L'Fmi contro il patto Ue: "Paesi mancano obiettivi in modo sistematico"

I Paesi dell'Eurozona violano le regole del Patto di Stabilità in maniera a volte "sistematica".

È il duro attacco che il Fondo monetario internazionale fa all'Unione europea. Portando ad esempio gli obiettivi fiscali di medio termine dal 2002 al 2015 che sono stati violati "ogni singolo anno da quasi due terzi dei Paesi membri". Il rispetto delle regole, osserva il Fmi nel suo rapporto sulle politiche fiscali nell'area dell'euro, "è peggiorato in maniera particolare durante la crisi: nel 2009 gli obiettivi di medio termine sono stati violati dal 90% dei Paesi, il tetto di debito dal 50%, il limite del deficit dall'85% e l'aggiustamento fiscale richiesto dal 75%".

In parallelo, "la quota di Paesi con un debito superiore al 60% del Pil è salito dal 35% nel 1999 al 75% nel 2015". Secondo l'istituto di Washington per assicurare il rispetto delle regole è opportuno "rendere le sanzioni più accettabili politicamente", anche perchè le sanzioni economiche per chi sfora non fanno che "esacerbare le difficoltà finanziarie di governi già sotto stress", e "creare benefici tangibili per chi rispetta le regole" come, ad esempio, una maggior quota di fondi strutturali".

Inoltre il Patto di stabilità e crescita nell'area dell'euro viene fatto rispettare in modo iniquo, con i Paesi più grandi che riescono a far valere il proprio peso: "Le procedure di sorveglianza e di coordinamento unici all'interno dell'Unione europea hanno posto sfide per assicurarne l'applicazione. Di conseguenza, alcuni hanno sostenuto che l'applicazione del Psc non è stato imparziale, con un trattamento preferenziale riservato ai paesi più grandi che hanno più ampi diritti di voto".

Commenti

glasnost

Lun, 30/01/2017 - 18:21

Le regole che non vengono rispettate, sono state fatte a bella posta per favorire i paesi ricchi, Germania in primis. E fatte accettare politicamente e dolosamente agli altri paesi. Ora, è mai possibile non capire che se le regole non vengono rispettate SONO SBAGLIATE?

VittorioMar

Lun, 30/01/2017 - 18:53

..E' ANCORA IN "LIBERTA'"???

RawPower75

Lun, 30/01/2017 - 20:37

Ma possibile che a nessuno venga il dubbio che ad essere disfunzionali siano proprio le tanto declamate "regole"? Questo è un lager economico dove i popoli vengono umiliati. Ognuno per sè, è meglio.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 30/01/2017 - 21:50

Italia in primis, vero? ma siccome al governo ci sono i comunisti non vi accanite brutalmente e con i ridolini come avete fatto con il Berlusca. lor signori si che sono giusti ed equilibrati. Fantocci da mezzo cent.

Una-mattina-mi-...

Lun, 30/01/2017 - 22:09

LI MANCANO PERCHE' SONO OBIETTIVI STUPIDI

ziobeppe1951

Lun, 30/01/2017 - 23:55

Come è invecchiato E.T.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 31/01/2017 - 00:33

Di sicuro noi siamo dentro.

Ritratto di pippo48

pippo48

Mar, 31/01/2017 - 02:33

Mandria di cafoni. Ridateci i nostri "schei" (soldi).

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 31/01/2017 - 04:52

Quando le regole sono fatte da ciarlatani inconpetenti e in malafede nonche'vassalli di lobby senza scrupoli,cosa pretendete.