Il mercato punta sullo spin-off di Alfa e Maserati

Si rafforza l'ipotesi scorporo, il titolo Fca oltre i 12 euro. Marchi premium valutati 7 miliardi

I primi mesi del 2018 riveleranno le mosse future sia di Fca sia della Ferrari. I due Investor day, preannunciati da Sergio Marchionne, mente strategica in entrambi i casi, risolveranno anche il rebus del sempre più atteso spin-off dei marchi Alfa Romeo e Maserati, oltre a sciogliere la riserva sui nuovi prodotti e dove saranno realizzati; nonché i piani di sviluppo sui motori ibridi, elettrici e la guida autonoma (è recente l'ingresso di Fca nel team composto da Bmw Group, Intel e Mobileye). Sulla Ferrari l'attesa riguarda, invece, come evolverà la gamma di modelli, soprattutto in chiave «utility vehicle».

Tanta carne al fuoco, dunque, e le ultime indiscrezioni seguite da un mix di conferme, smentite e mezze verità su una Fca vista come possibile boccone da parte di gruppi cinesi non hanno fatto altro che dar vita a nuove scommesse su un futuro isolato dal Lingotto per Maserati e Alfa Romeo, i due gioielli premium valutati da Goldman Sachs, rispettivamente, 5,8 e 2,1 miliardi.

A tornare sul tema scorporo, ritenendolo in fase di attenta valutazione, è ora Bloomberg. Il primo risultato è una nuova impennata (+5,75%) del titolo Fca che infrange la barriera dei 12 euro (12,13). L'agenzia, citando «persone familiari con le discussioni», afferma che la mossa focalizzerebbe il gruppo (separato dai due marchi) sulla produzione di automobili destinate al mercato di massa, rendendolo più attraente per eventuali combinazioni con altri produttori. Le attività delle auto premium nel portafoglio di Fca potrebbero valere fino a 7 miliardi di euro, mentre la quotazione di Magneti Marelli e delle altre attività della componentistica arriverebbero a 5 miliardi di euro. A essere ipotizzato è pure lo scorporo di Magneti Marelli, Comau e Teksid, le tre società della componentistica appartenenti al Lingotto. La strategia sarebbe quella di creare maggiore valore per la famiglia Agnelli e gli altri azionisti. Secondo Goldman Sachs le attività di Fca varrebbero 50 miliardi di euro, oltre il doppio dei 24,5 miliardi della capitalizzazione di mercato.

Tappa cinese, intanto, per Maserati che, prima di Francoforte a settembre, presenterà domani al Salone di Chengdu, in Cina, la rinnovata Ghibli GranLusso, modello prodotto a Grugliasco (Torino). A presentare la novità sarà Mirko Bordiga, responsabile del Tridente per la Cina. Il 12 settembre, a Francoforte, Maserati (Fca) e Ferrari (Exor) saranno gli unici due marchi della galassia Agnelli presenti alla rassegna.