Avete soldi sul conto corrente? Quanto costa (e tutti i rischi)

Tenere i risparmi di una vita in banca o "sotto al materasso" non annulla i rischi dell'inflazione. Due le possibili soluzioni: investimenti azionari e obbligazionari

Qual è il modo migliore per proteggere i nostri risparmi e metterli al riparo dall'inflazione e dai costi bancari? Da una parte ci sono coloro che depositano i denari accumulati sul tradizionale conto corrente, ma dall'altra sono sempre più numerosi quelli che preferiscono nasconderli "sotto il materasso".

Qualunque sia la via prescelta, scrive il sito laleggepertutti.it, i rischi sono dietro l'angolo, anche perché la somma totale che le famiglie e le imprese italiane conservano in banca o in contanti ammonterebbe a 1400 miliardi di euro.

Gestire i risparmi in maniera adeguata diventa quindi un imperativo assoluto da padroneggiare al meglio per evitare di incorrere in sorprese indesiderate.

Nemici da battere e soluzioni alternative

Il primo nemico da sconfiggere, come detto, è l'inflazione. Una ricerca effettuata da Il Sole 24 Ore ci aiuta a capire a cosa possiamo andare incontro: 1000 euro risparmiati una ventina di anni fa e tenuti "sotto il materasso" oggi valgono poco più della metà. Se decidessimo di tenere i soldi fermi per un periodo minore, la perdita sarà altrettanto minore ma sempre considerevole, considerando che i nostri soliti 1000 euro parcheggiati da 10 anni varrebbero oggi più o meno 875 euro.

E chi invece preferisce depositare tutto in banca? La situazione è sempre grigia, perché negli ultimi anni i tassi di interesse a credito si sono pressoché azzerati. La loro media, affidandosi ai dati della Banca d’Italia, è dello 0,37% considerando anche i conti deposito, mentre è dello 0,04% per i conti correnti. Anzi, presto chi lascia i soldi sul conto incorrerà in penalizzazioni perché le banche applicheranno tassi negativi. Quindi, il risparmiatore dovrà addirittura pagare per tenere i risparmi sul conto corrente.

Una possibile soluzione potrebbe essere l'investimento azionario. Una simile pratica premia i risparmiatori se sono disposti a investire somme per lunghi periodi, diciamo dai 10 anni in su. Facciamo un esempio: chi una decina di anni fa avesse investito 1000 euro negli indici delle Borse mondiali, oggi avrebbe in tasca un tesoretto che ammonterebbe a più del doppio (cioè circa 2154 euro). Da tenere in considerazione anche l'investimento obbligazionario, un altro utile strumento per proteggere il capitale da oscillazioni e crolli e garantire una certa crescita.

Certo, va da sé che la garanzia non è mai assicurata. Però avere ben chiara la situazione potrebbe aiutare i risparmiatori a evitare fregature e indirizzarli verso piste più convenienti.

Commenti

adal46

Gio, 24/10/2019 - 10:13

Già: ma chi aveva puntato sui bancari anche meno labili, dei 1000 euro ora se ne trova forse 100....

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 24/10/2019 - 10:35

Ancora una mossa per agevolare le banche. Far togliere i risparmi dal conto e farli investire in azioni ed obbligazioni che ti propinano le banche

Ernestinho

Gio, 24/10/2019 - 11:25

Io da un paio d'anni con gli investimenti in Fondi sono in rosso! Inoltre chi possiede i soldi su un conto corrente viene trattato quasi come un delinquente!

Una-mattina-mi-...

Gio, 24/10/2019 - 11:25

IO CON I FONDI COMUNI NEL LUNGO TERMINE HO PERSO DAL 45 (OBBLIGAZIONARI) FINO AL 95% (AZIONARI SPECULATIVI, QUELLI CHE DOVEVANO RENDERE DI PIU', E CON IL "PARACADUTE"... CHE NON SI è APERTO)

PAROLITO

Gio, 24/10/2019 - 11:28

ma risparmiateci certe fregnacce !!! ma chi ci crede più agli investimenti azionari ??? e poi investirli per un decennio bloccandoli sempre in banca ??? ma siete impazziti a scrivere cose simili ??? dove avete vissuto fino a ieri ??? e tutti i soldi investiti che hanno fatto sparire le varie banche in giro per l'italia, ve lo siete già dimenticati??? ma siate seri una volta ogni tanto !!!

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 24/10/2019 - 11:35

Sono un bancario in pensione e PER LAVORO ne ho viste di tutti i colori, nelle grandi città e nei paesini. Troppo lungo spiegare il perchè, ma tutti i miei soldi li ho sul conto corrente nella mia ex datrice di lavoro. Al massimo potrei cambiare banca, magari con scelte MOLTO ATTENTE on line. Tutto il resto è peggio, e grazie a Monti e successori, anche il mattone. All'inflazione faccio fronte io, ieri col lavoro, oggi col risparmio.

ROUTE66

Gio, 24/10/2019 - 12:01

INVECE SE HAI COMPERATO UNA CASA magari per investire la liquidazione. OGGI NON SOLO è SUPERTASSATA,E SE VUOI VENDERLA LA DEVI QUASI REGALARE. SAI CHE AFFARE

Pier1975

Gio, 24/10/2019 - 12:23

Non ho capito una cosa, quindi se io ho messo 1000 euro sotto il materasso dieci anni fa e ora li vado a prendere i 100 euro sono diventate banconote da "85"? Mi sembra un po' strano. Il contante rimarrà contante, o sbaglio...

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Gio, 24/10/2019 - 12:32

Ottima idea, quella degli investimenti azionari e/o obbligazionari... così ci si risparmia il patema d'animo perché i risparmi se ne vanno con sicurezza e molto più in fretta..

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 24/10/2019 - 12:39

@una-mattina-mi...: Dipende. Le parlo seguendo il mercato tedesco e avendo un gruppo aziendale AG quotato a Frankfurt. Sconsiglio al piccolo risparmiatore investimenti in azioni, se proprio vuole giocarseli così, è meglio che vada al Casinò. Meglio i fondi a rendimento medio-breve non vincolati, rispetto ai Bundesanleihen tedeschi o titoli di Stato nazionali convenzionali. Ad esempio: un fondo Helth and Care USA, non dava altissimi profitti ma comunque un rendimento biennale rivalutato e sicuro, sempre meglio di una giacenza passiva in conto corrente. Ovvio che per fare queste operazioni bisogna sapere metterci mano e monitorare costantemente lo speed sul mese precedente o, se profani, essere seguiti da un bravo professionista perché anche tra i fondi vi sono amare sorprese, anche con la Green Economy.

oracolodidelfo

Gio, 24/10/2019 - 13:03

Le Banche truffaldine nostrane ed estere, ai cui vertici comandano autentici farabutti (salvo lodevoli eccezioni) hanno capito che anzichè prestare i soldi per lo sviluppo, correndo qualche rischio, guadagnano di più e non rischiano nulla, andando a rubare i sudati risparmi delle persone oneste. Con il beneplacito dei loro fantocci prezzolati messi al potere.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/10/2019 - 13:37

Certo, come le pecore vogliono guidarci ad acquisatre azioni che sono saliti bene e i btp che ora stanno scendendo di valore. l'oro non ne parliamo da meno di 1100 l'oncia siamo sui 1500. Vogliono che noi acquistiamo così loro incassano sulle plusvalenze.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/10/2019 - 13:45

Io da pochi anni avvisavo dopo alcune delusioni, di non investire nei fondi. Ma chi lascia una montagna di denaro a degli "amici" che vanno a giocare al casinò al vostro posto? Loro farebbero il loro gioco e se vincono te ne danno un poco ma se perdono sono solo soldi vostri. Da quando li ho lasciati ci ho guadagnato del 20% all'anno.

peter46

Gio, 24/10/2019 - 14:39

Terrorismo economico da 'interessati'...1000 euro di 20 anni fa se non 'attaccati' dalle tarme,valgono oggi più del 30% rispetto ad allora... il prezzo della pasta,di 1 frigo,di 1 lavtrice o di 1 di un preservativo è diminuito se guardiamo tutti gli sconti in essere e la concorrenza spietata nella grande distribuzione tutta.Come anche il prezzo dei lavori artigianali laddove si sta a 'considerare' più il valore della tasca' degli ordinanti che il valore del lavoro in sè.La tangente x tenuta conti in banca è ancora al di là da venire,essendo sta proposta solo "l'esca x vedere l'effetto che farebbe chiederne tangente",e quando arriverà il vs 'liberalismo' ci permetterà scelte tali da non pesare più di tanto sul cc,magari optando 'a saltarello' x filiali in cerca di clienti x nuove aperture...anche il mattone se non 'cementato' in paesi 'spopolabili' rende eccome,se moderatamente affittato.E x quelli del 'tanto e presto' c'è la coca che compra la galera,finanche.

Tip74Tap

Gio, 24/10/2019 - 15:02

Ma che razza di conti sono? 1000 euro sotto il materasso restano 1.000 invece, in banca, tra bolli e oboli vari calano, eccome se calano! Solo di bolli 34,20 per persone fisiche e 100.00 per P.IVA! Quindi dopo 20 anni per un conto con 10.000 euro: persone fisiche: € 10.000 => 9.179,20 mentre Partite Iva: € 10.000 => 7.600,00 ... il tutto al LORDO di costi bancari!!! MALEDETTI!!!!

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Gio, 24/10/2019 - 15:53

Mi associo a tutto quanto fin qui scritto. A rinforzare i dubbi vorrei far notare che il periodo scelto per il paragone, "una decina di anni fa" corrisponde, guarda caso, al picco negativo 2008/2009 seguito al crollo della Leman Brothers, ovvero a borse distrutte. Se l'investimento fosse fatto nel 2007/2008 o prima, ad oggi non si sarebbe ancora tornati in parità, dopo quel massacro

Tip74Tap

Gio, 24/10/2019 - 17:50

Ho sbagliato i conti XD

gabriel maria

Sab, 26/10/2019 - 10:00

sono rimasto di sasso nel leggere l'articolo di giuliani .Quello che dice serve esclusivamente alle banche per guadagnare una montagna di soldi sui fessi. il miglior risparmio è:godersi la vita senza scialacquare,accontentarsi di ciò che si ha e non fare debiti,fare viaggi di piacere o culturali,stare a pranzo con gli amici e se vi avanzano dei soldi comperate solo obbligazioni serie o tenetevi i soldi sotto il materasso.......il resto sono solo frottole per fregarvi.......