L'Inps affossa il Jobs Act: crollano le assunzioni

Il Jobs Act a quanto pare continua a fare acqua da tutte le parti: -32 per cento di assunzioni a tempo indeterminato nei primi 8 mesi 2016

Il governo predica crescita e la realtà invece mostra come il Paese sia fermo. Il Jobs Act a quanto pare continua a fare acqua da tutte le parti. E a testimoniare una crescita ferma e un'occupazione in calo arrivano i dati dell'Inps sui primi 8 mesi del 2016 che fanno registrare un -32,9 per cento nelle assunzioni con un contratto a tempo indeterminato. "Complessivamente le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, nel periodo gennaio-agosto 2016 sono risultate 3.782.000, con una riduzione di 351.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (-8,5%). Nel complesso delle assunzioni sono comprese anche le assunzioni stagionali (447.000). Il rallentamento delle assunzioni ha riguardato principalmente i contratti a tempo indeterminato: -395.000, pari a -32,9% rispetto ai primi otto mesi del 2015.

Come già segnalato nell’ambito dei precedenti aggiornamenti dell’Osservatorio, sottolinea l’Inps, «il calo va considerato in relazione al forte incremento delle assunzioni a tempo indeterminato registrato nel 2015, anno in cui potevano beneficiare dell’abbattimento integrale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un periodo di tre anni. Analoghe considerazioni possono essere sviluppate per la contrazione del flusso di trasformazioni a tempo indeterminato (-35,4%)", afferma in una nota l'Osservatorio sul precariato dell'Istituto di previdenza sociale. La musica però cambia leggermente per i contratti a termine e quelli di apprendistato. Per i contratti a tempo determinato, nei primi otto mesi del 2016, si registrano 2.385.000 assunzioni, in aumento sia sul 2015 (+2,5%), sia sul 2014 (+5,5%). Per i contratti in apprendistato si osserva una crescita, rispetto all’analogo periodo del 2015, del 18,0%. I contratti stagionali invece registrano una riduzione del 7,4%. In relazione all’analogo periodo del 2015, le cessazioni nel complesso, comprensive anche dei rapporti di lavoro stagionale, risultano diminuite del 7,3%. La riduzione è più consistente per i contratti a tempo indeterminato (-8,3%) che per quelli a tempo determinato (-5,2%). E sui dat dell'Inps arriva il commento di aolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda: "L'Inps oggi ha certificato che il 'Jobs act' è stato un fallimento totale, tanto che nei primi otto mesi del 2016 c'è stato un vertiginoso e preoccupante calo del 32'9% nelle assunzioni con un contratto a tempo indeterminato ovvero quasi 400 mila assunzioni in meno rispetto allo stesso periodo del 2015. In compenso, sempre grazie a questo mirabolante provvedimento, i licenziamenti sono aumentati nello stesso periodo del 20% passando da 35mila a 46mila... E il bello è che appena un mese Renzi su Twitter sosteneva che il 'Jobs Act' stava funzionando... Chissà se il Pinocchio fiorentino ha letto i dati Inps o preferisce leggerli al suo ritorno in Italia per non farsi andare di traverso la cena gustata alla Casa Bianca...".

Commenti

agosvac

Mar, 18/10/2016 - 12:27

Che il jobs act fosse una vera fesseria ormai si era capito, non c'era bisogno che ce lo ricordasse l'inps!!! E' serito alle aziende per mettere in regola a costo zero tutti i lavoratori che volevano conservarsi. Poi chiaramente hanno smesso di assumere. le aziende assumono personale solo qualora fossero in grado di vendere i loro prodotti ma, per farlo, cioè per produrre di più devono avere chi i loro prodotti li potrebbe comprare. In pratica senza una consistente diminuzione delle tasse che darebbe agli italiani più soldini, tanti bei soldini in tasca da potere spendere, tutto il resto è fantasia di menti malate!!!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 18/10/2016 - 12:32

Una volta che i mezzi di informazione sono addomesticati e sotto controllo , l'importante non è la realtà dei fatti ma la quantità di balle che si riesce a sfornare continuamente. Renzi si merita il soprannome di frottolo al 100% . L'unico motivo per cui è al suo posto è perchè nessuno vede una alternativa , meglio continuare a raccontarsi balle tutti quanti. Ha ragione l'Ing. De Benedetti, arriverà una apocalisse economica e l'attuale oligarchia di chi è attaccato alla mammella dello stato e della pubblica ammniistrazione continuerà a cavare sangue dagli italiani in tutti i modi fino all'inevitabile fine dei soldi.

unosolo

Mar, 18/10/2016 - 12:34

le buone notizie a quando ? mettiamoci anche lo spreco nella INPS .

Libertà75

Mar, 18/10/2016 - 12:34

aspettiamo il primo minus habens a sostenere che il job acts è cosa positiva per il mercato del lavoro

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Mar, 18/10/2016 - 12:47

SI SONO ARRESI DAVANTI ALL'EVIDENZA,SOLO GLI IMBECILLI SOSTENEVANO CHE ERA UNA BUONA RIFORMA!!!I SOLITI FAVORI ALLE FAMIGGHIE E AGLI AMICI DEGLI AMICI

obiettivo75

Mar, 18/10/2016 - 12:53

che il job act faccia acqua da tutte le parti, come scritto nell'articolo, mi sembra esagerato. che stiano rallentando i suoi benefici è vero. d'altronde, dopo le assunzioni del primo anno, con sconto totale dei contributi, c'era da aspettarsi un calo dei tempi indeterminati. ancora di più sarà l'anno prossimo con la fine delle agevolazioni. Questa è l'altra faccia di sconti, bonus, ecc. a pioggia . Un pò come per la rottamazione auto.Rivedremo tempi determinati, giovani (e ormai anche meno giovani) precari, impossibilità di farsi una famiglia ecc...

19gig50

Mar, 18/10/2016 - 13:13

Ma ne ha fatta una giusta?

Libero1

Mar, 18/10/2016 - 13:20

Non bisognava che lo dicesse l'inps che il Job Acts e' la piu' grande menzogna detta dal clown nostrano e la sua cricca.Per sapere la verita' basta chiederlo ai giovani e a chi a perso un lavoro e ne cerca un altro.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 18/10/2016 - 13:24

Flop di Renzi o di furbetti "imprenditori"?

Ritratto di afiorillo

afiorillo

Mar, 18/10/2016 - 13:27

A leggere bene tutto l'articolo le cose non stanno assolutamente come recita il titolo.

Duka

Mar, 18/10/2016 - 13:43

I sassi lo hanno capito molto tempo fa. Tuttavia la colpa è della gentaglia che pretende di governare senza esserne capaci e di CHI li ha impoltronati.

Ritratto di gringo53

gringo53

Mar, 18/10/2016 - 13:50

Tranquilli, adesso l'Istat darà altri numeri, opposti ovviamente a questi, magari in linea con il pensiero unico che avanza.

Libertà75

Mar, 18/10/2016 - 14:06

@obiettivo75, vede qual è un prerequisito per fare la tessera PD? Essere disinformato e libero di essere plasmato. La decontribuzione era un incentivo a latere e non era il job act. Infatti, la decontribuzione è partita prima che fosse approvato il job act! Inoltre il job act parla di tutele crescenti e non parla di decontribuzione. Infine, se la decontribuzione fosse un elemento del job act, tale dovrebbe essere nel perdurare della legge e non a tempo determinato. Quindi sono 2 istituti diversi! Strappi la tessera e diventi libero. Auguri!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 18/10/2016 - 14:06

----------------l'impianto della legge è buono----occorre rimodulare i vantaggi fiscali dei datori di lavoro---non si può passare repentinamente da uno sconto fiscale di 24 mila euro spalmabile in tre anni ad uno di circa 3mila euro annuo---occorre più gradualità---si sa che gli imprenditori son furbetti a prescindere--oltre a questo ci sono le leggi di mercato--se una azienda non vende bene il suo prodotto--non può neppure aumentare la produzione---se la produzione rimane stabile o addirittura si contrae--a che gli serve un ipotetico numero maggiore di assunti?---diamo anche a renzi queste colpe di sistema e magari renzi è pure responsabile della incapacità dei manager ad aprire nuovi mercati---destricoli ridicoli----hasta

orsobepi

Mar, 18/10/2016 - 14:15

Secondo me la valutazione finale del jobs act dovrà attendere ancora 2 anni, cioè quando gli sgravi contributivi termineranno definitivamente, ed inoltre, per effetto delle garanzie progressive, sarà interessante vedere quanti licenziamenti verranno fatti. Non si generano posti di lavori per legge, ma facendo seriamente gli amministratori pubblici, tagliando drasticamente le tasse sul lavoro e lasciando più denari nelle tasche di chi lavora.

rossono

Mar, 18/10/2016 - 14:47

elkid tu sei quello che sosteneva che i terremoti erano colpa del Berlusca!! Vada a sedersi cocomeras marcito...

obiettivo75

Mar, 18/10/2016 - 14:47

@libertà75 -- grazie. non sapevo fosse un incentivo a latere. Pensandoci è vero, la decontribuzione avrebbe dovuto "correre" insieme alla legge per n anni, invece svanirà del tutto l'anno prossimo. A mia discolpa, credo che l'80% degli italiani pensi ad oggi che le due cose, jobs act e decontibuzione, siano legate. saluti

unosolo

Mar, 18/10/2016 - 14:49

ma come ha apertamente invitato ad investire in Italia il PCM, per le basse tasse e le paghe competitive talmente basse e non è riuscito a fregare nessun imprenditore estero oltre quelli in Italia ? qualcosa non funziona o sono solo fregature o chiamatele trappole . Questo dimostra che non esiste fiducia verso il governo " amico " a proposito quelli intelligenti sono scappati il Paesi normali.

Libertà75

Mar, 18/10/2016 - 15:11

@obiettivo75, si io penso anche il 90% degli italiani la pensi come lei, infatti se rammenta i titoli dopo 1 mese "boom grazie al job act", quando in realtà non era neanche partito. La decontribuzione è stata una formula usata anche da Berlusconi nei suoi governi, ed è utile a ridurre il tasso di disoccupazione di un 1 -1,5% (ed è anche il risultato ottenuto da Renzi). Il job act invece è un sistema modulare in cui le garanzie sul posto aumentano col tempo (disincentivando acquisti di immobili nel breve periodo e rimandandoli a futuri mai migliori, e questo in parte spiega la perdita del valore degli immobili).

Libertà75

Mar, 18/10/2016 - 15:14

@elkid, se voleva studiare economia poteva fare l'università invece che cianciare a vuoto su un forum dimostrando vuoto culturale. La decontribuzione è una cosa (infatti fu fatta anche da Berlusconi), il job act (ossia il superamento dell'art.18) è un'altra cosa. Inoltre, non capisco perché lei si vanti di essere ipocrita. Voi elettori di sinistra GIUSTAMENTE protestavate quando la disoccupazione con SB aveva raggiunto l'8% e invece ora che sta al 12% non è colpa vostra? Vuoto morale 100%