Smontare Quota 100 e introdurre una nuova flat tax: il piano del governo

Il governo giallorosso sta studiando come poter evitare l'aumento delle tasse. L'idea è quella di sacrificare Quota 100 e introdurre una flat tax "in salsa giallorossa"

Smontare Quota 100 per evitare l'aumento delle tasse.

È questa l'ultima strategia del governo gialloverde che, come sottolineato dal quotidiano Italia Oggi, sta studiando come poter salvare i denari che il provvedimento voluto dal precedente esecutivo gialloverde richiederà da qui ai prossimi anni. Si parla di un bel gruzzoletto, visto che l'ex presidente Inps, Tito Boeri, ha parlato di una somma vicina ai 40 miliardi di euro.

Tutti soldi che il Conte bis vorrebbe semmai impiegare in altre questioni. Quali? Niente Quota 100. Al suo posto diventa vitale evitare ogni aumento di tasse, soprattutto quelle già annunciate e mal digerite dall'opinione pubblica. L'obiettivo principale, insomma, è quello di stroncare sul nascere la campagna contro il "Governo delle tasse", come è stato soprannominato l'attuale esecutivo da cittadini e addetti ai lavori.

L'idea di una "flat tax giallorossa"

Ma non è finita qui, perché il risparmio derivante da un'eventuale abolizione o rivisitazione di Quota 100 - in aggiunta alle risorse già stanziate dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri - permetterebbero anche un'altra novità: una flat tax "giallorossa", diversa da quella voluta da Matteo Salvini. L'ipotesi, secondo il governo Conte bis, prevede un "abbattimento serio" del cuneo fiscale per lavoratori e imprese. Un'ipotesi che "imita" le idee di Salvini ma che per i giallorossi sarebbe diversa da quella del leader leghista.

Inoltre, nel caso in cui le risorse rimanenti lo dovessero permettere, il governo potrebbe spingere per un'opera di sburocratizzazione, ovvero una razionalizzazione delle competenze e una cancellazione di "inutili adempimenti". A questo punto, decidendo di togliere di mezzo Quota 100, il governo indicherebbe quali sono le priorità che intende davvero affrontare. E non ci sarebbe più alcuna maschera dietro alla quale nascondersi.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 30/10/2019 - 13:22

Cioè i lavoratori dovranno continuare a lavorare fino a 67 anni per poter dare i soldi ai "poveretti", che io chiamo fannulloni?

Iacobellig

Mer, 30/10/2019 - 13:23

Andate via non avete il consenso popolare.. Siete solo degli abusivi con l’appoggio del Quirinale che ha voluto cogliere “l ‘opportunità” che la costituzione gli concede in casi come il vostro!

necken

Mer, 30/10/2019 - 13:28

Togliere quota 100 è una cosa giusta (anche se i più ne hanno già approffitato) io direi di eliminare anche il reddito di cittadinanza e di utilizzarli per ridurre gradualmente le tasse a tutti sarebbe una cosa giusta! in fondo sono state semplicemente misure elettorali!

agosvac

Mer, 30/10/2019 - 13:42

Quel che la sinistra non riuscirà mai a capire è che i soldi dell'INPS non appartengono allo Stato ma solo ed esclusivamente ai lavoratori che hanno versato i contributi mese dopo mese di lavoro. In un Paese serio, con una magistratura seria, chi cerca di mettere le mani suoi soldi dell'INPS dovrebbe andare direttamente in galera. La cosa comica è che i magistrati che, tra i dipendenti statali, sono quelli con le pensioni più elevate, neanche lo hanno ancora capito che corrono il rischio di perderle le loro belle pensioni.

glasnost

Mer, 30/10/2019 - 13:43

Ma qualcuno, secondo voi,crede davvero che un governo di sinistra grillocomunista voglia ridurre le tasse? Vuole al massimo dare qualche regalino a qualcuno per comprarsi un po di quel consenso che non c'è stato in Umbria. Ma ormai sono sputtanati anche qui in Emilia. Solo tasse, clandestini e manette.

scurzone

Mer, 30/10/2019 - 14:36

Bene: allora eliminiamo quota 100, visto che il RDC verrà tolto dal prossimo Governo, che si farà, fortunatamente, senza i 5 stelle, poi riduciamo a quattro gli scaglioni 23% fino a 28.000 Euro, 35% fino a 55.000 Euro, 41% fino a 100.000 Euro e 43% oltre. Così si risparmia tutti. Non trattate gli Italiani come poveri scemi, (anche se la maggioranza lo è), ma da adulti, ogni tanto.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 30/10/2019 - 14:36

Ma quando vanno via questi incompetenti ?

aldoroma

Mer, 30/10/2019 - 14:39

Andate viaaa e poi Boeri ancora parla?

Xplr

Mer, 30/10/2019 - 14:49

Certo , fare una flat tax per i redditi bassi è l'esatto contrario di quello per cui la Flat tax è concepita! Cioè una low tax area. Fanno la stessa cosa che ha fatto Salvini la Flat tax per i poveri.

gneo58

Mer, 30/10/2019 - 14:52

necken - commenti come i tuoi sono o da persona che non ha mai lavorato o da soggetto assunto da stato / comune / regione / ecc ecc cioe' da gente che non ha mai lavorato.

necken

Mer, 30/10/2019 - 14:59

@Agosvac:Le pensioni sono frutto dei contributi versati solo dal 1 gennaio 2012 (riforma Fornero) antecedente: 1) quota fino al 31 dicembre 1992 (con min 18 anni anzianità) retributivo basato sugli ultimi 5 anni lavorativi 2)dal 1 1 1993 al 31 12 2011 retributivo basato sugli ultimi 10 anni lavorativi; questo significa che le pensioni perceptite sono frutto di risorse pagate da altri eccetto per le quote a partire dalla riforma Fornero per questo si dice siano pagate a debito dalle future generazioni quindi ogni facilitazione pensionistica è un aggravio ulteriore per le finanze statali di cui l'INPS fa parte

venco

Mer, 30/10/2019 - 15:04

Ottimo, stipendio gratis ai fannulloni e niente pensione a chi lavora.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 30/10/2019 - 15:54

Piuttosto il rdc che è una legge ancor più inutile.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 30/10/2019 - 15:57

La flat tax dei Comunistgrulloni che sono al governo, prevede una tassa unica al 45%!

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 15:58

Come il reddito di cittadinanza spesso truffaldino, anche quota cento è stata un clamoroso flop. Garantire il diritto, con un lieve ritardi di due o tre mesi nelle uscite dei pensionandi, credo sarebbe accettato anche da chi ne voglia usufruire....

Ritratto di babbone

babbone

Mer, 30/10/2019 - 16:02

Una tassa piatta fatta dai comunisti.....abbattimento serio del cuneo fiscale, sburocratizzazione de cuneo fiscale.....maaa se credono di essere superiori perché non si va a votare.....cho si loda si sbroda.

Libertà75

Mer, 30/10/2019 - 16:11

i calcoli di Boeri erano notevolmente sovrastimati, e comunque recuperando la spesa di circa 5-6 miliardi annui, non è che riesci ad improntare grandissime riforme fiscali... solo aria fritta, quella tanto amata dalla sinistra... ma sarebbe l'occasione per Di Maio di staccare la spina e spaccare il movimento

Giorgio5819

Mer, 30/10/2019 - 16:15

... e se smontassimo, una volta per tutte, lo schifoso sistema comunista ?...

bongide

Mer, 30/10/2019 - 16:41

La cosa "divertente" è sentire questo Boero che parla di costi per le casse dell'INPS per 40 miliardi. Precisiamo che io vorrei andare in pensione a 62 anni con 38 anni di contributi (38 anni di contributo capitalizzati da qualsiasi gestore di fondi...con stipendio da 50.000/anno ..cumulerebbe circa 1,5 milioni di euro). Allo stato attuale con le decutazioni necessarie, percepirei circa il 60% dell'ultimo stipendio e cioè circa 30.000 euro lordi all'anno...Per bruciare il mio "capitale" dovrei campare altri 60 anni(considerando le successive ricapitalizzazioni)....Ma di cosa stiamo parlando? Se i balzelli elettorali non li dovesse sempre pagare l'INPS, non ci sarebbe alcun problema.

mariobaffo

Mer, 30/10/2019 - 16:43

Bravi punire sempre di piü chi ha lavorato 40 anni e favorire la nullafacenza è per questo che ľ Italia va cosi bene

gneo58

Mer, 30/10/2019 - 16:47

possono anche guarire gli storpi, ormai la china l'hanno iniziata e sono destinati a sparire, qualsiasi cosa facciano.

laval

Mer, 30/10/2019 - 16:50

Va smontato e rivisto il reddito di cittadinanza che non ha dato nessun risultato come formazione e introduzione al lavoro, neanche una persona.

agosvac

Mer, 30/10/2019 - 16:55

Egregio necken(h.14,59), ma cosa ha capito? La invito a rileggersi il mio commento e pensarci su un bel po'. E dire che pensavo di scrivere in un italiano comprensibile a tutti!

gigi0000

Mer, 30/10/2019 - 17:32

Quota 100 è una boiata pazzesca che toglie la possibilità di andare in pensione alle prossime generazioni ed intanto succhia soldi a tutti, perché le pensioni si pagano coi versamenti di chi oggi lavora e non con quelli di chi ha lavorato. Troppo difficile da capire, vero?

XDoc

Mer, 30/10/2019 - 17:46

Scurzone complimenti. Condivido appieno.

Libertà75

Mer, 30/10/2019 - 19:05

@gigi0000, è troppo difficile da capire per te forse. Provare a ragionare? E' ovvio che il sistema funzioni in maniera ripartita oggi, ma solo perché l'INPS è stata saccheggiata da malegestioni e da riforme sociali. Gli assegni sociali sono erogati dall'INPS, mentre sarebbero dovuti esssere in carica alla finanza pubblica e non all'istituto previdenziale. Le pensioni da lavoro pubblico sono pagate dall'INPS anche se i contributi figurativi non si sono mai trasformati in reali, quindi anche in questo caso si sarebbe dovuto tenere una contabilità separate, invece da buoni sinistri si è fatta sparire l'impdap per depredare l'inps. Ora, se sei in grado di capire, puoi anche parlare di cose più grandi di te, altrimenti lascia perdere. Perché tu hai affermato che i lavoratori devono continuare a pagare per poter permettere all'inps di elargire pensioni a chi non ha contribuito. Pensa, è gratis!