Istat, vendita al dettaglio mai così male negli ultimi dodici anni

Da novembre 2001 non si registravano dati così negativi. A pesare soprattutto il settore non alimentare

Tredici cali consecutivi. Le vendite in dettaglio fanno segnare un nuovo ribasso, perdendo lo 0,3% a luglio, rispetto al mese precedente, e lo 0,9% rispetto a dodici mesi fa. Una tendenza che ormai dura da oltre un anno e che, secondo i dati dell'Istat, pesa soprattutto a causa del settore non alimentare.

La contrazione delle vendite alimentari ha raggiunto infatti il -0,1% e su base annua si nota una tenuta dei prodotti destinati alla tavola, che fanno anzi segnalare un aumento dello 0,2%. Ma il settore "no food" perde invece l'1,6%. 

Il quadro complessivo non è comunque positivo. Le vendite su base annua nel complesso hanno ceduto il 2,6% e a luglio le perdite hanno interessato la grande distribuzione (-0,4% tendenziale) e i piccoli negozi (-1,2%). A non perdere tra i prodotti non alimentari soltanto la profumeria, che cresce dello 0,4%. In calo elettrodomestici, radio, tv e registratori (-4,5%) e cartoleria, libri, giornali, riviste (-3,4%).

Le vendite al dettaglio hanno toccato a luglio il minimo da dodici anni, scendendo oltre i dati rilevati a novembre del 2001.

Commenti
Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 26/09/2013 - 12:23

Se se ne accorge l'ISTAT, siamo a posto. Chissà de nel paniere prodotti hanno ancora i 33 giri di vinile ed i cerini. A casa anche voi!

paolonardi

Gio, 26/09/2013 - 14:13

Ma va! C'è chi scopre l'acqua calda; ma i nostri politici, maxime i sinistri, hanno abbastanza intelligenza sufficiente a capire che bisogna tagliare le spese, come farebbe il buon padre di famiglia, piuttosto che aumentare le entrate(tasse) per far ripartire l'economia?

Marzio00

Gio, 26/09/2013 - 14:15

Dati non reali, la realtà è peggiore, anche perché il paniere dell'ISTAT non è aggiornato con i tempi attuali. Con l'aumento dell'IVA la situazione peggiorerà!

gneo58

Gio, 26/09/2013 - 14:37

ed andra' peggio - o si taglia il carico fiscale e si abbassa l'iva a 2 aliquote 5 e 10% o soccomberemo del tutto.

m.m.f

Gio, 26/09/2013 - 15:03

Tutto come previsto,il problema che il prossimo anno sarà peggio.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Gio, 26/09/2013 - 16:18

la verità è ben diversa . si è comperato di tutto anche se non necessario.possibile che un bimbo di 4 anni abbia il telefonino ipad ? e mammina dice con orgoglio " mio figlioè intelligente sa usare il pc " e io commentavo " suo figlio è semplicemente cretina , non sa giocare , non ha fantasia " i giornali calano le vendite ? ma ci sono i tablet , anche i libri sono in calo , gente ma costano uno spatascio per leggere 1000pagine di stupidate alla saviano , oppure libri che dopo le prime 100 pagine riprendono il racconto da pagina 50 non li compero ho una biblioteca fornitissima di vecchi autori non di politici . letteratura pura , anche di fantasia , ma ormai si raccontano solo storielline per bambini scemi . @gneo 58 parla di tagliare il carico fiscale , vero , sono 50 anni che lo si dice , ma guai a farlo , i nostri mantenuti dovrebbero calarsi lo stipendio , ma non vorrete farli morire di fame , vero ?

Ritratto di franco@trier-

franco@trier-

Gio, 26/09/2013 - 18:48

no barbara meglio moriate voi di fame non loro,