Rivoluzione Rc auto, in arrivo lo sconto famiglia: ecco cosa cambia

La modifica punta a inserire una sola classe di merito per la famiglia: quella più economica fra i componenti. Ecco come cambia la Rc auto

I nuclei familiari italiani potranno presto di usufruire di uno sconto sull’assicurazione di auto e motorini grazie a una specie di "bonus famiglie" per la Rc Auto.

La novità arriva in seguito a un emendamento al decreto legge fiscale presentato dal Movimento 5 Stelle in Commissione Finanze della Camera per una "Rc auto più equa", e prevede il taglio dei costi dell’assicurazione obbligatoria su tutti i veicoli a due e quattro ruote. La correzione porta la firma del sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, e punta ad aumentare gli sconti previsti dalla Legge Bersani del 2007. Nel caso in cui l’emendamento dovesse passare, sarà possibile beneficiare della fascia assicurativa più bassa per tutti i veicoli del nucleo familiare.

Come cambia la Rc auto

In altre parole, l’idea è quella di inserire una sola classe di merito per la famiglia: quella più economica fra i componenti. La citata Legge Bersani faceva sì che il Codice delle assicurazioni – in particolare l’articolo 134 – consentisse alle famiglie di acquisire per la stessa tipologia di veicolo la classe di merito più favorevole rispetto all’ultimo attestato di rischio ottenuto su un precedente mezzo già assicurato. Per fare un esempio, un figlio neopatentato che intendesse comprare un’auto (o una moto) poteva sì ottenere la classe di merito più bassa di un familiare, ma il tutto era legato, appunto, all’acquisto di un veicolo.

Vantaggi e risparmi

Con il nuovo emendamento, la classe più bassa di Rc auto verrà applicata in tutti i casi (da un contratto nuovo al rinnovo passando per veicoli diversi), solo e soltanto se negli ultimi 5 anni non si sono avuti sinistri con colpa o responsabilità. I grillini parlano di un risparmio stimato compreso tra il 30% e il 40%. In ogni caso si tratterà di una vera e propria boccata di ossigeno, visto e considerando che la Rc auto rappresenta uno dei costi più elevati a cui deve far fronte una famiglia.

Per capire meglio l’entità del risparmio e rendersi conto delle grandi differenze tra il costo di una polizza in classe 1 e una in 14, è utile dare uno sguardo alle medie dei migliori prezzi in circolazione raccolti da Facile.it su un campione di 10 mila preventivi auto. A Bologna il costo della classe 1 si attesta a 293 euro, la 8 circa 403 mentre per la 14 si arriva intorno agli 808; gli stessi valori a Firenze ammontano rispettivamente a 328, 544 e 855, a Milano toccano invece 234, 359 e 739. Il discorso è simile anche se prendiamo in considerazione uno scooter da 100cc: nel capoluogo lombardo si passa dai 138 euro della classe 1 ai 484 della 14, a Firenze ci si sposta dai 142 euro ai 670 e a Bologna da 145 a 549. Per risparmiare, un genitore non dovrà far altro che passare al figlio la classe 1 sulla nuova auto e alla figlia quella sullo scooter. Come per magia, si potrà risparmiare annualmente un bel gruzzoletto che andrà dagli 800 ai 1000 euro annui.

Commenti

bernardo47

Mar, 03/12/2019 - 12:06

Una cosa ottima direi....se poi accompagnata a compagnie serie on Line, ancora migliore per il risparmio delle famiglie italiane.

adal46

Mar, 03/12/2019 - 13:03

Ma la legge Bersani è più di 10 anni che funziona così.... Cosa ha scoperto Di Maio? Conosce Bersani?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 03/12/2019 - 13:12

... in italia già c'è stata la secessione? le proiezioni sono solo per il nord, fate presente alle assicurazioni che se venite al centro sud con le vostre auto ci vuole la carta verde! p.s. se un membro del gruppo familiare fa un incidente, la classe sale per tutta la famiglia? in italia quando sono coinvolte le banche e le assicurazioni, non c'è mai niente di buono per i cittadini, l'imbroglio è dietro l'angolo

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mar, 03/12/2019 - 14:05

Bernardo47, come al solito non capisci niente, o fai finta di non capire: a me non va che i rincari assicurativi provocati dai tuoi figli lazzaroni pieni di sinistri vengano spalmati sulla mia classe 1 da guidatore responsabile.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 03/12/2019 - 17:10

adal46 No, caro mio! La legge bersani funziona solo per tipologie di veicoli uguali, ma non vale se, ad es. hai un'auto in classe 1 e compri una moto o un autocarro. Ne so qualcosa io, che mi sono svenato per la Panda 1000 Van di mia moglie, che, essendo a 2 posti, era considerata autocarro e pagava di assicurazione più della mia 1800. Alla fine l'abbiamo dovuta demolire. Fossero arrivati qualche anno fa...

Ritratto di norman55

norman55

Mar, 03/12/2019 - 17:29

Perchè non si dice che la legge Bersani è praticamente una presa in giro ? Al ragazzo che assicura per la prima volta la sua auto viene sì data la classe di merito più bassa ma paga per tre volte di più, proprio perchè è la prima volta ed è un un giovane sotto i 26 anni (nel mio caso, io € 290€, mio figlio 860€, stessa classe, auto con cilindrata inferiore alla mia). Ergo, ti danno la classe ma paghi un casino, e così per almeno 5 anni. Altro caso. Mia moglie passa a nostra figlia la sua Renault Laguna (classe 1, € 204). La ragazza, 25 anni, paga, per la stessa macchna e la stessa classe,€ 445 perchè è una macchina vecchia. Cioè, l'assicurazione della stessa "macchina vecchia" ha, a parità di classe, un diverso prezzo solo perchè è cambiato il proprietario. Questo per farvi capire che l'informazione che tratta banche e assicurazione è completamente asservita al Potere.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 03/12/2019 - 17:29

Un sistema politico connivente ha fatto proliferare artificialmente i costi per le famiglie a vantaggio dei privati introducendo quelle che sono vere e proprie tasse occulte. Assicurazioni, notai, compagnie telefoniche, intermediari, farmacie e l'elenco potrebe continuare. 12 anni fa Bersani diede un bello scrollone al sistema con la prima lenzuolata di liberalizzazioni, peccato che fu fermato anzitempo. Dopo solo restaurazione. Che sia cambiato il vento? Ci sono mille e uno modi per rimettere soldi in tasca ai cittadini togliendole dalle tasche di tanti privati beneficiati per legge ...

sparviero51

Mar, 03/12/2019 - 17:48

SE PASSA QUESTO EMENDAMENTO E' LA VOLTA BUONA CHE CADE IL GOVERNO . FIGURIAMOCI SE LE ASSICURAZIONI RINUNCIANO A SVARIATI MILIONI .FARANNO FUOCO DALLE ORECCHIE !!!

sbrigati

Mar, 03/12/2019 - 17:50

Domanda: se ho un sinistro con un mezzo, sale l'assicurazione di tutti ? Con le assicurazione, come con le banche, bisogna sempre essere cauti, ti prospettano una cuccagna poi ti accorgi dell'inghippo.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mar, 03/12/2019 - 18:35

ElPresidente, ragionamenti superficiali e parziali. Come la famosa rinegoziazione dei mutui, per quelli che si credevano furbetti e avevano stipulato contratti a tasso variabile quando il costo del denaro era basso. Appena i tassi si alzarono, pretesero a gran voce di rinegoziare il mutuo, cosa perfettamente sleale e ottennero soddisfazione. Questa è disonestà legalizzata che rende un intero Paese inaffidabile agli occhi degli investitori esteri. Idem per le assicurazioni, con i premi diluiti su chi avrebbe ben diritto di pagar poco in virtù della bassa sinistrosità individuale.