Riforma delle pensioni: ora spunta il divieto di lavoro

Chi andrà in pensione con la "quota 100", non potrà arrotondare l'assegno facendo altri lavoretti. L'obiettivo? Liberare il mercato per far assumere i giovani

Si tratteggia sempre più in modo preciso la riforma del sistema previdenziale. L'obiettivo del governo gialloverde è riparare agli errori e ai pasticci fatti dall'allora ministro del Welfare Elsa Fornero. Tra le ipotesi al vaglio dell'esecutivo, secondo una anticipazione pubblicata oggi dal Messaggero, c'è anche quella di vietare il cumulo tra l'assegno pensionistico e i redditi da lavoro.

Si trorna indietro al 2009. Ai lavoratori, che decideranno di lasciare il lavoro avvalendosi della "quota 100", ossia 62 anni di età e almeno 38 di contributi, sarà vietata qualsiasi attività autonoma o a anche da dipendente. In poche parole non gli sarà possibile "arrotondare" la pensione con altri lavoretti. "Non è ancora stato deciso se il divieto di cumulo sarà 'assoluto' - spiega il Messaggero - oppure se ci sarà un meccanismo di penalizzazione come esisteva in passato". La ratio di questa linea portata degli economisti, che stanno lavorando al superamento della legge Fornero, è di sostituire i lavoratori più anziani con quelli più giovani. "La nostra riforma - aveva assicurato tempo fa Matteo Salvini - assicurerà il diritto alla pensione per almeno 400mila persone e altrettanti posti di lavoro a disposizione dei nostri giovani".

uno degli obiettivi messo nero su bianco dal governo Conte nella nota di aggiornamento del Def è di aprire il mercato del lavoro "ai giovani per garantire al Paese quel ricambio intergenerazionale che potrà avere effetti positivi anche sull'attività dei comparti pubblici e privati". Secondo i calcoli del Messaggero, infatti, questa manovra dovrebbe, infatti portare all'assunzione di un nuovo lavoratore ogni due che vanno in pensione. "Quello che si vuole scongiurare, reintroducendo il divieto di cumulo - si legge ancora - è che le aziende mandino via i propri dipendenti per poi riassumerli a costi ridotti da pensionati". "Pur garantendo nel lungo periodo la stabilità finanziaria del sistema previdenziale", si legge nel Def, il regime attuale impedisce alle imprese, "nel breve e medio periodo", il fisiologico turnover delle risorse umane impiegate. Secondo l'esecutivo, il maggior turnover avrà un duplice effetto sul sistema Italia: oltre a ridurre la disoccupazione giovanile servirà a contrastare la bassa natalità che, "se non risolta, comporterà problemi sulla sostenibilità futura dello stesso sistema pensionistico italiano".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 07/10/2018 - 11:30

E tutti gli statali compreso i pensionati delle ferrovie che sono andati in pensione più o meno a 50 anni? Che hanno iniziato una seconda attività? Sono diritti acquisiti!? Quanti hanno dei terreni che coltivavano prima e la coltivano ancora adesso percependo la pensione. Solo quelli che vanno ora con la quota 100?

Robertin

Dom, 07/10/2018 - 11:31

che un baby pensionato non deve poter rimettersi a lavorare magari in nero mi sembra una cosa ovvia. a chi lo fà deve essere tolta la pensione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/10/2018 - 11:42

D'accordissimo, chi percepisce la pensione non deve più lavorare o viceversa. Troppo comodo ricevere 2 o più stipendi, poi andare in piazza a fare il comunista fetente gridando uguaglianza, lavoro per tutti. Eppure solo loro lo fanno, i soliti ipocriti.

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 07/10/2018 - 11:57

Primo: Si va in pensione con la minima a quanti anni ? Solo un fannullone che non ha mai lavorato può aver la forza di fare i "lavoretti". Chi ha fatto il muratore per 50 anni vorrebbe godersi la pensione al 100% non a x% come volete voi 5stalle. E sicuramente non fa i lavoretti (in chiaro)....

jaguar

Dom, 07/10/2018 - 12:01

Chi vuole continuare a fare qualche lavoretto, lo farà in nero.

contravento

Dom, 07/10/2018 - 12:41

A quanto pare la pensione di cittadinanza dovrebbe essere una bufala. A mio avviso la dovrebbero percepire tutti, in base al reddito e basta. Mi domando, chi ha un suolo edificabile, un terreno o una casa, deve venderli un pezzo per volta per poter campare?

rudyger

Dom, 07/10/2018 - 12:43

Anche I funzionari dello Stato ed enti pubblici che vanno in pensione non devono essere nominati Consiglieri di Stato , Commissari straordinari nei Comuni o aver affidati altri incarichi nella P.A.- devono andare la mattina ai giardinetti e leggersi IL GIORNALE.

APPARENZINGANNA

Dom, 07/10/2018 - 17:27

Pensione=Quiescenza. Se uno vuol continuare a lavorare, non vada in pensione. Se uno vuole andare in pensione, non occupi più posti di lavoro, da lasciar liberi per dei giovani. Se no, perché ci si è lamentati dell'allungamento dell'età pensionabile?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Dom, 07/10/2018 - 17:27

@dr.Strange...Ok. io sono un pensionato a 750 Euro con 32 anni di contributi... ci viviamo in 2, secondo quelli che qui fanno i duri, come la devo prendere la situazione che un ROM ne buschera 780? Ero un impiegato tecnico, che faccio se un mio ex datore di lavoro mi offre qualche lavoretto? Gli dico il dr. Strange non vuole?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/10/2018 - 17:58

Giusto, la mia azienda dopo aver dichiarato esuberi e cacciato migliaia di persone in isopensione, alcune uscite il venerdì sono rientrate come consulenti il lunedì perché c’erano settori totalmente scoperti dopo la cacciata di massa.

mariolino50

Dom, 07/10/2018 - 18:08

Non è giusto, il tempo da passare non lo deve decidere lo stato, la pensione sono miei soldi differiti, e se pago le tasse dovrei poter fare quello che voglio, come fa chi non è dipendente, può avere un numero enorme di varie attività. Io ho lavorato come consulente dopo la pensione, non al nero, addestrando anche i giovani, se pensate che qualcuno lo faccia gratis sognate, lo facevo volentieri, ma ben pagato.

mifra77

Dom, 07/10/2018 - 18:10

E perché non metterci anche i senatori a vita?Il mondo è pieno di aspiranti nullafacenti che presto verranno compensati con reddito di cittadinanza e pensione di altrettanta cittadinanza.Chi parla di baby pensionati, deve ricordarsi che i lavoretti li facevano facendo volontariato nella cgil e lavorando in nero durante la giornata.

leserin

Dom, 07/10/2018 - 18:28

A 62 anni uno la pensione se l’è comunque guadagnata. Se poi ha ancora voglia e capacità di lavorare, come autonomo, non vedo perchè impedirglielo. Purchè paghi le tasse.

morello

Dom, 07/10/2018 - 19:21

Chi andrà in pensione presto lavorerà in nero e gli unici posti che si libereranno e verranno coperti con nuove assunzioni saranno quelli degli statali che quindi ci costeranno due volte

claudio63

Dom, 07/10/2018 - 19:24

KOGLIONERIA GIACOBINA assurda e tipica di chi non ha mai lavorato in vita sua. la consulenza di individui con esperienza multidecennale va cosi a farsi fottere per lasciare il postro a zovin di bell' aspetto con poca esperienza.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Dom, 07/10/2018 - 20:42

Ripeto. Viva la Fornero! Domanda, chi paga le pensioni ai pensionati? Riposta, i lavoratori. Dati Istat i 55enni sono il doppio dei quindicenni, tra 10 anni i primi saranno in pensione i secondi al lavoro, potranno reggere il peso? Non credo e non contenti vogliamo anche andare in pensione prima e senza perdere nulla! A Salvini e a quelli che dicono di amare i propri figli, dico che l'amore si traduce nella capacità di fare dei sacrifici per i propri figli, la vita si è allungata ci tocca lavorare più a lungo come giustamente predisposto dalla riforma Fornero se poi si vuole andare comunque in pensione prima almeno si abbia la decenza di accettare una decurtazione...e non è vero che la nostra uscita farà entrare i nostri figli o meglio non è automatico e non è proporzionale. E sarà necessario accogliere nuovi italiani visto i numeri. Lo dico da lavoratrice!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 07/10/2018 - 20:49

Voi siete matti, il background di una vita gettato alle ortiche per far posto a chi non sa fare un cappero imposto alle aziende. La decadenza senile obbligatoria perchè vai in pensione. La miseria obbligata, perchè è questa la cifra che si percepirà, a gente che magari ha pure, ANCORA, figli a carico. Idiozie. I tedeschi fanno fare le auto di prestigio ai CAPELLI BIANCHI, e noi, invece, tutti al macero come individui inutili, per far posto ai giovinetti col cordone ombelicale elettronico costantemente collegato alla rete. Se questa è la destra individualistica che avanza viva MAO.

ziobeppe1951

Dom, 07/10/2018 - 21:15

OBELIX... se un tuo ex datore di lavoro, ti offre un “lavoretto”...accettalo e tienilo ben stretto

rokko

Dom, 07/10/2018 - 21:49

Questi sono completamente pazzi. Spero che almeno abbiano la decenza di rendere facoltativa la quota 100, in modo che chi voglia sottrarsi a queste regole da stato sovietico possa farlo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/10/2018 - 22:08

@DemetraAtenaAngerona - lo dici da lavoratrice, non aggiungi da scrivania, che naviga sui social, che è più malata che al lavoro, che rende 1/10 di quello per cui è pagata. Se ti timbrano pure il cartellino si che puoi lavorare fino a 100 anni, tanto vai quando vuoi. Bella la vita così,eh?

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Lun, 08/10/2018 - 11:05

@leonida...da lavoratrice non da scrivania, dalle 8/10 ore di lavoro, molto raramente malata, alla presenza non posso sottrarmi...in viaggio da un cliente ad un altro nei ritagli di tempo e di attesa di uno o l'altro. Buona vita!