Pensioni, riforma riviata al 2016: Renzi dimentica gli esodati

Governo alle prese con la la legge di Stabilità. Ancora in forse sulle coperture. E Renzi taglia sui pensionati

Matteo Renzi rinvia la riforma delle pensioni all'anno prossimo. La flessibilità in uscita si farà, ma solo "quando i numeri saranno chiari". Secondo il presidente del Consiglio, intervenire troppo rapidamente, entro quindi i termini della legge di Stabilità, potrebbe risultare "un danno" perché attuato "senza saggezza e senza cifre chiare". Quello che invece entrerà nella manovra sarà "una misura ad hoc" per facilitare il lavoro dei professori universitari, riportando eventualmente in Italia quelli espatriati all’estero. A 500 di loro, ha assicurato il presidente del Consiglio, sarà dato "un gruzzolo" per portare avanti progetti di ricerca nelle università, "slegandoli dalle dinamiche burocratiche della Pubblica Amministrazione".

Intervistato da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa, Renzi ha ribadito che la legge di Stabilità sarà incentrata sul taglio delle tasse, prima Imu e Tasi sulla prima casa e poi Ires e superammortamenti. Allo stesso tempo punterà a combattere la povertà, con misure specifiche per circa un milione di bambini poveri. Nonostante lo slittamento della flessibilità pensionistica resta, però, l’incognita delle coperture economiche. Il parlamento ha già dato il via libera a utilizzare il deficit fino al 2,4% del pil l’anno prossimo (circa 17,9 miliardi) sfruttando il più possibile la flessibilità europea. A Bruxelles, però, la partita è ancora tutta da giocare. Non è, infatti, sicuro che la Commissionedia il disco verde sull'importo intero, ma solo sulle clausole che riguardano le riforme e gli investimenti. In questo modo verrebbe temporaneamente lasciata fuori la più complessa ed articolata questione legata all'immigrazione clandestina da cui il governo puntava a ottenere uno 0,2% di deficit. Circa 3 miliardi, insomma, senza i quali la flessibilità si riduce a meno di 15 miliardi. Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan può, tuttavia, contare sui 5 miliardi destinati al piano di investimenti cofinanziati dall’Ue. Al netto le coperture apparentemente disponibili scendono quindi ancora, a circa 10 miliardi. A queste devono, comunque, aggiungersi circa 7 miliardi di spending review, a partire dai costi standard ribaditi da Renzi, probabilmente un miliardo dalla riforma dei giochi e, secondo le stime più ottimistiche, altri 3 miliardi di entrate dovute nel 2016 alla voluntary disclosure. In tutto 21 miliardi, che non basterebbero se nella manovra dovesse entrare anche la riforma delle pensioni.

La cancellazione delle clausole di salvaguardia e delle tasse sulla casa vale da sola di 20,5 miliardi. Il pacchetto imprese, comprensivo di ammortamenti, varrebbe 1,8 miliardi. A questi bisognerebbe aggiungere 500 milioni per la rivalutazione strutturale delle pensioni, circa 800 milioni (da compensare sull’indebitamento) per esodati e opzione donna. Rinnovare, anche se con un decalage, la decontribuzione potrebbe costare un altro miliardo, mentre il piano povertà sarebbe compreso tra 500 milioni e un miliardo. Il costo della proroga dell’ecobonus è calcolato in 350 milioni, quello del contratto degli statali 300 milioni, ed altrettanti la messa a punto del nuovo regime per le partite Iva. Non va inoltre dimenticato che, con i primi introiti della voluntary disclosure, il governo è riuscito a sterilizzare l’aumento delle accise e il ritocco degli acconti Ires per circa 1,5 miliardi fino a fine anno, non anche nel 2016.

Commenti
Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 12/10/2015 - 09:41

I fondi che dovevano servire per gli italiani indigenti li hanno spesi, li stanno spendendo e continueranno a spenderli per ingrassare le cooperative e i privati che lucrano sull'invasione dei clandestini. Così è se ci pare e anche se non ci pare.

Blueray

Lun, 12/10/2015 - 09:53

La flessibilità in uscita è solo uno dei problemi. Se si approfondisce ci si accorge che, come sempre, le spese sono certe mentre le entrate sono sogni. Inoltre l'eliminazione della Tasi è basata sull'utilizzo del deficit. Insomma tutto un arrampicamento sugli specchi, tutto fumo negli occhi a scopo elettorale.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 12/10/2015 - 09:58

giusto! la priorità sono gli africani clandestini. cavoli vostri ahahha. avete voluto l'italia comunista??

vince50_19

Lun, 12/10/2015 - 10:50

gianky53 - Chiaro..

unosolo

Lun, 12/10/2015 - 11:35

proprio non vogliamo capire che a codesto governo non interessano i signori che non percepiscono stipendi e perso il posto di lavoro per colpa proprio del governo anche se precedente , a codesti governanti ? interessa regalare soldi ai dipendenti STATALI o ministeriali comunque parassitari , ovviamente non tutti sono parassiti ma la maggior parte dirigenziale con stipendi enormi e fuori del mercato . Questa classe parassitaria sono il quadruplo del popolo che porta il pil cioè i soldi per i servizi . Comunque quando serve fanno certe assicurazioni e poi ti distruggono, sono proprio parassiti.

gianni.g699

Lun, 12/10/2015 - 11:55

Non se po faaa !!! ne serveno li sordi a li compagni ar potere !!! cianno da fa li viaggi, le cene a scrocco e li fatti sui co li sordi dell'artri, so compagni e mica ponno spenne li sui mica so scemi ?! ... ce lo volete capi o nooo !!!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/10/2015 - 12:10

Arrivo prorpio ora ora dall'anagrafe.....no vi dico cosa è successo ...per un certificato due ore ...dalle 10:00 all 12:00.....gli impiegati stavano sudando....seppur questo decentramento resti aperto fino alle ore 14:00 i numeri per la coda vengono distribuiti fino alle 11:00 in modo tale da sfoltire le numerazioni. Siamo un Paese allo sfacelo ... e poi mi parlano di rivoluzione dell pubblica amministrazione! Caro Renzi , con la storia di Marino hai già perso qualche voticino, ora con la storia delle pensioni ne perderai qualcun'altro e fra poco perderai praticamente tutte le città d'Itali e non ti resterà altro che presentare le dimissioni irrevocabili ( a proposito ho letto che gli 80 euro sono diventati 'detrazioni'...bravo così aumenta il PIL, vero?..bravo bravo continua così..........alle persone la cosa che dà più fastidio è quella di essere preso in giro!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 12/10/2015 - 12:23

RENZI ha già preso abbastanza per i fondelli TUTTI GLI ITALIANI. E' solo una chiacchiera a ruota libera. I fatti smentiscono TUTTE le statistiche. Oltre agli esodati dimentica volutamente all'OMICIDIO STRADALE, fortemente richiesto ma.........QUESTO E' RENZI, QUESTO E' IL PARLAMENTO, QUESTO E' IL GOVERNO che NON abbiamo VOTATO!!

@ollel63

Lun, 12/10/2015 - 12:24

renzi abbandona tutti gli italiani, non vi preoccupate: i suoi bla bla sinistri non incantano chi usa la propria testa.

Zizzigo

Lun, 12/10/2015 - 12:29

Un programma fumoso, fondato sulle visioni di un apprendista medium, nella sfera di vetro o nei fondi di caffè... è dall'origine della specie (homunculs politicensis) che ci provano e non gli è mai andata bene!

Ernestinho

Lun, 12/10/2015 - 13:16

Tutte le "trombonate" del "marimaio" renzi fanno e faranno la stessa fine! Si rimanda!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/10/2015 - 13:23

E gli esodati dimenticano renzi!

rokko

Lun, 12/10/2015 - 14:21

Dal 2011 ad oggi sono passati 4 anni; quindi gli esodati di cui si parla sono persone uscite dal lavoro 4 o più anni prima del dovuto. Perché dovremmo "salvaguardare" queste persone ? E soprattutto, perché dobbiamo salvaguardarle tutte ? Possibile che nessuno di loro riesca a trovare un altro lavoro e che aspettano tutti la rendita pensionistica ? Mah

Ernestinho

Lun, 12/10/2015 - 14:34

Significa che: gli esodati aspetteranno un altro paio d'anni, come minimo, per mangiare, che i giovani disoccupati graveranno ancora sulle spalle dei nonni e/o dei genitori, che gli ultrasessantenni aspetteranno ancora per andare in pensione. Bravo renzi: le priorità sono: le regioni, il parlamento, le provincie (!!!!)

Ernestinho

Lun, 12/10/2015 - 14:44

L'articolo dice che l'aumento elle accise è stato "sterilizzato". A me risulta, però che, dal 1° Ottobre, c'è stato un aumento del costo della luce e del gas, nonostante la diminuzione del prezzo del petrolio e le promesse dei vari rernzi, padoan ecc.!!

DeZena

Lun, 12/10/2015 - 15:27

renzies speriamo che quest infamità ti costi cara tante promesse di pensione anticipata si sono rivelate prese in giro

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/10/2015 - 15:35

La rendita pensionistica è un atto dovuto dopo anni di duro lavoro.......non si può annullare tutto con un colpo ingenuo di spugna........colpo ingenuo di spugna dettato da personaggi non adeguati a frea nè il primo ministro nè il secondo e il terzo.....chi deve fare un lavoro deve avere le capacità di farlo ! non deve essere preso per simpatia o perchè è l'amico dell'amica........qui si sta trattando con gli ultimi anni di vita di persone che si sono fatte un c...o così per mantenersi e mantenere in piedi un Paese che quasi quasi non se lo merita!

Ritratto di MAURI

MAURI

Lun, 12/10/2015 - 16:09

Il superbone renzi (come il personaggio del monello). Chiamatelo come volete, per me rimarrà sempre uno quaquaraquà come lo chiamano nel giorno della civetta o un bòca come si dice a Mestre/Venezia, termine per definire meglio il ciarlatano. Utile solo per abbindolare fenomeni da baraccone come lui e ormai per fortuna pochi altri inutili signorsi o para...i come dir si voglia.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 12/10/2015 - 17:26

I soldi spesi per gli esodati sono sprecati, quelli per gli immigrati rederanno forse voti, la logica è questa

moshe

Lun, 12/10/2015 - 17:45

VOTATELO, LAVORATORI, VOTATELO !!!!!

fisis

Lun, 12/10/2015 - 19:53

Gli esodati possono aspettare. I clandestini invece, negli alberghi a quattro stelle, con wifi e menu internazionale, per ingrassare le mafie catto-comunista.