Pensioni, le vere cifre: ​ecco quanto si perde sull'assegno

La rivalutazione delle pensioni con la manovra varata dal governo subirà uno stop non indifferente. Ecco tutti i calcoli fascia per fascia

La rivalutazione delle pensioni con la manovra varata dal governo subirà uno stop non indifferente. Già ad aprile è scattato il ricalcolo degli assegni e nei prosismi mesi ci sarà il conguaglio sul rateo degli assegni che arriveranno probabilmente tra maggio e giugno. In questo caso arriverà il prelievo da parte dell'Inps per recuperare quanto elargito in più nei primi tre mesi dell'anno. con i "ritocchi" voluti dal governo, per le pensioni superiori a 3 volte il minimo e inferiori a 4 la rivalutazione sarà del 97%, del 77% per gli importi tra 4 e 5 volte il minimo, del 52% tra 5 volte e 6 volte il minimo, del 47% oltre 6 volte, del 45 oltre 8 volte e solo del 40% oltre 9 volte il minimo.

Il sottosegretario Duringon però in un'intervista a la Verità non accetta le accuse delle opposizioni che parlano di scippo sulle pensioni: "Chi ha una pensione fino a 2.000 euro “perde” 0,12 centesimi. Gli altri un po’ di più a scalare, secondo una tabella progressiva. Il massimo che uno perde parliamo di quelli che sono fra i 5 e i 6.000 euro è lo 0,5% dell’aumento". Sui base mensile l'effetto sull'assegno è limitato ma di fatto su base annua il colpo si sente eccome. Partiamo dalle cifre mensili: per una pensione da 2500 euro lordi l'assegni si fermerà a 2543 contro i 2548 con perequazione piena. Il conto diventa salato man mano che si sale. Tra i 3000 e i 3500 euro si perdono fino a 18 euro mensili per poi toccare i 25 euro per gli assegni da 5000 euro lordi e i quasi 30 per i 6000 euro lordi. Come detto parliamo di importi lordi, ergo gli effetti sul netto si fanno sentire. E infatti per un assegno da 3000 euro lordi l'anno si perdono in dodici mesi 156 euro per poi arrivare ad un vero e proprio salasso da 300 euro per gli assegni da 5000 euro lorde. Non proprio una carezza per i pensionati che da tempo devono fare i conti con un potere d'acquisto sempre più ridotto.

Commenti

veromario

Ven, 12/04/2019 - 10:13

non mi sembra che la situazione sia tragica come la presenta il giornalista,stando alle cifre uno che percepisce 2500 euro di pensione perderebbe 5 euro al mese ,e chi ne prende oltre 5000 ne perde 25,se per il giornalista è un salasso?

giana1962

Ven, 12/04/2019 - 10:20

Effettivamente faccio fatica ad immaginare come possa arrivare alla fine del mese un pensionato da 5000 euro mensili che ne perde circa 25

aldoroma

Ven, 12/04/2019 - 10:34

io ho perso 3 euro ............dalla RIVALUTAZIONE che salasso

celuk

Ven, 12/04/2019 - 10:37

c'è un potente virus che gira: grilli è stato infettato da una variante di quello di bergoglio, invece della variante "migranti" lui è affetto da quella "pensioni"

WSINGSING

Ven, 12/04/2019 - 11:13

Il solito terrorismo psicologico bi-trisettimanale sul fisco. Come spiegato il "salasso" è veramente poco. Non si può criticare il Governo per questo. Lo si critichi fino all'infinito per il reddito di cittadinanza: un regalo ai fannulloni e a chi ha sempre lavorato in nero. Il Governo dice: "Ci saranno controlli da parte della Finanza". Roba da circo equestre. Ci sarebbero da controllare migliaia di italiani e stranieri soprattutto. Mettete i nomi e gli indirizzi di chi percepisce il reddito di cittadinanza. Agli occhi di tutti sarà già qualcosa.

jaguar

Ven, 12/04/2019 - 11:22

Ah però, con 6000 euro lordi si perderebbero circa 30 euro mensili. Se avessi una tale pensione non mi importerebbe nulla di 30 euro.

Baccanale

Ven, 12/04/2019 - 11:25

Non è una questione di quanto si perde, ma il concetto che chi più ha contribuito più viene penalizzato, chi meno ha contribuito (o non ha contribuito) più viene favorito. Un assurdo logico. Poi ci si meraviglia se c'è evasione fiscale! Perchè uno dovrebbe pagare più tasse se poi viene penalizzato? Per solidarietà con chi è meno benestante? Cioè la solidarietà si impone per legge? Altro assurdo!

fenix1655

Ven, 12/04/2019 - 12:06

L'Italia è il paese degli invidiosi e dei rosiconi. Per questo non credo affatto a quelli che dicono che se prendessero 6000 euro al mese non si lamenterebbero se ne perdessero 360 in un anno. Comunque il discorso è un'altro. E' il principio di giustizia. Se uno la pensione l'ha costruita rispettando leggi e regole va salvaguardata. Se poi vogliamo parlare di priorità, come al solito evasori, lavoratori in nero e proventi criminali la fanno franca, anzi ci guadagnano perchè non percependo reddito avranno i benefici che questo governo gli concede. Dov'è il cambiamento? Sono sempre i soliti onesti a pagare il conto.

frapito

Ven, 12/04/2019 - 12:19

E come al solito, i "diritti acquisiti" per i pensionati vengono sistematicamente calpestati e defraudati. Nella mia pensione che non supera i 2000 euro ho trovato (?) sette (7) euro in meno. Altro che 0,12 centesimi. Se non avrò il conguaglio, a fine anno saranno 91 (novantuno) euro in meno, praticamente la spesa alimentare (con le offerte) di una settimana. Ma perché lo Stato Italiano odia così tanto i pensionati?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 12/04/2019 - 12:35

Salasso ?? Che buffonata! Ma mi faccia il piacere ...!!!

roberto zanella

Ven, 12/04/2019 - 12:48

HA RAGIONE DURIGON....IO PRENDEVO UN ANNO FA, NETTO, 1804 EURO. DAL NUOVO ANNO HO PRESO 1820. DAL PRIMO APRILE 1815 EURO. QUINDI 5 EURO MENO MA SEDICI IN PIU' RISPETTO LA VECCHIA PENSIONE. ORA CI SARA' DA RESTITUIRE QUEI 5 EURO AVUTI IN PIU' NEI PRIMI TRE MESI DEL 2019. TOTALE 5X3=15 EURO....

adal46

Ven, 12/04/2019 - 13:11

Per carità, 300 euro annui su pensioni da 5000 euro lordi possono far sorridere; però la gran parte di queste pensioni deriva da contributi versati (salvo i casi ecclatanti degli incarichi pubblici con versamenti virtuali ecc) da gente che prendeva lavorando sui 5000 euro netti. Non sono moltissimi gli individui così inquadrati ma è questione di principio tenendo presente che con 5000 euro lordi il pensionato paga un irpef di oltre 1700 euro... Però, ovviamente, il "dagli all'untore" è cosa di sempre, figlia di invidie ataviche e certamente anche di mala gestione. Perchè non si solleva il problema tuttora esistente dei pensionati baby? So di gente andata in pensione a 37 anni nel 1958, che godeva dell'assegno rivalutato a dovere a gennaio del corrente anno.....

Popi46

Ven, 12/04/2019 - 14:18

Ovvio, tagliare un po’ di soldi ad un popolo di vecchietti, che per definizione sono impossibilitati ad andare in piazza a far casino come i gilet gialli, è molto più facile che non avere idee valide per far trovare un lavoro dignitoso ai tanti giovani disoccupati...., che, poveretti, se Madre Natura consente, diventeranno vecchi anche loro, e piangeranno lacrime amare.

ilbelga

Ven, 12/04/2019 - 17:58

adal46. il suo ragionamento non fa una piega. esempio: in casa di mia moglie ci sono 4 cugine e 3 zie tutte infermiere che sono andate in pensione all'età di 37 e 38 anni. oggi percepiscono quello che percepisce mia moglie con 40 anni di lavoro.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 12/04/2019 - 18:09

Lo scrivo per l'ennesima volta e non siate permalosi: riportate lo schema che c'è su La Verità - tramite link - e la gente comprenderà ancor più rapidamente quello che sarà messo in atto per tetto stipendiale.

ilbelga

Ven, 12/04/2019 - 18:10

e aggiungo: in tv non se ne parla mai. certo, c'era una legge "infame" che lo permetteva. ma non si fa cosi per vincere le elezioni. io aspetto che un politico abbia il coraggio di dire la verità al popolo e soprattutto chiederli scusa.

baronemanfredri...

Ven, 12/04/2019 - 18:18

IL PD STA SCOMPARENDO TRA ARRESTI, DETENZIONE IN CARCERE, PROVVEDIMENTI GIUDIZIARI, ANDRANNO A VOTARE SOLTANTO I LORO AMICI ZINGARI, NxxxI, MUSSULMANI E TUTTI QUELLI CHE HANNO FATTO VOTARE PAGANDOLI NELLE BUFFONATE DI ELEZIONI DI PUPI

hornblower

Ven, 12/04/2019 - 18:35

Menzogne, dopo il blocco del 2000 il governo Gentiloni aveva reintrodotto la rivalutazione al 100% fino a 1500 euro e del 95% da 2000 euro, adesso invece questo Governo l'ha portata al 97% a partire da 2000 euro.

Popi46

Ven, 12/04/2019 - 19:40

@ilbelga:mi auguro che tutte loro non facciano altro che percepire una pensione legittima in quanto derivante da una legge votata da un parlamento,all’epoca liberamente eletto, dato che siamo in una repubblica ... Sbaglio?

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 12/04/2019 - 19:49

La cosa che fa veramente schifo è sentire che ci sono impiegati e funzionari che hanno lavorato alla Camera che arrivano a prendere pensioni di 300.000 euro all'anno. Ma come è possibile una cosa del genere se dirigenti di prima fascia ministeriali ricevono al massimo ca. 6.000 Euro lordi al mese (73.000 Euro annui). Ma che katzo facevano per avere pensioni del genere questi camerieri?

Ritratto di rebecca

rebecca

Ven, 12/04/2019 - 21:40

da gennaio a marzo 2019 la mia pensione era di 2100,00euro da aprile 2084,00 euro circa. meno 16,00 euro al mese = 192,00 euro all'anno (senza contare la differenza in meno sulla 13°) Non capisco i calcoli che ha fatto il giornalista Grilli.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 13/04/2019 - 01:03

Mi sembra che il "pizzo" sulla pensione riguardi i cosiddetti aumenti ovvero l'adeguamento al costo della vita, l'ex contingenza, a prescindere il costo della vita e il potere d'acquisto dei redditi il problema non cambia: chi percepisce sotto i mille €uri mensili non fa salti di gioia mentre chi "affiora" sopra i 2000 €uri, oneri di famiglia esclusi ovvero senza figli a carico e spese domestiche onerose, può ancora tirare la carretta come fosse un risciò di bambù ... scarico.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 13/04/2019 - 09:17

Sarà, ma come mai da un netto di 1559 si è passati a 1551 euro? E da un netto di 1120 a 1112?