Il maxi scivolo delle pensioni. Via con sette anni di anticipo

Un emendamento presentato da M5s e Lega potrebbe cambiare l'uscita dal lavoro dalle aziende che innovano

Non solo quota 100. Con il decreto crescita potrebbe arrivare un'altra finestra d'uscita per chi vuole lasciare il lavoro in anticipo. Lega e M5s hanno presentato un emendamento al dl crescita che prevede l'addio al lavoro con sette anni di anticipo grazie ad un maxi fondo pubblico. Il nuovo sistema previdenziale di fatto è possibile applicarlo solo nelle grandi aziende che però si convertono ad una massiccia trasformazione tecnologica. Per mettere sul campo questa nuova finestra il governo stima una spesa tra i 40 e i 30 milioni di euro per il 2019 e il 2020. Occhio però ai paletti fissati dalla maggioranza proprio con l'emendamento presentato sul dl crescita: "Nell'ambito dei processi di reindustrializzazione e riorganizzazione", si spiega, le imprese che avviano uno "strutturale" sviluppo tecnologico dell'attività potranno siglare "un contratto di espansione con il ministero del lavoro e le associazioni sindacali" con la previsione di nuovi ingressi nella forza lavoro. Per i lavoratori che invece si trovano "a non più di 84 mesi" dalla pensione "il datore di lavoro riconosce per tutto il periodo e fino al raggiungimento del diritto" una indennità mensile "liquidabile in unica soluzione commisurata al trattamento pensionistico lordo maturato dal lavoratore al momento della cessazione del rapporto di lavoro così come determinato dall'Inps".

Si tratta dunque di un accordo a livello aziendale che prevede contemporaneamente l'uscita di personale, l'ingresso di nuovi dipendenti e soprattutto un cambio di rotta dal punto di vista tecnologico. Uno scivolo dunque che potrebbe riguardare diverse aziende e migliaia di lavoratori che potrebbero andare in pensione con 7 anni di anticipo.

Commenti
Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 03/06/2019 - 18:43

Bufala? Barzelletta? Delirium tremens? Abuso di alcol? Perché aspettare tanto tempo quando, con un semplice tratto di penna, si può dare una, ma che dico una, due, tre, cinque pensioni sin dalla nascita? Basta essere in grado di respirare e poi ci si affida alla Divina Provvidenza, allo stellone italico, alla fortuna.

melis.s

Lun, 03/06/2019 - 18:48

Dio vi benedica!!! Magari sostenere il provvedimento con un prelievo sulle pensioni sopra i 2.000 Euro a tutti coloro stanno ricevendo una pensione più alta rispetto ai contributi versati o ricalcolare a tutti questi signori privilegiati, la pensione con sistema contributivo, dato che tutto il debito pubblico è stato generato da regalie sulle pensioni.

lorenzovan

Lun, 03/06/2019 - 18:55

evvai col governo dello spreco..e della milano da bere..ritorniamo alle pensioni baby !!!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Lun, 03/06/2019 - 19:00

Tanto pagheranno le generazioni future, quelle che oggi non votano

Giorgio1952

Lun, 03/06/2019 - 19:22

Lega e M5S devono essere impazziti oppure è la conferma che sono degli incompetenti oltre ad aver già dimostrato di non essere capaci di mantenere quanto promesso in campagna elettorale. Vogliono dare il colpo di grazia all’Inps, già gravato da Quota 100 che c’è ma non per tutti, perché è prevista solo per tre anni inoltre con i minimi età/anni contributivi si va a 101, 102, et.etc. Il maxi scivolo manderebbe in pensione con sette anni di anticipo, grazie ad un maxi fondo pubblico; è un nuovo sistema per il quale il governo stima una spesa tra i 40 e i 30 milioni di euro nel biennio 2019/20, applicabile solo nelle grandi aziende però con i seguenti paletti "Nell'ambito dei processi di reindustrializzazione e riorganizzazione". Una soluzione folle perché le aziende che ristrutturano, lo fanno riducendo i costi e i primi tagli vengono fatti sul personale e non è un assioma che il numero di uscite è pari alle nuove assunzioni.

rino34

Lun, 03/06/2019 - 19:29

e vai con i regali...

bernardo47

Lun, 03/06/2019 - 20:11

andrebbero in pensione con 7 anni di anticipo, ma anche con 7 anni in meno di contribuzione, quindi con grave e serio danno economico per la pensione, che li interessera' per tutto il resto della loro vita.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 03/06/2019 - 20:15

30 40 milioni, praticamente la spesa che ci va per mantenere 3mila migranti, fatti passare per profughi. Pensa te quanti pensionati potevamo mantenere.

lorenzovan

Lun, 03/06/2019 - 20:52

do ut des...qualsiasi cosa tu la mandi giu'..per te gli emigranti sono come la vaselina per i gay....

rokko

Lun, 03/06/2019 - 21:32

Tanto vale iniziare a dare la pensione a 18 anni. Di questo passo ci arriveremo.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 03/06/2019 - 21:37

Evvai....finalmente vado in pensione anch'io!!!

scorpione2

Mar, 04/06/2019 - 01:32

banca intesa sono in procinto di mandare in pensione 1500 dipendenti, circa mille con quota cento con un aggiunta extra di buonuscita e 500 per limiti di eta con la fornero. lo sapete quando ne assumeranno circa 150 e il che guevara bergamasco farnetica sul ricambio, povera futura generazione

Popi46

Mar, 04/06/2019 - 05:54

Eh, bei tempi quelli in cui lo Stato faceva i panettoni! Mangiavano allegramente tutti, dal pubblico impiego all’Eni, dalle cattedrali nel deserto ai forestali senza foreste, naturalmente con i pagherò....ora è arrivato Baffone e mi sa tanto che saremo costretti a ridurre la taglia

IVANKA

Mar, 04/06/2019 - 08:25

LORENZOVAN, quello che ha detto do-ut-des sono conti aritmetici non è demagogia, incominciate, tu e quelli come te, a pensare con la vostra desta ed una calcolatrice in mano e forse capirete che, prima di tutto si tratta di portare a casa i soldi che abbiamo già versato e che, secondo dopo 30/35/40 anni che metto dei soldi non posso non poterne godere quando ho raggiunto i 60 anni!!

Savoiardo

Mar, 04/06/2019 - 09:19

1968 la fantasia al potere,2019 sempre la fantasia ovvero l'irrazionalita'al potere.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 04/06/2019 - 11:05

Per ogni persona che va in pensione prima del tempo, ce ne sono almeno 4 che vedranno la pensione non prima dei 70 anni, cioè mai. Ricordiamoci, infatti, che l'aspettativa di vita (checché ne dica l'ISTAT) è destinata a scendere, ovviamente solo per i poveri, in quanto non saranno più accessibili a tutti le necessarie cure mediche. E' un gioco al massacro che ci porterà, unitamente al deplorevole Jobs Act di Renzi, a diventare il Sud America d'Europa (pochi ricchi e tanti poveri).

bernardo47

Mar, 04/06/2019 - 12:31

trattamento lordo? e perche' mai, se poi la pensione viene defalcata del valore dei sette anni mancanti? Meglio il trattamento netto e il pagamento dei contributi a INPS fino alla erogazione della pensione! parlarne magari con i sindacati dei lavoratori per evitare pasticci ulteriori, no?

bernardo47

Mar, 04/06/2019 - 12:33

quando questo governo lascera', il paese sara' definitivamente fallito! siamo nelle mani di incapaci molto pericolosi! che sono li' per caso!

lorenzovan

Mar, 04/06/2019 - 23:17

Ivanka..in tutta europa si va in pensione a 65 anni...io ci sono andato ben 13 anni fa..pensione olandese e oensione portoghese..totale 42 anni di contribuzioni..Evidentemente voi siete un paese tanto ricco che potete permettervi pensioni a 50 anni...tutto il resto degli eurooei..sono evidentemente imbecilli...si..si..si..come no...