Ora il governo lima il reddito: in arrivo le misure "anti-divano"

Allo studio dell'esecutivo nuove misure volte a disincentivare l'assistenzialismo. Nessuno prenderà il reddito a vita grazie a una serie di provvedimenti ad hoc

Governo gialloverde è ancora alle prese con il reddito di cittadinanza, che approderà in Consiglio dei ministri giovedì prossimo.

Secondo quanto riporta Adnkronos, allo studio dell'esecutivo ci sarebbero misure "anti-divano" volte a disincentivare l'assistenzialismo. "Nessuno prenderà il reddito a vita", spiegano le fonti dell'esecutivo all'agenzia. Come? Grazie a una serie di provvedimenti creati ad hoc.

Il più importante riguarda l'offerta: la prima offerta di lavoro arriverà in un raggio di 100 Km. Nel caso in cui questa dovesse essere rifiutata, la seconda offerta arriverà da un massimo di 250 Km. In caso di un nuovo rifiuto, la terza offerta potrà arrivare da tutta Italia.

Le fonti di Palazzo Chigi escludono l'ipotesi di revocare il reddito già dopo il rifiuto della prima offerta. Pare però che nella bozza del decreto un paletto permetta di sospendere l'erogazione del sussidio a chi "rifiuta un’offerta di lavoro congrua, dopo averne già rifiutate due, ovvero, indipendentemente, dal numero di offerte precedentemente ricevute, rifiuta una offerta congrua dopo il dodicesimo mese di fruizione del beneficio".

"Lo spirito di queste misure - spiegano - è fare in modo che le persone accettino già il primo lavoro. Lo Stato ti dà la possibilità di rifiutare la prima offerta, ma poi ti penalizza". Obiettivo del governo è che "le offerte di lavoro arrivino in tempi brevi" in modo da "scovare subito se qualcuno lavora in nero".

Sono inoltre previsti incentivi per chi accetta di spostarsi "che possono arrivare anche fino a 12 mensilità di reddito". Saranno invece esentati dai trasferimenti i componenti di famiglie con disabili.

Spuntano inoltre una serie di "misure non monetarie ad integrazione del reddito di cittadinanza", come le agevolazioni per l'utilizzo di trasporti pubblici, misure di sostegno alla casa, all'istruzione e alla salute.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 12/01/2019 - 20:57

Ottima idea,meglio ancora se seguita da misure "antipoltrona".

venco

Sab, 12/01/2019 - 21:01

Al sud 3 offerte di lavoro non le avranno mai, percui sarà reddito gratis per sempre.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 12/01/2019 - 21:11

Continuo ad essere dell'Idea, come ho gia scritto qui qualche ora fa. Che dopo la prima proposta congrua o no, rifiutata si debba togliere questo reddito AMEN!!!!

kobler

Sab, 12/01/2019 - 21:14

Antidivano per chi è a casa senza lavoro però ancora non pensano di tagliare i privilegi politici!!! Quelli li hanno rimandati altrimenti saltano le europee? Cosa da buco in faccia! Ci spiegate dove si trova il lavoro e perché avete neutralizzato quella da sempre usata che si chiama territorialità? Magari neppure sapete cosa è e a cosa serve! 250 Km per 1 mese e poi cambio ancora cvasa? Apriremo prestissimo raccolta firme per farvi ricoverare!!! Meglio andare subito a nuove elezioni prima che diventino PD2!

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 12/01/2019 - 21:24

Gigi sarà terrorizzato ....

peter46

Sab, 12/01/2019 - 21:35

venco...prima o poi comprenderai che è meglio andare a f f,che almeno proverai gusto,rispetto al 'rosicamento' giornaliero che potrebbe alla lunga 'costarci' nel conto ì'sanità'.Ne son passati di c.s.i altrimenti detti .e.s.,ma tu li batti proprio tutti.

peter46

Sab, 12/01/2019 - 21:42

Ma tu guarda quanti 'pregiudizi' anticipati stanno per essere 'trombati' arrivando al dunque del rdc.L'indottrinamento non ha finora portato alle conseguenze sperate e giustamente non è che si può continuare in eterno a sostenere l'indifendibile,che oltretutto,visti i sondaggi,sta portando gravi conseguenze ai forzitalioti.Ben avviati sull'informazione più corretta rispetto a prima.

Pigi

Sab, 12/01/2019 - 21:53

Suggerimento: privilegiare chi ha dimostrato di essere veramente cittadino italiano, lui o i suoi parenti stretti. Essere cittadini vuol dire aver partecipato, con tasse o contributi, alla crescita del paese. Chi ha alle spalle storie di famiglia che hanno contribuito, ma che ora si trovano in difficoltà, sono da considerare veramente "cittadini", e quindi degni di ricevere il sussidio. Chi non ha mai versato niente, né lui né i suoi parenti, evidentemente vive ai margini e dovrebbe essere verificato se vuole veramente inserirsi.

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 12/01/2019 - 22:16

suvvia.. il reddito di cittadinanza creerà un boom di produzione e vendita di.. poltrone. non già come cariche istituzionali.. ma come oggetti di riposo dal far niente. e poi l'indotto.. pop-corn caramelle e patatine, tv a led, play station e poi riviste di enigmistica parole crociate. gossip.. un mondo che si popola di gente che consuma e si diverte senza produrre un tubo.- e poi il lavoro nero.- vuoi vedere che il Pil risale.. perdavvero.-

venco

Sab, 12/01/2019 - 22:25

peter46 21,35 Balocco, ti capisci solo te.

Antenna54

Sab, 12/01/2019 - 23:14

Ma gli uffici che cercano il "primo impiego", funzionano o sono una ciofeca tipicamente italiana? In tal caso il reddito di cittadinanza è come una sorta di pensione pro tempore alla faccia dei cittadini che lavorano!

peter46

Sab, 12/01/2019 - 23:21

venco...che ti 'capissi' tu non era proprio importante,era invece importante che 'comprendessero' gli altri il 'cesso' d'uomo che sei.E la maggioranza l'ha di certo compreso.

BottaMario

Dom, 13/01/2019 - 07:16

basterebbe applicare una semplice regola, quella del cassetto fiscale INPS o Agenzia delle Entrate: quanto è il tuo monte versato di contributi e di tasse? in base a quello lo Stato ti restituisca (ovviamente temporaneamente ed in parte)ciò che hai versato. Per chi non ha versato nulla o cifre irrisorie, non può pretendere un reddito, ma semplicemente un mantenimento elargito in beni,non certamente in denaro.

titina

Dom, 13/01/2019 - 09:28

£ offerte di lavoro? Dopo la prima rifiutata, niente reddito. E, innanzitutto, chi ha i genitori deve essere mantenuto da loro non da noi.

unosolo

Dom, 13/01/2019 - 09:48

questi sono solo pazzi se regalano soldi per un anno intero senza motivo , basta un mese ogni trenta anni , altro che mantenerli per un anno a spese di chi onestamente lavora e versa tributi , di fannulloni e mammoni ne siamo pieni è ora che vadano cacciati a calci nel didietro e vadano a sudarsi i loro lussuosi desideri. grillini senza un minimo di responsabilità nel gestire le nostre risorse , il debito non scende con mammoni e fannulloni . ladri , si questo è furto delle nostre risorse.

Ritratto di ...genevieve.

...genevieve.

Dom, 13/01/2019 - 10:23

le nuove regole complicano la vita dei lavoratori (in nero) meridionali, che dovranno faticare, giusto un poco in più, nell'aggirare gli ostacoli frapposti tra loro ed il reddito di NULLAFACENZA... E' UNO SCANDALO

nebokid

Dom, 13/01/2019 - 10:26

Chi segue la politica dei 5 stelle queste cose più o meno le sapeva e sanno che il reddito di cittadinanza è un ammortizzatore sociale che hanno in tutta Europa meno la Grecia e l'italia e comunque ho faranno politiche che fanno lavorare la gente o diventerà reddito universale.

peter46

Dom, 13/01/2019 - 11:19

genevieve...dall'avatar che hai postato hai delle labbra che ti dico quanto ti renderebbero se l'usassi x altro...sicuramente anche le mani,oh!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 13/01/2019 - 11:34

Contavo sul reddito di cittadinanza per pagare la donna di servizio, ma se me lo limano mi toccherà andare a lavorare...casso!

BottaMario

Dom, 13/01/2019 - 11:50

l'errore madornale, oltre ai crimini di guerra, l'hanno fatto i piemontesi e Cavour, volendo unificare l'Italia. Cosa c'azzecca un nordico con uno del sud? Che ci dividano dal Po o dall'Arno in giù, si tengano pure Roma col Papa, gliela regaliamo.

flip

Dom, 13/01/2019 - 12:00

GUAPPO PIR-LA non hai scelta. o elimini il "regalo" ed avrai la riconoscenza degli Italiani o tornerai nella fogna da dove sei incautamente uscito.

pilandi

Dom, 13/01/2019 - 12:31

@venco pensa al tuo di lavoro! Non sei terrorizzato che te lo rubino i migranti, come da linea di pensiero imposto?

pilandi

Dom, 13/01/2019 - 12:34

@BottaMario ma stai ironizzando o davvero hai preso una "Botta" in testa?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 13/01/2019 - 12:46

@hernando45 - non si dovrebbe neppure fare il rdc, soldi buttati al vento. Andranno a rom, clandestini, fancazzisti e parassiti, magari poveri ma non poveri come quelli italiani in condizioni pietose che di fat onon l'avranno. A tal punto, niente a nessuno, se le premese sono queste.

fenimik

Dom, 13/01/2019 - 12:47

e non sarebbe stato meglio creare lavoro pagato degnamente altro che sta sxxxxxxxa che si sono inventati i pentastellati.

peter46

Dom, 13/01/2019 - 12:52

BottaMario...e quando mai un cuxxxiù puo parlare a nome di 35milioni di residenti a nord?Non t'è bastato che neanche in lombardia si sono abbassati,la maggioranza dei possibili votanti,a chiedere l'autonomia?Vai a farti f,vai.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 13/01/2019 - 12:56

C'è qualcosa che non mi quadra. Supponiamo che ci siano 10 POSTI DI LAVORO VACANTI e l'offerta vada estesa a TUTTI quelli che abitano in un raggio di 100 Km. Supponiamo che tutti accettino il lavoro MA SOLO 10 AVRANNO IL POSTO. Cosa succede agli altri 90 che hanno accettato ma rimangono disoccupati? E' una roulette russa perchè non ci saranno mai posti di lavoro CONGRUI tanti quanti sono i richiedenti del sussidio in quel raggio a meno che si parli SOLO del Nord. Quindi, ad uno scansafatiche conviene sempre dire di Sì ( dimostrando la sua buona volontà ) che tanto ci pensano le probabilità a mantenerlo per mesi o anni. Sto marchingegno parte dal presupposto che in Italia ci sia o CI SARA' la PIENA OCCUPAZIONE a fronte di un esercito di lavativi fancazzisti che avranno l'ottima scusante che quel posto CONGRUO è già stato occupato.

flip

Dom, 13/01/2019 - 17:16

MarioCalaverna. stai tranquillo. gli esclusi si fregheranno le mani figurati. non hanno proprio voglia di lavorare. e si fregano le mani dalla gioia se non cp'è lavoto per tutti.