Istat, produzione industriale sale a giugno. Pil sotto le previsioni

+0,3% a giugno per la produzione industriale. Aumento tendenziale nel settore autoveicoli. Male il Prodotto interno lordo

Un leggero rialzo, che segue quello già fatto registrare nel mese precedente, quando il miglioramento era stato dello 0,1%. La produzione industriale cresce, guadagnando a giugno lo 0,3% su maggio. Un dato positivo, ma non rispetto all'anno scorso. Se consideriamo infatti le percentuali sui dodici mesi -spiega l'Istat - rispetto a giugno 2012 vediamo un calo del 2,1%.

Si tratta, per la produzione industriale, della ventiduesima flessione tendenziale consecutiva. L'indice, sul trimestre precedente, era in calo dello 0,9%.

A giugno un aumento tendenziale si è registrato per la produzione del settore autoveicoli, che ha guadagnato il 7,4%, con una media del -6,4% nel semestre. L'indice generale dei mezzi di trasporto ha raggiunto il 2,2% a giugno, con un calo nel semestre sempre del 6,4%.

Nel secondo trimestre del 2013 in calo anche il Prodotto interno lordo, che ha perso lo 0,2% rispetto al trimestre precedente e il 2% sul secondo trimestre del 2012. Un dato - a metà anno il calo è dell'1,7% - che supera il ribasso previsto dal governo (-1,3%).

Commenti

luca 1972

Mar, 06/08/2013 - 11:20

il pil italiano atteso a meno 2,2 e invece confermato a meno due??? adesso monti-letta diranno che è iniziata la ripresa?? ma per piacere!

luca 1972

Mar, 06/08/2013 - 11:37

cosa festeggiano i mercati ??? il pil italia atteso a meno 2.2 e invece confermato a meno due??? adesso monti-letta diranno che è iniziata la ripresa?? ma per piacere!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 06/08/2013 - 11:44

Difficile pensare ad una ripresa senza che nessuna azione sia stata fatta. Quindi le cose sono due: 1) Se c'è ripresa senza nessuna azione è inutile strapagare certi personaggi inutili 2) La ripresa è solo un'illusione.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mar, 06/08/2013 - 14:32

Esiste molta criminalità, le mafie nazionali, internazionali e degli immigrati, il terrorismo anche islamico e le sue reti di crimine organizzato, il crimine organizzato finanziario! Oltre a danneggiare, sono anche evasori! A questi evasori si aggiungono tanti altri evasori, molti dei quali hanno guadagnato troppo o molto e portato anche loro centinaia di miliardi all'estero! La corruzione si annida dappertutto e causa il radicamento del Male! Questo ha dissanguato e dissangua l'Italia! Ci sono da ricuperare mille miliardi di euro all'estero che appartengono all'Italia! Bisognerebbe stoppare anche l'immigrazione! Per la salute ricostruire e risanare il paese intero! Bisogna produrre di più e di migliore qualità invece di importare! Eccetera! O Patria mia che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

gneo58

Mar, 06/08/2013 - 16:07

come ebbi adire tanto tempo fa prima di vedere una qualche ripresa ci vorranno almeno 3-4 anni, nel frattempo, se tutto va bene, ci fermiamo cosi' con la disoccupazione al 50%, consumi minimi di sopravvivenza, inchiappettati da un fisco sempre piu' pressante. Chi sopravvivera' avra' la forza di ripartire con la ripresa ma da quel punto in poi per tornare ai livelli diciamo del 2000 ci vorranno almeno 10 anni. Saluti !

Ritratto di diego.zoia

diego.zoia

Mar, 06/08/2013 - 16:39

concordo con #gneo58