Il ricatto dei mercati per stoppare l'antieuropeismo

Lega e Front National non sono considerate market-friendly dai trader europei. Nel 2015 scadranno 141 miliardi di Btp. E già c'è chi minaccia: "Finché l'Italia resta ancorata all'euro non avrà problemi"

Nemmeno l'exploit di Beppe Grillo e del suo Movimento alle politiche del 2013 li aveva preoccupati così tanto. Adesso sembra, invece, che qualcosa terrorizzi i trader europei. Ancora una volta non è quel referendum per dismettere l'euro, presentato nelle scorse settimane dai grillini, ma l'avanzata di due partiti che nel dna hanno l'anti europeismo. Si tratta della Lega Nord di Matteo Salvini e del Front National di Marine Le Pen. I due, a differenza del comico genovese, hanno infatti qualche (seria) probabilità di diventare forze governative in grado di incidere a Bruxelles.

Nel 2015 scadranno ben 141 miliardi di Btp decennali. È questa la leva su cui i trader del Vecchio Continente (e non solo) intendono premere per ricattare gli elettori influenzandone il voto. "I mercati sono perplessi - spiega Isabella Bufacchi sul Sole 24Ore - chi si comprerà Btp decennali sotto il 2%?". Perché, come fanno notare diversi analisti, non vale la pena scommettere sull'Italia. Non valgono nemmeno i 132 punti di spread coi Bund tedeschi. A spaventare gli investitori esteri c'è una lunghissima sfilza di indicatori macroeconomici che li sconsigliano di puntare sul Belpaese. In primis il debito pubblico che è lievitato al 133% del pil. Una percentuale monstre che si lega indissolubilmente alla continua recessione (attestata sia dall'Istat sia dalla Bce) e a una crescita inesistente. E ancora: scarsa competitività, debole produttività e riforme strutturali al palo. Insomma, al di là degli spot del premier Matteo Renzi, qualsiasi dato è reso (se possibile) ancor più amaro dalle tensioni sociali generate dai livelli record della disoccupazione (13,2%).

Ma non sono i parametri economici a innervosire le principale piazze finanziarie. Come in Francia, dove in questi giorni la Le Pen ha aperto il congresso del Front National, anche in Italia gli occhi sono puntati sulle formazioni anti europeiste. I sondaggi danno, infatti, il partito della Le Pen saldamente in testa. Alla figlia del leader storico della destra francese potrebbe, infacci, riuscire la cavalcata vincente sull'Eliseo scalzando l'incolore e dannoso Francois Hollande. In Italia, invece, abbiamo già assistito all'exploit della Lega Nord che, alle regionali in Emilia Romagna, ha totalizzato oltre il 20% delle preferenze. E qui è scattata la minaccia. Perché i dati negativi sull'economia interna possono anche essere messi da parte, ma l'anti europeismo no. "Finché l'Italia si mantiene saldamente ancorata all'euro, all'Eurozona, ai partner europei - spiega la Bufacchi - il rischio.Italia scompare dagli schermi dei trader mondiali in Bto e dagli investitori esteri interessati ad asset italiani". Per i trader, infatti, la Lega Nord non è market friendly. E per questo non dovrebbe essere votata.

Commenti

sdicesare

Sab, 29/11/2014 - 11:14

E poi dicono che questa non e' una europa plasmata sugli speculatori con l'euro. E' chi parla, un giornalista del sole 24 ore, giornale della grande finanza. Semplice, I Btp inoptati saranno acquistati da bankitalia nazionalizzata come si faceva con la lire prima del divorzio tesoro bankitalia. E non credo poi ci sarà tanto inoptato.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 29/11/2014 - 11:18

Ricatti? Che idiozia! Semplicemente i Traders non si fidano di BTP in lire e li vogliono in euro. Altrimenti non li comprano. Oppure li comprano a tassi di rendimento molto elevati valutandoli molto più a rischio (con immensa gioia del Tesoro Italiano). Come volevasi dimostrare. Possiamo dargli torto?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 29/11/2014 - 11:24

Ricatto x ricatto, non rimborsiamo più i ns. titoli in scadenza. Così terranno i ns. titoli nei loro archivi a perenne memoria della loro stronzaggine. Poi vediamo chi ride ancora.

Giovy99

Sab, 29/11/2014 - 11:34

E purtroppo hanno ragione i TRADERS...con il debito pubblico che abbiamo non ce lo possiamo permettere di uscire dall'Euro! Gli UK sì e noi no! Peccato non avere una moneta nazionale tipo il DOLLARO...

Mr Blonde

Sab, 29/11/2014 - 11:34

Anna 17 grande genio; cos' diventa carta straccia gli investimenti delle banche assicurazioni inps per le tue pensioni, le rendite fatte in buoni postali o libretti ai nipoti, brava!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 29/11/2014 - 11:51

Allora cari kompagni europei,invece di imporci tasse e costi per le nuove risorse extraeuropee,aiutateci e magari le cose cambieranno.!!!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 29/11/2014 - 11:52

Perché definirlo ricatto?? per me é solo sano realismo! L'Europa va sicuramente cambiata, non demolita. L'Europa é potenzialmente la prima potenza mondiale se unita, le singole nazioni europee invece, compresa la krande germania, sullo scacchiere mondiale non contano un cacchio!

agosvac

Sab, 29/11/2014 - 11:57

Questi allarmismi non prendono in considerazione alcune cose. Intanto i titoli di Stato dell'UE non li comprano solo i trader europei ma li comprano principalmente gli esponenti dell'alta finanza mondiale. Gli stessi per dirne una che non comprano i bund tedeschi perché rendono meno della carta su cui sono stampati. I nostri, almeno, il 2% lo rendono! Quando scadranno questi 131 miliardi di Btp decennali l'alternativa dell'alta finanza sarà: tenersi i soldi improduttivi, comprare bund tedeschi che è la stessa cosa oppure, molto più ragionevole, ricomprare Btp che quanto meno il 2% lo rendono.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 29/11/2014 - 11:57

Mr Blonde guardi che il ragionamento di Anna 17 non è del tutto sbagliato perchè lei intendeva non rimborsare più i titoli agli stranieri,vale a dire che si terranno i pezzi di carta e si ricorderanno dell'Italia che vogliono affossare.Per gli italiani ed altre cose che lei cita non cambierà nulla,col ritorno alla lira investiranno in lire.

Albius50

Sab, 29/11/2014 - 11:59

Non bisogna avere paura; al giorno x ci si rivolge a PUTIN che sicuramente una bella mano ce la darebbe e inoltre guardate quante auto UE compriamo Mercedes, Ford, Opel, Renault ecc.., quanti pannelli solari compriamo dai tedeschi, quanta pasta sfoglia che compriamo all'estero (dalla Francia e Svizzera) quanta Bonduelle con tutta la nostra produzione nostrana di insalate; bisogna incominciare a meditare e non aver paura dei FINANZIERI stranieri che producono solo carta straccia.

ANTONIO1956

Sab, 29/11/2014 - 11:59

non dimentichiamo che in Islanda i banchieri che hanno fatto fallire il paese con speculazioni e usura li hanno messi in galere e che in Ungheria il governo di destra a cacciato fuori dal paese FMI, BCE e altri speculatori finanziari e adesso questi due paesi stanno crescendo e la gente stà molto meglio.

giovanni951

Sab, 29/11/2014 - 12:03

questi stupidi trader non hanno capito che se ( come spero) l'italia dovesse uscire sará la fine di questa eurabia perché la seguirâ la francia, la spagna e per forza il portogallo ecc ecc. Quindi che faranno?

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Sab, 29/11/2014 - 12:04

se il ricatto è di non comprare rendiam pan per focaccia e ricattiamo di non pagare

Kosimo

Sab, 29/11/2014 - 12:07

meglio essere antieuropeisti filoeuropei che europeisti filoamericani

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 29/11/2014 - 12:26

Risposta, ricatto per ricatto: Se nessuno li compra vorrà dire che non ci saranno risorse per rimborsare quelli scaduti !

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 29/11/2014 - 12:27

prova

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/11/2014 - 12:27

Sono peggio di quelli che chiedono il pizzo ai negozi. Sono peggio di mafia e ndrangheta. Estorsori in colletto bianco, criminali finanziari. La guerra del 21 mo secolo. I panzer non servono più. Ci hanno ridotti in schiavitù senza sparare un colpo, con la complicità di criminali comunisti nostrani che ci hanno portati dentro questo inferno. Per questa gente l'unica soluzione è il plotone di esecuzione senza processi inutili.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 29/11/2014 - 12:29

E' l'identica minaccia che fanno gli strozzini in maniera più volgare. Con i normali strozzini ti minacciano di mandarti in rovina o di romperti le ossa o addirittura di accopparti se non rimani sotto le loro regole, a meno di non pagare l'impossibile. Con l'Euro e la BCE, la minaccia viene fatta in guanti gialli e più eleganti ma sempre minaccia rimane. L'unica è infischiarsene, uscire fuoti dal "giro malefico" a costo di rimetterci qualche sbucciatura, meglio comunque che divenire schiavi totali. Naturalmente tra i nostri politici ci sono molti tifosi degli strozzini europei. I nomi sono lunghi e appartengono tanto alla sinistra che al cosiddetto "centro destra" di Berlusconi. Prodi, Draghi, Berlusconi, Amato, Napolitano, ecc. Di noi italiani e dell'Italia a costoro non glie ne frega un emerita mazza. Prima gli italiani se lo mettono in testa e prima riusciano a usicre dai guai in cui ci troviamo.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 29/11/2014 - 12:30

@agosvac. Il piccolo particolare che ti sfugge é che se oggi comprano i nostri bt in euro perché rendono il 2% domani con la lira li compreranno se renderanno almeno il 6/7%. E noi lo prenderemo per la seconda volta sotto la coda, la prima grazie a ciampi e prodi quando siamo entrati nell'euro a un tasso da strozzianggio e la seconda in caso di uscita dall'euro!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 29/11/2014 - 12:40

Ci siamo infilati in un ginepraio. Non c’è possibilità d’uscita. Ormai siamo sotto ricatto e le armi gliele abbiamo date noi. Con la stessa arma “finanziaria” con la quale fu abbattuto Berlusconi, oggi ci tengono incatenati all'anello dell’euro. Purtroppo i nostri BTP devono forzatamente essere rinnovati per evitare la catastrofe. Ma il fatto più insopportabile è che i politici - responsabili di questa situazione - oggi si permettono anche di fare commenti e “firmare” ricette di cura. Nemmeno la dignità di tacere ...

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 29/11/2014 - 12:40

Ci siamo infilati in un ginepraio. Non c’è possibilità d’uscita. Ormai siamo sotto ricatto e le armi gliele abbiamo date noi. Con la stessa arma “finanziaria” con la quale fu abbattuto Berlusconi, oggi ci tengono incatenati all'anello dell’euro. Purtroppo i nostri BTP devono forzatamente essere rinnovati per evitare la catastrofe. Ma il fatto più insopportabile è che i politici - responsabili di questa situazione - oggi si permettono anche di fare commenti e “firmare” ricette di cura. Nemmeno la dignità di tacere ...

Giacinto49

Sab, 29/11/2014 - 12:45

Purtroppo siamo un popolo che spende e spande, con le obbligate eccezioni, oggi come ieri. Ecco perchè, chi può, ci tiene stretti per........il collo!!

Ritratto di wtrading

wtrading

Sab, 29/11/2014 - 13:02

@Kosimo. Devo ammettere che la sua battuta, oltreche essere piacevole, è anche decisamente pratica e realistica. Pur essendo, per molti versi filo americano, Obama ha fatto di tutto per convincermi del contrario. !

nerinaneri

Sab, 29/11/2014 - 13:09

anna 17: ti bombardiamo la casa, così puoi fartene una fuori dall'area euro...è una buona idea?

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Sab, 29/11/2014 - 13:24

Degli economisti penso il peggio possibile, nessuna loro teoria economica ha saputo prevedere tutto questo disastro, anche perchè non hanno mai avuto un pensiero unico in merito. Se l'euro è asfittico adottiamo il rublo di Putin, come ricatto controbilancia benissimo la minaccia di quei somaroni dei traders. Come governo bloccherei immediatamente tutti i loro conti, ormai si sa chi ha comprato cosa, come e quando.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 29/11/2014 - 13:28

La UE per noi è sinonimo di schiavismo dei popoli e delle nazioni, a favore di banche, massoni e politici. Da quando abbiamo avuto l'euro, il nostro declino non si è mai arrestato, peggio ancora, da quando abbiamo avuto anche i tre schifosi governi di re giorgio.

morghj

Sab, 29/11/2014 - 13:34

Quando c'era la lira i titoli di stato rendevano ovviamente ad un tasso molto superiore di quello attuale, però l'inflazione era ancora più alta, e quindi in pratica lo stato aveva un vantaggio superiore che non adesso. Inoltre un'alta inflazione incentiva i consumi, in quanto non è conveniente tenere soldi su conti che rendono molto meno dell'inflazione stessa e in poco tempo eroderebbero consistentemente il capitale, e non si potrebbe più acquistare la stessa quantità di beni che si sarebbe potuta acquistare solo pochi mesi prima..

Luigi Farinelli

Sab, 29/11/2014 - 14:05

Dobbiamo temere "i mercati" o gli sporchi speculatori che tali mercati governano, orientandoli a colpi di crisi economiche inventate a tavolino e truffe mediatiche per condizionare l' opinione pubblica? Ciò (il plagio mediatico) è dimostrato dal fatto che, nonostante gli scempi e gli sprechi, questa Europa sia ancora sostenuta dal voto dei cittadini come avvenuto durante le ultime elezioni. Una delle principali truffe dei farabutti elevati ai loro posti di potere (e al guinzaglio del vero potere ombra) è quella di far credere che il debito pubblico italiano sia segno del disastro economico dell'Italia, mentre è quello più sostenibile fra tutte le nazioni occidentali, "maestrina" Germania compresa. E queste non sono chiacchiere ideologiche. Allora, il fatto che si debba soggiacere ai loro sporchi ricatti, è cosa che non ha nulla a che vedere col buonsenso ma molto con l'autolesionismo.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 29/11/2014 - 14:24

nerinaneri sei la solita radicalchic che vota sinistra ma tiene il portafoglio a destra !!! Evidentemente hai un ingente portafoglio di BTP e non pensi che è denominato in una valuta criminale come l'euro!! Diversifica con altre valute SCEMA!!!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 29/11/2014 - 15:13

se usciamo noi dall'europa che siamo il 3 contribuente (la germania e' molto dietro) l'europa si sfascia perche ci seguono a ruota francia grecia spagna e portogallo, quindi lasciamo sto schifo d'europa che non e' come la volevamo.

Dordolio

Sab, 29/11/2014 - 16:11

Ricordo un vecchio articolo di Porro, stupendo e che dovrebbe essere ripubblicato. Porro argomentava che - se "ci gira"- potremmo NON rimborsare gli stranieri. Esattamente con la stessa filosofia, accettata da tutti, per cui puoi investire in borsa e perdere i tuoi soldi. E nessuno ha nulla da dire, quando capita (di continuo). In quest'ottica si comprende "chi tiene per le palle chi". Ma - naturalmente - nessuno vuol farci ragionare in questa maniera....

tormalinaner

Sab, 29/11/2014 - 16:15

La volete capire che se stiamo ancora in Europa perderemo completamente la nostra sovranità e saremo comandati dai burocrati di Bruxssel telecomandati dalla Germania, la forma moderna del terzo reich. Preferite essere poveri e depressi o preferite rischiare ed essere ancora padroni del nostro destino. Io nopn voglio essere comandato da nessuno.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 29/11/2014 - 16:47

GRAZIE MORTADELLA PER QUANTO CI HAI FATTO (E CI FAI) PAGARE PER LA TUA VOGLIA D'EUROPA.

lorenzovan

Sab, 29/11/2014 - 17:40

azzo...siete liberisti a giorni alterni...non e' un complotto...e' la legge di mercato del capitalismo...mi dai garanzie solide mi accottento di poco interesse...mi dai poche o scarse garanzie voglio interessi altissimi per cautelarmi nel caso vada male...lo stesso lp fanno le banche con i loro clienti potete gridare quanto volete ma questo e' il capitalismo che voi tanto amate... olo amate solo quando vi riempe le tasche a scapito dei poveri cristi che lavorano come schiavi e senza protezioni ???

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 29/11/2014 - 17:53

Bloodynerina - ma cosa blateri in modo inconsulto con quell'unico neurone che ti è rimasto...Rispondi secondo logica alla lettrice Anna17 , ma dubito che una grillotalpa come te ne sia capace.Da noi si direbbe, considerando la tua incongrua presenza su questo giornale ," Ci siamo riempiti di pulci".E già immagino la tua risposta segnata dalla tua solita 'classe', quindi risparmiatela, non farti sempre riconoscere per quel che sei.

lorenzovan

Sab, 29/11/2014 - 18:10

@i tuoi post sono un inno alla nescienza ( uso un parola soft...) per essere padroni in casa propria occorre non avere dbiti questo tanto a livello personale che pubblico si da il caso che abbiamo uno dei debiti pubblici piu' elevati tra i paesi industrializzati...e che questo debito sia in parte nelle mani di speculatori internazionali dunque...anche se esci dll'euro..il debito rimane...coll'aggravante che dovremo pagare interessi molto piu' alti che finiranno per distruggrci economicamente a meno che tu non voglia zzerare tutto...stile soviet del 21..e chiuderti nella beata autarchia ma non eri contrario ai biechi komunisti ???

stefano.colussi

Sab, 29/11/2014 - 18:16

.. personalmente sono per gli Stati Uniti d'Europa dall'Atlantico agli Urali .. e chi ci stà ci stà .. domanda: perchè Draghi non si candida alla Presidenza della UE con elezione diretta del presidente sul modello USA ??? a me hanno insegnato che la politica si fa con le idee e con i voti e non con i soldi .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy

Dordolio

Sab, 29/11/2014 - 18:45

No lorenzovan, la questione non è più di natura economica, ma POLITICA. Non per nulla il ricatto si basa sull'accettazione di un contesto politico: il rimanere nell'Europa comune. Il che comporta accettare delle decisioni di natura politica che ci rendono schiavi. E di cui l'operare con una moneta che NON è nostra è solo un dettaglio. Tradotto: vi toseremo fino a levarvi la pelle e con i meccanismi attuali (che dovete solo subire) dalle meccaniche attuali non uscirete mai. Siete le mosche di cui noi ragni lasceremo solo la vuota carcassa dopo il banchetto. Uno stato libero e dinamico non di schiavi hai voglia che garanzie di sviluppo (e di investimento) potrebbe dare...

nerinaneri

Sab, 29/11/2014 - 18:57

filatelico: i miei hanno risparmiato una vita...certo, potrei diversificare in rubli, metti ci sia carenza di carta igenica...guardati la curva di un btp lungo,IDIOTA...3° invio

nerinaneri

Sab, 29/11/2014 - 18:59

Euterpe: un'altra volta...esco...ciao, babbiona

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 29/11/2014 - 19:16

E' proprio un ricatto, infatti si sono resi conto, finalmente,che l'euro, così come è stato applicato è un'aborto.

marcomasiero

Sab, 29/11/2014 - 20:05

questi criminali di trader e speculatori la devono smettere di giocare con la vita della gente !!! li faremo smettere !!!

rokko

Sab, 29/11/2014 - 22:19

Anna 17 e gianniverde, provate un attimo a riflettere su cosa significhi non rimborsare i titoli di stato in scadenza, cosa comporti subito dopo, e vedremo se avrete ancora voglia di scrivere sciocchezze. Lato mio, faccio solo notare che finora l'unico paese che non ha rimborsato una parte dei titoli di stato emessi è l'Argentina. Fate voi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 30/11/2014 - 01:02

Scusate ma devo dirvi, io comunista, che non potete obbligare nessuno a comprare qualcosa?

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 30/11/2014 - 03:53

nerinaneri: la mia famiglia ha risparmiato da sempre, ma ha diversificato in immobili,depositi in sterline, quadri,francobolli rari, monete antiche. I BTP li ho comprati 3 anni fa quando c'era lo spread a 575 e li ho rivenduti quamdo calò e guadagnai il 5% in meno di un mese. Essere tacciato da idiota quando un consulente finanziario mi ha detto che ero il più preparato dei suoi 3000 clienti è una Stupidaggine!!! vuoi che ti enumeri i cambi del Dollaro Stati Uniti fin dal 1972?? O che ti parli dell'evoluzione delle azioni nestlè dal 1958??? O che ti spieghi il calcolo dell'INVIM??? O che ti illustri il modello 740 del 1980???? Per quanto riguarda la carta igienica non usare quella RUVIDA!!! Adesso si capisce la tua acidità!!!

vince50_19

Dom, 30/11/2014 - 06:59

Credo che la "paura" di questa gente - che intende scarnificarci fino al midollo - di non poter fare i propri fatti in casa nostra è tale, che alzano "cortine fumogene" tipo questa citata, perché temono l'effetto domino: cade l'Italia, tutta la Ue finisce in malora e, conseguentemente, finisce l'abbuffatio organizzata, tocca sempre ripeterlo, da quell' "altrove" (non dal parlamento Ue) di cui Von Rompuy, in un'intervista del 30 aprile ultimo scorso rilasciata al De Standaard (quotidiano belga), non ha mai voluto precisare chi fossero. Il sospetto (per non dire la certezza) che vi sia un'intellighentia d'oltre Atlantico in "fetore" massonico che voglia distruggere o per lo meno assoggettare la "vecchia" Europa alle proprie desiderata, mi pare indiscutibile.

gian paolo cardelli

Dom, 30/11/2014 - 09:29

Questi "traders" sembrano ormai soffrire di delirio di onnipotenza, ma il valore del loro settore vale e varrà sempre a seconda della dinamica dell'economia reale; se, per pura ipotesi beninteso, il sistema Italia dovesse tornare a crescere dopo un'eventuale uscita dalll'Euro la messa in pratica di questa loro minaccia li porterebbe solo a perdere denaro e credibilità, visto che in tali condizioni i titoli di Stato acquisterebbero solidità e tornerebbero ad essere appetibili a chiunque. L'unico modo per far crescere un Paese e' e sarà sempre il rimboccarsi le maniche, produrre ricchezza reale, non bolle finanziarie, e non farsela rubare: le "grandi manovre finanziarie" prima o poi provocano solo sfracelli... Ma troppa gente, purtroppo, cerca ancora la chimera del guadagno senza lavoro, e la Finanza speculativa apparirà sempre il modo per riuscirci...

nino47

Dom, 30/11/2014 - 09:48

"Finché l'Italia resta ancorata all'euro non avrà problemi"...se i fautori della nostra miserabile lira ed ancor più dei nostri lerci amministratori lo vogliono capire, lo capiscano!!!

nerinaneri

Dom, 30/11/2014 - 10:41

filatelico: il tuo consulente ti ha preso in giro...parlami degli hedge funds e del secondo default dell'argentina

nerinaneri

Dom, 30/11/2014 - 10:49

filatelico: immobili,depositi in sterline, quadri,francobolli rari, monete antiche...magari,qualche titolo legato all'energia...non vorrei proprio essere nei tuoi panni

Dordolio

Dom, 30/11/2014 - 11:18

Egregio rokko, lei avrebbe ragione ma dimentica di dire che l'Argentina ha ACCETTATO il gioco della finanza capitalista. Da qui i suoi guai. La Germania degli anni 30 (sì, il Male Assoluto) con uno stupendo Schacht (ebreo ma scelto da Hitler) eliminò la disoccupazione in tre anni e divenne in breve la seconda potenza mondiale dell'epoca. E non a suon di manganellate, ma sviluppando una finanza propria creativa (anche nei commerci internazionali) come si può apprendere da vari testi se solo li si vuole consultare. Alla faccia della finanza usuraria. C'era però una fiducia popolare assoluta e incondizionata verso chi governava. Si dica allora che questo qui da noi non ci sarà MAI oggi, chiunque governi. E allora saremo d'accordo sul fatto che non c'è speranza di salvezza.

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 30/11/2014 - 14:16

Nerinaneri: Certamente non vengo a dire TUTTI i miei investimenti che NON CAPIRESTI. Tu hai comprato carta denominata in una valuta che crollerà entro il 2016!!! I quadri come i francobolli rari e le monete antiche hanno un mercato INTERNAZIONALE e sono molto ricercati, cosa puoi capire di un quadro di Edward G. Robertson, di un aureo di Giulia Domna o di una lettera trasportata da Italo Balbo nella Crociera del Decennale fino a Chicago??? Nel film Via col vento il padre di Rossella aveva investito in titoli del governo Sudista e si ritrovò con un pugno di mosche in mano!!!

nerinaneri

Dom, 30/11/2014 - 15:29

filatelico: francobolli, monete, mobili, tappeti...se non ti sbrighi, non trovi più nemmeno gli antiquari...così come stanno chiudendo le immobiliari (chissà perchè?)...certo che se riesci a resistere fino alla ripresa (cioè fra 10 ANNI)...magari con la liretta...

rokko

Dom, 30/11/2014 - 20:31

Dordolio, non so se il problema dell'Argentina sia quello che dice lei, ma qui c'è qualcuno che scrive "non rimborsiamo i titoli in scadenza" come se noi fossimo un paese con un debito al 5% e un deficit pari a zero... Il mercato dei titoli è come qualsiasi altro mercato: non puoi obbligare qualcuno a comprare qualcosa che non vuole.

marygio

Mar, 02/12/2014 - 14:55

non è una novità che sia tutto pilotato ad arte da 4 stronzi ,traders dei miei coglioni. l'italia debito o non debito non può saltre perchè a catena trascinerebbe tutti questi deficienti di trader nella melma. e date retta non guadagnano nello sfacelo. guadagnano ad esempio prendendoci per i fondelli e mantenendo l'indice di borsa in un trend scientifico ben ristretto e ben definito. ma dai e dai lo mollate l'osso.....coglioni!