Si allarga la platea per l'assegno sociale Inps: ecco cosa cambia

Da giugno verrà data la possibilità di far domanda a prescindere dalla composizione del nucleo familiare per l'assegno sociale

Novità a partire da gigno per chi percepisce l'assegno sociale Inps. Di fatto dal prossimo mese verrà data la possibilità di far domanda a prescindere dalla composizione del nucleo familiare. Infatti con una circolare dell'istituto di previdenza sociale, sono stati ridefiniti i parametri per l'assegno sociale. Così a partire dal primo di luglio chi avrà le carte in regola potrà percepire il reddito di inclusione.

C'è una sostanziale differnza tra quanto aveva comunicato l'Inps nel marzo scorso e quanto precisato nell'ultima circolare. In quel caso le domande potevano essere presentate solo a partire da luglio. Adesso, indipendentemente dalla composizione del reddito familiare, le domande potranno essere presentate dal primo giugno del 2018. L'assegno erogato dall'Inps con il Rei può variare rispetto alla composizione del nucleo familiare. Di fatto si va da un massimo di 187,5 euro per una sola persona a un massimo di 539,8 euro per un nucleo familiare con almeno sei componenti. La Rei non è compatibile con la Naspi ma può essere compatibile con un'attività lavorativa che però non deve alterare i requisiti economici che danno accesso al Rei.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 15/05/2018 - 10:07

ASPETTIAMO GLI AUMENTI DELLA PENSIONE A CHI HA LA MINIMA COME PROMESSO DALLO SBARBATELLO DIMAIO, VEDIAMO SE è UN UOMO O UN QUAQUARAQUà DETTO SOLAMENTE PER GUADAGNARE VOTI.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 15/05/2018 - 13:03

ma gli imbecilli per me non sono quelli dei 5 stelle ma quegli italiani che hanno creduto al reddito di cittadinanza specialmente quelli in coda per andare a riscuoterlo prima ancora che fosse formato il governo,per questo per me sarebbe bene rifare le votazioni forse questi imbecilli qualcosa hanno imparato.