Il piano per le nuove pensioni. Via 200 euro dagli assegni

Con l'addio a Quota 100 potrebbe debuttare un nuovo sistema che taglierebbe gli assegni del 15%. Ecco tutti i calcoli

Le pensioni cambieranno volto. Il governo ha un obiettivo chiaro: smantellare Quota 100. La riforma fortemente voluta da Matteo Salvini "morirà" con la scadenza del 31 dicembre 2021. Chi ha fatto i conti per andare via con il nuovo sistema previdenziale l'1 gennaio del 2022 dovrà rifare i calcoli e restare a a lavoro probabilmente per altri due anni. In quaesto quadro va sottolineata una circostanza chiara: il nuovo piano su cui sta lavorando l'esecutivo e la maggioranza prevede un'uscita a 64 anni con 38 di contributi. In sostanza debutterebbe quota 102. Il tutto mettendo da parte ad esempio la Quota 41 che aveva annunciato Salvini più volte per il dopo Quota 100.E a parlare di questa prospettiva è stato Alberto Barmbilla, presidente di Itinerari Previdenziali e già sottosegretario nel governo Berlusconi: "L’adeguamento alla aspettativa di vita è previsto sia per la vecchiaia (oggi 67 anni) sia per l’anticipata (oggi 64 anni) ma non per l’anzianità contributiva perché - sottolinea Brambilla - tra meno di 8 anni sarebbe come scrivere che l’anzianità contributiva è abolita".

L'ipotesi di introdurre Quota 102 è comunque un punto che mette in moto già le proteste dei sindacati: "L’ipotesi di Quota 102, 64 anni di età e 38 anni di contributi, non risponde all’esigenza di flessibilità diffusa per accedere alla pensione e aggrava i problemi non risolti da Quota 100. La UIL ritiene che si debba lavorare da subito per garantire una flessibilità tra i 62/ 63 anni per uscire dal mondo del lavoro, considerando le differenti gravosità dei lavori. La UIL è nettamente contraria ad ogni ipotesi di penalizzazione e di ricalcolo contributivo", spiegano dalla Uil. Intanto sul tavolo del governo c'è anche un'altra ipotesi: una nuova Quota 100 con le soglie fissate a 64 anni di età e 36 di contributi. Ma con questo schema, con un calcolo degli assegni interamente contributivo, la sforbiciata sull'assegno ammonterebbe almeno al 15 per cento. Di fatto una pensione percepita mensilmente da 1400 euro, si trasformerebbe con il nuovo calcolo in 1200 euro. Un taglio non da poco che potrebbe cambiare anche la percezione dell'uscita anticipata nei lavoratori. E su un cambiamento del sistema previdenziale si scatena lo scontro nel governo. Il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha già fatto sapere di non voler toccare Quota 100 come invece chiesto dai renziani e da Italia Viva: "Abbiamo preso un impegno coi cittadini perciò Quota 100 non si tocca. Già da questo mese al MinLavoro cominciamo a lavorare alla riforma delle pensioni insieme agli altri dossier sul tavolo, in primis il salario minimo". Il vero nodo da sciogliere però resta uno solo: a quanto ammonteranno gli assegni con un nuovo sistema per l'uscita anticipata? Un taglio del 15 per cento sarebbe comunque pesante. A Di Martedì sono stati fatti alcuni esempi. E quello che fa più discutere riguarda un lavoratore tipo con uno stipendio da 2000 euro. Con l'uscita anticipata con l'attuale Quota 100 andrebbe a percepire un assegno da 1400 euro. Con il nuovo sistema si andrebbe invece a 1200 euro. Con un ulteriore taglio penalizzante per chi va via prima.

Commenti

venco

Ven, 10/01/2020 - 12:07

Siamo in una situazione che un pensionato del settore pubblico prende una pensione pari al doppio o il triplo di quanto guadagna un giovane lavoratore, che deve pur farsi una casa e una famiglia.

lorenzovan

Ven, 10/01/2020 - 12:13

solito articolo terroristico...se i tagli dei 200 euros e' sulle pensioni retributive oltre i tremil euro..e' fin troppo soave...importante che non esitano tagli sulle pensioni retributive al di sotto dei 1000-1200 euros...al di sopra tagliare progressivamente..per recuperare cio' che si e' "regalato" nei tempi di vacche grasse..qiuando vigeva il sistema "paghi 10 ricevi mille"

DRAGONI

Ven, 10/01/2020 - 12:16

PROSSIMO SUICIDIO DEL PD IN EMILIA E ROMAGNA!

cgf

Ven, 10/01/2020 - 12:21

Stanno facendo di tutto perché la Lega vinca le prossime elezioni, non è il popolo bue che capisce nulla perché in quanto a capire…

Sempreverde

Ven, 10/01/2020 - 12:28

La pensione la prenderanno sono ex politici magistrati funzionari statali militari e raccomandati oltre a tutti i dipendenti Inps. Peril Nord che lavora e produce PIL unica speranza e’ l’indipendenza da Roma. SIGNORE E SIGNORI questa nazione e’ fallita. Il lavoro e’ stato talmente represso e penalizzato la produttivita’ morta e il Pil finito. O ci si stacca chi ha ancora voglia di lavorare o con tutta questa massa di parassiti di politici funzionari e dipendenti pubblici finiremo in miseria.

jaguar

Ven, 10/01/2020 - 12:55

Quota 100 morirà il 31 dicembre 2021, ma per quella data l'attuale governo non esisterà più.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 10/01/2020 - 13:01

@venco Purtroppo i vecchi rappresentano più voti dei giovani. La denatalità sta producendo disastri sociopolitici, oltre che economici. La classe politica, naturalmente, preferisce lisciare gli elettori di oggi (pensionati) e quelli di domani (africani). I giovani italiani? Possono morire poveri e soli.

Ritratto di asimon

asimon

Ven, 10/01/2020 - 13:13

ma i residuati comunisti che appoggiano questo governo tipo Bersani Speranza Grasso Epifani Boldrini eccecc non hanno nulla da dire? o anche loro sono d'accordo di penalizzare i lavoratori e i pensionati pur di mantenere la poltrona? state ingannando gli italiani, andate a casa!!!!

VittorioMar

Ven, 10/01/2020 - 13:13

... perché non vendono tutto il PATRIMONIO IMMOBILIARE VUOTO..SFITTO...e da RISTRUTTURARE ...che sempre COSTI SONO e coprono in PARTE il "BUCO NERO!! INPS ??..avessero acquistato ORO ...oggi sarebbero in ATTIVO e non IN PASSIVO !!! SPERPERO E SPRECHI DI STATO ..e nessuno INTERVIENE !!!..i sindacati sempre pronti allo SCIOPERO perché non agiscono con UNA CLASS ACTION contro i GESTORI DELL'INPS (che sempre loro sono.....) !!

Divoll

Ven, 10/01/2020 - 13:33

Per dicembre 2021 potremmo gia' avere BEN ALTRO governo...

lavitaebreve

Ven, 10/01/2020 - 13:39

DARE LA POSSIBILITÀ A OGNI CITTADINO DI FARSI LA PENSIONE COME VUOLE, CON CHI VUOLE E QUANDO VUOLE. PIÙ LIBERTÀ PER GLI ITALIANI.

lavitaebreve

Ven, 10/01/2020 - 13:44

IO VOGLIO LAVORARE FINO ALL'ULTIMO RESPIRO. PER ME LA PAROLA PENSIONE È SINONIMO DI NOIA E DI MORTE.

lavitaebreve

Ven, 10/01/2020 - 13:48

SE LA LEGGE È UGUALE PER TUTT,I ALLORA DEVE VALERE ANCHE PER I POLITICI E NON SOLO......

venco

Ven, 10/01/2020 - 13:49

Quintus Sertorius, la denatalità è dovuta a quel che ho detto io.

EliSerena

Ven, 10/01/2020 - 14:08

solito articolo terroristico di Franco Grilli. Non ne ha mai indovinata una. Ha prospettato centinaia di tasse e nemmeno una di queste è comparsa nella legge di bilancio. Mi sa che la finanziaria del 2022 porterà un aumento delle pensioni. La cosa certa è che quota 100 così congeniata magari sarà rivista anche prima con la finanziaria del 2021.Sarebbe cosa buona e saggia. Facendo salvi i lavori gravosi che già coprono il 70% di chi deve andare in pensione.

necken

Ven, 10/01/2020 - 14:28

dopo aver lusingato i pensionandi con quota 100 con benefici a carico delle future generazioni (solo le quote di anzianità a partire dal 1 1 2012 con la legge Fornero si calcola la pensione in base ai contributi) adesso per recedere potrebbe costare elettoralmente. Qualsiasi governo DX o SX deve essere lungimirante e guardare al futuro del paese indirizzando i giovani verso quelle mansioni richieste dalle aziende per le quali hanno difficolta a trovare profili professionali adeguati. Quota 100 e reddito di cittadinanza vanno abolite o ristrutturate quanto prima senza penalizzare i "fortunati" che lavorano e pagano tasse e contributi

bernardo47

Ven, 10/01/2020 - 16:03

venco i suoi dati sono totalmente sballati e strumentali.Non me ne voglia, ma e' cosi'. Si informi.Naturalmente mi riferisco a qualifiche di lavoratori pensionati di normali qualifiche. I dirigenti invece sono di un altro pianeta.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 10/01/2020 - 16:52

Il lato assurdo della vicenda pensioni è il continuo variare delle condizioni. La pensione dovrebbe ,invece, essere una realtà stabile tesa a dare certezze a chi ha lavorato versando i relativi contributi. All'origine ,forse,esiste l'elargizione ,per fini elettorali quindi personali, di sussistenza a pioggia che indebolisce i conti INPS.

flip

Ven, 10/01/2020 - 17:18

se toccano i pensionati e ciò che è loro, la loro fine politica e sindacate è garantita| OCCHIO!!!!!

caren

Ven, 10/01/2020 - 17:20

Facciamo due considerazioni: 1°) speriamo di avere al più presto un governo di gente con i controattributi, per il nostro bene; 2°) farebbero più bella figura a dire che le pensioni saranno abolite per legge, sempre che qualcuno abbia ancora un lavoro, così ne avranno di che sprecare per i loro beniamini.

scurzone

Ven, 10/01/2020 - 17:22

Penso che tutti quelli che qui postano siano un po' datati, come io del resto. La pensione? Dovrebbe essere elargita secondo la contribuzione versata. Poi se uno non gli basta, può sempre svolgere lavoretti ( in regola, si intende). A proposito, da un calcolo da me eseguito mi sono accorto che con quota 100 percepirei una pensione decurtata di 5.000 Euro annuali, rispetto alla pensione che percepirei se andassi in pensione fra 4 anni. L'articolo è poco chiaro e di parte.

venco

Ven, 10/01/2020 - 18:17

bernardo47 16,03 si informi bene e troverà che il pensionato pubblico prende 930 euro in media più del privato.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 10/01/2020 - 19:16

Non ho mai sentito di difficoltà dell'inps verso la parte assistenziale. Su questo fondo ce ne sempre e continuano ad aumentare i bonus ed incentivi. Io vorrei sapere che percentuale ammonta il fondo pensione e quello del welfare. Ho l'impressione che si travasi un po' troppo dall'altro lato ed il fondo pensione continui a prosciugarsi.

baronemanfredri...

Ven, 10/01/2020 - 19:16

COME SARANNO CONTENTI I DANNEGGIATI PENSIONATI CHE GRIDANO CHE MATTARELLA E' UNO DEI MIGLIORI PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA. AH AH AH AH AH AH AH AH.

baronemanfredri...

Ven, 10/01/2020 - 19:22

VENCO E QUINTUS LA DENALITA' E' INIZIATA DALLA FINE DEGLI ANNI '70 INIZIO '80 QUANDO LA SINISTRA DICEVA CHE LE DONNE DOVEVANO ESSERE ASSUNTE IN TUTTI I POSTI, HANNO FAVORITO LA POLITICA CONTRO LA FAMIGLIA E AL GRIDO CI VOGLIONO RIBUTTARE IN CASA. QUESTE SONO LE CONSEGUENZE. UN EX SINDACALISTA SICILIANO DELLA CISL DICEVA INVECE DI BLOCCARE POSTI PER RAGAZZI E PADRI DI FAMIGLIA DIAMO UN AIUTO ALLE FAMIGLIE COME AIUTO ALLE MADRI COSI' HANNO SOLDI VENGONO AIUTATI E POSTI SONO LIBERI. NON ERA UNA IDEA CONTRO LE DONNE, MA ORA SAPPIAMO CHE AVEVA RAGIONE. SAPETE VENCO E QUINTUS QUANTE MOGLIE MADRI E SORELLE VORREBBERO I LORO MARITI, FIGLI E FRATELLI OCCUPATI ED INVECE SONO DISOCCUPATI? MOLTE DI QUESTE, IMPIEGATE DEL MINISTERO DEGLI INTERNI CHE LI CONOSCO PERSONALMENTE DICONO PROPRIO QUESTO. E' LA VERITA'

ziobeppe1951

Ven, 10/01/2020 - 20:11

Perugini...12.13.....tontolone bananas..anche tu come ssscccorpione2...sei andato in pensione dopo 15 anni 6 mesi 1 giorno....vedi di restituire il maltolto....lololololo

bernardo47

Ven, 10/01/2020 - 20:20

scurzone, che quota cento e' una bidonata, italiani lo hanno capito, infatti hanno aderito molto meno persone di quante ne erano state previste. Quindi, un flop, come pure redditi nullafacenza. Gialloverdi incapaci.

bernardo47

Ven, 10/01/2020 - 20:22

scurzone, quota cento un flop cosmico. e pure redditi nullafacenza a sbafo! e truffaldino! gialloverdi pericolosi incapaci.

roxi2

Ven, 10/01/2020 - 21:25

Eliserena fortunatamente nel 2021 di voi avremo un brutto ricordo lontano

bernardo47

Ven, 10/01/2020 - 21:28

venco i suoi dati non stanno ne' in cielo ne' in terra.Lei deve fare la valutazione su due qualifiche omogenee e analoghe e con pari anni di contribuzione e vedra' che Lei dice(involontariamente) una barzelletta! Mica va fatta la media di Trilussa.Non se ne e' accorto?

bernardo47

Ven, 10/01/2020 - 21:37

venco, mi scusi, ma per caso i 930 euro sono annui? se sono annui e su 13 mensilita' e a parita' di qualifica e di carriera e di anni di contribuzione, saremmo nell'ordine di una ottantina di euro mensili lordi. Cioe' una cinquantina di euro netti.....; pero' lei prima intenderebbe comparare una pensione medio bassa di una qualifica ex pubblica,con la retribuzione di un giovane lavoratore attuale, poi, invece compara due pensionati.....mah.

lorenzovan

Ven, 10/01/2020 - 22:05

scemo beppe...come ti trovi dopo aver votato per quioyta vcento e reddito di gfannulanza ?? bene vero..dato che mica ti preoccupi del futuro..tu e gli altri pensionati sfigati che impestano questo forum...il giorno che vi taglieranno le pensioni..mio faro' una bevuta gigantesca

edo1969

Ven, 10/01/2020 - 22:16

Leonida55 ruba la pensione ai vecchietti fuori dalle poste e telegrafo

Gattagrigia

Sab, 11/01/2020 - 05:16

Andrebbe fatta una seria riforma delle pensioni, ma nessun esecutivo la farà mai perché perde consensi. Tant’è che si fanno campagne elettorali, e si vincono, promettendo flop come quota100. Questo paese non deve pensare ai pensionati, ma ai giovani. Con investimenti ed istruzione. Se lavorano bene i giovani, vivono bene anche i pensionati. Purtroppo finché ci saranno”politici” che dicono stupidaggini solo per ottenere voti, e li stanno ottenendo, ma che non rispecchiano le possibilità di questo paese, rimarremo sempre gli ultimi

flip

Sab, 11/01/2020 - 11:00

Sono vecchio ed ho iniziato a lavorare (per necessita) a 14 anni quanto ho ottenuto il libretto di lavoro. fortunatamente ho sempre lavorato (sodo) ho frequentato le scuole serali e mi sono diplomato. Indubbiamente i governi che si sono succeduti (dalla DC in poi) hanno sempre pensato (elettoralmente) alle 'pensioni' ma la mia l'ho sempre pagata ed adesso non mi posso lamentare (la moglie... invece dice che non basta e si lamenta sempre). (abito in affitto) Dovete solo augurarvi che il vostro datore i lavoro versi regolarmente i contributi, e poi.....risparmiare e non sprecare. )questa è la vita del èensionato)

flip

Sab, 11/01/2020 - 11:25

l'attuale governicchio (compresi i sindacati) se toccano o alterano il sistema pensionistico e assistenziale, per scopi e fini politici o altro, potrebbero correre un serio rischio"! I lavoratori dipendenti la loro prnsione l'hanno strameritata. Al contrario dei pseudo politicanti da strapazzo e feccia SIMILE che vogliono pure il 'VITALIZIO'

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 11/01/2020 - 19:23

@baronemanfredri La natalità ha toccato un minimo a metà anni Novanta (1.2 figli per donna, solo 3% di nati stranieri), poi ha ripreso a salire fino al 2008 (1.5 figli per donna). È stata la crisi artificiale del 2008 a mandarla a picco. Non sarebbe nemmeno un problema, ma siamo costretti a occuparcene perché siamo a rischio genocidio grazie all'immigrazione. P.S. Disinserisci il CAPS LOCK, sei illegibile.

edo1969

Dom, 12/01/2020 - 19:11

Gattagrigia ce l’hai grigia?