Stangata per il caro petrolio: aumenti a raffica sulle bollette

Pesano le tensioni internazionali e il rincaro del greggio. La bolletta della luce salirà del 6,5%, quella del gas dell'8,2%

È in arrivo una raffica di aumenti sulle bollette. A causa delle tensioni internazionali e della conseguente forte accelerazione delle quotazioni del petrolio, che sono cresciute del 57% in un anno e del 9% solo nell'ultimo mese di maggio, lieviteranno i prezzi all'ingrosso dell'energia. "Dal prossimo primo luglio - fa sapere l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente - la spesa per l'energia per la famiglia tipo in tutela registrerà un incremento del 6,5% per l'energia elettrica e dell'8,2% per il gas naturale, in controtendenza rispetto ai forti ribassi (-8% per l'elettricità e -5,7% per il gas) del secondo trimestre 2018".

Aumenti amari in vista. Per la bolletta del gas l'impatto sulla spesa per i clienti domestici risulta meno significativo in considerazione dei bassissimi consumi del periodo estivo. Nel periodo tra il primo ottobre 2017 e il 30 settembre 2018, per una famiglia la bolletta gas aumenterà di circa 1.050 euro, con una variazione del +2% rispetto ai dodici mesi dell'anno precedente che corrisponde a circa 21 euro l'anno.

Per quanto riguarda la bolletta dell'elettricità, invece, il rincaro sarà di 537 euro, con una variazione del +4,8% rispetto ai dodici mesi equivalenti dell'anno precedente che equivale a circa 24 euro l'anno. L'aumento sarebbe stato anche più consistente se non ci fosse stato l'intervento di "scudo" congiunturale attivato dall'Authority tramite gli oneri di sistema, il cui valore complessivo per il 2018 è stimato in 14 miliardi di euro.

Commenti

Ernestinho

Gio, 28/06/2018 - 19:51

Allegria!

Una-mattina-mi-...

Gio, 28/06/2018 - 20:34

MA ... NON DOVEVANO PENSARCI LE "RISORSE"? E ADESSO CHI PAGA????

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 28/06/2018 - 20:43

ma le centrali nucleari quelle NO vero musi rossi che sull'evento di cernobil ci avete marciato alla grande per prendere i soldoni dal petrolio e carbone russo

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Gio, 28/06/2018 - 21:42

Qualcuno vada a parlare il prima possibile con Putin, e vedrete che l'Italia spunterà prezzi ottimi per gas e petrolio

Ritratto di hardcock

hardcock

Gio, 28/06/2018 - 21:47

Semplicemente incredibile che in quel lurido paese non si possa produrre in proprio l'energia elettrica con pannelli fotovoltaici. Pensate a quanto vi derubano le leggi comuniste e di FI Bastano una decina di pannelli e si è autosufficienti. Ladri farabutti. Mao Li Ce Linyi Shandong China

VittorioMar

Gio, 28/06/2018 - 22:08

..E' giustificato ??..chi dovrebbe controllare ?..c'è un Ministro interessato a dire se è tutto regolare ??...perché aumentano sempre e mai Ridotte queste Tariffe... Estortive ??

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 28/06/2018 - 22:11

Ringraziate i Kommunisti se l'Italia non ha le centrali nucleari . Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Massimo Bernieri

Gio, 28/06/2018 - 22:23

La cosa che mi indigna di più degli aumenti,sono gli oneri per linea,contatore accise varia che rappresentano il 50% del costo finale.Se i carburanti con ancora le tasse per l'Abissinia,terremoti e alluvioni varie,tutto sommato sono costi non indispensabili:conosco sempre più persone che una volta in pensione rinunciano all'auto,non così per energia elettrica e gas indispensabili per vivere.Il prossimo anno poi finiranno i contratti a maggior tutela per passare al libero mercato.Spero che il governo faccia qualcosa perché non vorrei che si ripetesse quello successo alle assicurazioni auto nel 1994 con la fine prezzi amministrati.Risultato:aumenti oltre il 200%;fonte riviste specializzate.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/06/2018 - 22:34

E continuiamo a mettere le sanzioni a Putin? E protestiamo perchè le mette Trump? Se ascoltate i komunisti, vi zappate le palle da soli. Fate il contrario di quanto dicono le zecche rosse. Indovinate sempre.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 29/06/2018 - 08:04

Aumenta il costo del gas ma di conseguenza la Provincia si pappa la sua percentuale di accise e lo Stato con l'iva.

Mr Blonde

Ven, 29/06/2018 - 08:38

qualcuno forse immagina che la russia vende il petrolio a prezzi diversi dal mercato...mah...! proviamo a uscire e svalutare del 15-20% poi vediamo dove arrivano i prezzi

Duka

Ven, 29/06/2018 - 08:43

Dovrebbe essere lo stesso quando il Petrolio diminuisce invece NON è affatto così. Come si può pretendere che il popolo sia onesto e paghi regolarmente le tasse quando gli organi dello stato sono i PRIMI LADRI?

jenab

Ven, 29/06/2018 - 08:44

ma quali tensioni, ma quali rincari, si tratta solo di tosare l'italiano che non si ribella

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Ven, 29/06/2018 - 08:51

Vergogna!

flip

Ven, 29/06/2018 - 09:29

c'è una saccente "autorità per l'energia" al soldo (in nero) delle grandi industrie di erogazionwe che si riuniscono davanti ad un fiasco di vino e stabiliscono quanto dettato dalle aziende.Prima di dicembre ci sarà un'altro aumento. per forza!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 29/06/2018 - 09:52

molti italiani credono che gli aumenti italiani dipendono da fattori esterni all'italia come gli arabi con il petrolio, putin e il suo gas, gli americani e i dazi; non hanno capito che gli aumenti sono fatti per soddisfare i mariuoli interni, che chiedono sempre di più. avete sentito le dichiarazioni del "costruttore di stadi? "ho pagato tutti i partiti!"

flip

Ven, 29/06/2018 - 11:11

COSA C'ERNTRA L'AUMENTO DEL PETROLIO CON IL GAS E L'ENERGIA ELETTRICA è una presa per i fondelli? aumenta anche l'inflazione. molto bene. diminuiscono i consumi e csì lo prendono proprio lì!