Le targhe delle auto finiranno nella banca dati del Fisco

Tra le misure approvate anche il contributo unificato per i container e ilpagamento del bollo auto attraverso la modalità "pago Pa"

È lotta all’evasione anche sulle targhe delle automobili. I dati presenti nel Pra il Pubblico registro automobilistico andranno ad arricchire la banca dati dell’Agenzia delle entrate. Sono queste le nuove norme contenute nell' emendamento di Carla Ruocco (M5S) e Gian Mario Fragomeli (Pd), approvato in commissione finanze, sul decreto fiscale 124/19, per contrastare l' evasione delle tasse automobilistiche. I dati saranno resi disponibili all' Agenzia delle entrate, Regione e Provincia e il nuovo meccanismo consentiurebbe di acquisire i dati delle tasse automobilistiche al Pra “per assolvere transitoriamente alla funzione di integrazione e coordinamento dei relativi archivi”. In questo modo gli enti saranno in grado di gestire le banche dati in comune con un disciplinare con il Pubblico registro automobilistico.

Per i container arriva il contributo unificato. Che varrà per i container sbarcati e imbarcati nei porti dello stato anche senza merce. Diversi i criteri con cui il contributo verrà calcolato. Tra questi, la copertura dei costi per il conseguimento degli obiettivi in misura massima di 75 mln il primo anno di applicazione e di 150 mln negli anni successivi. Di definire la misura si occuperà il ministero dell' economia attraverso un regolamento, abrogando allo stesso tempo i prelievi assorbiti nello stesso contributo.

Novità anche sul fronte dei pagamenti. È stato approvato un emendamento proposto da Massimo Garavaglia (Lega) che consentirà, a partire dal 1° gennaio del 2020, di pagare il bollo dell’auto attraverso la modalità pago Pa. Ancora una volta si ricorre al pagamento elettronico, il sistema infatti, mette a disposizione i canali telematici per effettuare i versamenti.

Porte aperte per le assunzioni all’Agenzia delle entrate e all’Agenzia della dogane. Servono rinforzi. La campagna speciale di assunzioni prevede cinquecento nuove posizioni aperte per l' Agenzia delle entrate, trecento invece i posti disponibili all' Agenzia delle dogane. Un’iniziativa, come si legge nell' emendamento, attuata per garantire maggiore efficienza ed efficacia all'azione amministrativa. Volta a favorire gli adempimenti tributari e le semplificazioni ma anche l'azione di contrasto all' evasione fiscale con l’aggiunta dell'analisi di rischio delle partite Iva di nuova costituzione.

Nuove possibilità anche per quanto riguarda il mutuo sulla prima casa. Più nello specifico, mutui ipotecari per gli immobili prima casa con procedura esecutiva.Per quei proprietari di immobili prima casa che hanno una procedura esecutiva immobiliare sarà possibile ottenere una rinegoziazione del mutuo. Saranno però necessari alcuni requisiti. Tra questi, l’obbligo che il debito complessivo non sia superiore a 250 mila euro.

Commenti

bernardo47

Mar, 03/12/2019 - 13:21

la evasione va combattuta! sempre! basta 132 miliardi annui rubati agli italiani che le pagano e subito e tutte, come i lavoratori dipendenti e i pensionati. BASTA EVASIONE! COLPIRE DURAMENTE QUEI LADRI!

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 03/12/2019 - 14:35

Bella lotta all'evasione. Parlano, parlano, e poi cancellano i debiti, fino a 1000 euro ad annualità, di coloro che non hanno pagato il bollo auto dal 2000 al 2010.

01Claude45

Mar, 03/12/2019 - 15:33

Bernardo47, anche la CORRUZIONE che se valutata attentamente e, in assoluto, scovata la cifra finale recuperata non si discosta dalla tua citata. E che dire di "tassare" la prostituzione? È un giro, da giornali, di 50 mld/anno. Non pensi che 15 mld solo di IVA non uscirebbero? Aggiungi poi il resto delle tasse, altri 15 mld. Un buon gruzzoletto. Aggiungi poi AGGREDIRE gli affari della malavita, mafie varie, spaccio di droga; un ulteriore recupero di 50 mld per difetto non potrebbe essere recuperato? E TOGLIERE tutti quei contributi ad associazioni del cavolo che NON servono agli ITALIANI ma solo clientelari, altri 10 mld ca. risparmiati. 10+50+30+130 = 220 mld. Proprio un bel gruzzoletto che ci permetterebbe di ridurre il debito di almeno 150 mld/anno avendo comunque la disponibilità per una finanziaria per incentivare lo SVILUPPO ECONOMICO D'ITALIA.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 03/12/2019 - 16:13

Le tasse sono un furto. Sempre e comunque. A maggior ragione in un posto malgestito, corrotto, inefficiente, statalista e socialista come l'italia. L'autodifesa fiscale, ormai una necessità per sopravvivere di aziende e produttori, dovrebbe assumere il carattere di protesta organizzata. Perchè possono esser indetti scioperi del lavoro e di categorie , mentre non è possibile che scioperi la più importante di tutte le categorie, i contribuenti tartassati quelli che tengono in piedi il baraccone pubblico? Mazziati, zitti e pagare non va bene.

cir

Mar, 03/12/2019 - 17:17

Contenextus Mar, 03/12/2019 - 16:13 : le strade , gli ospedali , la sanita' , la difesa , l' illuminazione delle citta', i servizi li paghi tu ?

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mar, 03/12/2019 - 17:19

15€ per ogni container sbarcato o imbarcato, vuoto o pieno che sia è una casa di un'idiozia sconfortante, da non credere a quello che si legge. Il settore trasporti e logistica è l'unico nel recente periodo di crisi ad avere retto e assunto forza lavoro... se venisse confermato i nostri porti si svuotano, a esclusivo vantaggio di quelli esteri, ma che cosa hanno in testa grullini e pdioti?

bernardo47

Mar, 03/12/2019 - 17:28

navajo di codesta bella porcheria ringrazia salvini e la lega! vai a vedere gli atti parlamentari, vai!

bernardo47

Mar, 03/12/2019 - 17:33

controllino anche le assicurazioni auto! ci sono dei delinquenti che girano senza copertura assicurativa! Vanno colpiti e repressi con grande determinazione e auto vanno sequestrate e patenti ritirate!

flip

Mer, 04/12/2019 - 11:41

intestiamo l'auto al nonno se ha la patente.