Iva, l'aumento costa 103 euro a famiglia

Nuova stangata in arrivo: dal primo luglio l'Iva passerà dal 21 al 22%. La Cgia di Mestre al governo: "Eviti l'aumento della pressione fiscale"

La priorità del nuovo esecutivo deve essere di evitare un aumento delle tasse pari a 9,4 miliardi di euro. Un importo medio di 370 euro per famiglia. Mentre la politica si divide sulla proposta di Silvio Berlusconi di azzerare l'Imu sulla prima casa, all'orizzonete si annuncia un'altra stangata. Dal primo luglio l’aliquota Iva passerà dal 21% al 22%. "Per il 2013 il costo complessivo a carico dei consumatori sarà di 2,1 miliardi di euro, dal 2014 toccherà i 4,2 miliardi, con un aggravio medio annuo che arriverà fino a 103 euro a famiglia", hanno spiegato gli analisti della Cgia di Mestre che, ipotizzando che i comportamenti di consumo delle famiglie italiane rimangano immutati, prevede per un aumento medio annuo che oscilla da 88 a 103 euro.

"Bisogna assolutamente scongiurare questo aumento - ha commentato il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi - se ciò non avverrà, corriamo il serio pericolo di far crollare definitivamente i consumi che ormai sono ridotti al lumicino". Questa è una crisi economica che va affrontata dalla parte della domanda: solo incentivando i consumi interni si può, infatti, rilanciare la produzione. Altrimenti, il Paese è destinato ad accentuare la fase recessiva che comporterà un aumento delle chiusure aziendali e la crescita del numero dei senza lavoro. I rincari che peseranno di più sui portafogli delle famiglie italiane, secondo l’associazione di Mestre, sono quelli che scatteranno per il pieno all’auto o per il meccanico o il carrozziere (33 euro all’anno per una famiglia di tre persone, 39 euro se il nucleo è composto da 4 persone), per l’acquisto dei capi di abbigliamento e per le calzature (18 euro all’anno per una famiglia di 3 persone, 20 euro se il nucleo è da 4) e per l’acquisto di mobili, elettrodomestici o articoli per la casa (13 e 17 euro). Nel report della Cgia appare, tuttavia, evidente come il passaggio dal 21% al 22% dell’aliquota Iva ordinaria non inciderà sulla spesa dei beni di prima necessità. Tutti beni ai quali si applica l’Iva al 10% o al 4%, o non si applica affatto.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 27/04/2013 - 12:36

ecco la stangata di monti, che invece di allegerire la nostra condizione economica, ce la appesantisce! e la sinistra vorrebbe rincarare la tassazione con le sue idee sulla patrimoniale, oltre a farci perdere tempo per guadagnare una cadrega in piu.... :-)

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/04/2013 - 12:47

E che gli frega al governo. Bisogna anche pagare i 500 000 euro di buonauscita ai deputati regionali pugliesi, gentilmente concessi da niki.

moshe

Sab, 27/04/2013 - 12:53

In Italia, grazie allo schifosissimo governo Monti, decimazione delle aziende e massacro di lavoratori e pensionati ... ... ... perl la Spagna, grazie ai suoi ministri più intelligenti di Monti (e ci vuole poco) ... ... ... Grazie al premier spagnolo, Mariano Rajoy, la Spagna avrà due anni in più per ridurre il deficit nei limiti del 3%. Lo ha dichiarato un portavoce della Commissione Europea.

franco@Trier -DE

Sab, 27/04/2013 - 13:20

Fosse solamente la IVA....poi verrà il resto.Maledetti evasori.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Sab, 27/04/2013 - 13:30

parlate dell'aumento iva sottoscritto da pd e pdl lo scorso anno? hahahaha perdenti al secondo giro!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 27/04/2013 - 13:33

E....noi compreremo di meno! auto,moto, case, vacanze,godurie di ogni genere ecc ecc! Per bilanciare la perdita aumenteranno le tesse, la benzina, il telefono, luce, gas! calcolo esatto!!!!!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Sab, 27/04/2013 - 13:33

@stenos. pensa che in lombardia abbiamo un debito da 250.000 fukingeuros solo con UN consigliere regionale che oltretutto era tale anche per i voti comperati dalle ndrine. sei un perdente mono punto cardinale!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 27/04/2013 - 14:05

L'aumento dell'IVA non è fatto per aumentare le entrate dello stato (che crolleranno) ma per ridurre le importazioni, e ce lo meritiamo, così impariamo a comprare prodotti stranieri (le avete volute le volkswagen? Mo ve la pijate...). Dall'IVA il consumatore si può difendere decidendo dove e quando comprare, l'IMU si subisce e basta. Piaccia o no, l'Italia deve avere un avanzo primario di bilancio per restare nell'€uro, e queste sono le conseguenze.

Renatino-DePedis

Sab, 27/04/2013 - 14:10

mortimermouse sei PATETICO. l'aumento della IVA l'ha voluta BERLUSCONI, pEZZENTE. infatti il primo aumento c'è stato il 16 settembre 2011. e quei geni di Brunettolo e treMonti la hanno pensata per un punto all'anno per tre anni, e mezzo punto nel 2013. Monti, invece, nel 2012 lo ha bloccato trovando 5 miliardi di euro. FANATICO, poco informato, e FESSO! http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2011-09-15/domani-aumenta-224724.shtml?uuid=AaZOao4D

vince50

Sab, 27/04/2013 - 14:31

Signor(si fa per dire)franco@Trier -DE,ma la vuole smettere una volta per tutte di parlare a cazzo?,Come si permette di senteziare su questioni di cui non ha la più pallida conoscenza?,ma chi cazzo si crede di essere!!chiedo scusa(alla redazione) per i termini.Lei deve essere il classico Italiano venduto al nemico,traditore e leccaculo dei mangiacrauti.Si vergoni se le rimane un minimo di dignità e onore.

Renatino-DePedis

Sab, 27/04/2013 - 15:08

errata corrige. l'aumento iva voluto dal Nano è stato pensato così: un punto nel 2011, uno nel 2012, un altro punto nel 2013 e mezzo punto nel 2014. l'aumento del 2012 è stato bloccato da Monti, che ha trovato 5 miliardi di euro per non attuarlo. ribadisco che siete dei poveri MENTECATTI berlusconiani, poco informati e molto OTTUSI.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 27/04/2013 - 17:34

La pressione fiscale si combatte con Lavoro Per Tutti! Ma l'Italia é stata dissanguata da coloro che hanno guadagnato bene in Italia e portato una parte del denaro all'estero, ma anche dall'immigrazione, dal crimine organizzato degli immigrati e terrorismo degli immigrati, dalle mafie, dal crimine finanziario organizzato, dalla corruzione, eccetera! E tutti hanno portato denaro all'estero, che bisogna ricuperare, circa mille miliardi! Se solo si ricupera metà di questo denaro, si potrà lanciare la macchina Lavoro Per Tutti e nessuno avrebbe problemi per pagare l'IMU, l'IVA o qualunque cosa necessita! In questo modo si diminuisce anche di molto il debito pubblico e i deficit pubblici! Ci sarebbe Giustizia, Civiltà e automaricamente Progresso! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

eovero

Sab, 27/04/2013 - 17:45

ma cosa c'entra Monti?Berlusconi?l'aumento della cara amica IVA serve per pagare i troppi dipendenti pubblici,siccome non vogliono licenziare i tantissimi inutili...per pagarli o aumentano le tasse o aumenta l'iva,che sempre tasse sono!!!e se dicono che oramai non si può licenziare,allora assumete tutta Italia come pubblici dipendenti,poi vediamo chi paga le tasse e soprattutto i stipendi!!!

leo_polemico

Sab, 27/04/2013 - 17:55

A parte il commento, severo, sull'educazione, che evidentemente è mancante, di molti commentatori, vorrei fare una considerazione matematica. Se un prodotto vale 100 con l'IVA al 21% si vende a 121. Se l'IVA sale al 22 % si dovrebbe vendere a 122. L'aumento del prezzo finale è inferiore all'uno per cento e NON, come sostiene qualche "commerciante", del 5 %, che è l'incremento della tassa. Per il consumatore finale, purtroppo, questa NON è la realtà: l'importo finale pagato sarà di 125 se non 130 con una botta non indifferente al tasso di inflazione. Chi difende il potere di acquisto di pensionati e lavoratori normali cittadini? Non certo i politici o i sindacati occupati e preoccupati a tutelare i "loro" interessi e non certamente quelli dei cittadini. Ma lavregogna per costoro non esiste.....

Cobra71

Sab, 27/04/2013 - 17:57

Renatino-DePedis, se c'é uno poco informato, ottuso e mentecatto, quello sei proprio TU! Leggi meglio come stanno effettivamente le cose: http://www.byoblu.com/post/2012/10/13/laumento-delliva-voluto-dal-fmi.aspx E prima di sparare stronzate, conta fino a 10 che forse puoi riuscire a calmare il neurone antiberlusconiano che hai nella testa!

Mario Appolloni

Sab, 27/04/2013 - 18:11

Franco@Trier -DE Ma perché non la smetti di rompere i COGLIONI. Visto che parli di EVASIONE.Ti faccio presente che nella tua ADORATA Germania,il sommerso (stima del 2013) sará di 342 miliardi di EURO tra corruzzione, e criminalitá. Perció chi é l´evasore?. Leggi prima di sparare cazzate.CAPRA. Ti ho giá scritto,non denigrare LÍtalia

Il giusto

Dom, 28/04/2013 - 09:15

Se siamo in queste condizioni c'è un colpevole,lo schettino dell politica!Ha sgovernato 8.5 anni degli ultimi 11 e poi ,dopo averci schiantato,è scappato lasciando la nave e gli italiani nelle mani di Monti!E per voi è il salvatore della patria...

franco@Trier -DE

Dom, 28/04/2013 - 13:08

Italiani provate a pagare tutti le tasse e la IVA diminuirà, Apolloni meglio rompere i coglioni che il c.ulo,poi quelle barzellette che tu scrivi le hai letto sicuramente su un giornale italiano la invidia è brutta,io non denigro l'Italia io dico la verità con conti alla mano, non fare il nazionalista falso, pensa piuttosto in che condizioni avete portato l'Italia, vuoi negare che in Italia comandano i comunisti? Denigro dicendo questo? BACCALà.

franco@Trier -DE

Lun, 29/04/2013 - 10:00

vince 50 tu penso devi essere uno di questi dimmi tu le tasse le paghi tutte?Vedo che ti stanno a cuore gli evasori ovvero quelli che stanno rovinando l'Italia e certi poveri italiani.Poi io nno sono classico italiano qui in Germania ho imparato a non essere classico ma bensì giusto ordine e disciplina!