Stangata per il caro petrolio: aumenti a raffica sulle bollette

Pesano le tensioni internazionali e il rincaro del greggio. La bolletta della luce salirà del 6,5%, quella del gas dell'8,2%

Stangata per il caro petrolio: aumenti a raffica sulle bollette

È in arrivo una raffica di aumenti sulle bollette. A causa delle tensioni internazionali e della conseguente forte accelerazione delle quotazioni del petrolio, che sono cresciute del 57% in un anno e del 9% solo nell'ultimo mese di maggio, lieviteranno i prezzi all'ingrosso dell'energia. "Dal prossimo primo luglio - fa sapere l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente - la spesa per l'energia per la famiglia tipo in tutela registrerà un incremento del 6,5% per l'energia elettrica e dell'8,2% per il gas naturale, in controtendenza rispetto ai forti ribassi (-8% per l'elettricità e -5,7% per il gas) del secondo trimestre 2018".

Aumenti amari in vista. Per la bolletta del gas l'impatto sulla spesa per i clienti domestici risulta meno significativo in considerazione dei bassissimi consumi del periodo estivo. Nel periodo tra il primo ottobre 2017 e il 30 settembre 2018, per una famiglia la bolletta gas aumenterà di circa 1.050 euro, con una variazione del +2% rispetto ai dodici mesi dell'anno precedente che corrisponde a circa 21 euro l'anno.

Per quanto riguarda la bolletta dell'elettricità, invece, il rincaro sarà di 537 euro, con una variazione del +4,8% rispetto ai dodici mesi equivalenti dell'anno precedente che equivale a circa 24 euro l'anno. L'aumento sarebbe stato anche più consistente se non ci fosse stato l'intervento di "scudo" congiunturale attivato dall'Authority tramite gli oneri di sistema, il cui valore complessivo per il 2018 è stimato in 14 miliardi di euro.

Commenti