell'usufruttario dell'assegno di povertà che definiamo "pensione sociale",calcolando la pensione,ovvero il conguaglio per i periodi di assenza dall'Italia superiori ad un tot giorni.

semelor

Mar, 29/09/2015 - 17:04

Quante pensioni eroghiamo agli extracomunitari anziani genitori di quelli che sono venuti qui per il ricongiungimento? 350.000.000 ogni anno, una bella cifretta che puntualmente ogni anno regaliamo a questi anziani stranieri che non hanno MAI versato nessun contributo. Invito il sig. Boeri di eliminare queste regalie e di amare i pensionati italiani che stanno pagando lo stipendio pure a lui. Il fascismo ci ha dato la pensione, il comunismo ce la toglie.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 29/09/2015 - 17:06

Caro Giorgio Pulici ed alle RISORSE che sono ritornate al LORO paese con la pensione ITALIANA???? Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 29/09/2015 - 20:03

Non ho tempo e neppure voglia di valutare opportunamente la questione nei dettagli. Per quanto mi concerne, sono pensionato residente all'estero ma pago tutte-tutte le tasse in Italia. Ciononostante non ho diritto alla tessere e assistenza sanitaria alla pari di qualsiasi cittadino italiano (salvo non sia in pericolo oppure se scrivono "straniero" sulla mia pratica, nel qual caso mi si concede uno sconto sulle prestazioni) e richiedere un qualsiasi documento/prestazione quando sono in Italia è una vessazione burocratica.

evuggio

Mer, 30/09/2015 - 11:13

cerchiamo di fare un riassunto perché desidererei verificare il mio stato di salute mentale:1 si pensa di dare un reddito a chi non ha mai fatto nulla per averlo (magari non per colpa, ma tant'è) 2 sono state illegittimamente taglieggiate le pensioni legittime, fregandosene anche di una sentenza della corte costituzionale 3 si vogliono decurtare le pensioni a chi legittimamente decide di vivere in un altro paese (salvo fare un esame psichiatrico anche a loro, dovrebbe significare che questi altri paesi offrono qualche cosa i più attraente del nostro) A MENO CHE IO NON SIA DIVENTATO COMPLETAMENTE SCEMO, faccio un appello a Giudici integerrimi ed al Presidente del CSM affinché si metta un freno ai nostri Boiardi - almeno verificare la loro salute mentale!

papik40

Ven, 29/01/2016 - 06:48

l pensionati residenti extra UE non hanno diritto al rimborso di spese mediche e quindi e' legittimo non pagare le imposte in ltalia!